Wikipedia chiama le Big Tech: volete usare i miei contenuti? Pagate!

17 Marzo 2021 147

Wikimedia vuole provare a monetizzare l'importanza fondamentale di Wikipedia per i grandi colossi tecnologici, soprattutto quelli attivi nel campo degli assistenti virtuali. Software come Siri, Google Assistant o Alexa usano regolarmente l'Enciclopedia Libera come fonte attendibile di informazioni, e citano direttamente articoli come risposte a domande poste dagli utenti. Quello degli assistenti è naturalmente solo un esempio, ma ci sono molte altre casistiche di questo tipo - pensiamo allo stesso motore di ricerca Google, che mostra snippet e link rilevanti per le definizioni quando si cercano film, nomi di attori, luoghi geografici e tantissime altre tipologie di contenuto.

Negli anni, il rapporto tra Wikipedia (che proprio quest'anno ha spento la sua ventesima candelina) e le grandi aziende tech ha beneficiato entrambe le parti, beninteso: Wikipedia ha incrementato enormemente la propria reputazione e popolarità, e Google e compagnia sono riusciti a rendere i loro servizi più utili e informativi per i propri utenti. Tuttavia, solo una delle due parti ci ha guadagnato concretamente, mentre Wikipedia continua a fare affidamento su donazioni e volontari.

Il business model ideato da Wikimedia sembra, almeno sulla carta, una soluzione molto furba per mantenere Wikipedia libera e accessibile a tutti (Big Tech incluse) esattamente com'è ora, offrendo al tempo stesso un valore aggiunto per le aziende molto allettante. Il fatto è che per far sì che Google, Assistant e tutti gli altri servizi possano usare le informazioni contenute in Wikipedia è necessaria un'enorme mole di lavoro "dietro le quinte" di formattazione, riordino e "traduzione".

I team dedicati a queste operazioni sono grandi e costano tanto. Wikimedia Enterprise, questo il nome del servizio, promette di snellire notevolmente le operazioni occupandosene in prima persona. Per Google, Amazon e compagnia questo potrebbe tradursi anche in dati più aggiornati e di qualità migliore: uno dei servizi di Wikimedia Enterprise sarà fornire data dump in tempo reale, contro quelli attuali (gratis) che vengono aggiornati con cadenza bisettimanale. Sarà previsto anche un servizio clienti dedicato, e i contenuti saranno caricati su server AWS invece di proprietari - mossa che secondo l'organizzazione soddisferà meglio le esigenze dei clienti.

Lane Becker, uno dei principali sviluppatori del progetto Wikimedia Enterprise.

Per il momento non è stato annunciato alcun dettaglio sui potenziali prezzi, ma è plausibile che trattandosi di un servizio rivolto esclusivamente alle aziende le trattative rimarranno private. I dirigenti di Wikipedia hanno confermato che i colloqui sono già iniziati: i primi annunci potrebbero arrivare verso giugno. Nei prossimi due mesi, l'organizzazione sonderà le reazioni delle migliaia di volontari che si occupano in prima persona di costruire Wikipedia.

Wikimedia richiede decine di milioni di dollari l'anno (la cifra è in costante crescita, e nel 2019 si è arrivati molto vicini a quota 100 milioni) per rimanere operativa ai livelli a cui siamo abituati. La stragrande maggioranza di questo denaro viene raccolta attraverso le donazioni degli utenti e dei fondi più grossi. I dirigenti dell'organizzazione non si aspettano che il servizio Enterprise le eliminerà del tutto, anzi: prevede che rimarranno la fonte di sostentamento principale. Ma un contratto regolare permetterà di definire meglio il rapporto tra Big Tech e Wikipedia, e anche a mettere nero su bianco che "le società estraggono valore da contenuti creati da volontari ed è giusto che diano qualcosa in cambio".


147

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Arale's Poopoo
Non puoi monetizzare se poi sfrutti pagine redatte da volontari, lo capisci questo si o no?

Vallo a raccontare a Mozilla, IBM e Canonical.

