Quanti dollari al mese vale un utente per Facebook?

05 Maggio 2021 54

Sui social, ormai lo sappiamo, il prodotto siamo noi. D'accordo, ma quanto valiamo? Una stima della cifra relativa a Facebook ce la offre il calcolo effettuato da chartr.co, portale specializzato nell'elaborazione di statistiche. La valutazione assume come base di partenza i 26 miliardi di dollari di entrate appena dichiarati dal colosso di Zuckerberg nei risultati relativi al primo trimestre del 2021, e ottiene quindi che il guadagno del social per ogni utente (il dato è comunque parziale, e si concentra su quelli statunitensi e canadesi) sia stato nel periodo designato pari a circa 48 dollari (da notare che comunque risulta in calo rispetto al picco superiore a 50 dollari raggiunto nell'ultimo quarto del 2020).

Questo implica quindi che, al mese, allo stato attuale delle cose Facebook è capace di "drenare" 16 dollari a partire da ogni utente: non a caso si tratta di una cifra vicina a quella dei canoni di abbonamento di alcuni servizi popolari, come Netflix. Con la differenza fondamentale, ovviamente, che in questo caso dal punto di vista dell'utente è tutto gratuito, non è lui a scucire i soldi di tasca propria, ma il commercio sottopelle dei suoi dati che alla fine garantisce quell'introito.


Si tratta di un sistema collaudato, che Facebook ha affinato e perfezionato negli anni, ma che ora rischia di essere messo sotto scacco da una grande minaccia. A fine aprile, infatti, è arrivato l'aggiornamento ad iOS 14.5 per gli iPhone con la nuova funzione "App Transparency" che allerta gli utenti circa l'uso che le varie app fanno dei loro dati, e consente di bloccare il tracciamento. In questo senso, quindi, va a recidere delle arterie vitali del flusso di capitale in entrata di Facebook.

E infatti Zuckerberg non l'ha presa benissimo, e ha ingaggiato una guerra (anche a mezzo stampa negli USA, con pagine comprate sul New York Times, il Washington Post e il Wall Street Journal) con Cupertino per combattere questo cambiamento, sostenendo che vada ad uccidere il business dei tanti inserzionisti che si appoggiano a Facebook e che profilazione pubblicitaria e privacy non siano due elementi incompatibili, ma possano invece coesistere.

NOTA: teniamo a chiarire che si tratta di una valutazione parziale che non tiene conto degli utenti al di fuori del Nord America. Serve tuttavia per dare una dimensione di quanto ciascun utente "valga" per l'azienda.
Il migliori Smartphone Apple? Apple iPhone 12, in offerta oggi da Dimstore a 686 euro oppure da Unieuro a 769 euro.

54

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
mruser2

Sono inclusi anche whatsapp e Instagram?

Francesco Renato

Bel gioco di parole, ma è una cretinata, il prodotto è sempre la pubblicità, le aziende e i politici pagano per farti il lavaggio del cervello, storia antica, anche le piramidi servivano a fare pubblicità al faraone che così otteneva obbedienza dai sudditi.

NaXter24R

Si quello lo uso ogni tanto ed è ottimo.

Desmond Hume
Dark!tetto

Da smartphone puoi usare firefox focus, almeno per me è l'unico modo per non avere le pubblicità mirate senza troppi sbattimenti.

Dark!tetto

16$ al mese...qua si fa la rivoluzione per gli 89 cent l'anno di whatsapp o i 3 cent del sacchettino al supermercato :D

Dark!tetto

Ora fate lo stesso conto per qualsiasi servizio/app usate e tornate a dire "vogliamo un internet senza pubblicità preferisco pagare" per ogni messaggio su whatsapp, ogni ricerca di google, ogni video su youtube, ogni volta che usate maps etc etc.
Internet per come lo conosciamo oggi esiste solo con la pubblicità, internet senza pubblicità non esiste in questa forma. Inoltre anche se non ve ne frega, quei soldi noin vanno solo ad ingrassare i CEO e i gli azionisti, ma ci sono nuclei famigliari che ci vivono. Ci vuole il giusto equilibrio e la giusta consapevolezza di cosa e come succede.

Lumino

Basta semplicemente non starci, come me. Comunque connor è risorto in Chicco e Alfonso.

broncos

Così si, potrebbe avere senso per qualcuno.

Buflolzor

Fai un tentativo con Privacy Badger, alla peggo lo disinstalli

NaXter24R

Probabilmente è quello, ma non credo che cambierò chrome. Chiaramente il login ce l'ho li, ma non ho alcun problema con google. È solo fb che rompe e non poco

NaXter24R

Lo so, ma ti ripeto, Facebook mostra la pubblicità, altri siti no. Banalmente, voglio le pubblicità di componenti di PC per le offerte, non voglio quelle del cibo per gatti. Su facebook ha le pubblicità dell'ultima cosa che ho cercato, sempre

Just.In.Time

Sono più di quanto immaginavo.

Tomas

La vera piaga sono quelli chiusi... Con contenuti violenti e pericolosi...

Tomas
Nyles

Non condividerebbe i dati con gli inserzionisti ma li userebbe comunque per personalizzarti il servizio, quindi avresti più privacy e lo stesso servizio.
Non è solo pubblicità Facebook.

Nyles

Scaricati windscribe VPN e naviga gratis con quella che ti rende del tutto anonimo

Crash Nebula

Mai sentita questa. Soprattutto qui su hdblog.

