Russia dura sulle criptovalute: denaro falso e privato, meglio il rublo digitale (statale)

24 Novembre 2021 50

Cripto sì o cripto no? La Russia è nel bel mezzo di un dubbio esistenziale, tra chi preme per introdurre il rublo digitale e chi, invece, nella criptomoneta vede sono pericoli e minacce. La discussione è in corso da tempo, tra annunci e smentite, e a cercare di fare chiarezza ci ha pensato in questi giorni una voce decisamente autorevole in Patria, ovvero Elvira Nabiullina, che della Banca Centrale di Russia (CBR) è Presidente.

"Uno stato responsabile non dovrebbe stimolare la proliferazione delle criptomonete", ha detto il funzionario davanti alla Duma, aggiungendo che "la banca ha un atteggiamento estremamente negativo nei confronti delle criptovalute, [...] valute private che fingono di essere denaro" in quanto completamente anonime e prive di controllo.

CRIPTO NO, MA RUBLO DIGITALE (STATALE) SI

Elvira Nabiullina, Presidente della Banca Centrale di Russia

Attenzione, però, il numero uno della Banca Centrale non è affatto contrario ad un rublo digitale: un conto, dunque, è affidarsi ciecamente al mondo del Bitcoin et similia, un altro è proporre alla popolazione una valida alternativa alla moneta fisica che potrebbe essere, appunto, la sua controparte virtuale. L'unico punto su cui la Nabiullina non intende cedere è quello della lotta alle operazioni sommerse: un eventuale rublo digitale dovrà essere sviluppato in modo tale da non poter essere utilizzato per scopi illegali.

Bitcoin no, rublo digitale sì, allora. E sono in corso attualmente una serie di test nel Paese per modellarne la forma e identificarne i confini entro i quali farlo girare. Il primo prototipo di piattaforma sarà rilasciato a dicembre, le transazioni di prova partiranno con il nuovo anno. La Russia ha fretta, perché solo con un controllo statale sulla moneta digitale si può combattere ciò che viene definito il "surrogato del denaro".


50

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Raxien

Me lo linki? Perché trovo solo qualche sito che ne parla ma tutti dicono che non è pubblico ne ci sono i dati. Cito:

‘Tuttavia, i numeri di questo utilizzo non sono stati resi pubblici, quindi non è possibile avere un'idea di quanto le attività criminali sotto osservazione dalla DIA stiano effettivamente utilizzando le criptovalute per i propri affari.

L'intervista non verteva strettamente sull'uso delle criptovalute in ambienti criminali, ma sulla dimensione delle attività criminali monitorate, tanto che il commissario ha rivelato che, ad esempio, i “La ndrangheta guadagna dai 300 ai 350 milioni di euro a settimana con il narcotraffico”. Tuttavia, non ha riportato quale parte di questo denaro viene trasferita in criptovalute.’

Quindi da un report che hai letto (forse), dove non ci sono dati hai dedotto che le criptovalute sono il mezzo più usato dai criminali… poi io passo da idiota perché so di cosa parlo.

Dai sei ancora in tempo per ammettere la tua ignoranza però, da ora in poi, fai più bella figura se stai zitto.

Federico

E dall'altra ce n'è una che legge i report della DIA, che essendo un organo dello Stato ha ben più peso di improbabili siti di appassionati.

Raxien

Da una parte c'è una persona che sono 5 anni che è sul mondo crypto, che ha studiato, sa cosa sono, conosce il mercato dall'altra Federico, quello che parla per sentito dire.

Poi sono io quello che dice sciocchezze.
Ripeto, studia, impara, conosci e poi parla.

Federico

È solo che il mio tempo ha un valore, quindi non lo spreco con chi scrive sciocchezze

Raxien

Bravo vai. Appena uno ti fa notare le tue lacune in materia (e da come parli ne hai parecchie) scappi.

Federico

Si cerca di eliminare ciò che si può, no?
Il grosso problema con le criptovalute è la difficoltà di ottenere prove sostenibili in giudizio, cosa al contrario sempre possibile con ingenti somme di denaro classico.
Ovviamente i criminali non utilizzano Exchange ufficiali, e ciò fa sì che anche quando si riesce a trovare un forte sospetto dell'identità delle due parti di una transazione, questo poi non si concretizzi in una prova certa.

Spostare milioni di dollari di denaro ordinario senza lasciare una traccia che possa essere ricondotta ad una prova certa, al contrario, è praticamente impossibile.

kp889

Guardi solo un tipo di crimine. Per tutti gli altri che si commettono usando gli scambi di denaro tradizionale cosa mi dici?

Federico

OK, resta pure con le tue convinzioni, non ho tempo da perdere

Raxien

'I grandi gruppi criminali minano in proprio'
fonte?

'le criptovalute al posto dell'impressionante massa di denaro fisico che in passato era necessario scambiare.'
Dagli studi che ti ho portato è esattamente l'opposto.

