Recensione Lenovo Legion 5 Pro, io lo comprerei subito

17 Maggio 2021 231

Rimani aggiornato quotidianamente sui video, approfondimenti e recensioni di HDblog. Iscriviti ora al canale Youtube, basta un Click!

Quest'anno Lenovo ha deciso di fare davvero sul serio anche per quanto riguarda i notebook da gaming e poche settimane fa ha portato sul mercato il nuovo Legion 5 Pro, un portatile che si appresta a diventare una delle soluzioni più interessanti nel panorama dei prodotti dedicati ai videogiocatori più esigenti. Pochi fronzoli e tanta sostanza, con l'obiettivo di mettere le prestazioni al primo posto nella scala delle priorità.

Dopo averlo provato per qualche giorno è quindi giunto il momento di raccontarvi come è andata e come si comporta questo notebook nelle situazioni più disparate. Ci avrà convinto? Quanto spinge davvero la nuova RTX 3070 in questa configurazione che riesce a farla girare a 125W? Continuate a leggere per scoprirlo e preparatevi a vederne delle belle!

SOMMARIO

UN GAMING LAPTOP 'VECCHIO STILE'

Legion 5 Pro non è uno di quei prodotti che ti lascia a bocca aperta rapportando le dimensioni e il peso alle altre voci della scheda tecnica ma, come già detto poco sopra, l'intento di Lenovo non era quello di produrre un notebook bello da vedere o agile da trasportare. Qui si è badato assolutamente alla sostanza e quindi peso e compattezza sono stati un pochino sacrificati sull'altare delle prestazioni.

Il design è decisamente aggressivo: le nervature sulla scocca, dietro al display, ricordano quelle del cofano di un'auto da corsa e le grandi prese d'aria sui lati e nel posteriore lasciano intendere come si sia lavorato al massimo per ottimizzare i flussi d'aria e il raffreddamento del motore... ops! dei componenti.


Lo spessore raggiunge i 2,7 cm nel punto più alto e il peso è di 2,6 Kg (a cui dovete aggiungere circa un chilo di alimentatore). Trasportarlo non è semplice ma queste caratteristiche sono certamente compensate da una buona solidità e soprattutto dalle prestazioni di cui parleremo tra poco. Nella parte posteriore della scocca troviamo il logo Legion che si illumina quando il notebook è acceso e in uso.


Aprendo il coperchio vediamo subito la tastiera estesa che qui è stata ovviamente pensata più in ottica gaming che per la scrittura e l'uso "da ufficio". Proprio per questo motivo il feedback offerto è stato calibrato diversamente rispetto alle altre soluzioni dell'azienda. Il click è meno netto, la corsa è un pochino più profonda e la forza necessaria per l'attivazione leggermente superiore rispetto al normale, pur restando ben tarata per quello che sarà l'utilizzo principale: il gaming. Il touchpad ha delle dimensioni sufficienti, le dita scorrono bene e in generale l'utilizzo risulta comunque agevole, insomma, fa il suo dovere senza stupire ma stiamo parlando di una soluzione che sarà praticamente sempre accompagnata da un mouse.


Le porte sono tante e variegate. Lungo i due lati corti troviamo il jack audio, una USB tipo A, una USB-C e un selettore fisico che permette di oscurare virtualmente la webcam. Tutte le altre connessioni sono stipate nella parte posteriore, una scelta che apprezzo dal momento che permette di far scorrere i cavi verso il fondo della scrivania senza averli d'intralcio sul piano d'appoggio. Questo pannello I/O offre altre tre USB tipo A, una seconda USB-C, una HDMI standard e una porta ethernet, oltre al connettore proprietario per la ricarica. A mio modo di vedere l'unica mancanza evidente è quella di un lettore di schede di memoria.

Lettore di schede a parte, ho sentito la mancanza di un sensore biometrico per l'accesso rapido e sicuro al sistema. Nonostante il tanto spazio a disposizione non abbiamo infatti né un lettore di impronte né i sensori a infrarossi per il riconoscimento del volto.

DISPLAY AL TOP PER IL GAMING

Andiamo quindi a dare un'occhiata al display che Lenovo ha inserito in questa configurazione. Parliamo di un pannello da 16 pollici di diagonale con rapporto d'aspetto di 16:10 e una risoluzione di 2560x1600 pixel. Come si conviene ad una soluzione pensata per il gaming abbiamo poi un refresh rate di 165 Hz e un tempo di risposta di soli 3 millisecondi, accompagnati da Free-Sync e anche G-G-Sync. Parliamo di un classico display IPS LCD che, nonostante queste caratteristiche così specifiche, conserva anche una buona qualità in termini di calibrazione e riproduzione dei colori.



