Bitcoin si aggiorna con Taproot, il più importante update degli ultimi anni

14 Novembre 2021 216

Nella giornata di ieri Bitcoin si è aggiornato, introducendo al blocco 709,632 le modifiche previste dalla versione 0.21.1 del software e nello specifico da Taproot, update a cui è stato dato l'ok dai miner lo scorso giugno. Le novità sono parecchie e vanno nella direzione di rendere la principale criptovaluta - o quantomeno quella con la capitalizzazione maggiore - più sicura ma anche più scalabile, aprendo le porte a nuovi usi.

Il primo aggiornamento riguarda la crittografia della firma digitale di ciascun indirizzo che passa dalla ECDSA (Elliptic Curve Digital Signature Algorithm) alla così detta Firma di Schnorr, più leggera e con maggiori garanzie per la privacy degli utilizzatori ma anche per il tipo di uso che se ne fa, facendo fare un passo in avanti ad applicazioni che lavorano sul secondo o il terzo livello di Bitcoin, come il Lightning Network.

Le transazioni così dette multi signature, quelle che prevedono la validazione attraverso l'uso di più chiavi, saranno inoltre meno gravose sul sistema e, in definitiva, più economiche, portando vantaggi per chi dovesse scegliere queste soluzioni che di norma garantiscono un livello di sicurezza superiore.

L'introduzione della Firma di Schnorr e la possibilità di rendere più semplice e flessibile il sistema di transazioni di Bitcoin porterà a tendere alcune nuove funzionalità che, per semplificare, introdurranno i così detti smart contract e renderanno la criptovaluta più "programmabile". Le applicazioni non saranno necessariamente articolate come quelle permesse da Ethereum e altre monete digitali, basti pensare alla finanzia decentralizzata o agli NFT, ma sarà ad esempio permesso programmare certi wallet perché siano accessibili in un dato momento o con un numero variabile nel tempo di chiavi.

Taproot rappresenta il più significativo aggiornamento del software di Bitcoin dal 2017 ad oggi e sarà un passo importante per quelli che saranno gli sviluppi futuri. Le implicazioni di quanto aggiunto e modificato ieri al codice si vedranno nei mesi e negli anni a venire, mano a mano più sviluppatori faranno leva su queste novità per creare innovazioni e applicazioni capaci di allargare i casi d'uso di Bitcoin e del suo network.


216

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Raxien

Non esiste solo Bitcoin. Solana, Dot, Avax, Luna un anno fa stavano intorno al dollaro e oggi stanno a 220/40/130/40. E non si fanno i profitti con la fortuna ma studiando il settore e i progetti e avendo delle basi.

Per il resto che schifo fare 100k in un anno che, considerando lo stipendio medio italiano, sono 5 anni di lavoro.

Raxien

Nell'ultimi 2 anni molti si sono arricchiti. Di certo non vengono a dirlo a te.

Little SG

Si ok, o è così fortunato da investire in una criptovaluta che poi esplode (vedi i fortunati che hanno acquistato bitcoin all’inizio) e quindi si ritrova improvvisamente milionario, altrimenti se anche ne ricavasse qualcosa come 100k nel giro di qualche anno si ritroverebbe comunque in braghe di tela e con il curriculum vuoto.

Little SG
Vittorio

Nel calcolo della convenienza incide molto l'investimento già fatto e questo avvantaggia naturalmente chi è arrivato per primo.

"Non vuol dire nulla" solo nel caso estremo di un crollo di quella coin.

csharpino

Si ma torniamo anche al discorso che una coin la mini fino a quando è profittevole farlo il fatto di avere asic dedicati non vuol dire nulla, se la convenienza sparisce perchè la coin dumpa brutalmente a causa ad esempio di un hack gli asic o li converti (se puoi) o li usi come fermacarte.

Vittorio

"Se la coin che vedi il giorno dopo ti frutta di più di quella che stai minando ed è più sicura cambi e come!!! E' business non tifo, vai dove conviene economicamente e ovviamente dove vi è più sicurezza a lungo termine."
Torniamo al discorso del'hardware che non puoi riconvertire e dell'investimento fatto.

"Si ma il confronto deve essere bidirezionale e omnicomprensivo"
Forse allora mi sono espresso male. Dicendo che è indietro dal punto di vista tecnologico intendevo che a livello di programmabilità (e scalabilità) è indietro.

csharpino

"Quello che sto dicendo è che se ci hai speso milioni non è che il giorno dopo vedi una coin che ti piace di più e posti l'hash power. La tua spesa l'hai fatta e continui su quella strada."
Se la coin che vedi il giorno dopo ti frutta di più di quella che stai minando ed è più sicura cambi e come!!! E' business non tifo, vai dove conviene economicamente e ovviamente dove vi è più sicurezza a lungo termine.

