Morto il fondatore di Adobe Chuck Geschke: a lui si devono PDF e PostScript

19 Aprile 2021 59

Non solo Flash: il canto del cigno è arrivato anche per il suo "creatore" Charles M. Geschke, morto venerdì scorso all'età di 81 anni. Di Adobe è stato co-fondatore nel 1982 assieme a John Warnock, entrambi provenienti da Xerox. Ed è rimasto in azienda fino allo scorso anno in qualità di consulente e membro del Consiglio di Amministrazione, dopo essere andato ufficialmente in pensione nel 2000.

É con profonda tristezza che vi comunico che il nostro amato co-fondatore Dr. Chuck Geschke ci ha lasciati all'età di 81 anni, lasciando un segno indelebile nella nostra azienda e nel mondo intero.

Sono queste le parole con cui il CEO di Adobe Shantanu Narayen ha annunciato la scomparsa di Chuck (così era soprannominato). A lui si deve il primo prodotto in assoluto dell'azienda, Adobe PostScript, "tecnologia innovativa che ha fornito un modo nuovo e radicale di stampare testo e immagini su carta dando il via alla rivoluzione del desktop publishing". E sempre a lui si devono soluzioni come il PDF, Acrobat, Illustrator, Premiere Pro e Photoshop, strumenti che quotidianamente vengono utilizzati da centinaia di milioni di persone in tutto il mondo.

I RUOLI DI GESCHKE IN ADOBE

Charles Geschke con Steve Jobs e John Warnock

  • 1982: fonda Adobe assieme a John Warnock
  • 1986-1994: Chief Operating Officer (COO)
  • 1989-2000: Presidente
  • 1997-2017: Presidente del CdA
  • fino al 2020: membro del CdA
  • 2020-2021: membro emerito del CdA
PDF E NON SOLO

Charles Geschke e John Warnock ricevono la National Medal of Technology da Barack Obama (2009)

  • Adobe PostScript, utilizzato sui computer Apple e uno dei primi sistemi DTP (desktop publishing) per creare documenti su un PC vedendoli su schermo esattamente come sarebbero stati una volta stampati (What You See Is What You Get, WYSIWYG). Si tratta di una grande innovazione, in quanto sino a quel momento si lavorava solamente su codici e per vedere il layout finale era necessario attendere la stampa del documento o selezionare la visualizzazione dell'anteprima.
  • 1993 - PDF: Portable Document Format. Un cambio di rotta non di poco conto, uno standard che permette la condivisione e la visualizzazione di documenti in un unico formato "universale" che non dipende dal software, dall'hardware o dal sistema operativo del dispositivo. Nasce dall'idea di John Warnock nel 1991, chiamata The Camelot Project, con cui si voleva trovare un sistema per facilitare la condivisione di documenti digitali tra dispositivi diversi. Dall'idea al progetto, dal progetto al prodotto finale con il supporto di Chuck Geschke. Il PDF viene ora utilizzato in tutto il mondo.
  • sotto la sua guida sono stati sviluppati tutti gli altri prodotti/servizi di Adobe, da Photoshop a Illustrator, da Acrobat a Premiere Pro.
  • nella sua vita è stato insignito di numerosissimi premi, tra cui la National Medal of Technology nel 2009 da parte del Presidente Barack Obama.
  • nel 1992 è stato rapito per quattro giorni a scopo di riscatto mentre andava al lavoro. Una storia a lieto fine, fortunatamente, i due rapitori sono stati condannati all'ergastolo.

59

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
NonLoSo
ErCipolla

Beh, sei tu che eri partito con "è solo perché si usano tecnologie obsolete e poco pratiche", era su quello che non concordavo. E mi pare alla fine siamo in realtà d'accordo che non sono le tecnologie o gli strumenti il problema, ma il fatto che la gente non usa gli strumenti giusti per gli scopi giusti.

Chiaramente sono d'accordo che se in un certo ambiente (azienda, piuttosto che servizio pubblico, ecc.) si decide e concorda di usare i PDF/ODF ibridi nessuno ha da ridire. Ma appunto, è una scelta consapevole di usare un formato editabile, con tutte le conseguenze del caso. Personalmente a me non piace per tutta una serie di motivi, ma a ognuno il suo, basta essere consapevoli di ciò che si fa e che si sta usando.

