Recensione MSI Prestige 14: leggero, potentissimo e conveniente

13 Maggio 2020 282

Rimani aggiornato quotidianamente sui video, approfondimenti e recensioni di HDblog. Iscriviti ora al canale Youtube, basta un Click!

Continua il percorso di rinnovamento che sta portando MSI sempre più in vista nel settore dei notebook; non parlo dei modelli gaming, spesso sopra le righe, quanto i più sobri che puntano all'utenza comune ma sempre esigente. Visto il gran successo che sta riscuotendo il Prestige 15, probabilmente uno dei migliori della sua categoria per rapporto qualità/prezzo (QUI la nostra recensione dello scorso anno), la casa taiwanese ha deciso di declinarlo anche in formato più piccolo: Prestige 14

Stilisticamente allineato, il nuovo modello punta sulla stessa piattaforma hardware e contemporaneamente alla portabilità, visto che si tratta di un 14 pollici completissimo da soli 1,29 kg. Un peso piuma che non guarda in faccia nessuno e sfoggia la grinta che non ti aspetti, grazie al chip Intel Core i7-10710U Comet Lake (14nm) e, soprattutto, la scheda grafica dedicata Nvidia GTX 1650 Max-Q. Una dotazione da primo della classe sotto un vestito apparentemente innocuo. 

Rispetto alla variante da 15 pollici perde un po' di potenza massima, del resto ridurre così gli ingombri impone una dissipazione più complicata in caso di stress e ventole attive più spesso di quanto lo si desideri. Piccoli compromessi che non cambiano la sostanza: Prestige 14 è un fuoriclasse e a dimostrarlo c'è anche il prezzo di listino, equilibrato e già in discesa. 

INDICE

LINEE SEMPLICI MA ELEGANTI

A volte non servono dei salti pindarici, basta limitarsi all'essenziale e farlo con gusto. Esattamente come visto su Prestige 15, anche questo è un portatile che potremmo definire sobrio ma non per questo poco attraente. Chassis in lega di alluminio e magnesio che dona la giusta leggerezza e rigidità. La costruzione appare poi impeccabile a la cura per certi dettagli sorprende; penso al fondo con la sua griglia a "trama sonora", un tocco sbarazzino in un punto poco in vista. Da notare anche la sottile rastrematura argento che corre lungo tutto il perimetro del coperchio esterno, un dettaglio che piace. 

La finitura opaca ricorrente in tutte le superfici garantisce che le impronte e lo sporco stiano lontane, un'ottima notizia anche per questo modello bianco che ho in prova e inizialmente mi aveva preoccupato. A conti fatti sembra davvero impossibile sporcarlo sui poggiapolsi o sul coperchio del display, una scelta dei materiali azzeccata anche per il tipo di feedback tattile che si ha sin da subito.


Fondamentale poi il peso così esiguo, poter contare su soli 1,29 kg non è affatto scontato per un notebook di queste dimensioni e lo è ancora meno se pensiamo alla sua configurazione hardware. Ho apprezzato moltissimo il Prestige 15 e per questo motivo ho deciso di portarlo con me al CES 2020 in giro per la fiera, ma resto un profondo estimatore degli ultraportatili leggeri e la variante oggi in esame risponde meglio alle mie esigenze di portabilità. 

La parola d'ordine è versatilità, grazie alla sua cerniera si può infatti piegare il pannello fino ai 180 gradi, una libertà che ho apprezzato moltissimo in queste settimane di utilizzo; capita di usare il notebook nelle situazioni più disparate e questa possibilità mi ha facilitato moltissimo. A volte, ad esempio, mi piace trovare un punto di appoggio alto e lavorare un po' in piedi, spiegare il display al massimo risulta così un vantaggio non da poco. 

Leggero, bello e potente, apparentemente perfetto ma nasconde come ovvio qualche neo, i compromessi sono spesso inevitabili seppur MSI abbia fatto davvero un lavoro molto buono a questo giro. Ne è una dimostrazione anche il display, nel mio caso un IPS Full HD opaco (esiste anche in versione 4K) da 14 pollici con trattamento anti riflesso che non eccelle in luminosità massima ma riesce a garantire una leggibilità più che ottima anche in esterna. 