Abbiamo infatti una luminosità massima che sfiora le 450 cd/mq e un buon rapporto di contrasto. Questi due elementi, uniti alla finitura opaca che riesce a contenere al massimo i riflessi, consentono di avere una leggibilità più che soddisfacente in praticamente tutte le situazioni. A tutto ciò dobbiamo poi aggiungere la copertura completa dello standard sRGB e dei Delta E abbastanza contenuti sia per la scala di grigi che per i colori. Insomma, un pannello pensato per il gaming ma che comunque ben si adatta anche ad un tipo di utilizzo più votato alla creazione di contenuti. C'è la certificazione Dolby Vision che non fa la differenza ma è sempre un plus interessante e troviamo pre-installata l'app X-Rite che ci consente di modificare in base a diversi preset la modalità di riproduzione dei colori del display.

Restando in ambito multimedialità spendo poi due parole a proposito dell'audio. Questo Lenovo Legion 5 Pro è dotato di due speaker posizionati alla base del notebook e rivolti verso il piano d'appoggio. In questo modo il piano stesso viene sfruttato per riflettere il suono e, per quanto possibile, amplificarlo. Il risultato è abbastanza differente a seconda che vi troviate su un piano d'appoggio più o meno assorbente ma in generale parliamo comunque di un suono di buon livello. Il volume è sufficiente nella maggior parte dei casi e abbiamo un buon quantitativo di medi e alti; come sempre mancano un pochino di bassi ma le dimensioni degli altoparlanti non permettono di ottenere molto di più.

HARDWARE E PRESTAZIONI OTTIME

Come vi ho già anticipato nell'introduzione questo è un notebook da gaming e, come tale, Lenovo lo ha costruito pensando prima di tutto a renderlo perfettamente funzionale al suo scopo e bilanciando quindi alla perfezione tutti gli elementi che si nascondono sotto la scocca. Si partire dalla CPU, AMD Ryzen 7 5800H con 8 core e 16 thread con una frequenza operativa massima di 4,4 GHz, affiancata da una GPU discreta NVIDIA GeForce RTX 3070 che è, sì, in versione mobile, ma che come vedremo più avanti sfrutta tutta la potenza a sua disposizione con un TDP che va oltre i 125W consigliati dal produttore. A questi elementi si affiancano poi 16 GB di RAM DDR4, in due banchi da 8 GB che sfruttano il dual-channel e sono accessibili per l'upgrade, e un SSD PCIe da 1 TB prodotto da Western Digital. Si tratta di un classico PCIe 3.0 e sulla scheda madre è disponibile un secondo slot per l'espansione. Non mancano un modem WiFi ax e Bluetooth in versione 5.1.

SCHEDA TECNICA LENOVO LEGION 5 PRO

  • CPU: AMD Ryzen 7 4800H 8-core @4,4GHz
  • GPU: NVIDIA GeForce RTX 3070 (140W TDP)
  • RAM: 2x 8GB DDR4-3200 MHz
  • Schermo: 16" IPS QHD, 2560x1600 pixel 16:10, 100% sRGB, Dolby Vision, Free Sync
  • Archiviazione: 1TB SSD PCIe Gen3x4 NVMe
  • Porte: 4 USB 3.2 Gen1 Type-A, 2 USB 3.2 Gen2 Type-C, Jack audio combo, HDMI, Ethernet
  • Rete: Wi-Fi ax / Bluetooth 5.1
  • Dimensioni: 35,6 cm x 26,4 cm x 2,68 cm - 2,58 Kg
  • Batteria: 80 Wh / Alimentatore: 300 watt / OS: Windows 10 Pro
  • Altro: Webcam: 720p / Altoparlanti 2x 2 W / Tastiera illuminata con LED RGB

Vi parlo prima di tutto della CPU perchè alla GPU dedichiamo un capitolo a parte tra poco. Questi Ryzen di ultima generazione confermano in sostanza quanto di buono fatto vedere dai modelli che li hanno preceduti migliorandone ancora le prestazioni. Dimostrazione lampante di questo comportamento più che soddisfacente ci arriva dal risultato del nostro stress test.


Dando uno sguardo ai grafici generati è facile notare come, nonostante la situazione estremamente impegnativa, sia praticamente impossibile vedere i core scendere sotto i 3.7 GHz. A questo risultato, già di per sé molto interessante, va poi aggiunta una considerazione sulla gestione delle temperature. Il throttling è davvero molto limitato e non si va quasi mai oltre i 90 gradi, con una media a fine sessione che si aggira intorno agli 84 gradi. Ovviamente tutto questo utilizzando la modalità massime prestazioni selezionata tra le opzioni dell’app Lenovo Vantage, sempre molto utile per gestire la potenza e il risparmio energetico.


Anche aggiungendo carico sulla GPU il risultato resta comunque ottimo. Le frequenze sugli 8 core si abbassano di qualche MHz fermandosi intorno ai 3.2 GHz, un valore comunque ottimo, mentre le temperature risultano solo un paio di gradi superiori. Proprio durante questo test abbiamo rilevato il massimo assorbimento per la GPU che è di ben 142W. Se non siete abituati a leggere questi dati potrebbe essere difficile capire il nostro entusiasmo ma vi posso assicurare che riuscire a raffreddare l'hardware di un notebook in maniera tale da poter erogare tutta questa energia ai componenti non è affatto un gioco da ragazzi, anzi.