"Se fai delle cose che fanno anche altri ti confronti con loro."
Si ma il confronto deve essere bidirezionale e omnicomprensivo, non puoi dare giudizi su un intero progetto rispetto ad un altro confrontando solo una singola funzione. Puoi dire che la programmabilità di Bitcoin è dietro anni luce rispetto ad altre chain, non che tutto Bitcoin è dietro.

Vittorio

"Se BTC va a 100$ con i tuoi ASIC puoi scegliere se riconvertirli o usarli come fermacarte, di sicuro non li tieni accesi per minare qualche dollaro al mese con cui non ci paghi neanche la corrente elettrica.."
Quello che sto dicendo è che se ci hai speso milioni non è che il giorno dopo vedi una coin che ti piace di più e posti l'hash power. La tua spesa l'hai fatta e continui su quella strada.

"Puoi partire anche da li ma continua ad essere errato, come detto "Evoluto" è una cosa "Diverso" è un'altra, e non sono l'una l'estensione e/o sinonimo dell'altra."
Se fai delle cose che fanno anche altri ti confronti con loro. Se cerchi di migliorare il supporto per gli L2.è perché vuoi gestire transazioni p2p. Idem per gli smart contracts.

csharpino

"Esageri. E poi fai un solo fascio mischiando down e congestioni di network con le falle di sicurezza."
Non esagero, qualunque delle maggiori ha avuto hack o down. E un down non è una cosa per cui puoi dire "vabbè tanto prima o poi torna" perchè con tutti i vari token che wrappano le varie monete sulle altre chain che durante un down continuano a funzionare si possono verificare disallineamenti di prezzo che posso far crollare o comunque portare a ingenti perdite. Non parliamo di noccioline.

"Ovviamente il mio commento iniziale è partito da lì."
Puoi partire anche da li ma continua ad essere errato, come detto "Evoluto" è una cosa "Diverso" è un'altra, e non sono l'una l'estensione e/o sinonimo dell'altra.

"Gran parte dell'hash power viene da ASIC che non puoi riconvertire (o è antieconomico riconvertire)."
Se BTC va a 100$ con i tuoi ASIC puoi scegliere se riconvertirli o usarli come fermacarte, di sicuro non li tieni accesi per minare qualche dollaro al mese con cui non ci paghi neanche la corrente elettrica..

Alessandro

quindi funziona anche che binance ha bloccato i prelievi di dogecoin e tu utonto ciucci? che i vostri soldi sono in mano a cose non regolamentate non ti passa per la mente nemmeno un po?

Vittorio

Bloccami, così non ti irriti e io non mi annoio a leggere commenti senza contenuto ad ogni messaggio.
Inizio io va.

Vittorio

Spostano ricchezza non la creano, al momento.

Vittorio

"non ce ne praticamente una che sia immacolata"
Esageri. E poi fai un solo fascio mischiando down e congestioni di network con le falle di sicurezza.

"Ma chi lo vuole bitcoin per i pagamenti p2p???"
Ma il punto è questo. Se parliamo di BTC come riserva di valore non ha bisogno di nulla, nemmeno degli aggiornamenti. Può restare lento, anzi lo si può rallentare ancora.
Ad una transazione al minuto forse aumenterebbe persino di valore.

"BTC non ha per niente bisogno dei suoi Layer 2 per andare avanti, come non ha bisogno degli smart contract"
Stiamo commentando un articolo in cui si parla di una aggiornamento che serve proprio a questo (L2, L3, smart-contracts)...
Ovviamente il mio commento iniziale è partito da lì.

"stai sicuro che hash power sparirebbe velocemente in favore di altro."
Gran parte dell'hash power viene da ASIC che non puoi riconvertire (o è antieconomico riconvertire).

Takeshi Kovacs

Follia senza senza alcun senso. Questa tua spavalderia tecnica mal riposta inizia ad essere irritante.

Takeshi Kovacs

Completamente tutto sbagliato. Tipica vittima della propaganda shitcoin

Takeshi Kovacs

sei proprio serio allora, wow.

Takeshi Kovacs

LOL VITTO, eddai con le scemenze.