ErCipolla

Si si, era proprio quello il mio punto, che il PDF non è pensato per le modifiche. Ovvio che se vuoi correggere un titolo o un'immagine al volo "in emergenza" si può fare, ma non ha senso in generale usare un PDF come input per un editor... si usa il file originale e si ri-esporta in PDF al limtie.

andrew

Ma infatti ho detto "in determinati casi".
Se sai già che lo deve modificare puoi mandargli il file originale, ma metti, per esempio che ti chiede un PDF, lo invii, poi dopo gli viene in mente che vuole modificarlo (che sappia o meno che il PDF non è modificabile), e dunque gli devi mandare pure il file originale dopo.
Invece invii, direttamente il PDF Ibrido, così già ha il file modificabile... e risparmi tempo.
Così come pure nell'archiviare semplicemente i file, anziché due file (PDF ed originale), basta che ne salvi/esporti uno che fa da entrambi, ed è anche più ordinata e gestibile come cosa,.

Sulla questione che la gente non sa che il PDF non è modificabile purtroppo è dovuto al fatto che tecnologicamente stiamo all'età della pietra.

Mai detto che PDF sia un file di progetto.
Sugli strumenti per gli scopi giusti, con me sfondi una porta aperta... ma il PDF ibrido, è di fatto uno strumento giusto per molte occasioni (tipo gli esempi fatti in questo stesso commento).

spino1970

Mai avuto problemi. E lavoro in un ufficio con un centinaio di persone...

efremis

Sì ma più che altro lo usano altri (al massimo lo installo e lo uso a spot per "stupidaggini").
Sicuramente non ha senso creare da zero un PDF per definizione o fare chissà che, però si fa pagare proprio per quella funzione.

Apocalysse

Solo se non è protetto

ErCipolla

Tutto quello che dici è corretto... se hai a disposizione il documento originale. Ma se hai il documento originale e, soprattutto, se vuoi che il destinatario lo modifichi... gli passi il documento originale!! Perché perdere tempo col PDF ibrido a quel punto, se lo salverà lui in PDF se mai dovesse servirgli no?

Cioè, qua non è una questione di formato o strumenti... c'è un problema concettuale di fondo, ovvero che la gente vorrebbe modificare documenti che sono stati progettati e pensati per essere immutabili. Documenti che chi ha prodotto tipicamente ha prodotto in quel formato proprio perché trattavasi di copie destinate alla "sola lettura", sennò avrebbero fornito il doc o l'odf.

E' una questione di usare gli strumenti giusti per gli scopi giusti.
D'altra parte anche nello stesso LibreOffice, se non ricordo male dall'ultima volta che l'ho usato, il salvataggio in PDF è nel menu ESPORTA, non nel menu Salva... proprio perché il PDF è una "fotografia" del documento originale, non è un "file di progetto". E' come il PSD contro un JPG su photoshop, come scrivevo sotto.

andrew

A parte che non ho detto che risolve il problema (anche se in effetti lo risolverebbe), ma ho solo evidenziato una opzione disponibile e comoda, che farebbe comodo a molti, visto che come dici tu stesso, si aspettano dei "PDF modificabili".

E né tantomeno detto che effettivamente è un PDF modificabile o debba esserlo, anzi ho specificato chiaramente fin da subito, nelle parentesi, che era un file PDF con all'interno l'ODF.
Ma vabbé, ormai ho capito che qui avete questo vizio a mettere in bocca cose non dette pur di pretendere di avere ragione.

È semplicemente una opzione estremamente pratica che unisce il vantaggio della staticità e della portabilità dei PDF, alla flessibilità dei documenti OpenDocument. Anziché inviare due file, ne invii uno solo che ha entrambi gli scopi, apribile da entrambi i software a seconda dell'esigenza.

Nessuno vuole snaturare il PDF o dire che sia diventato modificabile, è una opzione in più estremamente comoda utilizzabile in determinati casi.

MartinTech

eh un formato mitico, d'altronde come si dice: tira più un PDF che un carro di buoi :P

ErCipolla

Si, ma non stai capendo la radice del problema.
Come hai detto tu, quello che dici sono semplicemente due file in uno, è come se inviassi uno zip con dentro un PDF e un ODF.

Ma il problema è che nella stragrande maggioranza dei casi il documento originale non è disponibile. Spessissimo è addirittura generato da un software, quindi non parte neanche inizialmente come documento "classico" tipo ODF o DOC.

Quindi dire che il pdf ibrido "risolve il problema" non ha senso, è come dire che "se ti invio il documento originale risolvo il problema"... eh grazie, è quello che dicevo all'inizio.

Il PDF ibrido non è un PDF modificabile... è un PDF con allegato un altro file. Ma il concetto di fondo rimane quello: un PDF non è fatto per essere modificato. Se vuoi che il destinatario di un documento lo possa modificare gli mandi un documento in un formato fatto per l'editing, fine. Il resto sono workaround per mettere pezze ad una situazione che non dovrebbe mai verificarsi (la modifica di un PDF appunto)

ErCipolla
andrew

È solo per Windows!

andrew

Dai su, è una spunta durante l'esportazione pdf... Ho fiducia in loro! (Si, lo so, sono folle, già me l'hanno detto)

andrew

Non vanifica proprio nulla.