A questi 142W di picco della GPU possiamo poi aggiungere i 77 della CPU per trovare quello che è il consumo nei momenti di massimo carico. Parliamo di circa 220-230 W che sono perfettamente supportati dal caricatore da 300W che troviamo in confezione.

Ovviamente a giovare di queste prestazioni e soprattutto dell'hardware così stabile e performante non sono solo le sessioni di gaming ma anche tutte le operazioni di produttività, specialmente quelle che possono sfruttare il multi-core. Data poi la presenza di una scheda grafica discreta di questo livello e sfruttata in questo modo è impossibile non considerare la soluzione ottima anche per la produzione di contenuti multimediali. Potete montare video, anche in 4K, modellare ed effettuare rendering 3D e ovviamente anche lavorare con tutti i più comuni programmi di fotoritocco.


Un cenno anche alle ventole che con CPU e GPU a pieno carico sono impegnate al loro regime di rotazione massimo. Il fruscio si fa abbastanza sentire ma mi è capitato di avere a che fare con soluzioni anche molto più rumorose. Giocare per diverse ore senza cuffie può rivelarsi effettivamente un problema ma pure per una questione di qualità dell'audio il nostro consiglio è comunque quello di utilizzarle sempre.

COME SFRUTTARE AL MASSIMO LA RTX 3070

Ve l'ho già ripetuto non so quante volte, stiamo parlando di un notebook gaming che fa delle prestazioni il suo obiettivo principale. Sappiamo però bene che in una soluzione portatile non basta riempire la scocca di componenti altisonanti ma è altrettanto importante fare in modo che questi possano essere sfruttati al massimo. Proprio in questo dettaglio, che dettaglio poi non è, dobbiamo quindi ricercare il valore del lavoro svolto da Lenovo.

Come ben sappiamo buona parte delle prestazioni in termini grafici sono da attribuire al comportamento e al modo in cui viene sfruttata la GPU, che in questo caso è una RTX 3070 Mobile di NVIDIA. L'azienda nero-verde dichiara per la scheda un TDP compreso tra 80 e 125W ma, come visto poco fa, Legion 5 Pro riesce a far girare la RTX 3070 costantemente a 125W e in alcuni frangenti la spinge addirittura a 140W. Tutto ciò è possibile grazie al buon sistema di dissipazione e al corretto bilanciamento di tutti gli elementi della piattaforma. Ma non perdiamoci in altre chiacchiere e andiamo a vedere come si comporta in quello che dovrebbe essere il suo habitat naturale: il gaming.


Per testare le performance del Legion 5 Pro abbiamo fatto girare una serie di titoli più o meno recenti e appartenenti a diverse tipologie di gioco. Dove disponibile abbiamo utilizzato il benchmark integrato, in caso contrario abbiamo riprodotto una scena salvata per avere risultati il più possibile paragonabili a quelli degli altri notebook che abbiamo provato o che proveremo. Qui di seguito trovate il grafico dei risultati ottenuti paragonati a quelli dell'MSI GS66 Stealth con RTX 3080 (anch'esso con display 2K) provato qualche tempo fa. In tutti i casi la risoluzione è stata impostata su 2560x1600 pixel e i dettagli al livello massimo, pre-impostato, disponibile.


Come possiamo notare, escludendo un paio di titoli come Red Dead Redemption 2 e AC Odissey, entrambi notoriamente molto dispendiosi in termini di risorse grafiche, anche alla massima risoluzione e con dettaglio sempre impostato sul valore predefinito più alto si viaggia sempre tranquillamente sopra i 60 fps. Con alcuni titoli un pochino meno dispendiosi si riesce addirittura a superare comodamente la soglia dei 100 fps e andare quindi a sfruttare in buona parte i 165Hz del display. Dal confronto con la RTX 3080 del notebook MSI emerge poi quanto sia importante riuscire a far girare la GPU al massimo delle sue possibilità. Nella maggior parte dei casi, infatti, i risultati sono paragonabili e in alcuni giochi la 3070 di questo Lenovo supera addirittura la 3080 presente nell'MSI che, per dovere di cronaca, girava però con un TDP di circa 95W, ben al di sotto dei 150 posti come soglia da NVIDIA.

Non potevamo poi non andare ad analizzare le prestazioni anche in presenza di titoli che supportano RTX e DLSS e quindi ecco qui di seguito un'ulteriore serie di risultati relativi a giochi che offrono la possibilità di sfruttare queste tecnologie. In occasione dei test, nel caso in cui fosse possibile scegliere, abbiamo impostato il livello massimo di intervento del DLSS con lo scopo di massimizzare le prestazioni.


