La FTC ha un nuovo Presidente: il pugno duro di Lina Khan contro i big del web

16 Giugno 2021 23

La Federal Trade Commission ha un nuovo presidente. Si chiama Lina Khan, e la sua nomina è stata appena approvata dal Senato degli Stati Uniti con 69 voti a favore e 28 contrari. Democratica, ha un passato come professore associato di Diritto presso la Columbia Law School, nonché come consulente del Governo per l'antitrust. Ha una lunga esperienza nel campo del diritto amministrativo, commerciale e in materia di politica della concorrenza e dell'antimonopolio. In altre parole, ha tutte le carte in regola per essere la guida giusta della FTC fino al 25 settembre 2024. Sostituisce Rebecca Kelly Slaughter.

Queste le parole di Lina Khan subito dopo il giuramento:

É un grandissimo onore essere stata scelta dal Presidente Biden per guidare la Federal Trade Commission. Non vedo l'ora di lavorare con i miei colleghi per proteggere il pubblico dagli abusi delle aziende. Sono molto grata alla Presidentessa ad interim Slaughter per la sua eccezionale amministrazione della Commissione.

Lina Khan era già uno dei cinque commissari della FTC - è stata la più giovane, a 32 anni - ed ora che è stata nominata Presidente avrà ancora più poteri sulla gestione dell'agenzia. Come spiega la CNBC, mostra chiaramente la direzione progressista che Biden vuole prendere in tal senso, appoggiata anche da parte dei Repubblicani. L'America vuole il pugno duro contro i grandi del web, a partire dai Big Four Amazon, Alphabet, Apple e Facebook che già lo scorso anno sono usciti malconci dall'indagine condotta dall'House Judiciary Committee proprio in tema concorrenza e monopolio (e Lina Khan ha partecipato come membro della sottocommissione, occupandosi soprattutto di Google).

Lina Khan, neo Presidente della FTC, è chiamata a gestire le questioni americane in tema di concorrenza. Oltre oceano è definita "Big Tech critic".

Famoso - almeno negli Stati Uniti - il suo trattato Amazon's Antitrust Paradox del 2017, in cui Lina Khan ipotizza inediti strumenti di valutazione del danno competitivo basati sulla violazione delle leggi antitrust. Prospettive diverse, insomma, per cercare di scovare più facilmente chi sul mercato opera (male) quotidianamente. Anche i prezzi bassi (prezzi predatori) devono essere visti come una minaccia, e non come un migliorato benessere dei consumatori, visto che in questo modo le aziende guadagnano quote di mercato rafforzando la loro posizione e puntando verso il monopolio. E pure il fatto di essere piattaforma e venditore allo stesso tempo rischia di andare contro le regole della concorrenza, visto che in questo modo Amazon è potenzialmente in grado di carpire informazioni dai rivenditori terzi per trarne vantaggio competitivo.

Ora le decisioni sulla concorrenza, il monopolio e la protezione dei consumatori passano per le mani del nuovo Presidente, che non a caso viene chiamata senza troppi giri di parole "Big Tech critic".


23

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
nonècosì

strano ed io che pensavo che la storia dell'india e quella del pakistan fossero storicamente legate fin dalle civiltà dell'indo. Ti sei perso qualche ledione alle elementari?

Scemo 3.0

Un po' come noi e i francesi vero? Quante scemenze in due righe

LetTax

Dove sta @italba? Scommetto che questa signora non si è persa in chiacchiere sull'oppressione delle donne quando da giovane era impegnata ad essere dove sta ora.

nonècosì

storicamente lo sono, poi che questo urti la sensibilità dei nazionalisti è un altro discorso

Euforia

Vallo a dire ad un pakistano. Tecnicamente proprio no

Euforia

Nemmeno sai la nazionalità, annamo bene.
A quando un commento intelligente?

Ansem The Seeker Of Lossless

Vedremo cosa farà davvero. Le 4 big devono essere regolate in qualche modo. Credo che oramai sia palese a tutti che hanno troppa influenza e potere ottenuti anche con pratiche al limite della legalità.

Sheldon Cooper

Al massimo vediamo qualche film western

Sheldon Cooper

Infatti, dovrebbe essere vietato di lavorare in perdita.

Roberto

Infatti auspico che sia abbia competenze "politiche" sufficienti da gestire un team di esperti adeguato.

T. P.

se sono parenti, sarà ben più di un pugno duro!!!
ahahaahha

https://uploads.disquscdn.c...

Aniene

Allora non ho capito il senso della domanda, ammetto mestamente di non arrivarci.

Aristarco

il ministro ha un ruolo politico, l'importante è che siano competenti i tecnici del ministero che lo supportano, è questo il problema...

MaximCastelli

La tipa è indiana.

MaximCastelli

Non era una richiesta che anelo....

Roberto

Credo che l'interrogativo che deve premerci è quando venderemo un ministro competente a capo di tal ministero che sia scelto per competenza e non per clientelismo?

biggggggggggggg

Speriamo non sia ideologica e non proprio ferrata come la nostra.

Aniene

Mai. Non c'entra una beata mazza con l'articolo e poi non porterebbe nessun valore aggiunto se non a voi esterofili avere gente con la pelle diversa in posti di comando.

Nicoz

ma cosa c'entra con l'articolo?

nonècosì

tecnicamente è lo stesso popolo, cambia la religione

Al massimo pakistana.

MaximCastelli

Quando si vedrà anche in Italia una indiana a capo delle pariv opportunità?

Lina Khan la fratocugina di Ms.Marvel, la vedremo nel prossimo film tutto al femminile dell'MCU.
;)

Abbiamo provato i nuovi Galaxy Z Fold4 e Z Flip4, ecco le novità! | VIDEO

Copertura 5G, a che punto siamo davvero? La nostra esperienza in città

Spotify, Apple Music e gli altri: chi vincerà sul ring dello streaming musicale?

Xiaomi 11T ufficiale con Pro, 11 Lite NE e Pad 5. PREZZI e disponibilità Italia