Bitcoin: approvato primo ETF sui future negli USA, criptovaluta attorno ai 60.000 $

18 Ottobre 2021 14

Nel corso della giornata di venerdì Bitcoin è tornato sopra quota 60.000 dollari, che mancava oramai dalla metà di aprile, e durante il weekend ha sfiorato i 63.000 dollari, vicino a quei 64.800 circa che rappresentano tutt'oggi il record. Nel momento in cui scriviamo, BTC ha leggermente ritracciato ma si mantiene sopra quel valore critico, segnalando un andamento positivo che per molti è da ricercare nell'approvazione del primo ETF sui future di Bitcoin negli Stati Uniti, rumoreggiata per qualche giorno e poi avvenuta effettivamente oggi.

Il Securities and Exchange Commission (o SEC), l'ente regolatore per le materie finanziarie negli USA, ha deciso di accettare la proposta di ProShares e del suo ProShares Bitcoin Strategy ETF: uno strumento basato su derivati future che danno modo agli investitori di "scommettere" sul prezzo futuro di Bitcoin, piuttosto che acquistare e detenere direttamente la criptovaluta. Un sistema ritenuto evidentemente più sicuro, anche se ci sono già diverse aziende che hanno Bitcoin al centro della propria offerta, il trust di Grayscale su tutte, o in pancia, come Tesla e ARK, e che fanno storcere il naso sulle perplessità espresse in sede di approvazione di un ETF che lo detenga direttamente attraverso posizioni spot. Un po' come già accade in diversi altri Paesi.


Il primo ETF legato a Bitcoin negli Stati Uniti è comunque una notizia positiva per il mondo delle criptovalute: gli exchange-traded fund sono divenuti un mercato enorme grazie alla flessibilità che offrono, basti pensare a quelli che raccolgono interi indici o settori d'investimento, e alla diffusione delle app, delle banche ma non solo, che li includono da anni nella loro offerta. Quanto accaduto oggi apre a Bitcoin un mercato molto più vasto e magari anche una normalizzazione, a tendere, nel prezzo di scambio.

Finora la SEC si è dimostrata restia ad approvare ETF che pongono al centro della loro offerta Bitcoin adducendo dubbi sulla liquidità e sulla trasparenza dei movimenti, oltre al presunto rischio di truffe, ma questa apertura sugli ETF che mettono al centro i future potrebbe lascia intravedere uno spiraglio per ulteriori evoluzioni in futuro. Tra l'altro il mondo degli ETF non è nuovo a prodotti rischiosi, con numerosi operatori che, ad esempio, propongono sul mercato statunitense prodotti a leva dall'alta volatilità potenziale.


14

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Francesco Renato

Per il semplice motivo che le commisioni ETF sono solo il compenso del gestore in quanto il costo di compravendita dei titoli rientra tra i costi sopportati dal fondo e quindi incide direttamente sul valore dell'ETF, in altre parole comprando ETF tu non paghi soltanto le commissioni di compravendita ma anche il compenso al gestore, quest'ultimo in modo diretto, le commissioni di compravendita in modo indiretto in quanto sostenute direttamente dall'ETF.

Giovanni Giorgi

Più che altro è più comodo per alcuni investitori

Per investitori retail andare da un Exchange o da un broker cambia poco. Se poi non ti fidi dell'exchange li metti su un tuo wallet.

Per gli istituzionali valutare la gestione e procedure di sicurezza di un wallet è complicato; trattare ETF lo fanno abitualmente

Giovanni Giorgi

Ora attendiamo gli ETF inversi, che chiede anche Burry

Raxien

E al suo scoppia arrivano quelli che dicono ‘visto? L’avevo detto!’

Frederik

Sì Sì

THORino

Tecnicamente è definibile come una serie di bolle di cadenza quadriennale

Raxien

Sono già arrivati quelli che chiamano la bolla?

Raxien

Per chi non è posizionato: have fun staying poor

Raxien

Nostradamus segno …

G M

Non vorrei sbagliare ma a occhio do almeno 3 mesi e dopodiché per l'ennesima volta ci sarà il tracollo dell'economia mondiale e anche questa volta non pagheranno i veri colpevoli no, solo i citrulli che hanno abboccato all'ennesimo venditore di pentole. I cravattari danno più garanzie della FED, accattativilli.

THORino

Occhio. TotalCap settimanale chiusa sopra una forte resistenza e rsi settimanale sta “testando” i 70. Chi deve capire intenda chi non capisce si informi. Per molti potrebbe essere l’occasione della vita

Dike Inside

beh... dipende...
Dipende dagli accordi che hai con la banca per lo scambio di ETF, e dagli accordi che hai con un exchange per lo scambio di Bitcoin.
Per un piccolo investitore, con riferimento a solo Coinbase, forse sì, ma ci sono molti exchange più economici.

Sheldon Cooper

Fare trading su un ETF mi sembra che abbia commissioni più basse che farlo direttamente sulla criptovaluta.

qwerty

Prima di scrivere questo articolo avete chiesto l'opinione di Surak sulle criptovalute?

Abbiamo provato i nuovi Galaxy Z Fold4 e Z Flip4, ecco le novità! | VIDEO

Copertura 5G, a che punto siamo davvero? La nostra esperienza in città

Spotify, Apple Music e gli altri: chi vincerà sul ring dello streaming musicale?

Xiaomi 11T ufficiale con Pro, 11 Lite NE e Pad 5. PREZZI e disponibilità Italia