Takeshi Kovacs

Tu devi essere un grande esperto. Hai capito tutto.

csharpino

Non faccio di tutta l'erba un fascio, ma è oggettivo che parlando delle più gettonate e con qualche anno di uso alle spalle non ce ne praticamente una che sia immacolata e questo è normale perchè più spingi sull'acceleratore della complessità aggiungendo e modificando in corso d'opera le funzionalità più la possibilità di incorrere in problemi cresce a dismisura, la sicurezza di BTC risiede proprio nel fare "poco" e farlo da tanto tempo quasi praticamente allo stesso modo. Ad ogni aggiornamento infatti c'è da tremare non da gioiere...
Ma chi lo vuole bitcoin per i pagamenti p2p??? Dai su siamo ancora fermi a queste credenze popolari? Anche se all'epoca era nato con (anche) quello scopo ormai è palese che BTC (base, non i suoi L2) non avrà mai quello use case... Eliminato quindi questo uso la lentezza e parzialmente anche le fee passano totalmente in secondo piano se paragonati alla sicurezza e alla decentralizzazione. BTC non ha per niente bisogno dei suoi Layer 2 per andare avanti, come non ha bisogno degli smart contract, questo non vuol dire che gli L2 fanno schifo o non servono ma che rappresentano funzionalità aggiuntive opzionali non necessarie alla sopravvivenza del progetto, se domani light network chiude i battenti il 90% delle persone che detiene BTC neanche se ne accorge e il rimanente 10% se ne fa una ragione.
Per quanto riguarda i miners (parlo sempre dei big non del nerd nella sua cameretta) come già detto non sono arrivati e soprattutto non rimangono con investimenti ingenti perchè BTC è stato il pioniere, il motivo perchè ci sono è perchè c'è ciccia e perchè c'è ciccia? Per il valore sia economico che di tokenomics del progetto, se domani BTC fosse bucato e di conseguenza dampasse pesantemente stai sicuro che hash power sparirebbe velocemente in favore di altro...

nemo

Ho letto solo ora purtroppo, comunque la faccio breve. Non si può convertire un debito, perché risultato di una mancanza di denaro "guadagnato" dalle casse dello stato, rispetto a quello speso. Si può convertire la valuta nelle casse statali prima che sia spesa, parlando teoricamente. Sempre per solo esercizio teorico ho ipotizzato che prima di reimmettere in circolo il denaro statale lo avessimo convertito in Bitcoin, quindi gli appalti pubblici vengono pagati in Bitcoin, gli stipendi pubblici idem, eccetera eccetera, fino ad arrivare a riscuotere le tasse nuovamente in Bitcoin oltre che negli euro ancora circolanti per ricominciare con essi il medesimo ciclo, in modo da convertire progressivamente sempre più euro italiani in Bitcoin. Ora, sempre teoricamente, assunto che solo l'Italia rendeva spendibili nel suo territorio tali Bitcoin, si innesca un circolo che tende a non esportare la valuta ma forse anche ad attirarene di estera. Alla fine, e qui non più teoricamente ma evidentemente, il valore dei Bitcoin sarebbe cresciuto nel tempo, in modo che il PIL, nel suo equivalente in euro, bastasse a coprire ampiamente il debito statale e anzi ne avanzasse per eventuali investimenti nelle infrastrutture. Ripeto, convertire il debito non è corretto, perché non è nel potere dell'Italia decidere in che valuta pagare il suo debito, l'Europa ha la sua moneta e vuole i pagamenti in essa giustamente, l'Italia avrebbe solo potuto convertire il denaro incassato dal tesoro, ovviamente.
Questa è la teoria alla base delle scelte di El Salvador, il cui debito è in dollari, e a cui conviene convertire i propri dollari in Bitcoin, in modo che il PIL pro capite, calcolato in dollari, cresca senza che l'economia cresca realmente, ma dando modo con questa crescita di valore, di poter avere più potere d'acquisto per investire realmente nella propria economia.
Dovevo farla breve, è finita per essere un trattato.

Paolo C.

Quando uno commenta e non sa neanche cosa ha letto. Provo ad affettartela meglio.
Tutto quello che hai scritto non ha nulla a che vedere con l’utilità delle criptovalute per le masse. Sono semplicemente costosi strumenti finanziari che non hanno alcun asset fisico su cui appoggiarsi. Inoltre come ti ho scritto non sono regolamentate. Quindi si prestano solo ed esclusivamente per speculazioni finanziarie.

Davide

Io sì. Tu?