Arale's Poopoo
E cosa pagherebbero allora?

Quello che pagheranno sono solo le modifiche che sono necessarie a migliorare il modo in cui Wikipedia si interfaccia con gli assistenti delle multinazionali, cosa per cui Wikipedia ha GIÀ assunto personale che viene retribuito regolarmente. I volontari non c'entrano.

Non é richiesto un pagamento per gli articoli.
Se Google non vuole non paga e continua ad accedere ai contenuti, ma non ci sará nessun dipendente di Wikipedia che andrá a fare le modifiche che servono a Google per integrare Wikipedia al meglio con Assistant.
Non dovrebbe essere difficile.

PS: Wikimedia é un soggetto sotto diritto statunitense, non italiano, quindi il tuo continuamente citare la tua azione di volontariato non ha alcun senso in quanto locata in un sistema legale differente.

Arale's Poopoo

Da Giugno tra le altre cose questa norma sará in vigore in tutta l'UE (o meglio, i 27 Stati membri hanno tempo fino a Giugno per adeguarsi), vedremo come viene implementata...

Il rischio di finire come in Australia é purtroppo alto, lí Facebook ha fatto pressioni ed ha ottenuto che i vari media devono accordarsi singolarmente con Facebook per il compenso,. Il che cre l'assurdo problema che Facebook ha tutto l'interesse a penalizzarti se vuoi avere piú soldi degli altri (tanto l'algoritmo non é pubblico), e quindi i media australiani molto probabilmente non richiederanno pagamenti.

Arale's Poopoo
se tu usi i volontari non puoi chiedere di monetizzare entro in quella
data percentuale per cui i volontari eseguono il servizio punto.

E infatti é proprio cosí.
Wikipedia intende farsi pagare per quelle persone che giá oggi vengono RETRIBUITE al solo scopo di fare modifiche che vanno a vantaggio delle aziende come Google e Amazon,
Se non vogliono pagare va benissimo, non sono costrette, ma Wikipedia (o meglio, Wikimedia) non fará le modifiche necessarie alla piattaforma.
Non viene scritto DA NESSUNA PARTE che le aziende possono accedere agli articoli solo se pagano.

È LAMPANTE

Arale's Poopoo

Non penso proprio.

Facebook ad esempio negli USA fa piú di 10$ mensili per ogni utente (in media ovviamente) in ricavi pubblicitari.

Arale's Poopoo









un banner ben fatto non invasivo e diverso dalla pagina (non come le


notizie false che si trovano in tutti i siti di news che talvolta sono


indistinguibili dagli articoli veri)








avrebbe reso una fonte di incassi per la gestione del sito








Ma ti pone anche alla mercé dei pubblicitari che spingerebbero alla rimozione e/o modifica di contenuti, altrimenti ti tagliano i viveri molto facilmente.

Ad esempio le aziende cinesi ti imporrebbero la rimozione dei contenuti sulla tortura degli uiguri, ció che descrive la cina come dittatura totalitaria e le pagine su Taiwan.
Invece le aziende come Nestlé ti imporrebbero la rimozione di tutte le controversie legate al lobbismo fatto per cercare di rimuovere l'acqua come bisogno primario dell'uomo (in modo da poterla vendere a prezzi assurdi).
E questo succederebbe per OGNI pagina, comprese quelle di governi e partiti politici.

versione premium, senza banner chiedendo una piccola sottoscrizione

Il che pone peró i dati presenti all'interno dell'enciclopedia dietro ad un paywall e non ti rende immune dalle pressioni delle aziende.

Entrambe cose che sono l'esatto OPPOSTO al motivo per cui il progetto Wikipedia é nato.

<ossia pagine="" firmate="" e="" ufficializzate="" con="" cura="" da="" esperti="" pagati="" per="" il="" loro="" lavoro.="" blockquote="">


Con che soldi li paghi? Quelli delle pubblicitá o quelli delle sottoscrizioni?
Oppure metti i singoli articoli a pagamento?