Anche in questo caso è abbastanza evidente come il grande lavoro di ottimizzazione svolto da Lenovo abbia portato a prestazioni che sono molto vicine a quelle del modello che, almeno sulla carta, dovrebbe posizionarsi un gradino sopra. Si tratta di dati che posizionano il prodotto ben al di sopra delle soluzioni di precedente generazione, anche considerando schede top di gamma come la vecchia 2080 Super.

AUTONOMIA SUFFICIENTE

La batteria offre una capacità di 80Wh e garantisce fino a circa 6 ore e mezza di utilizzo lavorativo sotto rete WiFi, che salgono a 8 in riproduzione video su Netflix, sempre sotto rete WiFi, ma scendono a poco più di un’ora in utilizzo gaming con profilo massime prestazioni attivo.

Non sono ovviamente dati che fanno urlare al miracolo ma onestamente non ci aspettavamo nemmeno di avere tra le mani un campione di autonomia. Lontano dalla presa le 6 ore di autonomia in modalità risparmio sono comunque buone ma bisogna tenere conto che le prestazioni non saranno nemmeno lontanamente paragonabili a quelle della modalità prestazioni. Vanno bene per navigare, scrivere e guardare qualche video in streaming, ma se dovete impegnare maggiormente l'hardware preparatevi a scendere con le ore di utilizzo anche abbastanza rapidamente.

Il caricatore in confezione, che come vi ho già detto eroga fino a 300W, pesa quasi un chilo ed è una bella mattonella anche in termini di dimensioni. La buona notizia è che ricarica completamente il notebook in stand-by in circa un'ora e venti minuti.

CONSIDERAZIONI FINALI

Beh, ormai dovreste averlo capito, questo Legion 5 Pro mi ha assolutamente convinto perchè è un notebook che mantiene le promesse. Quando ci avviciniamo ad una soluzione di questo tipo quello che ci si aspetta è anzitutto di avere tra le mani un prodotto che sia in primo luogo performante e che possa sfruttare al massimo tutto il ben di Dio che si nasconde sotto la scocca, anche sacrificando altri aspetti non essenziali per raggiungere l'obiettivo. In questo caso i compromessi, come già detto, sono nelle dimensioni e nella portabilità ma sono, a mio modo di vedere, ampiamente ripagati dalle performance.

Insomma, acquistando Legion 5 Pro vi troverete tra le mani un piccolo carro armato tuttofare che sicuramente non vi deluderà. Anche il prezzo, nonostante sia abbastanza alto in valore assoluto, è a mio modo di vedere assolutamente congruo e in linea con la concorrenza. Il listino parla di 1.999 euro che lo posizionano in quella che potremo definire la fascia media dei notebook da gaming, con prestazioni che si avvicinano però molto a quelle di prodotti anche 300 o 400 euro più costosi.

PRO E CONTRO

Buon display 2KPrestazioni solide in tutti i frangentiGPU sfruttata al massimoPrezzo congruo
Nessun metodo di sblocco biometricoSpessore e peso certamente importantiL'alimentatore è una mattonellaIl lettore di SD sarebbe stato la ciliegina

VIDEO


231

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
TheChange

Controlla che ci siano i banchi sia sul davanti che sul retro. Se li ha solo su un lato sono single-rank. Cmq dovresti andare sul tubo e trovare qualche recensione. Comunque sicuro vanno bene. Sono tra i migliori sicuramente!;)

Alessandro

Ciao TheChange.
Queste memorie andrebbero bene per il Legion 5 PRO:
"HyperX FURY Black HX432C16FB4K2/32 Memoria 32GB Kit (2x16GB), 3200MHz DDR4 CL16 DIMM".
Si tratta di 2 banchi da 16, ma non ho ben capito se si tratta di memorie single o dual ranked

21cole

spesso la displayport è presente via type c, controlla

ilDoppio

In realtà non pensavo alle performance, ma a future esigenze di espansione. Se ho ben capito c'è uno slot libero per aggiungere un disco.

TheChange

L'ssd che monta è estremamente performante non hai bisogno di cambiarlo

Alessio Brabus

Vista l'impossibilità di trovare una 3070/80 a prezzi umani mi sto rassegnando l'idea di passare al NB, e questo Lenovo sembra davvero un'ottimo prodotto.
Peccato solo che non vedo un'uscita DisplayPort, (lo collegherei comunque al monitor esterno 32'' QHD Gsync, non potrei mai giocare su un "misero" 15'') ma potrei sempre collegarlo alla TV (LC 55CX) sperando che almeno l'HDMI sia 2.1.

Ma perchè sminuite il display chiamandolo "2k" (che identifica la risoluzione 2048x1080) quando in realtà è un WQXGA (2560x1600)?

ilDoppio

Ho indicato quelle perchè personalmente se devo fare il salto ne prendo due e vado a 32, così mi levo il pensiero per tutta la vita del portatile. Comunque sì, c'è anche il kit 8x2.

