Tutti i prezzi sono validi al momento della pubblicazione. Se fai click o acquisti qualcosa, potremmo ricevere un compenso.

Operator attack e limiti elettromagnetici, approvato il DDL Concorrenza

21 Dicembre 2023 54

Quasi due mesi fa la Commissione Industria, Commercio, Turismo, Agricoltura e Produzione Agroalimentare del Senato approvava un emendamento al DDL Concorrenza per predisporre il divieto alle operator attack, le offerte con cui gli operatori telefonici "strappano" clienti a concorrenti specifici.

Il Governo accoglieva e dava seguito alle osservazioni dei mesi scorsi dell'Antitrust, che rilevava come questo genere di offerte non generava valore soltanto per i clienti grazie all'alto rapporto tra contenuti e prezzo mensile, ma anche per i "big" della telefonia stessi, che così facendo riuscivano e riescono a limitare l'ingresso sul mercato a nuovi concorrenti e dunque a limitare l'incisività della concorrenza, a controllarla in qualche maniera.

Non solo. I principali operatori utilizzano spesso in maniera impropria, rilevò l'Antitrust in estate, le informazioni sulla portabilità per commercializzare offerte "definite in funzione dell'operatore concorrente da cui proviene il cliente", informazioni che invece non sono a disposizione degli operatori virtuali.

L'ARTICOLO 13 DEL DDL CONCORRENZA: PARITÀ DI TRATTAMENTO

Adesso il Parlamento approva con alcune modifiche il DDL Concorrenza che contiene, appunto, la norma che potrebbe relegare le offerte operator attack tra i ricordi del passato. È l'articolo 13 del disegno di legge votato dal Senato a prevedere parità di trattamento tra gli operatori, a vietare il fatto che alcuni possano disporre di informazioni sull'operatore di provenienza del cliente e altri no:

1-bis. I fornitori di reti o servizi di comunicazione elettronica non possono utilizzare le informazioni acquisite per il tramite del database per la portabilità dei numeri mobili, nonché quelle comunque acquisite per esigenze di carattere propriamente operativo, per formulare offerte agli utenti finali aventi a oggetto requisiti o condizioni generali di accesso o di uso di reti o servizi, comprese le condizioni tecnico-economiche, che risultino differenti in ragione del fornitore di rete o servizio di comunicazione elettronica di provenienza.

Insomma, ci sarebbe parità di trattamento.

LIMITI ELETTROMAGNETICI A 15 V/M, SÌ DEL SENATO

L'altra questione scottante di cui abbiamo parlato in passato è quella che riguarda l'innalzamento dei limiti elettromagnetici, che in Italia sono di parecchio inferiori ai valori ritenuti sicuri dalla scienza e raccomandati nelle linee guida UE.

Il DDL concorrenza che il Senato ha passato alla Camera dopo l'approvazione in aula, all'articolo 10 (Adeguamento dei limiti dei campi elettromagnetici) conferma quanto era già emerso, cioè l'intenzione di innalzare il limite dagli attuali 6 volt su metro (V/m) a 15 V/m, comunque, ancora, molto al di sotto rispetto al valore di 61 V/m che l'ICNIRP (Commission on Non-Ionizing Radiation Protection) ha rilevato essere non pericoloso per l'uomo, nonché il limite raccomandato dalle linee guida europee.

L'obiettivo inseguito dall'esecutivo è quello di adottare un nuovo limite comunque cautelativo e ben allineato alle "più recenti e accreditate evidenze scientifiche" per "potenziare la rete mobile e garantire a utenti e imprese l'offerta di servizi di connettività di elevata qualità, senza pregiudizio per la salute pubblica". Ecco il secondo comma dell'articolo 10 del DDL Concorrenza che tratta dell'adeguamento ai limiti elettromagnetici:

2. Scaduto il termine di cui al comma 1, in assenza di specifiche previsioni regolamentari di adeguamento e sino a quando le stesse non sono definitivamente adottate, i valori di attenzione e gli obiettivi di qualità di cui alle tabelle 2 e 3 dell'allegato B al decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 8 luglio 2003, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 199 del 28 agosto del 2003, sono in via provvisoria e cautelativa fissati a un valore pari a 15 V/m, per quanto attiene all'intensità di campo elettrico E, a un valore pari a 0,039 A/m, per quanto attiene all'intensità di campo magnetico H, e a un valore pari a 0,59 W/m2, per quanto attiene alla densità di potenza D.