TASTIERA COMODA E CERNIERA INCLINATA

Il sistema di apertura del display rialza leggermente la base, inclinazione quasi impercettibile. parliamo al massimo di 5°, che porta però due vantaggi importanti: facilitare la scrittura e migliorare la dissipazione dalla griglia posta sul fondo. Una soluzione semplice ma funzionale che ormai stanno adottando sempre più costruttori, ricordo ad esempio Asus che chiama lo stesso sistema "Ergolift". Tastiera senza tastierino numerico comoda e con tasti ampi, stabili e retroilluminazione regolabile su tre livelli di intensità tramite il tasto "F8", illuminazione che tra l'altro non è solo perimetrale ma traspare anche attraverso le lettere. Scrivere è un vero piacere, la pressione necessaria perché venga riconosciuto il tocco è quella giusta e altrettanto posso dire del rimbalzo del meccanismo da fine corsa alla posizione iniziale

Mi piace molto il touchpad così largo, quasi in formato 21:9 e precisissimo, non soltanto nell'interazione diretta con lo scorrimento delle dita ma anche nei tasti, perfettamente distanziati e facilmente cliccabili. Possiamo dire che sfrutta tutto lo spazio possibile a disposizione su un 14 pollici e disegna in alto a sinistra una piccola finestrella per il lettore d'impronte, utile per lo sblocco del terminale in alternativa ai soliti codici o al riconoscimento del viso con Windows Hello tramite i sensori IR. 

Segnalo, tra le tante funzioni custom a disposizione, la comodità di poter cambiare modalità d'uso con un semplice click(Alte Prestazioni, Bilanciato, Silenzioso e Super Batteria) tramite la pressione del tasto F7, senza dover passare dall'ottimo Creator Center. Quando serve più potenza basta quindi un attimo. 

PRESTAZIONI D'ALTRA CATEGORIA (IN MODALITA' SPORT)

 Non tutti hanno bisogno di una macchina del genere, è bene chiarirlo; la maggior parte degli utilizzatori riesce infatti a soddisfare le proprie necessità appoggiandosi sulle nuove piattaforme Intel/AMD a basso consumo e grafica integrata. Chi invece necessita di qualche cavallo in più sotto al cofano, senza rinunciare alla portabilità di un vero ultrabook, allora dovrà necessariamente considerare un prodotto di questo tipo. La sua particolarità, al di là di tutti gli aspetti fino ad esso citati, sta infatti nella scheda grafica dedicata Nvidia GTX 1650 Max-Q con 4GB di memoria GDDR5 inserita in un design così compatto.

Un'altra categoria rispetto alle "solite" schede video Nvidia MX150/250/330/350 che troviamo associate a portatili leggeri, sottili e discretamente potenti, ma anche costosi (a volte). Tradotto significa poter tranquillamente portare avanti l'editing di un video in 4K con la suite Adobe Premiere Pro, senza fastidiosi rallentamenti nella navigazione sulla timeline ma con qualche limite solo nelle operazioni di color grading più impegnative. Per darvi un'idea, per completare il rendering di una clip 4K da 5 minuti (senza particolari effetti o animazioni) questo terminale impiega 4 minuti e 20 secondi circa 2/3 del tempo che impiegheremmo con una soluzione a basso consumo.

In questo periodo più sedentario l'ho spesso utilizzato collegandolo ad un monitor esterno 4K, lavorando anche per ore sull'editing di foto ad alta risoluzione su Lightroom senza mai registrare alcun rallentamento. Un compagno ideale per tutti i cosiddetti creativi che desiderano una macchina potente ma che sia anche bella e pratica da portare in giro, a lavoro, in viaggio. Sempre molto utili le due porte Type-C con supporto Thunderbolt 3 tramite cui effettuare trasferimenti rapidissimi; io utilizzo un SSD Sabrent NVMe da 1TB con piccolo case per gestire il mio archivio e i passaggi sono rapidissimi (in media 650 MB/s in scrittura). Entrambe possono essere utilizzate oltretutto per la ricarica. 


SPECIFICHE TECNICHE MSI PPRESTIGE 14

  • CPU: Intel Core i7 10710U / 6 core a 1.1 - 4.3 GHz
  • GPU: NVIDIA GeForce GTX-1650 Max-Q Nvidia Optimus / Intel UHD 630
  • RAM: Max 16GB LPDDR3-2133MHz
  • Schermo: 14 pollici 16:9 Full HD / Pannello IPS Innolux CMN14D5 / 157.35 ppi
  • Archiviazione: 1x M.2 NVMe PCIe Gen3 SSD 512GB (LITEON_CL1-8D512)
  • Porte: 2x USB-A 2.0 / 2x USB-C 3.1 Gen1 con supporto Thunderbolt  / Jack 3.5 mm combo / microSD
  • Rete: Wi-Fi ax Intel AX200 / Bluetooth 5.0
  • Dimensioni: 319 x 215 x 15.9 mm / Peso: 1.29 kg / MIL-STD 810G
  • Batteria: 52 Wh / Alimentatore: 90 watt
  • OS: Windows 10 Home
  • Altro: Webcam: 720p / Altoparlanti 2x 2 W / Tastiera illuminata con LED bianchi / TPM 2.0

Come si vede dallo stress test che segue, con carico massimo sia su CPU sia su GPU, c'è un picco iniziale sopra i 3,5GHz su tutti i core e conseguente aumento delle temperature che porta il sistema ad abbassare le frequenze per non compromettere l'hardware fino a stabilizzarsi a 1.2GHz. Considerando il limite di sicurezza imposto da Intel che è di 99 gradi possiamo considerarla una messa a punto non conservativa ma nemmeno spinta al limite.