Alessandro

Ma questo non è un module singolo da 16 Giga? Se non sbaglio TheChange ci aveva consigliato 2 moduli da 8 giga, giusto?

ilDoppio

Grazie per la risposta velocissima. E se invece si volesse aggiungere un disco SSD cosa conviene comprare?

TheChange

Esattamente!;)

ilDoppio

Ciao, solo per essere sicuro, sarebbero queste? HyperX Impact HX432S20IB2/16 Memoria 16GB 3200MHz DDR4 CL20 SODIMM.

TheChange

E si.... Una RAM da singolo banco nn arriva ad eguagliare le prestazioni in dual Channel questo è certo.

Simone Cancia

Dici ??

Luca Ferrari

grazie mille, ottimo.

TheChange
Simone Cancia

Ma no scusami , io adesso compro un banco da 16 hyperx impact e poi in futuro ne compro un altro da 16 . Dico non prendo un 8x2 ora ma direttamente uno singolo da 16 in modo da lasciarmi un banco vuoto per futuro upgrade

TheChange

Ottimo! Così ci risparmi i soldi per la Ram. Cmq un banco da 16gb se intendi solo giocarci sono perfetti. 32 GB non ti servono.

TheChange

Cerca su Amazon le Hyperx Impact. La Ram compatibile con il Laptop è di tipo Sodimm r al momento quella è l'unica RAM Hyperx per laptop quindi nn ti puoi sbagliare. 3200mhz ovviamente. Sono piccole e nere.

Simone Cancia

Si infatti stavo puntando quelle , che dici mi conviene prendere un banco da 16 e lasciarmi un upgrade futuro sempre da 16? Comunque riordinato questa sera con sconto 5% Unieuro

Alessandro

Grazie ancora TheChange, ora mi è tutto molto più chiaro.
Scusa se approfitto della tua gentilezza, ma potresti consigliarmi un buon banco da 16 giga dual channel della Hyperx? Ne esistono tanti tipo diversi e io non me ne intendo molto... non vorrei finire per comprarne uno non compatibile con il Legion 5 Pro.

TheChange

Comunque sei vuoi il top per prestazioni e garanzia vai di Hyperx Impact!;) Ovvio costicchiano ma puoi rimanere sempre su un banco da
16gb dual Channel (8+8) e stai sulle 100 euro.

TheChange

Eh beh qui il Discorso è prettamente legato Alle tue esigenze. Sicuro una 3080 desktop da altre prestazioni. Però ti assicuro che tra questo e il
Predator nn c'è paragone. Mettiamola
Così. Con questo avresti un PC che al momento nn ti farà rimpiangere minimamente la mancanza del desktop e in questo caso fossi io lo prenderei al volo. Se invece hai tempo e voglia di aspettare ne fai a meno e ti godi la 3080 appena potrai;)

TheChange

Eh beh qui il Discorso è prettamente legato Alle tue esigenze. Sicuro una 3080 desktop da altre prestazioni. Però ti assicuro che tra questo e il
Predator nn c'è paragone. Mettiamola
Così. Con questo avresti un PC che al momento nn ti farà rimpiangere minimamente la mancanza del desktop e in questo caso fossi io lo prenderei al volo. Se invece hai tempo e voglia di aspettare ne fai a meno e ti godi la 3080 appena potrai.

TheChange

Trovi tranquillamente banchi del genere anche a meno di 200 euro eh. Comunque se ne vuoi prendere una di qualità il prezzo di 200 euro e su banchi da 32gb. In ogni caso ne ho provati davvero tanti prima di decidere di acquistare questo e ti assicuro che per avere le Stesse prestazioni in genere si spende molto di più.

Simone Cancia

Ti spiego ho provato un predator helios con 3070 che faceva pietà ( mi sono accorto solamente dopo della differenza in questi esemplari con i w della scheda video ) mandato indietro comunque . Mi sono informato bene su questo legion ed è una bomba . Solamente che io ho già un fisso con una 3080 che smonterò e porterò con me senza case visto che tra una settimana dovrò trasferirmi a Dubai con la mia compagna . Sicuramente resterò senza una postazione fissa per qualche tempo quindi sono in dubbio se prendere o mo questa bestia di legion pro

Alessandro

Grazie mille per la tua risposta! Il problema è che i banchi di ram sono parecchio costosi (quasi 200 euro) e così si perde la convenienza nell'acquisto di questo laptop. A questo punto non conviene acquistare un portatile di fascia superiore?

TheChange

Da cosa è dovuta la tua indecisione? Magari posso aiutarti a decidere.

Simone Cancia

Che ram consigli a questo punto ? Son riuscito a prenotarlo da Unieuro con ritiro in negozio ma sono ancora indeciso se andarlo a prendere

Luca Ferrari

ottima info, soprattutto per il discorso garanzia. Pensavo già all'upgrade di ram, la cercherò già come consigliato. ho una discreta voglia di comprarlo, spero arrivi presto.