Crash Nebula

L’unica funzione delle ricerche in incognito è quella di non salvare la cronologia. Non sono in nessun modo private.

Sheldon Cooper

La vera piaga sono i gruppi aperti ... ti iscrivi a quello della gnocca e lo sapranno tutti.

Octavian Scorpie

Se usi Firefox o Vivaldi browser, il fingerprinting è disattivato in automatico, così come varie altre tecnologie di tracciamento

STAFF

Usa diversi browser per fare cose diverse.

Andreoid

Non credo avrebbe molto senso, chi usa Facebook credo lo faccia anche per descrivere gli affari suoi XD

Sheldon Cooper

Se non lo hanno ancora fatto significa che pochi sono disposti a pagare.

Sheldon Cooper

Si, ma non li conosce il tuo datore di lavoro.

icos

Chissa' quando arrivera' il primo social a pagamento, dove non rastrellano anche il numero di click che fai sulla pagina ed i tuoi dati sono davvero tuoi.

Stefano

più che il prodotto, sei la materia prima, ma poco cambia.

Stefano

Un po' ingenuo... l'app sul tuo cellulare (FB, messenger, WA) ed i cookie sparsi nei vari siti (pure in quelli della tua banca) si fanno i fatti tuoi pure se non pubblichi mai nulla. Sanno dove sei, dove spendi i soldi, cosa ti piace fare, che app hai installato sul cellulare..

Sheldon Cooper

Donaldo valeva pochissimo e lo hanno cacciato.

Massimo

Il valore si riferisce a US e canada
L'italiano medio varra 1\2 o 1\4 sicche non vi montante troppo la testa :D

NaXter24R

Chiaro, non è che sia questione di vita o di morte, ma faccio spesso così proprio per evitare pubblicità di roba che non mi interessa, e averlo solo su fb da noia. Io ho il classico adblock e popup blocker per chrome, ma ho notato che sia li che sul telefono, dove non ho blocchi, è la stessa storia. E non cambia nemmeno se uso un'altra connessione.

Buflolzor

Molto probabilmente facebook usa il fingerprinting per identifcare univocamente un computer anche se si naviga in incognito o si cancellano costantemente i cookie.
La cosa migliore da fare sarebbe bloccare in tronco i domini di facebook con un adblocker o Privacy Badger quando si naviga su siti terzi, e di abilitare quelle estensioni anche per le sessioni incognito.

Guest

azz... non l'aveva mai detta nessuno, complimenti per l'originalità!

NaXter24R

In incognito non sei loggato, altrimenti tanto valeva farla senza incognito.
Cerco un volo senza incognito, e mi trovo le pubblicità ovunque, e ci sta. Lo cerco in incognito e me le ritrovo solo su facebook. Il problema è li

Portobello

è perchè resti loggato su FB: devi prima fare logout, cancellare cookie e cache e cambiare IP. Solo dopo puoi restare "anonimo" per FB

Igi

... però ha ragione!

Igi

Non del tutto esatto, dipende cosa compri...

NaXter24R

A me da noia che faccio ricerche in ingognito per evitare rotture di balle con gli annunci e me le ritrovo puntualmente su facebook perchè guardano probabilmente l'IP. Quindi se mi viene il prillo di cercare un volo o un alloggio, tac, arriva subito rendendo inutile la ricerca. Sono gli unici che fanno così, non capita con altri servizi

Vittorio

Quei 16$ non nascono dal nulla. Sono soldi che paghiamo tutti (anche chi non è su FB).
La pubblicità fa aumentare i costi dei prodotti.

broncos

eh si ha parecchi margini per migliorare

Boronius

Oh, prima volta nella mia vita in cui posso dire "brava Apple"

the_joker_IT

mettano Facebook a pagamento... vediamo quanto durano... oltretutto ci sarebbe anche da far notare che i dati non sono mica al sicuro... non si contano gli abusi o la sottrazione di dati a danno degli iscritti... quindi o si adeguano o cambiano modello di business.

La protezione dei dati personali deve essere una priorità.

Dexter

E' molto rudimentale e legata ancora a concetti vecchi, però in teoria i supermercati tramite le tessere fedeltà + punti che accumuli che poi ti permettono di riscattare oggetti vari dai cataloghi, fanno una cosa simile..

Kamehame

Nuova questa

Ayeye Brazolf

Cit.

DrinkDifferent

Se non stai pagando per un prodotto allora il prodotto sei TU!

GENIALE ed INQUIETANTE allo stesso tempo

Desmond Hume

vai zucchina, facciamo metà & metà dammi 8$/mese per stare su facebook.

Squak9000

certo... se pubblichi i caxxi tuoi vita morte e miracoli...

Stefano

Il problema non è tanto se i Dati li usano per mandarmi la pubblicità. Quello sarebbe niente. Ma se i miei dati sono venduti alla Banca per decidere se darmi un mutuo o all'assicurazione sulla vita per decidere quanto deve essere il premio. Magari al possibile datore di lavoro per decidere se assumermi

Ansem The Seeker Of Darkness

Per questo su telefono uso slimsocial al posto di facebook per le 2 volte che mi serve.

Internet down: migliaia di siti offline, tra cui Amazon e Twitch | Cos'è successo

Amazon Prime Day 2021 le date e le offerte già attive: 21 e 22 giugno ufficiale

I migliori smartphone 5G economici | Guida

Recensione Huawei Band 6: eleganza in formato slim