WhatsApp: multa da 225 milioni di euro in Irlanda per violazione della privacy

02 Settembre 2021 38

WhatsApp è stata condannata in Irlanda, dove opera la sua divisione europea, a pagare una maxi multa da 225 milioni di euro per violazione della privacy: l'accusa era quella di collezionare e condividere con le altre aziende che fanno riferimento a Facebook i dati degli utenti, in maniera non trasparente. WhatsApp ritiene il provvedimento "completamente sproporzionato" e, come prevedibile, farà appello.

Secondo il Data Privacy Commissioner irlandese, una sorta di garante della privacy locale, la controllata da Facebook non avrebbe aderito alle regole imposte dall'Unione Europea a partire dal 2018 per quanto riguarda i dati degli utenti. WhatsApp ha risposto alla sentenza dicendo che sono impegnati "a garantire un servizio sicuro e privato. Abbiamo lavorato per essere certi che le informazioni che forniamo agli utenti siano trasparenti e complete, e così continueremo a fare", ribadendo che non trovano corretta la decisione.

Il luglio scorso la European Data Protection Board aveva ribadito l'importanza di far rispettare le norme per la protezione dei dati e della privacy degli utenti. Norme che, in occasione di questa multa, ha invitato nuovamente WhatsApp a rispettare. Quella di cui si parla in questo articolo è, tra l'altro, solo uno di 14 procedimenti aperti contro Facebook, Instagram e le altre realtà del gruppo.

Sempre parlando di privacy, tra l'altro, qualche settimana fa era stata proprio WhatsApp, attraverso il suo capo Will Cathcart, a criticare Apple per la spinosa questione legata alle foto depositate su iCloud e oggetto d'indagine per verificare che non contengano materiale pedopornografico già noto alle autorità e alle associazioni che si muovono in quell'ambito.


38

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Cave Johnson

Ti consiglio di abbandonare WhatsApp e qualunque altra zuckerata non appena ti è possibile ;)

Ratchet

E l'Irlanda invece quando viene multata?

BerlusconiFica

Mi ha detto che si basano sul numero di tel, non ti scomodare

BerlusconiFica

Una volta ho visitato il sito Fiat col cellulare, mi hanno telefonato dal concessionario di zona chiedendomi se fossi interessato a comprare un’auto…è legale secondo voi?

Danny Green

Speriamo sia vero.

svkap

Faranno ricorso e non pagheranno un solo cent. Un classico, direi.

salvatore esposito

ma i no-vax sono una dozzina, solo che si fanno decine di account a testa... lo vediamo anche qui con zimidibidubilu

salvatore esposito

dovrebbero aggiungere altri 3 zeri a quella multa e poi farne una per ogni paese dell'unione europea

Pistacchio
Pistacchio

è un'app che se non conosci o sei un troll o vivi in una caverna

"Abbiamo lavorato per essere certi che le informazioni che forniamo agli utenti siano trasparenti e complete, e così continueremo a fare"

ottimo, così monetizzeremo nuovamente con altre belle multine

Danny Green

LOOOOOL

Lello
comatrix

Che bisognerebbe adeguare come segue:

1. Accettare il trattamento dei dati del sistema (obbligatorio)
2. Accettare che le informazioni siano trasmesse a terzi

Credimi non è difficile per nulla, ma non lo vogliono fare poiché sarebbero benissimo a cosa vanno incontro, ergo mettono tutto insieme nello stesso calderone.
Come dico sempre:

- l'utente generico è un dinosauro, sta A TE AZIENDA adeguarti e fargli capire le cose

Se poi acnnhe così no le capisce, tu hai fatto il tuo dovere e la colpa ricade sull'utente stesso

asd555

In linea di massima hai ragione, ma per usare un servizio devi accettare un contratto di licenza (che non legge mai nessuno).

comatrix

Il punto è sempre lo stesso:

- deve decidere l'utente a chi dare o no (e quali dare) le informazioni che appartengono all'utente stesso

I dati degli utenti appartengono agli utenti non alle aziende, ergo sta agli utenti decidere cosa farne non alle aziende

Danny Green

Stasera lo chiedo a mia madre, dato che e' in quella situazione.

Danny Green

E' un'app simile a Telegram che va tanto di moda fra i no vax.

