Loot è l'ultima moda virale: NFT, blockchain, RPG, social... E tanti soldi

03 Settembre 2021 13

Loot sta emergendo come fenomeno virale del momento: è una specie di social che ha che fare con blockchain, NFT e in qualche modo i giochi di ruolo fantasy... Non è ben chiaro che cosa tratti - o meglio, sì, ma si fa fatica a crederci, anche rileggendo più volte - ma è chiaro che ci stanno girando attorno un sacco di soldi e che c'è un gran numero di persone che in qualche modo ci si sta divertendo.

Dunque, la cosa parte da Dom Hoffman, sviluppatore piuttosto noto per aver co-creato Vine e in seguito altri social network minori, come Peach e Byte. A un certo punto si è iniziato a interessare di criptovalute e blockchain, ed è incappato negli NFT. Si è iniziato a chiedere se esistevano modi "trasversali" e innovativi per creare contenuti NFT che esulassero dal classico meme, il video o la GIF animata. Cercava nuovi formati e soprattutto un modo per permettere alla gente di interagire e modificare/ampliare il contenuto.

Nasce Blitmap, che viene descritto come un universo fantasy creato dalla community. Consiste di 100 immagini da 32 x 32 pixel che combinano elementi di sci-fi e fantasy; mischiate assieme, prendendo la composizione di un'immagine e usando la palette di un'altra, sono nati 1.600 "fratelli"; l'obiettivo era creare storie e intrecci partendo proprio da questi personaggi così creati. Giusto per avere un'idea di cosa stiamo parlando, la Blitmap più economica oggi sul mercato costa 98.000 dollari.


Dopodiché Hoffman ha scritto un generatore casuale di pezzi di equipaggiamento da avventuriero, del tipo di quelli che sono alla base di giochi come Diablo o Borderlands per capirci. Nessuna statistica, nessuna immagine: solo nomi generati casualmente. Per esempio: "Hard Leather Armor"; "Divine Hood"; "Necklace of Enlightenment"; e così via. Li ha raggruppati in 7.777 "borse" e li ha caricati la settimana scorsa sulla blockchain di Ethereum. Sono formalmente gratuiti, ma gli utenti devono pagare i costi di gestione/elaborazione della rete Ethereum ("Gas", in gergo).

Ecco, questo è Loot. Un tizio ha messo assieme più gruppi di parole assemblate casualmente, e gli utenti hanno dato denaro alla rete Ethereum per ottenerli. Nei cinque giorni successivi i gruppi di oggetti sono stati rivenduti e scambiati sulla rete per un totale di 46 milioni di dollari, e hanno raggiunto una capitalizzazione di 180 milioni di dollari. Questo mercoledì, la Loot Bag in vendita più economica costa 20.000 dollari. Ripetiamo, perché magari non si capisce: 20.000 dollari per ottenere un elenco, solo testuale, di nomi di equipaggiamento fantasy generati casualmente. Quella stessa Loot Bag ora costa 46.000 dollari.

Chi ha ottenuto le Loot Bag inizialmente ha fatto fortuna, letteralmente, da un giorno all'altro. Parliamo di quel tipo di fortuna che cambia la vita a te e a tutti i tuoi cari. Jackson Dame ha iniziato a interessarsi alle cripto e alla blockchain appena otto mesi fa, e ha fatto da content e community manager per il wallet Rainbow. A Dame era piaciuto Blitmap, e si era incuriosito di Loot. Ha comprato alcune Loot Bag non appena sono arrivate sul mercato, e dopo pochi giorni ne ha rivendute alcune (solo alcune!) per centinaia di migliaia di dollari. Ha sanato i suoi debiti e ha preparato i piani di pensionamento dell'intera famiglia.

Hoffman ha detto che il suo obiettivo iniziale era capire se la gente sarebbe stata ispirata da Loot - se avrebbe, insomma, prodotto altri progetti creativi basandosi sugli oggetti generati casualmente. Ed è effettivamente andata così: la gente ha iniziato a disegnarli, sono stati addirittura creati algoritmi AI in pixel art, sono nate le gilde in base al contenuto delle Loot Bag, i marketplace alternativi per vendere gli elementi più rari e difficili da trovare.

È molto difficile prevedere cosa diventerà Loot - ammesso che diventi effettivamente qualcosa. Nasceranno delle esperienze effettivamente consumabili - per esempio dei racconti che narrano le leggende di Death Root, i Parastinchi Ornati dell'Abilità? O magari un videogioco in cui i personaggi possono equipaggiare Grim Shout, la Bacchetta Austera dell'Abilità +1? Nessuno lo sa, men che meno Hoffman stesso. Che non pianifica di mettersi a lavorare a Loot a tempo pieno, anche se il numero di utenti che ci si è interessato (e le quantità di denaro che ha fatto girare) è decisamente da non sottovalutare.

Il prossimo obiettivo è rendere Loot più accessibile: non tutti hanno migliaia di dollari da spendere nelle Loot Bag. Hoffman punta a creare una versione "sintetica" del database: sono delle repliche delle Loot Bag (ricordiamo, giusto per tenere traccia, che sono sempre un elenco testuale di oggetti generati a caso) che chiunque può ottenere gratis - basta attivare un wallet Ethereum.


13

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
pollopopo

mi ricorda 100 anni fa... la borsa pareva un gioco e poi.... be si sa..."i believe i can fly"

Alessio

va oltre ogni mio principio, di qualunque tipo... ma niente, c'è poco da fare ragazzi, in qualche modo c'è da buttarsi dentro questo settore: blockchain e tutto quello che ne deriva... in qualche modo - probabilmente totalmente casuale come in questo caso descritto nell'articolo, arriva la botta di cul e si svolta, almeno per ora dove praticamente TUTTO è possibile

Assurdo, ma è così

Pistacchio

Che Bottanate.

Roberto

E' come se avessi provato a leggere l'arabo..... capito 'na cippa!

LoneWolf®

<iframe width="560" height="315" src="https://www.youtube.com/embed/7WE84fnaZmA" title="YouTube video player" frameborder="0" allow="accelerometer; autoplay; clipboard-write; encrypted-media; gyroscope; picture-in-picture" allowfullscreen=""></iframe>

Andhaka

Ma perchè, ancora qualcuno era convinto del contrario??

Cheers

Pistacchio
Nicola

Siamo in due.....

Pistacchio
C#Dev

Ora qualcuno si azzardi a dire che gli NFT non sono UNICAMENTE l'ennesimo gioco di chi vuole far girare soldi o fare speculazione su qualcosa di assolutamente insensato.

alessandro78293
lupodany

Non ho parole.. per l'ennesima volta! E dire che so o parecchio logorroico stando ai miei amici!!!

Copertura 5G, a che punto siamo davvero? La nostra esperienza in città

Spotify, Apple Music e gli altri: chi vincerà sul ring dello streaming musicale?

Xiaomi 11T ufficiale con Pro, 11 Lite NE e Pad 5. PREZZI e disponibilità Italia

Internet down: migliaia di siti offline, tra cui Amazon e Twitch | Cos'è successo