TheChange

Guarda, su quello su che hai scritto qui ti do (parzialmente) ragione. Il punto è che io sto parlando di altri scenari e o non ci capiamo o forse abbiamo 2 idee e conoscenze opposte. E uno dei 2 non ci ha capito niente probabilmente.

TheChange

Per chi ha intenzione di acquistare il prodottos sappia che c'è un "problema" legato alla ram che però fortunatamente è stato spiegato e risolto da un noto canale inglese di hardware.
Il problema della ram integrata non è di quantità ma di "qualità". In poche parole è montata una ram 1rx16 con una specifica in particolare chiamata tRFC ( da quanto ho capito è il tempo che impiega la ram a fare un ciclo e ovviamente più è basso più la ram è performante ) per cui i chip Ryzen in particolare sono molto sensibili. Quindi, sostituendo la ram con una single rank ( 1rx8 ) sempre da 16gb si avrà un tRFC migliore con un aumento delle prestazioni abbastanza netto soprattutto a risoluzione 1080p dove la cpu entra in gioco più frequentemente o nei programmi di produttività in generale. A quanto pare se la ram in questione è anche Dual Rank ( 2rx8 ) le prestazioni saranno ancora leggermente più performanti ( ma qui la differenza è quasi impercettibile ).
Ricapitolando, purtroppo in Italia in nessuna delle recensioni viene fatta menzione di questo specifico "problema" ma con pochi euro in più non è difficile trovare una RAM con queste specifiche per effettuare l'upgrade. Inoltre ho personalmente verificato con il servizio clienti Lenovo che il pc può essere aperto e upgradato tranquillamente senza invalidare la garanzia in quanto non sono presenti sigilli di garanzia particolari. Spero di essere stato di aiuto a chi vorrà acquistare questo fantastico pc e vorrà tirarne fuori il meglio!;)
Buon Legion 5 Pro a tutti!

Dark!tetto

Senti genio del male, se parliamo di tecnica io ti spiego come funziona dato che tu parli di rendering della GPU in locale quando a te arriva l'immagine già elaborata lato server, parli di latenza degli input che a parte essere identica al locale (il lag è dato dall'ottimizzazione della PWA) rimane MISURATA in 0,125 ms medio per una usb 2.0. Poi dimostri tutta la tua ignoranza citanto Reflex che non misura l'input lag, ma semplicemente loa differenza tra input e visualizzazione che non ha nulla a che vedere con il comando che arriva al server di gioco ma con quello che vedi quando clicchi il tasto. Senti hai fatto il passo più lungo, saprai giocare, ma non ne capisci nulla puoi provare anche senza tecnicismi a spiegare secondo il tuo ragionamento malato come viene influenzato l'input lag da :

Gpu che è lato server
Periferiche connesse tramite USB
Refresh del display in locale
Senza includere la connessione però dato che ci sono una "miriade" di variabili che in realtà non entrano in gioco con il cloud gaming.

PS: Se poi non conosci la terminoligia magari te la studi, ma posso anche spiegartelo in bimbominkese che il 5G SA è quello che ti piazza vicino casa un hotspot (un antennino a forma di tubo) per ridurre i tempi di latenza. Che le FWA sono quelle connessioni che usano una dorsale a banda ultra larga e arrivano a casa tua sempre tramite il 5G e che i tempi di latenza del 5G quando sarà capillare sono migliori di una T1 (una connessione con il filo molto buona). Su questo basta farti una vaga idea anche su wikipedia o vuoi dirmi che il 5G andrà bene per la chirurgia remota e interventi anche sul suore, ma non a te per giocare a CoD.
Torna a giocare e non buttarti su discussioni che vanno oltre le tue conoscenze, salvo spiegare come quelle 3 cose che hai elencato influenzano l'input lag, che dubito a sto punto tu sappia cosa sia e poi mi spieghi perchè dovrebbe farlo sul cloud gaming e non da locale...

https://uploads.disquscdn.c...

TheChange

Lascialo perdere vive in una realtà parallela. O nel futuro. Ancora non si sa.

TheChange

Guarda. hai scritto talmente tante inesattezze snocciolando tecnicismi completamente inutili e buttati a caso che forse solo uno che ne capisce poco quanto te avrebbe potuto crederci. Ma purtroppo per te da questa parte c'è qualcuno che sa esattamente di cosa stai parlando è il tuo discorso è un "non sense" dall'inizio alla fine. Già il solo parlare delle reti 5g come se fosse possibile utilizzarle con latenze adatta al competitivo mi fa RABBRIVIDIRE. Detto cio ci sarebbero così tante cose da contestare che non ne ho nemmeno voglia. Non per niente esistono strumenti software come Nvidia reflex atte proprio per misurare latenze e response time che non potranno MAI essere colmati dagli strumenti di sincronizzazione ( per quanto con ottimi risultati sul pad di Stadia ) che cercano di annullare le latenze. Cmq senza andare sul tecnico perchè tanto dici cose assurde... buon proseguimento

TheChange
TheChange

Il Legion 7 a quanto pare uscirà ufficialmente a 2799 euro con la 3080. Se vai a vedere la differenza di prestazioni dai test online nn vale 800 euro in più.

