I migliori notebook classici e pieghevoli al CES 2020

13 Gennaio 2020 17

Rimani aggiornato quotidianamente sui video, approfondimenti e recensioni di HDblog. Iscriviti ora al canale Youtube, basta un Click!

Il CES 2020 si è concluso lo scorso venerdì e dopo un paio di giorni per recuperare le forze e smaltire il jet lag è giunto il momento di tirare le somme e fare un veloce riassunto di cosa abbiamo visto all'intero dei padiglioni della fiera. La tendenza è evidente, la fiera in terra statunitense è forse la più importante dell'anno, sicuramente quella che, da qualche tempo a questa parte, segna buona parte dei trend che andranno a svilupparsi nei successivi dodici mesi.

Quest'anno in particolare è stata una fiera caratterizzata da una grandissima presenza di notebook. Tutti i maggiori produttori ne hanno approfittato per annunciare e mostrare in anteprima alcune soluzioni inedite o gli aggiornamenti di prodotti già esistenti ma comunque molto importanti.

Per riuscire a sintetizzare al meglio quello che abbiamo visto ho deciso di dividere questa selezione in due parti, la prima dedicata ai concept e alle soluzioni con design particolare, diverso da quello dei notebook così come li conosciamo nel loro formato più classico. La seconda, invece, relativa ai prodotti dal design più standard, classici clamshell o 2in1 dall'aspetto ormai comune. Non perdiamoci quindi in altre chiacchiere e vediamo subito che cosa ci ha riservato il CES quest'anno.

LENOVO THINKPAD X1 FOLD

Lenovo ha mostrato a Las Vegas moltissimi nuovi prodotti ma a fare notizia, più di altri, è certamente il ThinkPad X1 Fold, il primo notebook pieghevole dell'azienda, che era già stato mostrato online nei mesi scorsi e adesso possiamo osservare dal vivo.

Non si tratta di un semplice concept, questo X1 Fold arriverà entro sei mesi sui mercati di tutto il mondo arricchendo la tanto apprezzata famiglia ThinkPad. Non a caso è stata scelta questa destinazione, Lenovo lo immagina infatti come una nuova categoria ibrida capace di sostituire qualsiasi tablet e fornire comunque tutte le potenzialità di un notebook volto alla produttività. Da aperto, il display Plastic OLED in 4:3 2K misura infatti 13,3 pollici (2048 x 1536 pixel) e in ausilio non manca una tastiera bluetooth accessoria che fornisce il feedback insostituibile dei tasti.

Peso tutto sommato contenuto e pari a 999 grammi, lo spessore è limitato ma non certo da record (11,5mm da aperto con cover e 27,8mm da chiuso con cover) e la cosa non ci stupisce visto che si tratta di un terminale pioniere. Bisogna poi sottolineare la capiente batteria da 55 Wh che Lenovo ha deciso d'integrare, una simile unità lascia ben sperare sul fronte autonomia che la casa stima in 11 ore.

Alla base della soluzione abbiamo le piattaforme Intel di prossima generazione, quelle conosciute con il nome in codice Tiger Lake che arriveranno nei prossimi mesi, accompagnate da 8 GB di RAM e da storage in diversi tagli su SSD PCIe NVMe. Nessuna indicazione sul prezzo definitivo, di certo sarà alto in virtù della sua esclusività ma dovremo attendere per scoprirlo.

DELL CONCEPT DUET

Approccio differente ma con uno scopo molto simile quello applicato da DELL con il suo Cocept Duo, mostrato in anteprima insieme ad altri due prodotti che saranno d'ispirazione per futuri dispositivi commerciali. In questo caso non abbiamo infatti un solo display pieghevole ma due pannelli separati e uniti da una cerniera che permette di ripiegare la soluzione su se stessa con un ingombro finale pari a quello di un notebook da 13 pollici.


I due display a disposizione sono infatti entrambi dotati di una diagonale pari a 13,4 pollici e hanno cornici tutto sommato abbastanza contenute. Ancora non si hanno molti dettagli ma crediamo si tratti di due pannelli IPS FullHD realizzati con le nuove tecnologie a basso consumo sviluppate da vari produttori in collaborazione con Intel per riuscire a diminuire l'utilizzo di energia aumentando la durata della batteria.

Ovviamente entrambi i display sono touch e offrono il supporto al pennino che permette di lavorare e interagire con la superficie per disegnare, prendere appunti, selezionare aree di lavoro e molto altro. Il produttore ha anche pensato a una serie di funzionalità pensate per migliorare il multitasking e rendere il più funzionale possibile la presenza di due display.

