Parler ha rifiutato una partnership con Trump per difendere i suoi princìpi

29 Giugno 2021 25

Parler avrebbe rifiutato una partnership con l'ex Presidente degli Stati Uniti Donald Trump: il social network non sarebbe stato disposto ad assecondare una condizione chiave dell'accordo, ovvero espellere dalla piattaforma tutti gli utenti detrattori. L'informazione proviene da un estratto del nuovo libro del giornalista Michael Wolff, che racconta gli ultimi, travagliati giorni della presidenza di Trump; un estratto è stato pubblicato sul New York Magazine.

L'accordo era in lavorazione da tempo: lo staff di Trump, racconta Wolff, aveva contattato Parler già mesi prima. All'epoca era ancora un social molto piccolo e di nicchia, ma già attirava l'attenzione dei gruppi di estrema destra per via delle politiche di moderazione molto permissive e blande. Proprio dall'estrema destra arrivava anche buona parte dei finanziamenti - in particolare Bob Mercer e la figlia Rebekah. Mercer è un investitore americano di successo, che ha versato molto denaro sia alla campagna elettorale di Trump stesso sia a Breitbart News, giornale americano di riferimento dei Repubblicani più convinti; e in passato è stato uno dei principali finanziatori di Cambridge Analytica - proprio quella dello scandalo di Facebook.

L'obiettivo dell'accordo era, semplicemente, di trasferire tutte le attività social di Trump dai canali usati fino a quel momento (prevalentemente Twitter, come sappiamo) su Parler in esclusiva. In cambio, Trump avrebbe ricevuto il 40% dei ricavi lordi. La piattaforma avrebbe accettato, ma l'idea di bannare i detrattori era vista come una violazione di uno dei suoi princìpi fondamentali - ovvero la libertà di parola come massima priorità.

Non è perfettamente chiara la collocazione temporale delle trattative: viene solo spiegato che sono avvenute poco prima della fine del mandato di Trump, sconfitto dal candidato democratico Joe Biden. Come sappiamo, il rapporto tra Trump e i social è precipitato dopo gli eventi del 6 gennaio, ovvero l'attacco al Campidoglio condotto dai seguaci di Trump stesso. Il presidente è stato ritenuto colpevole di istigazione alla rivolta da praticamente tutte le piattaforme, da Twitter a YouTube a Facebook, ed è stato bannato in modo più o meno definitivo all'unanimità.

I seguaci di Trump si sono conseguentemente riversati in massa proprio su Parler, ma anche questa iniziativa è durata poco: Google e Apple hanno rimosso l'app dai rispettivi negozi di app, mentre Amazon Web Services ha annullato il contratto di hosting. Parler è tornata qualche mese dopo, con un nuovo fornitore di servizi e regole di moderazione più severe; recentemente è stata riammessa anche nell'App Store, con alcune limitazioni, mentre continua a latitare sul Play Store.

Trump, intanto, ha inaugurato una sorta di suo "social", From The Desk of Donald Trump, che era sostanzialmente una sezione del sito ufficiale da cui poteva pubblicare post simili ai suoi tweet. Non è durato molto: è stato chiuso già qualche settimana fa. Nel frattempo ha promesso che a breve arriverà un suo social network vero e proprio.


25

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
efremis

Con buona pace di Zimi e tutti gli altri gomblottari difensori della (finta) libertà di parola (libertinaggio).
Al vostro Trump è mai interessata (cosa saputa da sempre eh).

Ikaro

"marciare pacificamente e di sostenere i senatori".
L'istigazione non si fa solo in modo esplicito ma anche e soprattutto in modo implicito, piangere per mesi al ritmo di stop the steal e non ci fermerete mai, è istigazione alla rivolta :D
Ma d'altronde da una mente talmente basilare non si può aspettare un ragionamento così complesso, ti capisco...

Detto questo non è stato condannato durante il processo di impeachment perché
1) il suo partito avrebbe ammesso candidamente di essersi fatto f0tt3r3, tranvata che sarebbe rimasta nella storia
2) ci sono ancora alcuni sostenitori di Trump a cui i repubblicani non volevano rinunciare

Surak 2.04

Ok, ok.. "hai ragione"!

Giardiniere Willy

È un santo, un apostolo

ErCipolla

Non è stato assolto.
Per procedere all'impeachment in senato servono 2/3 dei consensi, mentre la situazione era una divisione quasi esatta 50/50, con il suo schieramento che ha detto fin da subito che non era intenzionato a perseguirlo (a scatola chiusa, ancora prima che venisse portata alcuna prova o testimone). Ben diverso da "venire assolti" (e giochetto che fanno spesso anche i nostri parlamentari, tra parentesi)

ErCipolla

Gli servono gli yes man perché non vuole contraddittorio e soprattutto vuole essere al di sopra del TOS e non essere bannato se viola le regole. Stai sicuro che l'accordo, se fosse andato in porto, avrebbe previsto che il suo account è "intoccabile" e "inbannabile"

Dark!tetto

Con la sottile differenza che per il russiagate ci sono delle prove date da indagini, che poi sia stato irrilevante e che probabilmente Trump non è implicato ok, ma qua si tratta di semplici "dichiarazioni" di qualcuno che già è conosciuto per spararle grosse.

