Sonos pensa a espandersi in quattro nuove categorie di prodotto

17 Novembre 2022 5

Sonos vuole inserirsi in ben quattro nuove categorie di prodotto: l'ha confermato la società stessa, o meglio il suo amministratore delegato Patrick Spence, nel corso del report fiscale dell'ultimo trimestre. Non ci sono anticipazioni concrete, ma Spence ha detto che la prima novità potrebbe arrivare già nel corso del 2023 fiscale della società, che è di fatto già iniziato, a settembre 2022; ma per quanto riguarda l'ultimo trimestre solare tutte le decisioni sono state prese, quindi se ne parlerà a partire da gennaio 2023 in poi.

Guardando oltre le dichiarazioni ufficiali e rivolgendosi alla sempre in movimento macchina dei rumor, ci sono diverse ipotesi che vale la pena considerare:

  • Cuffie wireless. Se ne parla da tanto tempo ormai, ed è un'espansione perfettamente sensata per una società specializzata nell'audio del calibro di Sonos. Vero è che è un settore molto, molto competitivo, ma Sonos potrebbe sfruttare il vantaggio del suo già ben affermato sistema multi-room. Vale la pena osservare che nel corso degli anni Sonos ha acquisito diverse aziende potenzialmente utili nello sviluppo di cuffie wireless - T2 Software, che lavora sviluppando software basato sul Bluetooth LE e i relativi codec, e Mayht, che a detta di Sonos ha inventato un approccio rivoluzionario per la produzione di trasduttori audio.
  • Streaming video. Dopo anni dedicati all'audio, in particolare alla sua trasmissione senza fili, è un altro passo perfettamente sensato. Abbiamo visto qualche mese fa circolare indiscrezioni su un misterioso sistema operativo per home theater.

Altre congetture al momento sono difficili da fare. Di sicuro c'è la consapevolezza che Sonos non abbandonerà i settori in cui è attualmente (ed è sempre stata) forte: uno dei prossimi prodotti in uscita dovrebbe essere l'Optimo 2, che probabilmente sarà posizionato come successore dell'attuale Sonos 5 come speaker top di gamma, con tanto di supporto alla tecnologia Dolby Atmos. Naturalmente tutti questi piani sono suscettibili di rinvii e rivisitazioni, soprattutto considerando la fase di difficoltà economica che si prospetta davanti a noi.


5

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Fabio

Vero ma non si può utilizzare come cassa surround da abbinare ad una arc per esempio. Tu dici caricare spesso ma hai idea di quanto pesano le basi dei supporti per le SONOS One io lo ho ricevuti e montati da poco sono pesantissimi, e questo serve per stabilizzarli e da sinonimo di qualità. Però con quel peso sai che mega batteria si poteva incorporare ?

Migliorate Apple music

Così poi le metti in carica ogni 3 per 2 …

Comunque sonos ha già uno speaker a batteria

Fabio

Ma delle casse per surround realmente wireless (batterie) per non riempire la casa di cavi no?

Massimo Potere

ottimo, mi è arrivato giusto ieri un sonos 5

enri

tanta roba sonos. l'importante è che mantengano la qualità che li contraddistingue e non finiscano come BOSE

Tecnologia

Recensione Ecovacs Deebot X1e OMNI: tanto potenziale ma occhio al prezzo!

Articolo

Netflix, tutte le novità in arrivo a febbraio 2023

Apple

Macbook Pro M1 Max 15 mesi dopo: durata e consigli alla luce dei nuovi M2 | Video

Articolo

NASA testa il motore a detonazione rotante: rivoluzionerà i viaggi nello spazio