Tutti i prezzi sono validi al momento della pubblicazione. Se fai click o acquisti qualcosa, potremmo ricevere un compenso.

Sparkle insieme a Google per una nuova super dorsale globale

29 Luglio 2021 4

Sparkle, una delle società del Gruppo TIM leader nel mondo nel settore delle dorsali in fibra, ha annunciato oggi che collaborerà con Google e altri operatori per la realizzazione di Blue & Raman Submarine Cable Systems. Si tratta di un backbone composto da Blue System che collegherà Italia, Francia, Grecia e Raman System che collegherà Giordania, Arabia Saudita, Gibuti, Oman e India. La piena operatività dell'intera rete è prevista nel 2024.

"Siamo molto orgogliosi di rafforzare la nostra collaborazione con Google con questa infrastruttura intercontinentale all'avanguardia", ha commentato Elisabetta Romano, Amministratore Delegato di Sparkle. "Con Blue & Raman Submarine Cable Systems, Sparkle potenzia le sue capacità nelle rotte strategiche tra Asia, Medio Oriente ed Europa e l’estensione di BlueMed consolida la sua presenza nell’area del Mediterraneo".

Nello specifico si parla di "nuovi sistemi di trasmissione via cavo, dotati di 16 coppie di fibra ciascuno" progettati seguendo i principi innovativi di open cable e open landing station "per garantire la massima apertura verso altri operatori in termini di gestione della fibra e di accesso ai punti di terminazione dei cavi". In sintesi viene agevolata la diversificazione, scalabilità e latenza.

La novità sostanziale del Blue System (o BlueMed) è che seguirà una rotta che attraverserà lo Stretto di Messina anziché il Canale di Sicilia; il completamento è previsto per il 2022. In questo modo verranno agevolati Internet Service Provider (ISP), carrier, operatori di telecomunicazioni, fornitori di contenuti, imprese e istituzioni.

Sparkle, in seno al Blue System, continuerà a mantenere la proprietà e la gestione esclusiva della dorsale BlueMed con quattro coppie di fibre aggiuntive e una capacità trasmissiva iniziale di oltre 25 Terabit al secondo (Tbps) per coppia di fibre. Questo si estende ormai fino alla Giordania (Aqaba), condividendo con Blue System le componenti sottomarine e aggiungendo diramazioni private in Francia (Corsica), Grecia (Chania – Creta), Italia (Golfo Aranci – Sardegna e Roma), Algeria, Tunisia, Libia, Turchia, Cipro e altre ancora nel futuro.

Infine bisogna sottolineare che BlueMed "supporterà collegamenti diretti e senza interruzioni in tutto il bacino del Mediterraneo con livelli di latenza ed efficienza spettrale senza precedenti".

La nuova stazione di atterraggio neutrale di Sparkle a Genova rappresenta poi il punto di ingresso privilegiato per l'accesso all'ecosistema digitale di Milano e in prospettiva futuro il percorso rappresenterà la via preferenziale per i futuri cavi sottomarini in contatto con Africa, Medio Oriente, Asia ed Europa.


4

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Portobello

eh?

Surak 2.04

Manca qualcosa, quando si dice che passare per lo stretto invece che per il canale porterà a questo
"In questo modo verranno agevolati Internet Service Provider (ISP),
carrier, operatori di telecomunicazioni, fornitori di contenuti, imprese
e istituzioni."

Che senso ha dire che passare da una parte che dall'altra avrebbe vantaggi per generici clienti finali? O si era già cambiato discorso oppure manca una roba tipo "della Sicilia" presupponendo che passare dal canale e non dallo Stretto coinvolgeva meno l'isola.
Ma è proprio buttata lì

Potrebbero adottare la recente tecnologia giapponese da record, che se non ricordo male diceva che si adattava al sistema attuale di costruzione di dorsali (ma con velocità record appunto)

edd

Se tranci una dorsale del genere è meglio che poi ti sotterri sotto la sabbia del fondale.

boosook

Recensione e Riprova Google Pixel Buds Pro, rinate con l'aggiornamento

24H con Oppo Find N2 Flip, la sfida a Samsung è servita | VIDEO

Abbiamo provato i nuovi Galaxy Z Fold4 e Z Flip4, ecco le novità! | VIDEO

Copertura 5G, a che punto siamo davvero? La nostra esperienza in città