Nota: gli altri due valori di cui finora non si era parlato, cioè la corrente per unità di lunghezza (intensità del campo magnetico) e la potenza per unità di superficie (densità di potenza), sono stati inseriti nel testo del decreto per definire, "circoscrivere", l'innalzamento dell'intensità del nuovo campo elettrico ammesso.

Con il limite elettromagnetico portato da 6 a 15 V/m l'Italia rimarrebbe parecchio al di sotto del "consiglio" dei regolatori europei, e il nostro nuovo limite tra i più bassi d'Europa, inferiore di oltre 4 volte il massimo considerato sicuro. La questione è diventata cruciale con l'avvento del 5G. Più il limite è basso e più antenne servono a parità di copertura, le stime sui maggiori costi a carico degli operatori sono espresse in miliardi di euro. Così il paese perde competitività in Europa, argomenta chi è a favore dell'innalzamento del limite, ed è complicato immaginare che il 5G possa progredire e far quello per cui è nato.

VIA LIBERA DA ENTRAMBI I RAMI DEL PARLAMENTO
21/12

Il Disegno di legge annuale per il mercato e la concorrenza, cioè il DDL Concorrenza, è stato approvato dai rami del Parlamento e di fatto è legge, si attende solo la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale affinché le nuove norme entrino in vigore. L'articolo 13 è passato come riportato sopra, e nel dossier del Dipartimento Attività Produttive della Camera dei Deputati del 14 dicembre scorso è stato precisato che lo scopo è di "evitare discriminazioni per motivi legati all’identità del fornitore di provenienza nel momento in cui si effettua un passaggio da un erogatore di servizi telefonici e di rete ad un altro".

La versione finale del DDL Concorrenza include anche il secondo comma dell'articolo 10 come riportato sopra. Il limite per le emissioni elettromagnetiche passa dunque dagli attuali 6 V/m a 15 V/m, con gli altri parametri che vengono adeguati di conseguenza (intensità di campo elettrico E, di campo magnetico H e densità di potenza D).


54

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
IlDelatore

Ma quali offerte?

IlDelatore

Quali offerte?

Vespasianix

Mandi il msg con tutte le offerte.

IlDelatore

Ma lo hai letto e soprattutto lo hai capito l'articolo?
Come la fai una offerta in base all'operatore di provenienza se l'informazione di qual è il mio attuale operatore non la puoi usare per stipulare la suddetta offerta?

uncletoma

noncielodiconoh!!!centoundici!!!

Vespasianix

Appunto, adesso non semplicemente non faranno offerte per il cliente ma per l'operatore di provenienza.

Tizzy

Mi dispiace per te! Ma da me iliad e Wind sono le migliori e poi c'è TIM... Vodafone era la migliore ai suoi tempi, poi mi hanno spostato la torre più in basso (ora coperto da un monte) e non riesco a chiamare neanche in 2G!

IlDelatore

Certo che le offerte sono pubbliche, stanno sul sito dei vari fornitori...

Vespasianix

Perché le offerte sono pubbliche?

Vespasianix

Hai dimenticato di scrivere!!! 1!!!!!

Vespasianix

Non so da te ma Wind è un pianto in 4g da me.
Neanche uno streaming fullHD regge.

Dante Lanzinetti (*_^)

Si probabile.
Quindi gli italiani hanno votato qualcuno ancora peggio di quelli precedenti.
Bella mossa.

EDo

la meloni ha vinto ha causa di quelli che hanno governato prima di lei

jimbomix
boosook

Vabbè, staremo a vedere, guarda, io spero che tu abbia ragione tu, ma non credo, in ogni caso quale sia l'interpretazione giusta lo sapremo presto dato che o vedremo sparire le offerte operator attack o le vedremo sempre lì.