Se non ha libreoffice, lo apre con un qualsiasi visualizzatore PDF e in "sola lettura" come un qualsiasi PDF, senza nessun problema di visualizzazione o simili che si portano dietro i documenti office. (tra l'altro soprattutto quello dei fonts credo sia un problema di altri software, visto che LibreOffice ne è esente in quanto permette di includere anche i fonts nel file).

Se ha LibreOffice o qualsiasi altro programma che supporta i file ODF, apre il file ODF contenuto all'interno per eventuali modifiche.
Sono semplicemente due file in uno, tutto qui. Si hanno solo vantaggi.
(Se poi programmi hanno problemi a renderizzare un ODF, che è uno standard completamente aperto e libero, il problema è il programma che va buttato, insieme ai relativi sviluppatori)

https://wiki.documentfoundation.org/Faq/Writer/PDF_Hybrid/it

comatrix

No dai, ci sono tanti di quei programmi per creare un PD, che poi non sono manco abilitati ufficialmente, quindi li creano a muzzo

Emanuele

Perché si pianta ogni 3 secondi e alle volte non stampa

Pip

Non è che ognuno vuole fare come gli pare, è che la gente che lavora negli uffici non ha ancora capito a che cacchio serve un pdf.
Eccheccazzo, nel 2021 non puoi ancora inviarmi via mail dei documenti pdf da compilare dove la soluzione migliore è stamparli, compilarli a mano, scannerizzarli e rispedirli...

efremis

Adobe Pro allora :)

spino1970

Mah... mai avuto problemi

UnoQualunque

A parte la compatibilità, per Windows lo trovo il peggiore, è pesantissimo e lentissimo. Anche a me non piace usare programmi di terze parti quando c'è quello ufficiale, ma è davvero pessimo.

DiscentS

Insomma se l'è goduta il vecchietto, bravo

spino1970

Più che altro, perché usare altri lettori quando Acrobat Reader è più o meno multipiattaformna e gratis?

Riccardo sacchetti

Con Acrobat (non Reader) puoi modificare praticamente ogni PDF!

comatrix
Esatto, se un formato è specificato in maniera non ambigua qualsiasi file che non rispetta quella specifica non è in quel formato, per definizione.

https://uploads.disquscdn.c...

comatrix

Se si una in sistema univoco, come dovrebbe essere per il concetto del PDF, non ci sarebbe alcun problema, ergo non vedo la questione se no per il fatto che ognuno vuole fare come gli pare su un concetto univoco

Pip

Ma dai, già la gente comune fa fatica a scrivere due parole in word e tu gli vuoi insegnare a fare pdf modificabili su libre office?

Pip

Vallo a dire a tutti gli uffici pubblici e le scuole d'Italia.
Per conto di mia madre ho a che fare giornalmente con millemila documenti da modificare ma inviati in pdf dalle scuole...

Pip

Devo solamente a lui i pomeriggi passati a copiare e modificare documenti inviati a mia madre in formato pdf non modificabile ma da dover compilare al pc e rispedire indietro.

La gente che non capisce nulla si crede tutta informatica a inviare pdf ovunque senza capire che ci sono casi dove è il formato peggiore in assoluto

ErCipolla

Che non serve a nulla, anzi vanifica lo scopo del PDF. Perché il destinatario del documento potrebbe non avere LibreOffice. O potrebbe averne una versione diversa che impagina il documento in maniera leggermente diversa. O potrebbe non avere installati sul PC i font usati in quel documento. O potrebbe aprirlo con MS Office o altri tool che non sono quello "ufficiale" per i file ODF e che quindi non lo renderizzano uguale.

Il "bello" del PDF è proprio che non è modificabile, così sei sicuro al 100% che su qualsiasi macchina/sistema operativo lo leggi/stampi sarà sempre identico. Se devi mandare un documento modificabile, manda direttamente il file ODF o DOC o quel che è.

Il Cavaliere
andrew
Watta

Strano allora..

comatrix

Certamente, è la stessa cosa della lettura, cioè come lo leggi si stampa, è stato creato, ribadisco, appositamente per questo.
È un concetto universale che esula dalla macchina che lo apre, cioè la macchina non dovrebbe interpretare a suo modo ma in una maniera univoca uguale per tutti (un po' come i numeri arabi che è una lingua universale)

T. P.

anche per la stampa è molto comodo! :)

ErCipolla

E' il classico problema della teoria vs pratica.