Resta anche su questa variante lo slot microSD, apprezzato ma poco utilizzato in queste settimane dal sottoscritto, ma capisco che la cosa è soggettiva: di certo una porta full size sarebbe stata più adeguata ma so bene che già così è tanto, molti altri produttori hanno demandato tutto agli adattatori esterni. 

Prestige 14 che, pur essendo destinato ad una utenza professionale resta comunque una buona soluzione con cui poter giocare, ricordando sempre i limiti fisici di questa configurazione. Destreggiarsi ad esempio a The Witcher 3 è possibile ma per farlo a 60fps con un dettaglio decente bisogna accontentarsi di giocare in HD. Se si passa ad un titolo meno esigente come F1 2018 possiamo invece mantenere migliori impostazioni grafiche e giocare in 1080p a 60fps o più. In questo caso la CPU non supera gli 82° e la GPU a pieno carico non va oltre i 75. 

L'audio non cambia rispetto al modello da 15 pollici, lo definirei nella media, con i due speaker da 2W capaci di raggiungere un volume sufficiente senza distorcere. Sono posizionati sul fondo e sfruttano quindi la base di appoggio come cassa di amplificazione, per questo risultano meno diretti di chi invece integra un sistema più complesso. 

SOFTWARE BEN CALIBRATO E TEMPERATURE

MSI ha evidentemente usato tutto lo spazio a disposizione per mantenere la medesima piattaforma hardware del 15 pollici, a risentirne sono le temperature e la dissipazione in generale. La feritoia principale spara l'aria calda sulla cornice inferiore del display e li si raggiungono i 46°C in condizioni di massimo sforzo, sulla tastiera non si superano invece i 42°C. Quando il carico cresce si arriva invece a toccare i 95°C massimi sulla CPU, ma ciò avviene solo in casi eccezionali e durante i benchmark.

Rispetto al Prestige 15, che ha ovviamente più spazio a disposizione per meglio dissipare il calore, le frequenza sono in media più basse e per questo i punteggi ottenuti nei nostri test tendono a essere inferiori in tutti gli scenari: MSI ha comunque messo a punto questo notebook posizionando PL1 e PL2 rispettivamente a 35W e 51W (contro i 45W e 64W del modello da 15 pollici) così da potersi spingere oltre il TDP consigliato da Intel di 25W e far girare più in alto del previsto questo i7 10710U. 

Resta l'eccellente implementazione software con il Creator Center già visto in passato, utile e funzionale, soprattutto completo di innumerevoli funzioni che ci permettono di cambiare profili e personalizzare il terminale a seconda delle nostre necessità. Penso all'ottimizzazione di determinate suite come quella Adobe, una volta installata entra automaticamente tra quelle a cui viene data la massima potenza di calcolo una volta avviate. 

Ho trovato utile anche la funzione True Color che permette di cambiare il profilo al pannello, che sia "Film" oppure "Giocatore" o "Anti-blu" per riposare la vista, e anche in questo caso è si può passare da uno all'altro con una semplice combinazione di tasti. Rispetto ad altre dashboard a cui sono abituato, tralasciando quelle barocche dei dispositivi gaming, questa colpisce nel segno grazie ad una cosa: la semplicità. Pochi elementi ma chiari, facilmente accessibili e comprensibili anche dai meno esperti. 

AUTONOMIA NELLA MEDIA: TUTTI GLI SCENARI

Al peso contenuto corrisponde naturalmente qualche compromesso e tra i pochi che metto in lista c'è una batteria meno capiente rispetto al Prestige 15; invece di una 90 Wh trova qui posto un'unità da 52 Wh che riduce l'autonomia in tutti gli scenari. 

