HMD Global annuncia il trasferimento della produzione degli smartphone 5G in Europa

28 Febbraio 2023 48

In occasione del MWC 2023 di Barcellona HMD Global ha annunciato un cambiamento molto importante per quanto riguarda la sua strategia produttiva dei prossimi smartphone 5G a marchi Nokia (a proposito, avete visto come è cambiato il logo?).

L'azienda ha infatti annunciato che i processi di produzione e test di questa categoria di smartphone verranno spostati in Europa nel 2023, andando quindi a rendere HMD Global il primo produttore mondiale a scegliere di portare le sue attività produttive nel Vecchio Continente. HMD aggiunge che, grazie alle stringenti e precise normative europee in materia di produzione e collaudo, potrà offrire un maggior livello di sicurezza sui propri dispositivi, andando a collaborare con partner fidati e di alto livello.

Jean-Francois Baril, Co-Founder, Chairman e CEO di HMD Global ha dichiarato:

Siamo molto lieti di annunciare questo primo passo nel nostro percorso di trasferimento della produzione di dispositivi 5G in Europa. Il marchio Nokia ha una lunga storia di successi nel mercato europeo e con questa mossa continueremo a rafforzare la nostra posizione di unico grande fornitore europeo di smartphone.

I nostri clienti si fidano di noi per l’offerta di dispositivi sicuri, durevoli e sostenibili, e noi manteniamo questa promessa lavorandoci a stretto contatto per soddisfare le loro esigenze in materia di sicurezza. I nostri piani futuri prevedono ulteriori investimenti in software security, così da poter offrire ai nostri clienti programmi e funzioni di sicurezza personalizzate.

HMD Global è presente in fiera con delle soluzioni Android di fascia bassa che puntano molto sul tema della riparabilità e con l'annuncio di oggi l'azienda dimostra di avere a cuore anche l'interesse ad operare in un ambiente più sicuro, come quello garantito dalla Comunità Europea. Sarà interessante scoprire quali saranno i prossimi smartphone 5G ad essere realizzati in Europa; uno degli ultimi è il Nokia X30 dello scorso anno.


48

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Fabio

La VERA NOKIA sul sito di Nokia mobile gestita da HMD global dice nelle note in basso le seguenti parole: "Nokia Corporation non è produttore, importatore, distributore o rivenditore dei prodotti a marchio Nokia offerti da HMD Global" cioè se ne prende distanza dalle cinesate offerte da HMD global che sono stati assolutamente incapaci e probabilmente senza soldi per fronteggiare un mercato così enorme!

Fabio

Il problema non è dove producono gli smartphone, il problema è che non è la vera NOKIA a produrre gli smartphone ma HMD global che non ha saputo sfruttare un marchio glorioso come quello di NOKIA!
Ancora solo 3 anni e gli scade la licenza ad HMD... speriamo ritorni in mano alla vera NOKIA e torni a produrre gli innovativi cellulari che un tempo sapeva fare!!!

Roundup

La vera Nokia aveva già fabbriche sparse in Europa oltre 30 anni fa, i top di gamms li faceva in Finlandia e a scalare. Io c'ero!

pietro

hai preso un articolo datato 2021 sui risultati del 2020. Piena pandemia e proprio periodo di riorganizzazione in hmd

boosook

Hai vinto!!! :D

Aster

No la vera Nokia Finlandia.Il resto e globalizzazione

Roundup

La vecchia vera Nokia fabbricava i telefoni in Finlandia, Germania e Ungheria. Negli ultimi tempi in Cina, almeno i modelli tipo Nokia 1100 e simili

Roundup

Ci provo ma non è facile.....Cina?

Johny Apple

Certo, questo lo sanno tutti, ma l'articolo fa sembrare che tutto si svolgerebbe in Europa compreso la costruzione di componenti, invece si tratta solo di assemblaggio.

Paolo Giulio

Non mi risulta proprio... ma, tant'è... cambia poco: MENO 3 (e la speranza che la licenza NON venga rinnovata o cmq data ad altri).

pietro

in verità stanno lavorando bene e tirando fuori dispositivi concreti. Non hanno grande appeal sul mercato consumer, ma i loro numeri sono in costante crescita.

tulipanonero1990

Ti stavo aspettando, non mi reputo soddisfatto finché non arrivano un altro paio di account.