Non manca una tastiera fisica dotata di un design estremamente sottile, che si attacca magneticamente al fondo del notebook e che può essere utilizzata in abbinamento ai due display per scrivere in maniera più agevole.

INTEL HORSESHOE BEND

In occasione della fiera di Las Vegas, Intel ha inoltre presentato un prototipo con schermo OLED pieghevole sviluppato in prima persona, nome in codice "Horseshoe Bend".

La peculiarità sta proprio nel display 4K touch che, una volta aperto completamente, ha una diagonale di 17" pollici; grazie alla possibilità di piegare il pannello, il dispositivo può assumere dimensioni simili a quello di un portatile da 12". La piattaforma hardware prevede l'impiego di processori Tiger Lake che il produttore statunitense ha presentato proprio al CES. Non c'è una tastiera fisica integrata, si ricorre a quella virtuale o ad un accessorio esterno - circostanza che non renderebbe inopportuno classificarlo anche come un tablet pieghevole basato sul sistema operativo Windows 10.


Nella parte posteriore è presente un kickstand (stile Surface per intenderci) che permette di sfruttare l'intera superficie dello schermo per la visualizzazione dei contenuti o per la composizione di testi utilizzando, ad esempio, una tastiera senza fili come quella prevista da Intel che integra anche un trackpad (dettagli nel video).

Trattandosi di un prototipo, non è possibile parlare né di prezzo, né di data di arrivo sul mercato o di caratteristiche tecniche. L'obiettivo che Intel persegue con il progetto è principalmente quello di fornire ai partner un esempio di dispositivo che, in futuro, potrebbe trovare maggiore diffusione innovando il settore dei PC portatili.

LENOVO THINKBOOK PLUS

ThinkBook Plus, è questo il nome del nuovo notebook annunciato da Lenovo durante l'attuale edizione della fiera tecnologia statunitense, la cui caratteristica peculiare risiede nell'inedito display e-Ink da 10,8 pollici integrato nella cover esterna. Secondo quanto specificato dal produttore, questa soluzione consentirà di migliorare la creatività e la produttività degli utenti grazie alla possibilità di visualizzare le notifiche a PC chiuso, prendere appunti e disegnare grafici grazie alla penna digitale integrata, Lenovo Precision Pen.

Secondo Lenovo, questa soluzione di dual-display è stata pensata per aumentare la produttività, migliorando il multitasking ma soprattutto eliminando le distrazioni del display del notebook quando necessario. Il secondo schermo svolge infatti principalmente una funzione di notifica. Sono presenti due widget relativi al calendario e alla mail che ci permettono di ricevere informazioni ma non di interagire con esse. In questo modo l'interazione con il dispositivo, quando non necessaria, è per forza di cose ridotta ai minimi termini.

Alla base della soluzione troviamo le CPU Intel Core di decima generazione, accompagnate da un quantitativo RAM che può arrivare fino a 32 GB e storage su SSD PCIe da 512 GB. Purtroppo la batteria non è enorme, parliamo di 45Wh, ma il doppio display non fa paura considerati i bassissimi consumi dettati dalla tecnologia e-ink.

DELL XPS 13

Come ormai da diversi anni a questa parte, nella categoria dei notebook dal design più classico Dell porta al CES il nuovo XPS 13, ri-progettato per ottenere la migliore esperienza di calcolo con i migliori materiali, un profilo più sottile e un display più grande. Elegantemente realizzato con alluminio anodizzato, fibra di carbonio, fibra di vetro e vetro Corning Gorilla Glass, l'XPS 13 è stato completamente rivisto nelle proporzioni e nelle dimensioni.

Grazie alla nuova soluzione InfinityEdge dell'XPS 13, l'ingombro del portatile sarà estremamente contenuto nonostante il display in formato 16:10 ancora più grande. Inoltre, il nuovo schermo XPS InfinityEdge è più luminoso del 25% e offre più spazio grazie a una diagonale che aumenta fino a 13,4 pollici nell'ingombro di quello che potrebbe essere un 11 pollici.

L'XPS 13 offre processori Intel Core di 10° generazione partendo con core i3 quad-core fino ad un i7-1065G7, con versioni in grado di supportare fino a 32GB of DDR4 RAM. Dell garantisce sempre un'ottima durata della batteria e ha dotato il nuovo XPS 13 di un touchpad più grande, una tastiera edge-to-edge e nuove cerniere che permettono l'apertura con una sola mano. Lo chassis del nuovo XPS è stato poi realizzato utilizzando materiali eco-sostenibili, una soluzione sicuramente apprezzata per l'occhio di riguardo nei confronti dell'ambiente.