MSI ha scelto di mantenere comunque un caricabatterie potente da 90W, il che significa tempi relativamente rapidi ma un certo ingombro e peso. Spero che la casa taiwanese riuscirà in futuro ad evolversi anche su questo fronte, perché quasi sempre abbiamo la necessità di portare con noi anche tale accessorio e rischia, come in questo caso, di rovinare l'egregio lavoro fatto per renderlo ultra portatile. Curioso notare che servono solo 30 minuti per passare da 0 al 50 percento ma 110 minuti circa per completare un intero ciclo di ricarica e arrivare al 100% (da acceso), dunque velocità completamente diverse da tenere in considerazione. 

Mi aspettavo qualcosa di più in termini di autonomia, avendo provato il Prestige 15 e saggiato la lunga durata della batteria speravo in qualcosa di simile, ovviamente più ridimensionato ma con un divario meno netto. Nello specifico l'ho provato in tre scenari diversi e questi sono i risultati: 

  • Gaming (modalità sport) - quello più estremo, 30 minuti su The Witcher 3 Wild Hunt hanno portato via il 41% 
  • Produttività (modalità bilanciata) - web browsing (Edge), telegram desktop e YouTube in WiFi pesano del 19% in 60 minuti
  • Streaming (modalità super batteria) - consumi al minimo, App Netflix che in 60 minuti ha consumato il 16% 

CONCLUSIONE

Difficile davvero muovere delle critiche convincenti a questo prodotto e alla linea Prestige in generale, MSI è riuscita infatti a cogliere nel segno realizzando due notebook estremamente concreti e convincenti sotto tutti i punti di vista, prezzo compreso. Il posizionamento del Prestige 14 è infatti una delle chiavi vincenti: la variante in prova, con 16GB di RAM e storage SSD 512GB, costa di listino 1.399€ ma si trova già su Amazon a 1.299€; difficile pretendere meno. 

Il design elegante, la potenza di calcolo e il peso ridotto sono tutti fattori che lo inseriscono a cavallo di molteplici categorie, un vantaggio non indifferente nei confronti della concorrenza che, allo stesso prezzo, riesce solitamente ad offrire meno. Di certo il Prestige 14 non può competere con tutti se si parla di autonomia, ci sono infatti dei 14 pollici (meno estremi) che offrono qualche ora in più di utilizzo reale. Unico vero compromesso, comprensibile dati gli ingombri, è vero poi che il Prestige 15 riesce a colmare tranquillamente anche questo gap e chi avesse particolari esigenze può sempre puntare su di lui. 

PRO E CONTRO
PRESTAZIONI E HARDWAREDESIGN E MATERIALIPESO RIDOTTOPREZZO
LETTORE MICRO SDAUDIO NON ECCEZIONALEAUTONOMIA SOLO NELLA MEDIA
VIDEO

Top gamma con batteria infinita e display super? Asus ROG Phone 2, in offerta oggi da ASUS eShop a 699 euro oppure da Unieuro a 899 euro.

282

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Lorenzo De Martis

Grazie della risposta, sinceramente lenovo non mi ha mai convinto ma se è valido lo prenderò in considerazione

Lorenzo De Martis

Grazie della risposta sinceramente volevo aspettare novembre o dicembre tra Black friday e sconti vari per prenderlo a buon prezzo se arriveranno alternative nel frattempo le valuterei volentieri

DonBuro

a giudicare dalle review di chi lo possiede realmente questo prestige 14 insieme al 15 sono tra i peggiori ultrabook ad alte performance in commercio.

Consiglio a chiunque si sia fatto ammaliare da questa recensione di farsi un bel giro online per vedere cosa è realmente questo laptop.

KiTo

MSI sa sempre stupire in negativo col suo hardware, e su questa linea Prestige a quanto pare sta dando il suo peggio.

X Wave
winx

è aggiornabile?(ram, storage, scheda wifi/video...)

Haku

Più che "per la massa" direi per il consumer. I professionisti del resto sanno benissimo cosa scegliere a seconda di quello che devono fare.

Honoré de Balzac

mio mood del 2020: niente ryzen? scaffale

mikelino666

Come detto, i test sono effettuati con cavo, così come indicato direttamente dal recensone nei commenti. Il video ha farte di una composizione grafica non per forza corrispondente al momento dei test.

Mustafa

No, a minuto 5:34 c'è il cavo collegato, ma quando fa il gameplay a 8:34 non è collegato.
Pure nell'articolo si può leggere che il test che ha fatto è più da un'ottica dell'autonomia

Mustafa

Ci sono cose che a livello di software non si controllano, se la potenza che il tuo PC riceve è x da batteria, non puoi fare due click e ricevere più di quella. È chiaro che con il trasformatore collegato la corrente è differente e proprio a livello di CPU si attivano meccanismi differenti. Infatti molte CPU per portatili vanno in risparmio energetico automaticamente

mikelino666

Ah quindi sei già entrato in questo circolo vizioso. Ripeto, mi spiace! Lavori in una media/grande città italiana? Se puoi scappa! Inizia a guardarti attorno ahahha

Myngionee

Ha parlato il Dotto.

