Piano Italia 5G: €2 mld per portare almeno 150 Mbps nelle aree remote entro il 2026

17 Novembre 2021 28

L'Italia vuole la banda larga cellulare per tutti entro il 2026, con una velocità in downlink di almeno 150 Mbps e 50 Mbps in uplink. E ci sono 2 miliardi di euro per renderlo possibile. Questo è, in estrema sintesi, il Piano Italia 5G varato dal governo, le cui consultazioni pubbliche sono partite l'altro ieri e dureranno un mese. Fa parte del Piano Italia 1 Giga, che più in generale riguarda la diffusione e sviluppo della banda larga sul territorio italiano. Più precisamente, l'iniziativa punta a garantire connettività 5G "in aree in cui non è presente, né lo sarà nei prossimi cinque anni, alcuna rete idonea a fornire connettività a 30 Mbit/s in tipiche condizioni di punta del traffico". Per raggiungere questo obiettivo, una delle operazioni più importanti e comuni sarà portare la fibra ottica ai ripetitori cellulari

Secondo l'ultimo rapporto pubblicato da Infratel, che fa il punto sulla copertura attuale e sulle previsioni per i prossimi 5 anni, sono 13.231 le "aree bianche" in cui serviranno i finanziamenti del Piano Italia 5G. Con aree bianche, ricordiamo, si intendono quelle zone in cui non c'è un vantaggio economico per gli operatori di rete a effettuare l'upgrade o fornire connettività internet, per esempio perché c'è un numero troppo basso di potenziali clienti. Nella stragrande maggioranza dei casi, le stazioni radio base che servono queste aree non sono raggiunte da reti di backhaul (semplificando molto: l'infrastruttura che trasporta la connettività fino alla stazione radio base che si occupa poi di diffonderla ai dispositivi finali) in fibra ottica.

Molte di queste aree, o siti radiomobili unici, saranno in corrispondenza di zone disabitate, come laghi e montagne, o tratti di strade e ferrovie. Il rapporto di Infratel prevede che entro il 2026 la copertura della banda larga cellulare (con questa definizione si comprendono sia il 5G sia il 4G) raggiungerà circa il 98% del territorio nazionale, mentre oggi siamo a circa il 97,6%. Questo perché la rete 4G è già molto diffusa. Guardando i numeri assoluti, i "pixel" (le aree di 100x100 m in cui è suddiviso il territorio italiano per valutare e censire la copertura) non coperti scenderanno a 609.365 contro i 737.437 del 2021. Il totale dei pixel nazionali, che naturalmente non varia, è di 30.203.939

Guardando le velocità di picco, tuttavia, si notano differenze più corpose: se al 2021 il numero di pixel con velocità in downlink superiore a 30 Mbps è di circa il 73,12% del totale, nel 2026 salirà all'84,74%. I pixel con velocità inferiori scenderanno quindi dal 24,44% al 13,25% appena, pari a poco più di 4 milioni di pixel.

VIDEO


28

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...

Anche io sono in una situazione simile.

Idem.

GioB

Con 130 mega sarei felice e non mi lamenterei, io sono partito con 30-35 qualche anno fa, e ora sono intorno a 20-25, ogni tanto smanetto col router e riesco a prendere qualche mega in più, ma stando a 700m dalla centrale penso che di più non posso prendere

idrovorox

si dice "fare a meno" e cmq ci vado spesso e non ho mai avuto problemi, era una battuta, ma capisco che.....

virtual

Solo che poi si dimenticheranno di controllare gli abitanti e applicheranno la stessa tecnologia (5G/FWA) a tutti, semplicemente perché non hanno voglia di cablare.

Tiwi

si, come la fibra che dovrebbe coprire il 99% della popolazione...magari con i cavi si, ma poi sono scollegati

virtual

Quindi si punta tutto al radio... niente fibra dappertutto come si era detto all'inizio (FTTH). Pareva strano!

zdnko

poi gli hanno dato la multa per aver tentato di farlo con cassiopea (anche se il piano è stato stoppato) + le cause intentate dagli olo per (presunta/tentata) concorrenza sleale.

edd

La fantastica discriminazione della FTTC, non importa se hai il cabinet a 10 o a 700 metri, paghi lo stesso e hai di meno.
Paghi oggi per avere una 130Mb/seffettiva e in tre anni, tra diafonia e cavi che marciscono arrivi ad una 40Mb/s, pagando sempre la stessa tariffa.