SAMSUNG GALAXY BOOK FLEX

Samsung mi ha davvero sorpreso con le soluzioni annunciate già qualche tempo fa ma che per la prima volta ho visto dal vivo nei padiglioni della fiera. Ho apprezzato in particolar modo il nuovo Galaxy Book Flex, un convertibile con cerniera a 360° sfruttabile anche in modalità tablet (c'è supporto alla S Pen, con tanto di Air Gesture in stile Galaxy Note 10/Plus).

Galaxy Book Flex sarà disonibile in due tagli, con diagonali da 13,3 e 15,6". Per il modello da 15,6", date le maggiori dimensioni e le migliori capacità di dissipazione, è prevista una configurazione con GPU discreta NVIDIA GeForce MX250, mentre il 13,3" potrà contare sulle nuove Iris Plus Graphics di Intel. Molto interessante osservare che il trackpad è anche un caricatore wireless compatibile con standard Qi: in questo modo l'utente potrà ricaricare il proprio smartphone o i propri indossabili mentre usa il computer (ammesso che abbia a portata di mano un mouse esterno, altrimenti i casi d'uso si restringono un po').

All'interno troviamo processori Intel Ice Lake di decima generazione con RAM fino a 16 GB e SSD NVMe PCIe fino a 1TB di capacità. Non manca un modem WiFi 6 e un set di speaker stereo ottimizzati in collaborazione con AKG. Altro aspetto da non sottovalutare è poi quello del display, che è un QLED FullHD che riprende alcune delle tecnologie utilizzate all'interno delle TV del colosso coreano.

Ancora non sappiamo se questi nuovi notebook Samsung arriveranno anche sul mercato italiano. Noi speriamo di sì, perché ci sono parse delle soluzioni davvero convincenti.

ACER CONCEPTD 7 EZEL PRO

E chiudiamo con Acer, che a Las Vegas rinnova parte del suo portfolio a partire da uno dei prodotti di punta, il ConceptD 7 (recensito questa estate) che si arricchisce con le nuove versioni Ezel ed Ezel Pro. Oltre al solito refresh hardware c'è un cambio netto nel design che rende questo ultrabook ancora più appetibile per i creator, stuzzicati da un sistema che permette di ruotare il solo display su una cerniera orizzontale posta a metà del pannello.

Il display è un IPS da 15,6 pollici con risoluzione 4K (3840 x 2160 pixel) e luminosità di 400 nits, Acer parla poi di una copertura Adobe RGB del 100% e un Delta E dei colori al di sotto di 2. Interessante anche la dotazione di porte che integra due Thunderbolt 3, una Display Port 1.4, HDMI in formato standard e soprattutto, caratteristica assolutamente apprezzata, un lettore di SD card.

Davvero tantissima la potenza di calcolo a disposizione graize a processori Intel Xeon che alzano il tiro insieme alle GPU Nvidia Quadro RTX. Non abbiamo indicazioni precise sulle memorie ma possiamo immaginare configurazione multi disco per lo storage e RAM fino a 64 GB.

Il prezzo finale sale a partire dai 2.999 euro, si tratta come ovvio di un dispositivo del tutto particolare che apre le porte della classe premium e lo fa con uno stile certamente unico grazie a una soluzione di design che non è solo particolare ma, sicuramente, molto funzionale.

VIDEO

Top gamma con batteria infinita e display super? Asus ROG Phone 2 è in offerta oggi su a 515 euro.

17

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Riddorck
beh non credo che una casalinga o uno studente senza money compri un laptop con schermo piegabile

È vero, ma sicuramente un notebook pieghevole o con dual screen fa più effetto wow e ti da un po' l'idea di come le tecnologie si stanno evolvendo, rispetto al solito ultrabook stra potente che esce ogni anno da 10 anni a questa parte

Gieffe22

beh non credo che una casalinga o uno studente senza money compri un laptop con schermo piegabile o altri prodotti listati sopra che stanno sulle 1000 e passa euro.

Ti avrei dato ragione se avessero indicato i vari laptop economici con i nuovi ryzen 4000u (serie cheap di amd) ma sono tutti esperimenti di stile inutili, o ultrabook dal costo spropositato, quindi in realtà il tuo discorso mal si sposa in ogni caso.