Come fai ad essere sicuro che quel testo che pubblichi sia effettivamente imparziale? Il fatto che si tratti di un professore o di un esperto non implica assolutamente imparzialitá.
Paradossalmente un Einstein potrebbe pubblicare un articolo per screditare la fisica quantistica (cosa che faceva realmente ai tempi) e verrebbe interpretato come affidabile solo perché é "quello della relativitá generale" o "é un premio nobel". Peccato fosse una panzana.


Queste sono tutte cose contrarie alla filosofia di wikipedia.


Inoltre dimostri di non aver capito quello che Wikipedia vuole fare e che é scritto in modo molto chiaro nell'articolo.


Wikipedia NON vuole monetizzare il fatto che Google, Amazon ecc. fanno soldi tramite informazioni prese da Wikipedia, ma ha il BISOGNO di rendere economicamente sostenibili tutte le modifiche che vengono fatte ogni anno sotto al cofano per far sí che Wikipedia si interfacci al meglio con gli assistenti vocali delle succitate aziende.
Cosa che non si puó (e sarebbe ingiusto) finanziare con le donazioni degli utenti.
efremis

Ci sta, spero solo che la filosofia dietro rimanga la stessa.

Alex Neko

Penso che cambiare le cose sarà difficile, ma se dall'inizio pensavano ad un sistema diverso sarebbe stato meglio
1) un banner ben fatto non invasivo e diverso dalla pagina (non come le notizie false che si trovano in tutti i siti di news che talvolta sono indistinguibili dagli articoli veri)
avrebbe reso una fonte di incassi per la gestione del sito
2) versione premium, senza banner chiedendo una piccola sottoscrizione

Prima di wikipedia c'era Expedia e prima le enciclopedie cartacee scritte con la fatica di migliaia di veri esperti.

Come per facebook e twitter per evidenziare una pagina ufficiale c'e' il visto verde

Wikipedia doveva integrare quello scritto da milioni di contributori volontari anche pagine ed articoli rivisti ed ampliati da professori pagati.
Ossia pagine firmate e ufficializzate con cura da esperti PAGATI per il loro lavoro.
Ed anche traduttori ed interpreti e resivisori

In questo modo avrebbe potuto dare lavoro a decine di migliaia di persone in tutto il mondo sempre affiancato da bravi volontari per l'ampliamento dei testi e delle voci.

Fa bene!

Antsm90

Se ci sono è perché o pagano o usano mappe free.
Figurati se Google dà in giro chiavi gratis

Antsm90

Magari al posto del bannerone rosso che mettono ogni tanto con scritto "siamo belli e bravi dacci i soldi". Cioè, se devi mettere quell'obbrobrio grosso 1/6 di pagina tanto vale piazzare qualche giorno un bannerino con la pubblicità della Mediaworld e siam tutti contenti

jose manu

Anche io, 2 volte

piero

io la mia donazione l'ho fatta. mi pare equo

Francesco

Capisco la loro politica di non inserire annunci ma ne basterebbe uno in alto e collegato a tutte le pagine per qualche giorno e i soldi per il mantenimento dei server arriveranno immediatamente. Poi si toglie e lo si inserisce solo nel momento in cui ne hanno bisogno.

eueuropean

Trovo giusto che le aziende che usano Wikipedia per i loro servizi (da cui ricavano profitti tramite gli avvisi pubblicitari) paghino per usufruire delle informazioni contenute nell'enciclopedia.

The Chiorbolo

Esatto, che è poi il business model di tantissimi progetti open source (ubuntu, nextcloud, home assistant...)
Credo che sia la soluzione migliore per rendere sostenibile un progetto

Estiquaatsi

Tempo fa lessi che la Wikimedia Foundation ha fondi sufficienti per far funzionare Wikipedia per 10 anni. E che comunque e solo una piccola parte è destinata alla gestione del sito, molti fondi sono destinati alla promozione e progetti secondari.

E parlo da contributore di Wikipedia fin dall'inizio.