'deep web [..] tutti i venditori di materiale illecito ormai tradano in criptovaluta'
Ok ma questi volumi vanno poi rapportati a quelli che vengono effettuati in valuta FIAT. Se li superano ti do ragione ma attualmente non è cosi.

'le truffe ed i ricatti resi noti attraverso Internet'
la metà delle truffe sono finte mentre per i riscatti se cerchi su google scoprirai che buona parte degli hacker sono stati arrestati. Motivo:

'norme anti riciclaggio'
La compravendita di crypto può avvenire solo tramite exchange i quali ti chiedono il KYC, ovvero documenti, foto ecc per sapere chi sei (che tra l'altro parlano direttamente con l'ADE).
La blockchain non è anonima al 100%, non sai chi c'è dietro un indirizzo ma puoi seguire tutti gli spostamenti di denaro da e verso quell'indirizzo.

Fai 1 + 1 e capisci che quando provano a incassare vengono subito beccati.

Però i governi vi fanno credere il contrario, motivo? Perché vogliono sponsorizzare la propria valuta digitale che possono controllare.

Federico

I grandi gruppi criminali minano in proprio ed usano le criptovalute al posto dell'impressionante massa di denaro fisico che in passato era necessario scambiare.
Inoltre vedi bene che tutte le truffe ed i ricatti resi noti attraverso Internet (i ramsomware sono i più visibili ma non esistono solo quelli) impiegano criptovalute.
Non so se tu hai mai avuto occasione di frequentare il deep web, ma se lo hai fatto avrai anche notato che tutti i venditori di materiale illecito ormai tradano in criptovaluta.

Quindi, mio caro... di quali norme anti riciclaggio parli?

Raxien

Vengono certamente usate ma studi (grafico con fonte in allegato) dimostrano che le crypto non sono il principale mezzo usato nella criminalità.
Attualmente si usa ancora il contante perché, come ti hanno spiegato sopra, tutti gli exchange hanno norme anti riciclaggio.

https://uploads.disquscdn.c...

Giulk since 71' Reload

Che stai a di? tutte le transazioni delle crypto sono tracciate, al massimo ad essere anonimi possono essere i wallet

Francesco Renato

Perché? Se piazzi il server nella repubblica delle banane il tracciamento te lo scordi.

triccuz

poracci, non possono avere il controllo come han sempre avuto e sono preoccupati

Federico

Giusto, ho letto di un sacco di ricattatori che invece di criptovaluta chiedono partecipazioni azionarie.

Roberto

Di solito la coca la pago in contanti alle solite feste del faccendiere di turno

Federico

Gli studi di chi, a me non risulta qualche studio che abbia negato l'utilizzo delle criptovalute per pagare riscatti di ramsomware, pedopornografia e partite di cocaina

Federico

Immagino che le organizzazioni che richiedono riscatti per liberare i dati bloccati dal ramsomware dichiarano senza problema i propri dati anagrafici sia a chi paga che al fisco.
È così?

Federico

Forse, ma funziona

Federico

Soliti preconcetti

Federico

Immagino che quando paghi per una tonnellata di cocaina o per il ramsomware che ti ha criptato i dati, chi riceve il tuo denaro sia ben felice di fornire a te o al fisco le sue generalità complete, giusto?

Federico

Ma nel modo più assoluto no, le criptovalute private ed anonimo hanno risolto sia il pagamento dei delinquenti di piccolo cabotaggio che il trasferimento delle immense quantità di denaro fisico legate al traffico di armi e stupefacenti.

kasperbau

India, Russia....cominciano ad avere paura di un sistema non controllabile da loro...

Lasciate stare le str#nzate del dark web del riciclaggio quello l'han sempre sempre fatto.

Anzi ad ora è probabilmente più facile riciclare i soldi nell'economia reale con qualche prestanome.

kp889

Le banche centrali che hanno ha permesso una ripresa economica senza precedenti, una ripresa economica necessaria per i danni che loro stessi hanno creato.
Più o meno è il ciclo della finanza attuale, creare crisi per poi arricchirsi nel risolverle.
Chi ci ha sempre perso in tutto questo? I comuni cittadini

Capisco che la situazione è molto seria ma i veri danni li ha fatti il sistema tradizione di certo non le crypto, che anzi, nascono proprio in risposta a tale crisi.

Lele Prozac

veramente il mezzo di scambio principale per il malaffare sono le monete fiat,le togliamo?

LaVeraVerità

https://uploads.disquscdn.c...

Roberto

Questa è la retorica di governo ovviamente, sanno benissimo che non è così

Giulk since 71' Reload

Se lo ha fatto la Cina che notoriamente non è uno stato propriamente libero, direi che faremo bene non a non seguire la medesima strada

Giulk since 71' Reload

" in quanto completamente anonime e prive di controllo."

