Vodafone: multa da 5,7 milioni di euro annullata dal Tar, servono prove

16 Settembre 2021 25

Accogliendo un ricorso avanzato dalla compagnia telefonica, il Tar del Lazio ha annullato la multa da 5,7 milioni di euro che era stata comminata nel 2017 a Vodafone Italia. La questione era stata sollevata dalla società Ubiquity, oggi Kaleyra, che accusava Vodafone di applicare tariffe tali da compromettere la capacità competitiva dei concorrenti attivi nel mercato degli sms "bulk", ovvero quelli che vengono inviati in maniera massiva: in pratica, di vendere questo servizio nel mercato all'ingrosso a prezzi non replicabili a livello retail da un'azienda efficiente.

Come riporta Il Corriere, la compagnia telefonica fu accusata di discriminazione tra divisioni interne e clienti esterni per quanto concerne le condizioni economiche del servizio di terminazione sms e in particolare nella pratica di margin squeeze, cioè la compressione dei margini nell'applicazione di prezzi retail degli sms informativi aziendali.

PERCHÉ É STATA ANNULLATA

Vodafone ha impugnato la multa decisa dall'Antitrust rivolgendosi al Tar, la cui sentenza ora sostiene che l'Autorità non abbia sufficientemente dimostrato il nesso tra il costo pagato dagli operatori tipo Keyrala a Vodafone e il costo degli sms "bulk". Secondo il Tribunale amministrativo regionale, la fattispecie di abuso dominante che si attua attraverso una compressione di margini:

richiede una dimostrazione attraverso uno dei test di prezzo, e non già inferendone l'esistenza dalla dimostrata volontà dell'operatore verticalmente integrato di comprimere tutta o una parte della concorrenza sul mercato a valle del prodotto finale.

Inoltre, sempre secondo il Tar, l'Antitrust avrebbe dovuto considerare anche che la terminazione mobile venduta da Vodafone nel mercato a monte è solo una componente del prezzo finale dei pacchetti "bulk", a cui andrebbero aggiunti ad esempio anche il costo di terminazione di sms sulle reti Tim e Wind.


25

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Nesscaffe
Aniene

Guarda caso sempre il TAR del Lazio. Ma nessuno al CSM ha chiesto di indagare su eventuali rapporti tra questi giudici e management di Vodafone per vedere se c'è uno scambio di "favori" in essere?

Tiwi

se la cavano sempre è

Undertaker

Ci vogliono meno gestori di telefonia e piu PELO, riflettere gente riflettere...

Davide Nobili

Vodafone intanto continua imperterrita a trattenere 1,50€ dal credito residuo della Sim per ogni portabilità effettuata in uscita dovuta da un recesso causato da modifiche contrattuali, e mai è stata multata per questo.

ghost

La giustizia vince sempre non come nei film

Felipe Campos ™

Evidentemente il tristemente famoso Tar del Lazio, incassa una percentuale per ogni multa che annulla.

VV

AGCOM:"adesso facciamo un bel multone così facciamo una bella figura...e poi la tolgono, tanto c'è il TAR del Lazio....la legge è legge"

SteDS

Tar del Lazio:
"richiede una dimostrazione attraverso uno dei test di prezzo, e non già inferendone l'esistenza dalla dimostrata volontà dell'operatore verticalmente integrato di comprimere tutta o una parte della concorrenza sul mercato a valle del prodotto finale."

E come l'ultima volta, tradotto significa:
"Tarapia tapioco come se fosse antani con la supercazzola prematurata, con lo scappellamento a destra."

Ormai il Tar del Lazio è una garanzia.

Raphael DeLaghetto

Praticamente li ci sono i giudici aziendali

Albe95

Infatti, cercando su Google "Tar del Lazio multa" non ho trovato mezzo articolo che sia una conferma della pena

Simone Camanini

Leggendo le notizie che compaiono anche sui giornali una volta ogni tanto, le conferme parrebbero essere l'assoluta eccezione...

csharpino

Cioè l'unica volta che Vodafone faceva pagare di meno qualcosa rispetto alla concorrenza quel qualcosa erano gli SMS bulk che vengono usati in larga parte per scartavetrare i maroni con pubblicità o scam?

Albe95

Ma c'è una volta in cui il Tar del Lazio abbia CONFERMATO una multa ad una grossa azienda?

Laevus

Sapevo che si trattava del TAR del Lazio ancora prima di aprire l'articolo.

Surak 2.04

Le valigette e i pagamenti sull'Iban sono roba da ladri di polli.
La gente "onesta" viene assunta (o qualche parente stretto) o fa carriera.
Il magistrato che ha cercato di distruggere ENI è stato premiato con un posto europeo, sia mai il caso.
Politici pagati oro per parlare quando in Italia li pagheresti per stare zitti (e questo è il trucco per comprarsi i POTUS, figuriamoci mezze cartucce) o con incarichi vari (vedi ONU).
Insomma, ci vuole la volontà di vederci il legame per quanto evidente, nel caso, ma spesso quelli che devono vedere legami sono in aspettativa del proprio turno

:((

Marco P.

Che sarebbe questo test di prezzo? Una variazione della condotta dell'azienda non è sufficiente? Che schifo.

Squak9000

agcom serve a nulla... funziona solo quando una partita di pallone ha ritardi di qualche secondo. Allora scatta la Swatt!

Squak9000

agcom serve a nulla... funziona solo quando una partita di pallone ha ritardi di qualche secondo

Anto

I dirigenti vodafone tirano un sospiro di sollievo, stavano per acquistarsi come premio annuale una Urus versione base, ora possono optare per quella full optional.

BerlusconiFica

Peccato

Massimo

controllate i conti correnti del ispettore del Tar sicuramente ci troverete un più 500000euri sul conto

Sheldon Cooper

I miei dividendi ringraziano.

Crazy999

il tar del lazio deve avere una particolare affezione per le telco.
proprio non gli riesce di tirargli le orecchie

Spotify, Apple Music e gli altri: chi vincerà sul ring dello streaming musicale?

Xiaomi 11T ufficiale con Pro, 11 Lite NE e Pad 5. PREZZI e disponibilità Italia

Internet down: migliaia di siti offline, tra cui Amazon e Twitch | Cos'è successo

Amazon Prime Day 2021 le date e le offerte già attive: 21 e 22 giugno ufficiale