Francesco El principe milito

Jarrod's Tech è un canale YouTube palesemente rivolto ai computer gaming prova ne è che la maggior parte dei notebook da lui indicati sono pc da gaming (probabilmente solo il Legion e il ProArt si discostano un po' da quel target) che l'utente medio, che col notebook ci lavora o comunque ne fa un uso più blando, non prenderebbe. Non li prenderebbe per una questione di costi, di portabilità e pure di estetica forse.

Hdblog è un sito rivolto ad un pubblico generalista che va dal ragazzino che va ancora al liceo al professionista esperto di informatica, passando per il normalissimo lavoratore dipendente o per la casalinga di Voghera. Normale che vada ad indicare prodotti che si sposino con un target generalista che non ha esigenze da gamers e cerca altro nei notebook oltre alla definizione massima e alla potenza bruta di processore e gpu.
Non hanno indicato quei notebook non perché non capiscano nulla del settore o perché sono meno preparati di altri, ma perché sanno bene che sono prodotti più di nicchia rispetto ad altri.

Al limite se proprio si vuole fare una critica agli autori si può chiedere loro di fare anche una rassegna dei nuovi prodotti gaming presentati oltre a quelli più generalisti.

Gieffe22

Curioso, anche altri canali dedicati hanno fatto una cernita dei migliori laptop. Risultato?

Hdblog: sceglie le str0nz4t3 di stile
Canali tech dedicati ai laptop: scengolono i nuovi bestioni CONCRETI (gs66-rog g14, studio proart con rtx titan e compagnia)

E' cosi che capisci il tipo di competenza dedicata ai laptop su questo sito...

Hankel

sul flex c'è semplicemente "il tuo telefono", l'app Microsoft che può essere usata su tutti i pc

Paolo C.

Trovo molto più interessante la tecnologia foldable sui portatili che sugli smartphone.

Marco

Non vedo il nuovo Spectre X360 da 15", che in mezzo a tutti sti "prototipi" è probabilmente quello più concreto.

roby

Intel e lenovo gli unici forse interessanti il resto tutto gia visto e stravisto. Ogni anno il ces sta diventando veramente sempre più ces

Cave Johnson

Colgo l'occasione per esprimere un mio punto di vista riguardo al modo di indicare la dimensione dei display: piuttosto che la diagonale, sarebbe molto più utile ed indicativo che i produttori dichiarassero la superficie.
La diagonale spesso crea confusione (com'è successo a te, ma è molto comune) e non permette di farsi un'idea della differenza di dimensioni fra schermi con form factor diversi.
Ad esempio, riguardo a questi nuovi portatile, la superficie effettivamente raddoppia. Ma basandosi sulla diagonale il cambiamento sembra meno netto, perché fra aperto e chiuso cambia il form factor.
Un altro esempio molto pratico: un tablet 4:3 da 8" ha uno schermo più grande del 75% rispetto a uno smartphone 18:9 da 7", ma quel pollice di differenza non rende affatto l'idea.

Riccardo

Si hai ragione, mi sono confuso. In ogni caso la diagonale cresce, con un design da chiuso quadrato abbiamo il massimo guadagno, con un design più rettangolare c'è un incremento di diagonale inferiore mano a mano che il rapporto d'aspetto diventa più schiacciato in altezza.

io metterei il fold di lenovo e gli msi, sicuramente questi ultimi i migliori presentati al ces

Aster

Sono fuori mercato europeo purtroppo,mi tengo stretto l'ativ 9 plus

Andredory

I Samsung difficilmente arriveranno in Italia... Va beh, per l'università spero di prendermi l'XPS 13 i5 sotto ai 1000€ con qualche sconto. Od al massimo aspetto e spero che escano i nuovi Matebook D, X ed X Pro. A quando la recensione del Dell?

Italo Vinodi
Cave Johnson
Riccardo

quando da chiusi non saranno troppo spessi occuperanno meno posto in lunghezza e larghezza. diagonali che raddoppiano aprendoli, un 15" diventa un 30". la tastiera? anche esterna e si usa come un AIO

rudy

non capisco proprio l'utilità di questi display pieghevoli.... l'inutilità costosa e assoluta.

Windows 7: termina il supporto esteso. Cosa significa e cosa fare

Recensione LG Gram 17: sembra finto ed è leggerissimo!

Migliori mouse PC e MAC da comprare a gennaio 2020: i top 5 scelti da HDblog

Microsoft Surface Laptop 3 13" e 15": ora anche con AMD Ryzen | Anteprima VIDEO