IlDelatore

Nel decreto non si fa alcun cenno a fonti che possono o non possono essere usate, si parla di informazioni. Quindi se io, in un qualunque modo, vengo a conoscenza del tuo operatore non posso usare quella informazione per farti un prezzo ad hoc.
Al Corriere Comunicazioni devono abbassare il gomito perchè è proprio Agcom ad aver voluto bannare queste offerte, quindi se la norma formalizza la posizione di Agcom, le sta bannando non consentendo.. Senza considerare che questa baggianata l'hanno scritta solo loro mentre la notizia è riportata da decine di testate.

boosook

No, allora, qui a me pare che si riferisca a informazioni che l'operatore ha acquisito in maniera diversa dal database della portabilità. Ad esempio, se io da Vodafone passo a Iliad, Vodafone acquisisce, per portare a termine questo compito, l'informazione che io sto passando a Iliad, anche se non è memorizzata nel db portabilità, e il decreto stabilisce che non può utilizzarla. Cioè, in pratica, a me pare che questo pezzetto serva a impedire lo sgamo "eh, ma io non ho usato il db portabilità, io ho usato il nostro database interno".
Quando invece sono io a andare da Vodafone e gli dico "io sono Iliad, voglio l'offerta per utenti Iliad", Vodafone non si sta basando su nessuna informazione acquisita in precedenza.
Questa è anche l'interpretazione del Corriere Comunicazioni fra l'altro, se hai letto l'articolo, in cui dicono che la norma non fa altro che formalizzare la situazione attuale come era già stato fatto da Agcom. Altrimenti non ci sarebbe stato bisogno di fare quella modifica alla norma, no?
Comunque... la prova la avremo nei prossimi giorni... vedrai che le offerte operator attack continueranno tranquillamente.

IlDelatore

Non è così, la legge dice chiaramente: "...nonché quelle comunque acquisite per esigenze di carattere propriamente operativo...".
Non conta che a dirgli l'operatore di partenza sei tu o un DB, quella informazione non la possono utilizzare.

boosook

Saranno come adesso. L'unica cosa che non cambierà è che non potranno usare i database per mandarti messaggini del tipo "Sappiamo che sei in Iliad, quindi per te c'è questa offerta...", ma niente vieta di continuare a fare le offerte differenziate a seconda dell'operatore e pubblicizzarle sui siti, poi sarai tu a richiederle.
Il blocco totale c'era nella prima versione del decreto, che però è stata modificata per rendere quella norma più permissiva. D'altra parte, Tim, Vodafone e Wind ci campano con 'sta cosa e devono aver fatto del buon lobbysmo.
Per la cronaca, la prima versione del decreto era questa, e come vedi si bloccava la pratica completamente (confrontala con la versione che è stata approvata):
https://uploads.disquscdn.c...

boosook

Ma è ovvio, quella che vedi sul sito della Camera è la versione approvata alla fine, mica quella che avrebbro dovuto approvare all'inizio. E' spiegato qui:

www punto corrierecomunicazioni punto it/digital-economy/5g-ok-al-rialzo-dei-limiti-elettromagnetici-ma-il-governo-ci-ripensa-sulloperator-attack/

Confrontiamo il testo approvato con quello che era l'emendamento originale (che si può trovare scorrendo un paio di link a partire dall'articolo che ho linkato):
https://uploads.disquscdn.c...

C'è una bella differenza fra dire "Gli operatori non possono offrire tariffe differenti a seconda dell'operatore di rete" e dire "Gli operatori non possono usare i database per proporre agli utenti offerte sulla base dell'operatore di rete".
Come fa l'operatore a offrire prezzi diversi in base all'operatore di provenienza, tu dici? Beh, ma è facilissimo... come fa adesso! Cioè, pubblicizza una tariffa a X euro per chi proviene dall'operatore Y, poi sono gli utenti a dirglielo. Sono gli utenti a dirgli "eccomi, io vengo da X, fammi la tariffa scontata". L'unica cosa che non può fare è mandarti un messaggino con scritto "ehi, ho visto dal database che tu sei in X, quindi per te c'è un'offerta scontata".
Capisci però che le tariffe operator attack non sono affatto state bloccate.

IlDelatore

Quindi stai dicendo che anche sul sito della Camera si sono sbagliati a scrivere la legge???

https://www.camera.it/leg19/995?sezione=documenti&tipoDoc=lavori_testo_pdl&idLegislatura=19&codice=leg.19.pdl.camera.1555.19PDL0062120&back_to=#capo.iii_art.13

Ora non sono un legale ma leggendo l'articolo 13 non mi sembra che dica quello che sti affermando tu.
Se un operatore non può usare le informazioni in suo possesso per formulare un'offerta come fa ad offrire prezzi diversi in base all'operatore di provvenienza?

