Samsung e Huawei: le ricadute del coronavirus su filiera e infrastrutture 5G

21 Febbraio 2020 20

Samsung non sembra essere tanto al riparo dalla contrazione della produzione provocata dall'epidemia da Coronavirus COVID-19: si era addirittura parlato di un vantaggio competitivo per la società sud coreana dovuto alla sua massiccia presenza in Vietnam, ma i primi segnali di ricadute sulle filiere al di fuori dei confini cinesi cominciano a intravedersi. E se Samsung inizia a preoccuparsi, Huawei mostra invece grande sicurezza nei suoi mezzi, affermando che la crisi sanitaria globale non intaccherà la sua produzione (e offerta) di smartphone 5G.

SAMSUNG NON É COSÍ AL SICURO

Lo dice il Ministro dell'Industria e del Commercio vietnamita: il settore manifatturiero locale sta subendo i rallentamenti dovuti all'epidemia. In particolare, il Vietnam viene definito "vulnerabile", e a risentire di una filiera "ferita" sono principalmente i produttori di auto, TV e smartphone, ovvero coloro che maggiormente dipendono dalle componenti made in China. E tra questi rientra Samsung, che in Vietnam ha investito per diversificare la produzione.

Una possibilità per Samsung per ridurre l'impatto sarebbe quella di importare materiale via mare o aereo, ma inevitabilmente i costi aumenterebbero e i tempi si allungherebbero. Insomma, o si trova una soluzione al virus entro un mese, o i magazzini inizieranno a svuotarsi.

HUAWEI NON TEME IL CORONAVIRUS

Yang Chaobin

Tra ban USA e Coronavirus, questi ultimi 12 mesi non sono certamente stati sereni per l'azienda cinese. Nonostante ciò, il management continua a ribadire che la produzione di infrastrutture e strumentazioni per le reti 5G non subirà rallentamenti, visto che tutti gli stabilimenti sono tornati a massimo regime. Lo ha rivelato Yang Chaobin, Presidente Product Line 5G di Huawei, nel corso di una missione a Londra (forse per far tornare sui suoi passi il Governo britannico in merito alla decisione di estromettere in larga parte la società cinese dalle infrastrutture per le reti di nuova generazione?).

Stando a quanto riferito dal manager, non solo Huawei avrebbe ripristinato la massima capacità produttiva, ma lo stesso avrebbero fatto anche i fornitori della filiera.


20

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Andredory

Ma hai sentito che stanno morendo anche in Italia?

ALEXA23

huawei e ONE Plus però sono cinesi, dove dovrebbero produrre in italia? tardo

Andredory

1 morto in Italia in poche ore, cogl.....ne

fabinobellino

l' unico buffone sei tu qua

fabinobellino

una domanda: ma dove lo vedi la tendenziosità della notizia? hanno solo riportato le dichiarazioni di huawei, che possono essere false o vere, ma cosa c'entra la redazione?

Dark!tetto

Il delirio

Giusioppe

Certo solo che la mortalità è molto più alta ed altamente contagioso

Giusioppe

Speriamo che huawei e One plus falliscano

Giulk since 71'

Che sintomi?

PassPar2_

Anzi che ora hanno rallentato, ma l'ufficio stampa Huawei non chiude mai

PassPar2_

Che buffoni

Stefano

In pratica ogni singola azienda sul pianeta che abbia produzione in Cina sta subendo le conseguenze, ci sono rallentamenti, personale a rischio contagio etc etc etc... Ma Huawei ovviamente no... Continuano con questa linea alla "Superman". Non li tocca il virus, non li tocca il ban, non li tocca niente di niente. E la stampa italiana dietro a dare seguito a qualsiasi loro sparata. Azienda che ha dato un grande contributo allo sviluppo tech negli ultimi anni, ma che a livello di credibilità e serietà ormai ha perso davvero tutto per quanto mi riguarda.

Giusioppe

A beh bella argomentazione... Sei penoso

Egidiangelo

Quanta ignoranza in poche righe. Leggiti un libro e stai meno su internet.

Clavicola

Ho i sintomi del Coronavirus ma ho paura di andare all'ospedale e di essere isolato, solo un matto si consegnerebbe...
La Cina deve sparire.

NEXUS

dillo allo stato non a huawei

NEXUS

così imparano a produrre in cina, spero perdano miliardi

Giusioppe

Comunque ringraziamoli per aver portato il virus anche in Lombardia..
Grazie huawei tutto sotto controllo hai ragione. È in quarantena lodi

Fausto Paolo Contini

Che articolo tendenzioso e assolutamente opinabile. Per questa serie di articoli, aldilà della posizione per la quale vi battete, state perdendo, almeno per me, qualsiasi interesse a seguirvi. Peccato perché le recensioni offrono sempre uno spunto interessante e con Niccolo, Gabriele, Lorenzo, ma anche lo stesso Davide che è migliorato tantissimo, ogni video è comunque godibile. Ma questa linea editoriale credetemi è veramente fastidiosa, al punto di portarmi a guardarmi altrove per cercare le notizie

Giusioppe

Cosa gliene frega a huawei dei cinesi, il virus è ancora in giro, ma chissene, tanto sono talmente tanti i cinesi che c'è il ricambio. Grande huawei, meriti solo di fallire

Recensione e Confronto tra Redmi Note 9, 9 Pro, 9S: quale scegliere? Video

Ricarica rapida e super rapida: i migliori smartphone 2020 a confronto

Recensione Motorola Edge: quando l'autonomia fa la differenza

Recensione Huawei MatePad Pro: senza GApps ma con tanto carattere