Davide

Ci sta. In questo caso offrono qualcosa in cambio e sarebbe un vero e proprio servizio

MatitaNera

Giusto

ErCipolla

Non capisco bene cosa intendi con "il sito di riferimento deve esserlo"

ermo87

Questo succede quando si è più impegnati a scrivere che a leggere. Non vado oltre per non cadere in provocazioni, magari mi sbaglio ma mi sembra che stai mooolto più attento a chi scrive che al contenuto

Simone

hai portato una carrellata di cose sbagliate e flame, come dimostrano le risposte e argomentazioni di tutti. Che vuoi che risponda a una argomentazione fondata su un errore?

ermo87

Io ho portato una discussione e tu la metti in caciara. Se ti sembra piacevole... Hai tutto un metodo tuo ma a me non mi interessa. Detto proprio sincero, altro che troll

Simone

Il lavoro volontario non viene fatto pagare.

Ti ripeto, comatrix spa può esistere e non starebbe facendo sfruttamento, sarebbe perfettamente in linea da punto di vista legale e anche con i prinvipi di wikipedia. Anzi, può esistere anche Wikifrode spa che rivende a 1000€ quello che fa wikipedia, figuriamo ci se non può esistere wiki enterprise. Io sono un importante contributore e accetto che ci sia chi rivenda o campi sugli articoli che scrivo senza donare un solo euro, figuriamoci se nnon accetto una cosa del genere(premesso che dal momento che premo invia ho già accettato questo, ma intendo anche eticamento lo accetto). Sono nel mondo da diversi anni e fidati che chi è nei miei livelli(sia formali che pratici del mondo open software) si chiedeva perchè wikipedia abbia aspettato così tanto e faceva pressione

Simone

No, mi riferisco al metodo KDE.
Ossia assumere persone preparate, che volontariamente lavorano per il progetto(lo fanno quasi tutti perchè sono ex volontari) e che formalmente lavorano per la società. In questo caso i dipendenti di Wikimedia Enterprise. Fai fare a queste persone un lavoro utile, consulenza aziendale, preparare servizi per l'enterprise, fornire software di test fare lezioni nelle univeristà fare software applicativi destinati ad un settore specifico che non fa e non aiuta la community e farlo pagare per finaniare il resto del progetto.
Oppure se è un lavoro utile renderlo bi valente, per uso consumer lo possono usare tutti, se vuoi guadagnarci devi pagare qualcosina.
Del tipo, Window server gratis per tutti i privati senza scopro di lucro, a pagamento se ci lavori e lucri. Progetti gestiti al 100% da dipendenti pagati e non da volontari. Poi il progetto principale rimane lo stesso solo che hai creato qualcosa di diverso, che non sarebbe mai esistito, che permette di finanziare il 50% a volte anche di più del progetto principale

Giardiniere Willy

Scusa, ma non ti seguo.
Lui parlava di aumentare le soglie di donazioni per gli utenti giusto?
Quando parli di metodo ultra efficacie e collaudato ti riferisci anche tu a quello?

Simone

Questo è un metodo ultra efficace e collaudato.
Guarda KDE, con i loro servizi di consulenza coprono il 50% delle spese e questo li rende meno opprimenti con le pubblicità, gli fa pagare meglio i dipendenti e gli da stabilità.
Quando QT ha detto che avrebbe fatto pagare l'utilizzo delle loro licenze loro hanno subito detto che li avrebbero forcati perchè c'è una cassa con dei soldi per fare queste cose.
In QT si son cagati sotto, perchè avere un concorrente di quel livello, con quel ritmo, che gestisce il più grande framwork a disposizione per la tua piattaforma ed ha una colossale implementazione della stessa, per di più gratuitamente e senza nessun vincolo commerciale con tanto del miglior servizio di consulenza al mondo significa chiudere cassa direttamente

Simone

Non hai portato mezza fonte e mezza argomentazione. Quanti dipendenti ha WIkimedia Fondation?

comatrix

Si ma sfruttano anche quello però,...
Quindi se desideri togliere il volontariato, devi omettere anche tutte quelle risorse create dai volontari, qualsiasi esse siano e non mi pare lo si faccia...
È un discorso alquanto complesso (rammenta che Wikipedia parte dalla base del volontariato)

Giardiniere Willy

Hai proposto di aumentare le soglie delle donazioni, ma questo è privo di senso.
Rischiano solo di perderci soldi

ermo87

Troll che almeno riporta i fatti

ermo87

Ma leggi prima

Simone

Guarda stai commettendo un errore. Togli il volontario dal tuo discorso che non centra nulla, il lavoro volontario rimane gratis per tutti anche per loro.

ermo87

Ne so ma almeno non insulto con le vesti da samaritano.

