Samsung HQ-Q800T: la soundbar che suona in sinergia con gli speaker dei TV

14 Gennaio 2020 9

HQ-Q800T è la nuova soundbar portata da Samsung al CES 2020. Questo modello è il primo ad utilizzare la tecnologia Q Symphony, una funzione che permette di utilizzare le soundbar in sinergia con i televisori compatibili. Tra i TV che supportano questa novità c'è la serie 8K Q950TS, anch'essa presentata a Las Vegas e capace di attirare l'attenzione per via del design praticamente privo di cornici. Q Symphony sfrutta sia gli speaker integrati nella soundbar sia quelli presenti sui televisori. Samsung promette un fronte sonoro più ampio e ricco.


La configurazione inserita nella HQ-Q800T è 3.1.2 canali con un subwoofer esterno wireless. Le tracce in formato Dolby Atmos e DTS:X sfruttano i canali dedicati per ampliare l'esperienza anche in senso verticale. La tecnologia Acoustic Beam 2.0 ricrea la sensazione di un suono direzionale, più simile, almeno sulla carta, a quello che si otterrebbe tramite diffusori dedicati. Se si collega la soundbar ad un TV durante l'ascolto della musica si può sfruttare SoundWall, funzionalità che analizza il genere, il ritmo e le sensazioni che il brano vuole comunicare. I dati raccolti vengono impiegati per generare su schermo effetti grafici che accompagno l'ascolto.


Samsung ha inoltre annunciato l'uscita dei modelli HQ-Q70T, HQ-Q60T e delle serie S e T di fascia più bassa. Con tutta probabilità arriverà poi anche una nuova ammiraglia, forse HQ-Q950T, dotata di due satelliti posteriori wireless come nelle ultime generazioni di prodotti.

Le caratteristiche in dettaglio, i prezzi e la disponibilità verranno annunciati prossimamente.

Zero compromessi al miglior prezzo?? Samsung Galaxy S10 Plus, in offerta oggi da Mobzilla a 649 euro oppure da Amazon a 704 euro.

9

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Fabri Fina

Boh alle auto dicono che aggiungere il solo subwfoofer con l'amplificatore dedicato migliori tutta la scena sonora dato che ai woofer non arrivano le frequenze basse che ne sporcano la riproduzione. Penso sia la stessa cosa..

transporter
LaVeraVerità

E quanti trip virtuali con quella grafica. Luci spente, cuffie di livello e Pink Floyd o King Crimson a palla nelle orecchie.

Roberto

Quanti ricordi

LaVeraVerità

Filtrare a monte una gamma di frequenze, ammesso che sia possibile, non migliora la qualità di riproduzione delle restanti.

Fabri Fina

effettivamente non è una brutta cosa quella di sfruttare tutti i canali che si hanno a disposizione senza spegnerli. Quando si compra una soundbar economica credo che non si abbiano pretese esorbitanti quindi usare gli altoparlanti del tv stesso penso aumentino la scena. Ad esempio il mio LG oled B8 ha solo un 2.2 integrato, ma credo che aggiungergli un subwoofer esterno gioverebbe a tutto l'impianto dato che toglierebbe la gamma bassa dalle casse del tv e le farebbe suonare meglio su medi e alti.
Che voi sappiate è già possibile questa ultima opzione?

LaVeraVerità
SoundWall, funzionalità che analizza il genere, il ritmo e le sensazioni che il brano vuole comunicare. I dati raccolti vengono impiegati per generare su schermo effetti grafici che accompagno l'ascolto

Cosa che i plugin di WinAmp facevano già nel 1998.

T. P.

idea interessante! :)

Torpilla

Io su questo tipo di sistemi ci sono stato dietro diverso tempo. Se hai la stanza pulita (libera sui muri) e posizioni soundbar e sub correttamente ci si toglie con pochi euro tante soddisfazioni; se però la stanza non è un quadrato/rettangolo ed è tappezzata di roba lasciare stare

Samsung Q950TS UFFICIALI: TV 8K con AV1 e senza cornici | Video

Samsung Flip: la recensione della lavagna digitale per l’ufficio collaborativo

Le 5 (+1) migliori cuffie true wireless da comprare a Gennaio 2020

Quale Amazon Echo scegliere in offerta a gennaio 2020? Panoramica Video