PosteMobile risultati finanziari 2022: ricavi stabili e 4,8 milioni di utenti

31 Marzo 2023 14

Anche per PosteMobile sono stati resi noti i risultati finanziari relativi al 2022, che comprendono il quarto trimestre dell'anno. Scopriamo grazie ai dati condivisi che il marchio gestito PostePay continua a mantenere un'ottima base di utenti, che rimane stabile a quota 4,8 milioni. La comunicazione segue la riunione del CDA avvenuta nelle scorse ore, dove sono emersi diversi punti all'interno della Relazione redatta a cadenza annuale, alla quale è seguito anche un aggiornamento sulla strategia relativa all'anno in corso.

Scopriamo che i ricavi relativi a Pagamenti e Mobile sono saliti a 368 milioni di euro nel quarto trimestre (+40,2 % su base annua), mentre quelli relativi all'anno nella sua interezza sono stati di 1,1 miliardi di dollari (+30% su base annua).

PosteMobile è rimasta abbastanza stabile nel numero di utenti, che al 31 dicembre 2022 sono rimasti abbastanza stabili, nello specifico a 4,815 milioni. In effetti un piccolo calo è stato registrato rispetto ai 4,888 milioni registrati nel precedente trimestre, tuttavia l'aumento su base annua è lievemente più cospicuo (+1,9%).

Infine si è parlato degli obiettivi finanziari delineati per questo 2023, che sono piuttosto conservativi visto il periodo incerto che stiamo vivendo. Per quanto riguarda la combinazione dei segmenti Pagamenti e Mobile, la società si aspetta ricavi in crescita a 1,7 miliardi di euro (1,32 miliardi nel 2022). Se invece prendiamo solamente la parte relativa alle telecomunicazioni, sono attesi ricavi per 0,3 miliardi di euro, rispetto ai 0,32 miliardi di euro registrati nel 2022.

Chiudiamo con il commento rilasciato da Matteo Del Fante, Amministratore Delegato e Direttore Generale di Poste Italiane, che riportiamo integralmente in virgolettato.

Poste Italiane ha registrato risultati solidi con un risultato operativo del 2022 a livelli record, più che raddoppiato rispetto al 2017. Tutti i settori hanno contribuito al trend di crescita della redditività operativa sottostante, confermando ancora una volta solide basi per la crescita futura. Il nostro programma di trasformazione, fondato su “Deliver22”, il nostro primo Piano Strategico, è stato ora attuato pienamente con tutti i principali target raggiunti. Ci stiamo trasformando da operatore logistico tradizionale in una piattaforma di distribuzione omnicanale, facendo leva sui nostri investimenti strategici in tecnologia e sulle funzionalità “data driven”. Le nostre persone hanno fatto e continuano a fare la differenza in modo significativo. Abbiamo assunto 26mila FTE, investito in formazione, aggiornamento e riqualificazione, con un valore aggiunto per FTE in crescita del 25% dal 2017. Negli ultimi 5 anni abbiamo affrontato diverse sfide, come quelle rappresentate dalla pandemia da Covid-19 e da un contesto macroeconomico turbolento. Questi fattori hanno avuto un impatto significativo sia sull’economia che sui nostri clienti. In risposta, l’approccio anti-fragile di Poste Italiane ha consentito di mantenere efficacemente tutti gli impegni nei confronti degli stakeholder.

È con questo spirito che abbiamo effettuato un’approfondita valutazione per rendere il 2022 un punto di riferimento ben visibile da cui partire per il nuovo piano strategico che presenteremo nel corso dell’anno. Siamo consapevoli del nostro ruolo di pilastro strategico per l’Italia, in quanto parte integrante del Paese da oltre 160 anni, e con questo spirito abbiamo lanciato il progetto Polis per sostenere il Paese e le comunità locali. Il progetto Polis fornirà una nuova modalità di accesso a una serie di servizi della Pubblica Amministrazione, generando al contempo opportunità di cross-selling e supportando la trasformazione del nostro modello di servizio in futuro. Guardando in avanti al 2023, ci aspettiamo che le tendenze favorevoli dei business siano superiori rispetto all’effetto dell’inflazione sui costi. Riteniamo che i nostri obiettivi siano raggiungibili in diverse condizioni di mercato e che siano supportati dai forti progressi commerciali registrati fino ad oggi. Sulla base della nostra sovraperformance, stiamo aumentando il dividendo per il 2022 ed il target per il 2023, rispetto ai nostri obiettivi originari, proponendo un dividendo per azione pari a 65 centesimi di euro sui risultati del 2022, con un aumento del 10% rispetto al livello dello scorso anno, e fissando un obiettivo di dividendo per azione pari a 71 centesimi di euro sui risultati del 2023, con un aumento del 9% su base annua.


14

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Massimo Trentin

Sottoscrivo per esperienza analoga.

Blanked

Da un anno ormai ho a 19,90€ FTTH + Sim mobile illimitata, chi la cambia più

Alfredino

Io sto aspettando il VoLTE da circa 2 anni e nessuno sa dirmi se lo attiveranno ad altri cellulari, oltre a quei pochissimi abilitati finora.
Comportamento vergognoso.

Giuseppe

Eccezionale la loro sim flat postemobile casa web, una delle poche se non l' unica vera sim flat 4g

Dani Man

Avuto fino a qualche giorno fa.
Da circa un mesetto, navigazione pessima (almeno per quanto riguarda il ripetitore al quale mi agganciavo). Da una media di 100 Mbit/s di download siamo passati a 10, con punte di 4/5 Mbit durante il giorno/sera. Praticamente inutilizzabile.
Inoltre, cambia ip troppo spesso.

Alex

Poste all life long

pausa_merda
ENZOLONE 78

Cliente da nni prima Sim e da un anno con Fibra ad un’ottima offerta di 19,90

Ottimo operatore, ma cene sono altri che stanno un gradino più sopra

Chucky

Prego

Eric Cartman

Grazie di avercelo fatto sapere

INGSOC

Sono cliente da ottobre e non mi posso lamentare,fibra e mobile ok,mai un problema

Pirulicchio

contiene ads

Chucky

Sono cliente di PM da un anno e mi trovo veramente bene. Ottima la rete Vodafone e i prezzi sono onesti, spero che non cambi niente in futuro.

24H con Oppo Find N2 Flip, la sfida a Samsung è servita | VIDEO

Abbiamo provato i nuovi Galaxy Z Fold4 e Z Flip4, ecco le novità! | VIDEO

Copertura 5G, a che punto siamo davvero? La nostra esperienza in città

Spotify, Apple Music e gli altri: chi vincerà sul ring dello streaming musicale?