Eppure esiste una cosa chiamata 'vectoring', che risolve il problema della diafonia, ma per TIM costava troppo.

edd

Non è il 4G, ma la mediocre copertura nelle zone che frequenti.

edd

Non ci andare, i partenopei possono benissimo fare a bene di troll come te.

idrovorox

a Napoli il telefono ti dura 2 minuti...............

Alex Neko

Trovo corretto che le zone scarsamente abitate abbiano la connessione veloce con 4g e 5g (illimitato al prezzo della linea fissa 25€)
invece di scavare per chilometri e semmai collegare 10 case

Alex Neko

dipende dalla potenza, in italia è bassa per legge e per scelte quindi è il telefono che deve compensare
non centra il 4g o il 5g o il 6g

quando c'era 1G durante una vacanza in svizzera non aveva ricaricato il telefono per una settimana talmente il segnale era forte, a Napoli mi durava 2 giorni al massimo (Nokia 8110 nel 1994)

Castoremmi

Guarda qui a che tecnologie sei connesso e per la fttc la distanza dal cabinet

https://fibermap.it/Presentation/Index#/map

KK

Secondo me sarebbe bastato obbligare i provider ad abassare la tariffa in maniera direttamente proporzionale alle prestazioni della linea. Mi spiego: con la formula "fino a" tim (ad esempio) non ha alcun interesse ad investire nell'infrastruttura se può farsi pagare la stessa cifra da chi va a 10 Mbit e da chi viaggia a 100

lello4ever

anche io quando avevo la fttc ho visto saturazione e netto abbassamento dei valori quando tutto il palazzo ha cominciato ad attivare, e sono passato da 100 a 45, ma 20 mi sembra davvero troppo poco a meno che non abbia specifiche problematiche di distanza o rame

KK

Magari è un problema di saturazione

nonècosì

fai una cosa, metti il telefono in modalità aereo e vedi che ti dura 5 giorni

Fandandi

Openfiber sta portando fibra ovunque su in montagna dove sto io, posti dove attualmente sei senza internet eh.

The Evil Queen

Tutto questo entusiasmo per il 5G non lo capisco. Già il 4 mi ciuccia la batteria che è un lavoro brutto

Body123

Solo io ricordo la promessa "100% dell'italia coperta dalla FTCC entro il 2020" ?

lello4ever

fttc a 20 mega è strano. sei lontanissimo dall'armadio o c'è qualche problema negli ultimi metri?

GioB

Vorrei sapere che criteri usano per classificare la copertura, perchè tecnicamente io avrei la fibra, ma in realtà è una fttc che quando va bene supera i 20 mega, ho speranza di vedere una ftth?Teoricamente la mia città è coperta da ftth ma non il mio indirizzo

Ormai è da un po' da anni, credo 4, che la situazione è questa, il 5g no grazie, perchè sarebbe comunque vincolato a limiti di gb che le connessioni fisse non hanno, basta che scarico una cosa qualsiasi e consumo i gb di un mese

Chabuje99

Guarda che Openfiber la sta portando la fibra nelle aree bianche

Inoltre, l'intento del "Piano 5G" è quello di portare la fibra per backhauling ai siti che ne sono provvisti (e fanno affidamento ai ponti radio)

Marco

io in piena città con la linea fissa non vado oltre i 33 in down , ma resto umile e mi accontento... c'è chi sta peggio!

loripod

Staremo a vedere, ad oggi fuori i centri abitati si è fortunati se si ha una FTTC.

Tommers0050
€2 mld per portare almeno 150 Mbps nelle aree remote entro il 2026

e poi li spendono per milano roma e qualche altra città esattamente come quando open fiber doveva portare la fibra a tutti nelle aree bianche e indovinatoe da dove hanno iniziato a cablare?

Copertura 5G, a che punto siamo davvero? La nostra esperienza in città

Spotify, Apple Music e gli altri: chi vincerà sul ring dello streaming musicale?

Xiaomi 11T ufficiale con Pro, 11 Lite NE e Pad 5. PREZZI e disponibilità Italia

Internet down: migliaia di siti offline, tra cui Amazon e Twitch | Cos'è successo