Giardiniere Willy

Lo spero per lui

ermo87

A quanto pare il loro ringraziamento è proprio quello

Simone

Dai è un troll, lascia stare

Simone

Wikipedia offre la stessa condotta per tutti.
è possibile, e io me lo aguro, che quei contenuti di qualità vengano proposti aperti a tutti.
Dovrebbero implementare tale politica:
- Se vuoi che facciano un lavoro specifico su un singolo articolo paghi X
- Se vuoi usare quel database a scopo di lucro paghi X
- Se lo usi per fini personali è gratuito a tutto e a tutti

Così avremmo a parità di costi per le company vantaggi anche noi

Giardiniere Willy

Stai dimostrando un'ignoranza a dir poco fastidiosa visto che ti atteggi anche come se ne sapessi.
Smettila, sei patetico

Giardiniere Willy

Ma secondo te i server li pagano in amore?

asd555

Ok, adesso è chiaro.
Avevo capito che Google e soci usufruissero degli articoli "classici", non di testi appositamente per loro.
Ok, chiedo venia.

comatrix

Sicuramente, ma non ne cambia l'aspetto.
Il volontariato, di per sé, è una forma gratuita di aiuto, oggi viene sfruttata ANCHE per fare guadagni (o da tramite), cosa che non dovrebbe esistere invece.
Se tu Wikipedia che sei per antonomasia chiedi di monetizzare, beh mi pare ovvio...
Il fatto è che dovrebbe essere a cascata:

- tu Wikipedia non chiedi di monetizzare
- tu sito che pubblichi contenuti tramite link di riferimento no dovresti moneitzzare ugualmente

È l'unica forma che dovrebbe essere applicata se si parte dalla base del volontariato, ma così non è, ergo è come ho decritto sopra, cioè un tramite (ca' nisciun' è fess')

Simone

Non ha senso

asd555

Non ho capito il senso della tua risposta.

Simone

Non hai capito il meccanismo. Wikipedia offre un servizio per questi big, solo per loro. Questo servizio gli è stato richiesto perchè necessario e tu non vi puoi accedere. Wikipedia ha pagato x dipendenti e glielo ha fornito. è giusto che paghino questo lavoro.

Nulla è stato ostruito a nessuno. Ma non è giusto che wikipedia lavori gratis solo perchè sono big e donano 2 soldi, io devo donare per finanziare un servizio che usano solo google e amazon? no grazie

Giardiniere Willy

Ma che senso ha? Le donazioni sono libere per gli utenti.
Puoi anche non donare

Simone

non hai tutti i torti, soprattutto ora che li stanno integrando con i Wiki-database

Simone

Si stipula un costo di contratto e si fa, il volontario non può accedere alla piattaforma per ora quindi è tutto lavoro pagato

xpy

Beh, in parte c'è già (le schede riassuntive sulla destra)

asd555

Lo so, era un esempio, ma di contro non lo vedo per nulla sensato.
Ostruzionismo per racimolare soldi che pagheremo comunque noi.
A 'sto punto fanno prima ad aumentare le soglie delle donazioni.
Ah e per la cronaca dono spesso a Wikimedia Foundation, per questo la cosa "mi tocca".

Internet down: migliaia di siti offline, tra cui Amazon e Twitch | Cos'è successo

Amazon Prime Day 2021 le date e le offerte già attive: 21 e 22 giugno ufficiale

I migliori smartphone 5G economici | Guida

Recensione Huawei Band 6: eleganza in formato slim