Vittorio

Abbassa i toni. Purtroppo ho poco tempo per argomentare bene su tutto.
Se vai LENTO non hai problemi di rallentamenti del sistema, congestione o down.
I casi di blockchain bucate sono pochi e non si può fare di tutta l'erba un fascio.
La causa iniziale è quella di essere stato il pioniere. Da lì sono arrivati i miners che han dato hash power che ora è la vera linfa di bitcoin.
Eth ha tanti meriti ma a livello di lentezza e fee sta al livello di bitcoin.
Bitcoin ha bisogno dei Layer 2 per scalare ed essere usato come sistema di pagamento p2p.

Paolo C.

Leggiti le serie storiche degli ultime 40 anni di S&P500 e poi ne riparliamo. Il risk free non esiste da nessuna parte ma manipolare un indice di borsa è un tantino diverso che manipolare una crypto come Dogecoin.

csharpino

Ancora.... IL NUMERO DI TRANSAZIONI AL SECONDO NON E' TUTTO!!!!!!!
Ci arrivi a capirlo?? Si chiama Trilemma perchè i problemi da risolvere sono 3 non 1... Puoi fare anche 1 milione di transazioni al secondo ma se ti bucano hai transato aria fritta per un milione di volte.
I Layer 2 non sono per niente obbligatori per il funzionamento di BTC che è arrivato a quello che è non certo per loro e va avanti con o senza loro.
Se uno usa un layer 2 si espone a possibili rischi esattamente come se usa altre chain perchè un layer 2 di BTC non è BTC..
Per quanto riguarda le fee poi non mi sembra che ETH faccia meglio...
L'hash power non può essere la causa iniziale del successo di BTC semplicemente perchè è arrivato sempre un pò dopo e quando è mancato vedi il ban della Cina BTC non è collassato, cosa successa invece ad altre chain che neanche si basano sulla PoW per la validazione...
Ovvio che BTC senza i miners non esisterebbe ma non esisterebbero neanche i miners (e forse neanche le altre crypto) senza BTC e non mi risulta siano nati prima i miners, quelli sono nati come funghi proprio grazie al valore economico e alla sicurezza della rete, tu investiresti centinaia di migliaia di dollari in hardware per farmare una moneta che rischia di sparire da un giorno all'altro??

Vittorio

"Ad oggi le ALT fanno solo altro non fanno meglio quello che fa BTC"
BTC gestisce 7 transazioni al secondo a livello mondiale con costi elevati. Quasi tutte le alt fanno meglio.
La lentezza di BTC richiede l'introduzione di Layer 2 che aumentano la superficie attaccabile. Certo se un attacco non manda KO l'intero network ma i singoli wallet sono più esposti.

L'hash power è la causa, non la conseguenza IMHO. Parliamo di grossi investimenti che richiedono tempo e hanno dei tempi di rientro.

csharpino

Si ma parliamo di capitali importanti la sicurezza non può essere assolutamente scambiata in favore della velocità, si può discutere sulle decentralizzazione ma non sulla sicurezza.
Gli interessi economici e Hash power sono la conseguenza della solidità del progetto non la causa e ben venga che sia un carrarmato perchè se per caso BTC crolla a causa di un problema tecnico le altre non è che ne giovano prendendo il suo posto, crollano insieme a lui, anzi probabilmente di più.
Le altre non sono tecnologicamente più evolute sono solo tecnologicamente diverse, evoluto vuol dire che fai quello che faceva il tuo predecessore ma lo fai meglio e magari fai anche altro. Ad oggi le ALT fanno solo altro non fanno meglio quello che fa BTC, ne in termini di decentralizzazione ne tantomeno in termini di sicurezza che come detto è la base della piramide, sono indietro su 2 punti su 3 quindi di evoluto hanno ben poco.
Sia chiaro, ben vengano perchè sono assolutamente necessarie allo sviluppo dell'intero ecosistema ma l'evoluzione è un'altra cosa..