Danny Green

Cosi' tanti?!

Moveon0783 (rhak)

Ok grazie! Adesso è tutto più chiaro.

Pistacchio
anemomylos

Quando scrivi qualcosa nell'applicazione sul tuo telefono (client) lo scrivi in modo chiaro. L'applicazione lo cripta e lo invia al computer centrale (server). Quando il ricevente e' online il server gli invia il testo criptato. L'applicazione lato client nel ricevente decripta il testo in modo che sia leggibile.

Avere E2E in questo caso ti assicura che il server (WhatsApp) e tutto il resto (internet provider e infrastruttura di mezzo) della rete (internet) che utilizzi non possa leggere il testo in chiaro. Ma non ti garantisce che l'applicazione client non possa inviare il testo (in chiaro) al server una seconda volta, magari dopo averlo criptato E2E, utilizzando una chiave di criptazione che sia conosciuta dal server.

Per avere la massima garanzia la comunicazione non deve essere solo E2E ma anche decentralizzata - non deve esistere un server centrale con cui comunicano i client, ma i client devono comunicare direttamente tra loro.

Eagle03

la end-to-end impedisce a Facebook di leggere i tuoi messaggi mentre si trovano sui suoi server, non sul client dove vengono decrittati per mostrarteli.

Lello

Una curiosità, per chi non ha o non ha mai avuto un account facebook/instagram/twitter etc.. su cosa profilano?
Si basano sul numero di telefono? Ma se poi quel numero di telefono non è collegato a nessun social network che se ne fanno di quei dati?

Daniel

A questo punto che prendano tutto il messaggio almeno lo storicizzano completo

Nick126

Forse vengono prese delle parole chiave a monte e inviate parallelamente (magari sempre criptata, ma con altra chiave che hanno loro)

Moveon0783 (rhak)

Sì ma la end-to-end non serve proprio ad impedire che elementi terzi (proprietari della piattaforma e quindi dei server inclusi) riescano ad avere accesso ai contenuti?

Salvatore Provino

Parole in libertà. Io lo userei volentieri pagandolo 10 volte quanto si pagava prima invece di avere una profilazione opaca pena non potere usare il servizio. E poi manco era di Facebook.

Salvatore Provino

Ma quando mai, principalmente monitorano gli orari di utilizzo, la posizione, incrociano con gli altri contatti ed estrapolano interessi in comune basandosi sul profilo Facebook per ribaltarteli negli advertisements. E anche se non è confermato, pare che il software estrapoli il contesto dalle conversazioni. Non uso Facebook da anni quindi non ho esperienze dirette in merito, ma i report degli ultimi tempi sono chiarissimi. Il discorso Whatsapp Business, almeno al momento, è uno specchietto per le allodole.

anemomylos

La criptazione viene gestita dall'applicazione. L'applicazione, ogni applicazione non solo WhatsApp, e' in grado di leggere il messaggio decriptato lato client. A questo punto potrebbe inviare al server delle parole chiave estratte dal testo e/o anche il testo integrale.

Daniel

Il loro guadagno sarà quell'1% - almeno pubblicamente poi altri giri li sanno loro.

Moveon0783 (rhak)

Il 99% delle chat sono con contatti non business (amici, partner, parenti etc).

Daniel

Loro sanno che tu chatti con il wa business del gommista: quando entrerai sul Facebuuk vedrai i banner delle gomme.

Moveon0783 (rhak)

Quando noi pagavamo per WhatsApp, la piattaforma non era di zuckerberg

Moveon0783 (rhak)

Io non ho mai capito una cosa: come fanno gli algoritmi di WhatsApp a superare la barriera della end-to-end riuscendo così a profilare l’utente tramite i contenuti della chat? Perché è ovvio che profilano tramite quelli, mica tramite nome e foto profilo.

Portobello

e noi che all'epoca pagammo pure per avere sta roba (e pure senza e2e). Io cerco di usarla il meno possibile

Xiaomi 11T ufficiale con Pro, 11 Lite NE e Pad 5. PREZZI e disponibilità Italia

Internet down: migliaia di siti offline, tra cui Amazon e Twitch | Cos'è successo

Amazon Prime Day 2021 le date e le offerte già attive: 21 e 22 giugno ufficiale

I migliori smartphone 5G economici | Guida