In teoria un file PDF mal formattato non dovrebbe esistere, e la soluzione corretta sarebbe correggere il software che lo sta generando scorrettamente.

All'atto pratico, è ovvio che se ti serve di aprire un documento cosa fai? Lo apri come puoi, perché ti serve e nel 99% dei casi un individuo non ha il "peso" per imporre a chi ha fornito il documento di rifarglielo come si deve.

comatrix

Esattamente, se non rispettano le basi allora non è più un PDF nel concetto, come detto ovviamente

TheFluxter

Peggio. Per un JavaScript

UnoQualunque

Si ok che sono i documenti, ma come dice comatrix questi problemi non ci dovrebbero essere. Non posso rincorrere le persone perchè non sanno come fare ad aprire un PDF con altri lettori per provare a vederlo e\o stamparlo correttamente.

ErCipolla

Esatto, se un formato è specificato in maniera non ambigua qualsiasi file che non rispetta quella specifica non è in quel formato, per definizione.

Un po' come quelli che cercano di leggere del codice HTML con un parses XML... sono simili, ma non uguali.

Apocalysse

Il problema non è il visualizzatore in se, ma come il file è stato generato ed Il PDF ha delle regole per essere generato (esattamente come l'Open Document), molti generatori di PDF che spesso sono da gestionali non li rispettano e creano PDF che hanno dei problemi in alcune situazioni. Basta poi usare l'Acrobat professional su questi file e lui ti dice tutti i problemi riscontrati.

Watta

Morto per covid, vero??

ErCipolla

Gli editor permettono di stampare/salvare in PDF perché appunto il PDF dovrebbe essere la versione "finale" del documento da stampare o archiviare. Ma a parte gli strumenti dedicati non è mai il formato predefinito di salvataggio se noti. L'idea è che se devi fare una modifica la fai nel formato originale (doc, txt, o quel che è) e poi ri-salvi in PDF. E' un po' come su Photoshop: puoi esportare in PNG o JPEG, ma per tutte le feature di modifica (layer, ecc.) devi usare il PSD.

Gli strumenti di modifica esistono esclusivamente perché c'è una tale richiesta di gente che vuole modificare i PDF che il mercato ha risposto... ma sono una stortura. Anche MS Office, ad esempio, se apri un PDF in modifica ti dice "guarda, faccio il possibile per importarlo, ma sappi che potrebbe spu**anarsi", proprio perché il PDF di per se non è fatto per essere modificabile.

comatrix

Allora non è più un PDF scusa eh.
Cioè il concetto di PDF è stato creato appositamente per questo, per evitare che la macchina, qualsiasi essa sia, interpreti i caratteri a suo modo

comatrix

Il PDF, come concetto a se stante, non è stato creato per essere modificato ma letto, è stato creato per unificare diversi linguaggi di scrittura di modo che qualsiasi macchina potesse leggerlo senza problemi di riconoscimento dei caratteri

comatrix

Pene di segugio è mitico ^^

comatrix

LOL

Apocalysse

La cosa è vera anche a parti invertite, ci sono documenti malfatti che su Acrobat reader vengono aperti e sui viewer terzi hai problemi.
Se il PDF è fatto male non è che puoi incolpare il viewer in se, provi un altro lettore o sennò te lo fai rifare

ErCipolla

Si si, ma infatti i vari editor sono stati inventati proprio per il motivo che dici tu, ovvero che chi deve fare la modifica non ha l'originale. Ma non è un problema del formato o degli strumenti, è proprio un problema concettuale, la situazione "devo modificare un PDF" non dovrebbe mai succedere, la procedura corretta dovrebbe essere il farsi ridare una copia corretta del documento da chi l'ha generato.

Tant'è che per i casi tipo un modulo da compilare generato da un sistema automatico, c'è la feature dei campi compilabili che possono essere integrati in un PDF, proprio per evitare che si debba modificare il layout stesso del documento.

UnoQualunque

Si ok, lo penso anche io che il problema sia nel documento. Però se un viewer di terze parti riesce a gestirlo, dovrebbe riuscirci ancora di più il programma ufficiale. Ma a parte la compatibilità, è assurda la pesantezza del reader, dovrebbero ottimizzarlo un bel po.

Internet down: migliaia di siti offline, tra cui Amazon e Twitch | Cos'è successo

Amazon Prime Day 2021 le date e le offerte già attive: 21 e 22 giugno ufficiale

I migliori smartphone 5G economici | Guida

Recensione Huawei Band 6: eleganza in formato slim