Dark!tetto

Vero, ma Salvini è campio indiscusso, a me su twitter ha bloccato diversi account e solo perchè ho commentato le sua c4zzate con "49", non mi pare che scrivere un umero porti al ban su qualsiasi altra pagina. Forse solo in cina se scrivi 04061989 c'è un caso analogo, per questo è nato il 35 maggio...

Dark!tetto

Trump è stato scagionato dagli investigatori ed assolto dal congresso durante il processo di impeachment

Eh già, mica hanno preferito non procedere perchè ha trasformato il tutto in una farsa, che gli USA non potevano permettersi di protrarre per diversi mesi in quel periodo. È innocente esattamente come chi ha mandato a suon di rimandi i processi in prescrizione, per la legge e per questo cavillo, non certo perchè innocente, semplicemente Van der Veen ha sfruttato un vizio di forma chiedendo l'ascolto di oltre 100 soggetti. Ma del resto chi vi deve dire cose, innocente non perchè dimostrato, ma a voi va bene. Viene bannato perchè ha violato più volte la policy dei social, ma questo non va bene eh il doppio pesismo è sempre sinonimo di intelligenza e onestà intellettuale

Ocram

O di Boldrini e compagnia cantante, sai quante persone sono state bloccate da politici sia di dx che di sx

Andrej Peribar

ha stretto accordi con gli ufo mettendo con le spalle al muro il pentagono

The_Th

In pratica voleva un social network dove bannava chiunque dissentiva dalle sue opinioni, quelli che difendono la libertà di parola e si lamentano perchè hanno bannato Trump da TW e FB.
Prima la libertà di critica sui social, poi quella nella vita fuori dai social, quello che vorrebbero anche alcuni politici locali che raccolgono consensi.

The_Th

I vaccini non contengono gli anticorpi, studia.

momentarybliss

Boh, nonostante i detrattori i suoi oltre 112 milioni di follower su Twitter Trump li ha raggiunti, quindi tutta sta smania di crearsi una corte di yes men mi domando che senso abbia, e non sarà certo questo a consentirgli di aumentare nuovamente la sua popolarità

Arch Stanton

Michael Wolff è conosciuto per tutte le assurdità, notizie false o non verificate che scrive nei suoi libri scandalistici, perciò questa notizia vale quanto la spazzatura.

"Il presidente è stato ritenuto colpevole di istigazione alla rivolta".
Trump è stato scagionato dagli investigatori ed assolto dal congresso durante il processo di impeachment, dunque è da ritenere totalmente innocente. Basterebbe anche leggere il discorso della mattina ai manifestanti in cui diceva di "marciare pacificamente e di sostenere i senatori".

Sheldon Cooper

"espellere dalla piattaforma tutti gli utenti detrattori"
non mi stupisce affatto, stesso livello della pagina FB di Salvini.

TalpaGamer99

La questione è diversa, Trump visto che vuole il bene degli americani ha fatto la dose massima di anticorpi monoclonali in fase di sperimentazione su se stesso per sconfiggere il virus nel suo corpo, dimostrando che i vaccini che contengono meno anticorpi e sono testati sono più sicuri.

Giardiniere Willy

Aspe', ma "ha sviluppato i vaccini" dovrebbe essere un contro
Ahia, non abbiamo più i complottisti di una volta signora mia

the_joker_IT

per capire quanto le c.d. "rivelazioni" siano tendenziose basta cercare chi è l'autore della fonte di questo articolo.

Surak 2.04

Sì, vabbe'...credibile quanto il Russiagate (che ha fatto il suo scopo ed infatti nessuno ne parla più)

Nell'intanto quelli che stanno facendo terra bruciata e cacciando chiunque, anche per un post di 20 anni fa che non fosse Politicamente Corretto, e poco frega se sono passati 20 anni ... nel dubbio va cacciato, non sono i trumpiani e per di più i Social se ne vantano pure così come le Mayor ecc...

TalpaGamer99

Tutti a parlar male di Trump, il presidente americano eletto dal popolo, nessuno si ricorda le cose buone che ha fatto come: annullare gli accordi di commercio internazionali, abbassato le aliquote alle aziende, non ha iniziato nessuna guerra, ha inasprito i rapporti con la Cina e l'Iran ed è diventato amico di Kim, ha quasi finito il muro con il Messico, ha bannato i mussulmani dagli USA, ha aumentato la corrente conservatrice contro i black lives matter che volevano distruggere il paese, ha annullato gli accordi di Parigi e ha permesso alle auto americane di inquinare di più, ha sviluppato i vaccini contro il Covid. Insomma non dovrebbero esistere detrattori di Trump dopo tutto quello che ha fatto per il bene del suo popolo.

Aristarco

aspettiamo con ansia un motore aereo dal cielo!

Donnie (Darko) Trump. :P

Aristarco

don camillo?

Don sta messo benissimo. :D

Xiaomi 11T ufficiale con Pro, 11 Lite NE e Pad 5. PREZZI e disponibilità Italia

Internet down: migliaia di siti offline, tra cui Amazon e Twitch | Cos'è successo

Amazon Prime Day 2021 le date e le offerte già attive: 21 e 22 giugno ufficiale

I migliori smartphone 5G economici | Guida