TheChange
piervittorio

Sai quante mode partendo da zero sono andate in crescita esponenziale per anni per poi sparire in pochi anni con la stessa velocità?

Alessandro

Ciao ragazzi! Secondo voi conviene più questo o il Legion 7 2021 con Rtx 3080?

Alessandro

Ciao Thechange, scusami se mi permetto di interpellarti direttamente. Potresti consigliarmi un buon banco di memoria ram compatibile con il Legion 5 pro?

Dark!tetto

Senti tu hai parlato di valori che con il cloud NON HANNO ATTINENZA, io non posso farci nulla se non sei capace di capire. L'input lag allo stato attuale ce l'hai con il browser per via dell'ottimizzazione non certo per l'infrastruttura, il fatto che tu non abbia idea di ciò che dici è che sembra volerci una connessione a 200 Gbps (si Gigabit) quando basta una "banale" 100 Mbps con l'input device dedicato collegato alla wifi. Tra l'altro non hai nemmeno idea delle forze in gioco e delle vere varianti che con il cloud gaming annulli eh, a parte lo stesso HW che agevola la competizione e da vantaggi a chi è più bravo, i server stadia con l'host saranno sempre alla stessa distanza se non in locale (infrastruttura Google). Parli di differenza di refresh rate sul monitor come se non potessi usarlo con Stadia, parli di input lag con mouse e tastiera che con le periferiche non hanno proprio nulla a che vedere, ma sono un attuale limite della PWA. Le connessioni migliori sono una possibilità remota ? A me pare che siamo all'alba non solo del 5G SA, ma della combinazione tra un backhaul in 5G e le FWA o le connessione in rame. Insomma parli tanto delle variabili e non hai la minima idea di come funziona una connessione di rete e tantomeno una struttura per il cloud. Posso sembrarti presuntuoso, ma almeno io so di cosa sto parlando, tu parli parli e alla fine della miriade di variabili sei finito esattamente dove io già ero all'inizio il problema al massimo sono le connessioni, perchè nel tuo primo commento volevi spiegarmi che l'input lag dipende anche dal refresh del display e da tanti fattori HW (ovviamente senza specificare), ma lo sai che un mouse e una tastiera usb anche 2.0 hanno una response latency di 0.1 ms ? Ti allego quello che hai detto e che nel cloud gaming non esiste, perchè come detto l'usb non ha latenza, il display non influenza l'input (al massimo la visual response) e il resto del HW è analogo per entrambi i giocatori a differenza di chi gioca con il gioco in locale, quindi paradossalmente per te io con un PC base e tu con uno da Gaming tramite cloud abbiamo le stesse possibilità (0,5 ms più o meno) a parità di connessione a differenza del gioco in locale e i server in remoto.

PS: Magari poi domani google lancia delle periferiche di input wireless, tipo mouse e tastiera, ma ne dubito visto che Stadia è più pensato con la filosofia da console, infatti tu fai gli stessi discorsi dei fanboy/hater tra console e PC. Discorsi totalmente inutili.

https://uploads.disquscdn.c...

TheChange

Partendo dal presupposto che la tua presunzione parla per te e ci sarebbe ben poco altro da dire dato che la presunzione stessa va a pari passo con l'ignoranza. Secondo, quello che hai estrapolato dal mio discorso è completamente diverso da quello che ho realmente detto dato che ho SOTTOLINEATO che ha parità di abilità e response time se 2 giocatori hanno 2 input lag sostanzialmente differente verrà premiato chi a l'hardware migliore invece che l'effettiva abilità. Quindi quello che dici è insensato e senza fondamenta. E la connessione ribadisco che è solo uno dei tanti elementi in gioco in questo caso quindi non basta attaccare un mouse e una tastiera a stadia o avere una super connessione per annullare questa differenza e se mai ci sarà modo di annullarla sicuramente è un futuro piuttosto remoto al momento perchè non esistono strutture in grado di dare prestazioni del genere e tu sai quanti anni ci vorrano per avere strutture per un internet così prestante come te lo immagini tu??? Tra l'altro ovviamente parlo di un competitivo svolto NON nella stessa struttura dove mi sembra abbastanza ovvio che tutti giochino con lo stesso hardware quindi hai fatto un esempio veramente idiota. Detto ciò, si, ti aspetto tra qualche anno quando su Stadia quando sarò in grado di giocare ai tuoi "livelli" ;)

TheChange

Si.. peccato che in realtà il mercato del gaming competitivo è in crescita esponenziale da circa 3 anni e non accenna a diminuire...