T. P.

grazie

PIxVU

DRAFT [ start ]

rieggeremo poi quando avremo più tempo a disposizione.

DRAFT [ end ]

LaVeraVerità

Fotte sega a me sui limiti delle emissioni, tanto io uso solo la posta tradizionale e il telefono fisso, al massimo la cabina telefonica. Volevo solo cag4r3 il catzo al redattore.

Surak 2.05

Che sia un Governo di pusillanimi ormai è assodato, comunque si spera che via via venga alzato il limite, alle prossime occasioni, una volta che gli pseudo ambientalisti stagnolacappellati non possano dimostrare danni da questo raddoppio (quindi si apre la strada ad altri successivi)

boosook

Per questo ho voluto precisare...

giovanni cordioli

Potevano semplicemente adeguarsi ai limiti degli altri paesi e stop.
Ma come al solito questa Europa nata sciancata sin dall'inizio, non è mai unita su niente.

Tizzy

Per festeggiare vado subito a farmi l'ultima operator Attack aggressiva di verymobile.... Prima che sia troppo tardi!...

uncletoma

Noi del NWO di Cusano Milanino, sede deputata all'attivazione del grafene via spike con il 5G (e sgg), possiamo finalmente esultare.
Prendo subito il mio convertiplano e poi via, a spruzzare scii kimici in giro per l'Itaglia per festeggiare.

IlDelatore

L'articolo riportato sopra però non dice questo...

Dante Lanzinetti (*_^)

No ma il C64 l'ho comprato usato!
E poi in realtà avevo lo Spectrum :)

Alessandro

Aumenterà la portata dei modem?

Fatemi dire che una volta il Kapitano avrebbe fatto di tutto per boicottare il 5G, ma i tempi sono cambiati, bisogna fornire una qualità di rete superiore alle imprese senza danneggiare la salute pubblica. Gli operatori chiedevano limiti superiori 10 volte rispetto a quelli attuali, con valori del genere avremmo visto persone irradiate esplodere come chicchi di mais in padella, pop-corn ovunque una scena apocalittica! Si è capito che chi non voleva l'innalzamento erano gli ambientalisti, cioè coloro che se ne fregano delle imprese italiane e quindi il Kapitano ha proposto con il buonsenso senza guardare all'Europa di alzare i limiti di due volte e mezzo per far contenti tutti tranne gli ambientalisti retrogradi!

LaVeraVerità

Lo vedi che sei "così" anziano?

LaVeraVerità

https://uploads.disquscdn.c...

ADM90

Ora vediamo le offerte mobile come saranno (sopratutto lato operatori virtuali). Magari metteranno dei bonus economici sconto per chi viene da altri operatori.

Dante Lanzinetti (*_^)

Covid 2 la vendetta.

Dante Lanzinetti (*_^)

Il mio primo linguaggio.
Lacrimuccia.

Dante Lanzinetti (*_^)

La gente è povera e poi spende 125 euro per 4 lampadine colorate?

LaVeraVerità

Ce l'hanno già la stagnola IN testa.

bistecca
LaVeraVerità

Tipico del Basic interpretato, ma non solo.

Dante Lanzinetti (*_^)

Non lo so. Non sono così anziano! :P

Dante Lanzinetti (*_^)

Renato Zero non l'avevo considerato!

Gigiobis

Maledetto Renato Zero!

Gigiobis

bene, cosi finalmente si attiverà il vairus del grafene contenuto nel vaccino 5g e tutte le pecore vaccinate moriranno male.

/S

LaVeraVerità

Son sicuro che invece lo sai.

Dante Lanzinetti (*_^)

Dove leggevo sempre quella scritta?
Non ricordo.

Dante Lanzinetti (*_^)

Io ero rimasto a Mars Attacks.

Recensione e Riprova Google Pixel Buds Pro, rinate con l'aggiornamento

24H con Oppo Find N2 Flip, la sfida a Samsung è servita | VIDEO

Abbiamo provato i nuovi Galaxy Z Fold4 e Z Flip4, ecco le novità! | VIDEO

Copertura 5G, a che punto siamo davvero? La nostra esperienza in città