Lucano

hai perso dei +++++++++++++++ per strada..

KiTo

Ok boomer?

Matteo
darthrevanri

È ovvio che sono sbagliati, una rtx 2060 fa 5900-6100 in timespy dipende dal tgp

mikelino666

Ah mi spiace. Se sei ancora laureato triennale sei ancora in tempo. Se no benvenuto nel mondo a 3 euro all'ora (se sei fortunato).

Francesco Dell'Ombra

perché il cavallino ormai è un grande classico e non è affatto tamarro come il drago

Francesco Dell'Ombra

perché ho superato i 16 anni da un pezzo

Matteo
Simone esse

Non lo so, non l'hanno specificato. Inoltre non è detto che il modello che venderanno in Italia sarà così

Marble Madness

Windows 10 anche in prestazioni massime ha differenze tra batteria e alimentazione da rete

Mauro Corti (Sbabba)

Costa 1300 euro e hanno il coraggio di metterci le usb type A 2.0?
Roba da pazzi: perfino un raspberry pi 4 ha le type A 3.0.

Mauro Corti (Sbabba)

Perché é tamarra

Alessandro

tu non sai quello che scrivi

gp

Perché prendi una Ferrari e ti fai togliere il cavallo?

Godzilla

Interessantissimo poter confrontare in tabella i dati su temperatura CPU ed esterna tra i vari notebook, è possibile avere dati più estesi? Quale notebook al momento si comportano meglio con la gestione delle temperature?

Yy

androidev

Mi piace molto

X Wave

Da default è quello che hai detto tu, tuttavia puoi cambiare le impostazioni per usarlo alla massima potenza anche quando va a batteria.

Marco

Grazie dell'info, non lo sapevo :)

Sara Vignali

mettici un h al posto della u allora

Andredory

Qualche aggiornamento di Windows? Anche l'HP di mio padre ha fatto una cosa simile, ad un certo punto non rilevava più la fotocamera. Non so come abbia riparato la cosa, forse smanettando con i driver.

Sara Vignali

a questo giro asus ha fatto un buon lavoro con il tuf e lo zephyrus secondo le recensioni. per ora mancano alternative in particolare in italia per via della pandemia. Se non vuoi aspettare alternative valide e c'è lo puoi acquistare a un buon prezzo, non ho niente da contraddire.

Andredory

Il prezzo giusto sarebbe intorno ai 400-450€, ma adesso siamo in periodo pandemia quindi costa un sacco.

Andredory

Se vuoi restare sull'economico configurati un Ideapad sul sito Lenovo con Ryzen 4000. Fallo Freedos che risparmi 60€ e mettici 16Gb di RAM e batteria più grande ecc.

Paolo C.

Li trovi a circa 500€

Dovendo cambiare portatile stavo valutando lo ZenBook 15 UX534FTC, che come computer mi sembra un ottimo compromesso

Lorenzo De Martis

Ciao scusa ma volevo farti una domanda perché mi sembri preparata, mi puoi consigliare un notebook con i nuovi ryzen 4000, avevo pensato ad un Asus Tuf A 15 o c'è di meglio tipo msi o Dell, grazie

Mustafa

Veramente ha fatto il test gameplay a batteria, qualcuno gli dica che cambia tanto la performance da batteria a in carica

talme94
KiTo

AMD con le forniture è sempre stata rapidiss... No

MatitaNera

Il mio. Che altri?

KiTo

L'unica roba bella che ha vuoi toglierla

Liam

O meglio il 4800u!

GabrielJ

Disinstalla la schifezza di app metro Skype e scaricala dal sito ma per windows, il buon vecchio exe.
Ne ho avuti pc che con l'app nonostante aggiornamenti vari e smadonnamenti non andavano e poi con l'exe andavano una meraviglia...

Myngionee

Dunque non ho mai avuto amd. Che io sappia, hanno un supporto leggermente inferiore rispetto a Intel.

Francesco Dell'Ombra

ma perché ci deve avere il drago... mah

Sara Vignali

con la pandemia in corso e mercati e fornitori bloccati e´ comprensibile.

Siamo passati a Edge: le nostre considerazioni dopo 15 giorni di uso | Video

Windows 7: termina il supporto esteso. Cosa significa e cosa fare

I migliori notebook classici e pieghevoli al CES 2020

Recensione LG Gram 17: sembra finto ed è leggerissimo!