Surak 2.05

Ecco, bravo ma ora spegni la pleistascion!

tulipanonero1990

Si ma li stanno bloccando. Notizia recente di un altro miliardario "scomparso" per settimane intere proprio a ridosso di un enorme trasferimento fondi a Singapore (dove stanno scappando un pò tutti i ricchi cinesi ora).

Arale's Poopoo

dove però segretamente tutti sognano di andare a vivere

A supporto di ció ci sono anche tutti i miliardari cinesi che, sapendo che per volere del PCC possono perdere tutto il patrimonio da un giorno all´altro, portano liquidi in paesi piú liberi, USA in primis, continuando a peró a fare business in Cina.

Arale's Poopoo

Piú che altro produrre tutto in europa é difficile per il semplice fatto che la Cina al momento é il principale estrattore minerario di tutto ció che serve per i componenti elettronici al mondo e quindi conviene produrre il piú possibile direttamente lí.

Il know how le aziende lo hanno pure, prendi TSMC ad esempio (produce microchip) o Pegatron e Clevo (OEM/ODM di PC conto terzi, ad es. ASUS e Acer, piú prodotti di brand locali).
Che gli stabilimenti vadano fatti non ci piove, ma ricorda che le auto elettriche sono ben piú complesse di uno smartphone, essendo sostanzialmente dei PC e delle Automobili insieme, eppure le aziende riescono a portare il know how negli altri paesi, prendi Tesla a Berlino ad esempio. ;)

Arale's Poopoo

Gli operai specializzati che costano tanto sono quelli nelle grandi cittá e quelli altamente specializzati che hanno dovuto fare l´universitá (es: ingenieri informatici, dottori ecc.)

.

Gli operai specializzati piú semplici guadagnano una miseria e lavorano in condizioni che da noi definire pessime é un eufemismo.
Vedasi gli scandali degli ultimi anni in Foxconn e il fatto che tutti i principali produttori di hardware al mondo (Apple ad esempio) hanno/avevano il problema che nello Xingjiang venivano sfruttati gli Uiguri nei "campi di rieducazione". Apple che era una di quelle che si oppose ad una legge USA apposita dicendo che le servisse "piú tempo" e che "se ne stava occupando".

BATTLEFIELD

Grazie!

boosook

Samsung produce in India... ma non certo i componenti più difficili come chip e schermi...

boosook

Ora come ora secondo me non lo sapremmo neanche più fare. Nokia farà l'assemblaggio in Europa, probabilmente in Romania o altro paese dell'est dove la manodopera costa poco. Ma da dove pensi che arriveranno i componenti? ;)

Paolo Giulio
In occasione del MWC 2023 di Barcellona HMD Global ha annunciato un cambiamento molto importante per quanto riguarda la sua strategia produttiva dei prossimi smartphone 5G a marchi Nokia (a proposito, avete visto come è cambiato il logo?).

L'abbiamo visto, ma abbiamo anche letto le dichiarazioni in sede di presentazione del nuovo logo della NOKIA (quella "vera") ove si è tenuto a specificare:

"It's important to differentiate between Nokia and HMD-owned Nokia Phones, which retains the old logo."

Quindi i c3ssi che escono da HMD (ancora per 3 anni, fine della licenza decennale) avranno ancora il logo "classico".
In pratica, anche Nokia stessa schifa HMD ed i loro prodotti (un po' meno i soldi che prendono, obv) ...

tulipanonero1990

La risposta che ti ho scritto è andata in moderazione, forse per il link che ho messo. I modi ci sono, ci sono siti che fanno il tracking delle 7 flotte (fleets) statunitensi, per avere il quadro complessivo devi cercare anche le US Navy Oversea Bases e le US Army Abroad Bases. Sono tipo un centinaio e quelle a ridosso degli snodi commerciali presentano tutte sistemi di ingaggio e di difesa in gran quantità (ecco dove va una fetta del loro faraonico bilancio militare).