Magari sarebbe meglio studiare prima di dire castronerie

Giulk since 71' Reload

Ma basta con sta storia dai è diventata stucchevole

kp889

Questa cosa del "malaffare" è diventata una cantilena che ormai si ripete solo per sentito dire, ma:
1- Le blockchain sono sempre più tracciabili
2- La principale crypto BTC, ma la maggior parte di esse sono tracciabili e semi-anonime, non anonime.
3- Gli exchange centralizzati, che sono l'unico modo per portare le crypto in valuta FIAT, hanno tutti severe policy KYC

Raxien

Studi dicono il contrario però ok.

frank700

Tu pensi che questo interessi a tutti? Vuoi davvero mettere la ricchezza, fasulla in questo caso, contro l'inquinamento o la salute? Hai già perso prima di aprire bocca.

Surak 2.04

Non è "pavido" è in fallimento e da anni che stanno legalizzando ed autorizzando la peggio fuff-, e questa sperano sia solo un'altra (è forse più etico vendere stregoneria medica come omeopatia, ayurvedica ecc... nelle farmacie? Per altro gli hanno pure dato un nome ingannevole invece di chiamarla "spazzatura"... di più, ci sono pure corsi di laurea..., e cito solo un caso evidente) che aumenti il pil

Federico

Lo si teme perché è il mezzo di scambio principale per il malaffare.

Surak 2.04

Seconda notizia sulla Russia che indica che almeno da qualche parte è rimasto del cervello.
Per altro che digitalizzare la moneta ufficiale o comunque riconosciuta (e roba assimilabile tramite leggi, garanzie ecc) sia cosa ben diversa da quella di Antonio Bonocore, Giuseppe Lo Turco e Cardone.... è alla base di ogni convenzione economica

kp889

"denaro falso" perchè non passa per le banche e non lo controllate voi direttamente.
Per questo lo temete, hai visto mai che i cittadini possano dare un valore reale al denaro senza passare per i governi.

momentarybliss

Personalmente mi chiedo come le criptovalute possano essere ancora così poco regolamentate dai governi

Federico

Probabilmente anche noi della UE adotteremo una valuta digitale ufficiale, però temo che i nostri deboli governi non troveranno la forza di bandire le criptovalute private.

Federico_M2

Parole incontestabili. Non solo è la valuta ideale per il nuovo tipo di crimine, quello virtuale, ma è diventato lo strumento di speculazione per antonomasia per creare denaro dal nulla per arricchire i produttori di nulla. Oltre al discorso morale, la storia ci ha insegnato che la speculazione estrema non è sostenibile (e come potrebbe esserlo?) e che prima o poi il mercato reale viene a battere cassa, spesso alle spese di chi non ha voluto averci nulla a che fare. Con dispiacere vedo che ad opporsi a questo infausto strumento si sono messi Cina e adesso Russia, mentre il pavido Occidente resta a guardare la proliferazione di una criptomoneta dopo l'altra.

Sheldon Cooper

Una battuta ispirata da "... denaro falso e privato"

Sheldon Cooper

e anche di lega ladrona ...

Federico

Ma che c'entra il comunismo?

Federico

E hanno perfettamente ragione, la Cina ha fatto lo stesso ed anche noi della UE ci stiamo avviando sulla medesima strada.

Aniene

Il mantra di Renzi e family.

Io li voglio tutti in copechi digitali.
:D

TheRealTommy

La questione é comunque molto seria.
Le criptovalute ad oggi non possono essere usate come fiat perché il fatto che non siano controllato da una banca centrale, impedisce di effettuare politica monetaria.
Nel caso di una crisi come quella che abbiamo vissuto, la possibilità delle banche centrali di fare una politica monetaria attiva, abbassando il tasso di rifinanziamento e immettendo nuova liquidità, ha permesso una ripresa economica senza precedenti.
Questo ha come effetto collaterale l’inflazione, ma che per ora é un non-problema: il Pil nominale sta crescendo più dell’inflazione e dunque anche il Pil reale cresce, e comunque a breve la FED ridurrà i tassi di rifinanziamento e quindi l’inflazione é destinata a rientrare.

Certo, una moneta completamente libera sarebbe il sogno dei neo liberisti, con cui condivido gran parte delle idee, ma di contro ci sarebbe una ripresa certamente più lenta da crisi di questo tipo.

77fabio

In realtà hanno ragione, anche l'europa sta studiano forme alternative di moneta e sarebbe anche ora che si sbrigasse, la cina ad esempio ha già una criptomoneta di stato e la sta usando per scardinare il dollaro da varie nazioni africane...

R4gerino

io rublo, tu rubli, noi rubliamo

Sheldon Cooper

Torna il comunismo?

Copertura 5G, a che punto siamo davvero? La nostra esperienza in città

Spotify, Apple Music e gli altri: chi vincerà sul ring dello streaming musicale?

Xiaomi 11T ufficiale con Pro, 11 Lite NE e Pad 5. PREZZI e disponibilità Italia

Internet down: migliaia di siti offline, tra cui Amazon e Twitch | Cos'è successo