TheChange

In realtà da quanto di evince in rete solo la hdmi è collegata direttamente alla gpu discreta. E in effetti dal comportamento che ho notato questo è riscontabile.

Luca Ferrari

Io lo comprerei subito se lo trovassi sul sito lenovo, mi sono iscritto apposta per avere lo sconto. Dalla presentazione il 19/04 non è mai stato disponibile.

Wersus

La versione Unieuro ha Windows 10 Home o Pro? nelle specifiche indichi PRO ma altrove ho letto Home. Sono confuso

Aster

Io l'unica cosa che potrei lamentarmi con la serie thinkpad ora che hanno sistemato anche la qualità dello schermo e ul touchpad in plastica , invece dalla serie x1 in su e in vetro.Anxhe a noi e capitato una serie T sfigata xon il problema sul bios delle ventole a palla w l'unico rimedio era installare linux e un tool fatto apposta.Il design non saprei e il loro biglida visita che si vende ovunque.Non e che deve piacere perché sono pc aziendali e non decide l'utente.Discorso a parte se lo compri in autonomia.Magari il design w legato ai certificati e i brevetti.Dei centinaia P51 che abbiamo nessuno si e lamentato per ora.Il tuo modello non l'ho conosco dal vivo mai provato.So che a casa mia e a lavoro da quasi 20 anni almeno un thinkpad c'è sempre.E anche io ho avuto problemi con pc di fascia alta dai xps,precision, MacBook,hp serie Z ecc

Tommaso

Sinceramente, davvero, non ho mai visto un laptop che costa 2000 € fatto cosi' male (ho la versione i7 con RTX 2080). E si che ne ho avuti di laptop tra le mani...
Il design è vecchio, ma vecchio scomodo, con quel mini trackpad in plastica che scorre da schifo ed i 3 pulsantoni sopra, lo schermo incassato nella corniciona in plastica che flette ogni volta che lo si apre e chiude manco fosse di gomma. La cam ha una qualità schifosa e l'unica concessione alla modernità è il lettore di impronte (ma messo li ad minchiam senza nessuna grazia).
Lo spessore è esagerato, ha fori di ventilazione ovunque e nonostante questo ha la ventola che parte in continuazione senza nessun senso ed è davvero tanto rumorosa. Fa molto più casino del mio Surface book 2 che ha tutto il pc racchiuso nel solo spessore dello schermo del Lenovo. Parte pure quando non uso la scheda video dedicata, figurati quando modello in 3D usando la 2080. Se staccato dalla presa la ventola parte meno, ma la batteria dura meno di 3 ore di uso "normale", meno di 2 se modello in 3D. Con tutto quello spessore e peso, ci potevano mettere una batteria decente? No. Non capisco infatti come faccia a pesare come un asino morto ed avere una batteria cosi' scarsa.
Concludo che non è nemmeno il primo che mi danno, avevo il modello precedente sempre i7 ma con una scheda Nvidia da schifo; design ovviamente identico a parte, la ventola andava all'impazzata anche su quello (che ho chiesto di cambiare ma senza successo). Ho avuto anche modo di parlare con il responsabile vendite di Lenovo Italia, il quale mi aveva assicurato che la nuova generazione aveva il sistema di raffreddamento ottimizzato; dopo 2 aggiornamenti firmware in 2 mesi non è cambiato NULLA.
Sinceramente da un brand che mette in commercio una serie di macchine cosi' (non una, ma una serie intera!), io non comprerò' mai nulla e maledico tutti i giorni che mi tocca usarlo per lavorare per questo cliente... Meno male che non l'ho pagato!

Dark!tetto

Guarda che sei totalmente fuori strada, forse non hai capito che puoi usare il tuo mouse, la tua tastiera e anche il tuo monitor. Tra l'altro non fai altro che confermare ciò che ho detto, l'unico limite è la connessione. E vorrei aggiungere quanto sia triste il ragionamento secondo cui nel competitive chi ha hw migliore deve per forza vincere, io (mi sa a differenza tua) a certi livelli ci ho giocato e gli eventi importanti prima e da quel che vedo ancora oggi si giocano in presenza e ad armi pari, collegati in lan con gli stessi device o almeno con degli standard univoci. Comunque chiudiamola qua, che al pari di altri parli per partito preso e hai una percezione troppo ridotta del tutto come immaginavo. Ci rivediamo fra qualche anno, quando avrai cambiato idea, perché la tecnologia si evolve e lo fa in fretta

Aster

A ok

Recensione LG Gram 16" 2021: il portatile che cercavo

Acer annuncia Swift X e rinnova i notebook ConceptD | Anteprima video

Samsung Galaxy Book Pro 360: le nostre prime impressioni

Samsung Galaxy Book e Galaxy Book Pro ufficiali: leggeri e veloci