BATTLEFIELD

Interessante spunto di riflessione. Suggerimenti su dove verificare la posizione delle flotte in un sol colpo?

tulipanonero1990

Si stanno tutti sbrigando a lasciare la Cina, dove i disoccupati aumentano a milioni ogni trimestre (e la disoccupazione giovanile, a noi tanto nota, sta diventando un problema). Le ultime mosse in politica estera e la postura assunta con gli USA le stanno costanto non poco. Anche sta retorica su Taiwan, serve solo per l'audience interna, che quantomeno si distrae e può continuare a dar la colpa di tutte le cose che vanno male al cattivo occidente (dove però segretamente tutti sognano di andare a vivere). Lo sanno che non possono prenderla militarmente e lo sanno che gli USA tempo 3 giorni gli bloccano tutte le vie di navigazione. A chi dice il contrario, suggerisco di verificare dove si trovano le flotte statunitensi (ognuna il triplo delle flotte italiane e francesi messe assieme). Golfi di Aden, Malacca, Persico, Dardanelli, Gibilterra, Panama. Tutto costantemente presidiato.

tulipanonero1990

Vero una volta, ormai il costo di un operaio specializzato cinese è superiore a quello di tanti paesi europei, specialmente nei balcani. Si produce in Cina per il know how e per l'enorme indotto. Lasciare la Cina comporta ricreare tutta la catena del valore e l'immenso indotto che ti consente, provvisto unicamente di una idea e dei capitali, di mettere qualsiasi cosa in produzione in pochi mesi. Per dire, il sud Italia come stipendi non è che non sia competitivo, li un contratto da 23k euro l'anno è visto come un punto di arrivo per molti. A mancare spesso è la logistica (i porti che son piccoli e poco efficienti) e le aziende di contorno.

La produzione include tutte le fasi di realizzazione di un prodotto, quindi anche la progettazione, l'assemblaggio e lo sviluppo del software. E poi ormai questo discorso vale per tutti, nessuno escluso. Samsung produce in India e in Cina e ha una marea di dipendenti in Vietnam, Apple con Foxconn, e compagnia cantando.

STAFF

Bella notizia.

Roundup
Slartibartfast

I componenti arrivano da tutto il mondo, sarebbe così anche se fossero assemblati in Cina. SoC prodotto a Taiwan, ram o Corea del Sud o USA, schermo o Corea del Sud o Cina o Giappone, etc.

Arale's Poopoo

Non é che non lo sappiamo fare, é che Cina, India e Vietnam in primis offrono tanta manodopera a basso prezzo.

L´interesse a spostare la produzione in altri paesi é nata negli ultimi anni, specialmente a causa di dazi doganali e per l´aumento dei costi di produzione e di trasporto, che quindi rendono piú appetibile la produzione in paesi piú ricchi, in quanto da anche un vantaggio a livello di marketing.

Es: Gigaset, azienda tedesca di smartphone e telefoni fissi per privati e aziende, sponsorizza i propri prodotti un po´ ovunque come made in germany.

Beh dai, notizia comunque interessante, mi piace.

Aster

Si stupendi i nokia made in Ungheria

Aster

Moldavia?O Ungheria

Maurizio

Cominciamo ad imparare come si assemblano e poi piano piano c'è li costruiremo tutti noi ...

Maurizio

E noi allora scioperiamo ...

sailand

Va a finire che i Nokia tornano al paese di origine… magari!
Io sono un nostalgico della vecchia Nokia.

sailand

Ma i padroni restano cinesi.

Vive

Ma infatti non ho scritto indipendenti dalla Cina, togli comunque dei processi.

Finalmente si comincia a sfanculare la Cina

Ikaro

Dovrebbero rimarchiare telefoni cinesi e dire che sono 100% made in italy... con gli altri ha funzionato

Santo

potrebbero anche chiudere definitivamente!

Johny Apple
peyotefree

ah esistono quindi?

Nasedo

Iniziate a produrre in Italia smartphone in colorazione Blue, sarà un successo assicurato.

Johny Apple

Produzione e assemblaggio sono due cose diverse, da dove pensi arriveranno i componenti? prova ad indovinare.

derapage

pensavo fossero spariti...

Fade

Ne facessero uno decente almeno

T. P.

così si fa! :)

Recensione Xiaomi 13 Pro: TOP in tutto, anche nel prezzo! | Video

Recensione Galaxy S23: il "piccolino" è quello da comprare! | VIDEO

Recensione Oppo Find N2 Flip, mi ha già convinto!

Una giornata con Samsung Galaxy S23: live batteria dalle 8.30