Vittorio

Vale quella cifra perché è arrivato per primo, perché ci sono interessi economici dietro, perché ha un hash power imponente. E non sono cose da poco, sono tanta roba.
Inoltre, come dici giustamente tu, il bitcoin ha anche il grande vantaggio di essere up da tanti anni e quindi aver dimostrato che ha un livello di sicurezza altissimo.
Ma è un carroarmato (di 13 anni) non una Panda e nemmeno una Ferrari.
PS: Io non sto dicendo che ci sia un migliore, ma tante soluzioni tecnologicamente più evolute. Soprattutto se si parla di velocità, efficienza e smart contracts.

csharpino

Economicamente vale quella cifra e se è arrivata a valere quella cifra non è perchè ha un bel nome ma perchè da delle belle garanzie che gli altri non danno...
Scusa ma il fatto che muovi migliaia di transazioni al secondo ti arroga il diritto di poterti fare hakerare o di andare down a tua scelta?? Siamo a posto allora... La storia della beta poi fa ridere i polli, dal momento che muovi miliardi di $ non sei in beta perchè quei $ non lo sono... Certo il tuo ufficio marketing/legale può dirlo per evitare i problemi quando si presentano ma non lo sei.
Il problema è questa continua voglia di trovare "il migliore" in termini assoluti... Una Ferrari è meglio di una Panda??? Se la risposta è si prova ad andarci a fare un fuoristrada e poi torna a dirlo.. Il punto è che BTC è una cosa e "gli altri" sono un'altra, e anche tra "gli altri" ci sono le differenze.. Quando e se ci sarà qualcuno che risolve veramente (non sulla landing page) il trilemma e lo fa senza farsi bucare o andare down per un tempo ragionevole di anni allora potremmo dire che è anni luce avanti, fino a quel momento ci sono solo chain che fanno qualcosa meglio e altro peggio di altre, BTC incluso...

Stefano Brancato

Ma sai come funziona almeno?

Davide

Valgono troppo per essere usati

Thuglue

Le crypto (a parte le coin create per scammare) sono o token di rete (es. btc o eth) o token di utilità (tutti i token che governano i protocolli smart contract).

E no, non vengono utilizzate solo come riserva di valore o per speculare.

I token di rete, facendola facile, servono per pagare commissioni e rendere sicura la blockchain, ricompensando i miner (o gli staker nelle Proof-of-stake).
Quando viene sostenuto che non servono a nulla, allora non si è minimamente capito a cosa serve la Blockchain, e del perché la maggior parte delle aziende più capitalizzate nei più disparati settori (nonché molte istituzioni) stanno implementando soluzioni blockchain per far fronte a problemi vari.

Un esempio è la lotta alla contraffazione nella supply chain (dal settore food a quello della moda, al farmaceutico o all'automotive), o la gestione molto meno onerosa e più veloce delle rimesse (ad oggi i money transfer tra paesi sono veri e propri furti), o ancora al controllo della veridicità dei certificati vaccinali, o i sistemi di voto. Per non parlare delle conseguenze che avrà la finanza decentralizzata sulla vecchia finanza.

E, comunque, ad inquinare così tanto sono solo le blockchain basate sul sistema proof-of-work, poiché quelle del sistema proof-of-stake (la stragrande maggioranza) non hanno bisogno di potenza computazionale. Molte basate su POW stanno inoltre passando a POS (vedi ETH), e tra qualche anno rimarrà probabilmente solo BTC ad avere un algoritmo di consenso POW.

Raxien

Al netto delle cose sbagliate che hai detto, sono più o meno gli stessi discorsi che si facevano 4 anni fa. Eppure le crypto sono ancora vive, sono maturate (nel 2017 alcuni progetti erano solo sulla carta ora sono fatti e finiti). Molti volti noti e aziende le hanno in portafoglio, le banche anche e permettono di tradarle, aziende (come twitter, adobe, samsung, Ms, PayPal ecc) ci lavorano ed esistono pure Futures ed ETF (per ora su Bitcoin).
Se credi ancora che le crypto vogliano sostituire le valute fiat aggiornati.

Raxien

Ripeto, dimostri sempre di più la tua ignoranza in materia. Fatti una cultura e poi torna a parlare. Studiati cos'è sono la DeFi, le dApp e gli NFT poi torna a parlare.
Il motivo per cui stanno salendo è legato a quelle tre parole e alla loro adozione.

Vittorio

Perché cercano di gestire migliaia di transazioni al secondo e non 7. Perché alcune sono in beta.

Poi non è vero che muove poco meno della somma di tutte le altre, quella è la capitalizzazione di mercato.

Andrea900

Hahahahaha

ste

Per convertito intendo utilizzare bitcoin come unica moneta digitale all'interno dello stato, e l'euro solo per gli scambi commerciali con gli stati che non accettano e i pagamenti in contanti tra i cittadini.
Avremmo così tanti soldi da comprarci stati interi, altro che debito 20x.

csharpino

Se ne fai una questione puramente tecnica, mi verrebbe da chiederti come mai queste chain che tu definisci anni luce avanti sono state o vengono bucate o bloccate da problemi mentre quella indietro anni luce che muove da sola poco meno della somma di tutte le altre messe insieme non ha ancora subito dopo 13 anni questo genere di problema...

Vittorio

Grazie che hai iniziato ad argomentare. C’è tanta ciccia, riesco a rispondere solo a qualcosa.
Tap è un soft fork, aggiorna la blockchain btc non è come il LN.
Ho scritto che ci sono blockchain più avanzate tecnologicamente al netto della DeFi, ma va considerato che Taproot è pensato anche per gli smart contracts.
Bitcoin ha sacrificato la scalabilità (che demanda ai layer2) per la sicurezza. Il suo livello di sicurezza però è merito dell'hash power, più che della tecnologia.
Solana ad esempio è andata down su uno spike di 400.000 transazioni al secondo (Bitcoin arriva a 7). E in realtà non è andata down, si è congestionata ed è stata spenta per un fix “rapido” e molto poco decentralizzato (male, ma volendo stare al tuo esempio Solana è la Apple delle alt).

csharpino

Visto che banche, fondi di investimento ed interi stati praticamente tutti i giorni ormai entrano e operano nel mondo crypto sarei leggermente tentato a pensare che forse stai dicendo una miriade di defecate...

met

ebbene funziona proprio così..

csharpino

1) coinmarketcap ti da tutte le info che cerchi.
2) Un PAC per definizione non avrebbe nulla a che fare con i dump e i pump di breve periodo, serve proprio a non tenere in considerazione questi eventi comprando sempre ad una data fissa.
3) Se proprio vuoi adottare questa strategia, che se fata bene può avere anche un senso (il problema è farla bene!!) ti basta usare un qualunque exchange impostando dei limit order ai prezzi che ti interessano. Se poi vuoi andare un pelo oltre su FTX puoi anche programmare una sorta di Bot con logiche più complesse ma non è proprio banale da fare.
4) Capisco andarci piano ma non ci vedo molto senso a fare dei PAC con un investimento di 50/100€ mese spalmati anche solo su 10 crypto... (o intendevi 50/100€ a singolo pac??). Con quel genere di investimento non andrei oltre i 2 max 3 Pac e a quel punto la scelta è praticamente obbligatoria: BTC, ETH e se proprio vuoi una terza ti scegli quella...
5) Visto le cifre in ballo puoi usare un qualunque exchange, consiglio personale Crypto . com per la semplicità, o FTX se come ti dicevo vuoi andare un po oltre, Binance andrebbe bene ma in questo momento non accettando SEPA ed avendo commissioni sui versamenti con carta non ha molto senso per iniziare.

Michele Scalini

Usa Binance

Kilani

Hai cercato informations anche su Google? Very spesso i forum specialized sono i migliori per imparare something.

Rick Deckard®

Infatti volevo capire se era un'attività legale o meno... Siamo nel legale ma sul limite XD

Antsm90

Beh oddio, più gente investe e più il valore sale, se tutta la "marmaglia" iniziasse ad avvicinarci al momdo crypto, chi ci sta investendo da tempo ne gioverebbe parecchio

Appunto, quindi non è una moneta, è uno strumento finanziario non meglio identificato per i comuni mortali.

Paolo C.

Non mi frega una cipp4 di quello che hai guadagnato con una speculazione finanziaria. Per me è come vantarsi di aver vinto alla lotteria. Io non mi lamento di nulla visto che un’azienda che ho costruito con le mie capacità e che mi permette di avere utili nell’ordine di 200k euro/anno (al quinto anno di esercizio) Senza contare l’indotto per i fornitori e dipendenti. Le borse sono regolamentate e seguono logiche di mercato. Le crypto che logiche seguono, quelle dei multimiliardari che ti spennano come un pollo? Comunque vai avanti così ne riparliamo tra 4-5 anni.

Paolo C.

Se investi i tuoi soldi in ETF che copiano indici di borsa hai già risolto tutti i problemi elencati qui sopra. Non ci vuole certo un mago. Il BTC in un anno ha avuto oscillazioni del 300% . Solo un folle investirebbe tutti i suoi risparmi in un bene di questo tipo.

Abbiamo provato i nuovi Galaxy Z Fold4 e Z Flip4, ecco le novità! | VIDEO

Copertura 5G, a che punto siamo davvero? La nostra esperienza in città

Spotify, Apple Music e gli altri: chi vincerà sul ring dello streaming musicale?

Xiaomi 11T ufficiale con Pro, 11 Lite NE e Pad 5. PREZZI e disponibilità Italia