Bitcoin, un record tira l'altro: valore cresciuto del 100% da inizio anno

22 Febbraio 2021 143

I Bitcoin hanno tagliato un nuovo traguardo nella corsa al rialzo: il 21 febbraio la criptovaluta ha toccato il valore più alto della sua storia, ovvero 58.332,36 dollari. É il 100% in più rispetto alla valutazione di inizio 2021, e già nel 2020 aveva registrato una crescita del +305%. Quella di ieri è solo l'ultima tappa in ordine cronologico di un percorso che ha visto la valuta superare i mille miliardi di capitalizzazione lo scorso 19 febbraio (+85% rispetto all'inizio dell'anno).

D'altronde, la tendenza era già evidente all'inizio del 2021, e anche noi ci eravamo chiesti il motivo e, soprattutto, dove si potesse arrivare. Mentre alla seconda domanda ancora non c'è una risposta definitiva, se non che il trend sembra confermare le ipotesi più ottimistiche (considerato che la soglia dei 50.000 dollari, posta come ipotetico "obiettivo" del primo semestre 2021, è già stata superata), si può parlare invece delle cause.


A contribuire a questi risultati è stato l'appoggio di grandi nomi della finanza, da JPMorgan a Guggenheim, da FundStrat a Paul Tudor Jones, che insieme al gigante assicurativo MassMutual hanno scommesso centinaia di milioni di dollari sull'ascesa dei Bitcoin, un bene rifugio durante la crisi pandemica, un po' come l'oro.

Oltre a questi, è stato rilevante anche il ruolo di personaggi notevoli della new economy, come Elon Musk, fondatore di Tesla. Proprio un paio di settimane fa la casa automobilistica aveva annunciato un investimento da 1,5 miliardi di dollari in Bitcoin, con la prospettiva di accettare pagamenti con la criptovaluta: una mossa che avrebbe già dato i suoi frutti.

L'acquisto è avvenuto a gennaio, ma non è stato reso noto il prezzo, né se Tesla abbia già venduto qualcosa, ma secondo l'analista Daniel Ives di Wedbush Securities, l'azienda avrebbe già ottenuto profitti per un miliardo di dollari dal proprio investimento:

L'azienda sta seguendo una traiettoria che potrebbe portarla a guadagnare più dai propri investimenti in Bitcoin che dalla vendita di automobili elettriche in tutto il 2020.

Non tutti forse sanno però che questa corsa al rialzo dei Bitcoin ha anche un grave risvolto ambientale: secondo una ricerca dell'Università di Cambridge, i giganteschi pc usati per il mining della criptovaluta consumano oltre 120 Terawattora all'anno, e non si tratta di energia pulita, perché per il 60% proviene da combustibili fossili.

Si potrebbe quindi dire che il Bitcoin consumi elettricità ai ritmi della Norvegia o dell'Argentina, e - almeno per il momento - è un consumo destinato a crescere, perché secondo i ricercatori va di pari passo con il prezzo. La ricerca suggerisce però anche che l'elettricità consumata annualmente dai dispositivi domestici always-on degli Stati Uniti potrebbe alimentare l'intera rete Bitcoin per un anno.

Il migliori Smartphone Apple? Apple iPhone 12, in offerta oggi da atpservicepomezia a 715 euro oppure da Unieuro a 789 euro.

143

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Sandro

Cosa non è realizzabile? Tutto quello che ho detto è tecnicamente e legalmente realizzabile e quasi tutto già realizzato e utilizzato contro il terrorismo e la criminalità. Come dicono alla NSA "Se hai sufficienti metadati, non hai neanche bisogno dei contenuti. […] Uccidiamo la gente basandoci sui metadati.".

Osmio76

mi dispiace, ma lo stato di polizia che sogni non è realizzabile. Qualcosa sfuggirà sempre al controllo...
L'URSS dovrebbe avervi insegnato qualcosa.

Sandro

a)Se il tuo nemico è lo stato pseudoanonimo non significa "quasi anonimo" ma "non anonimo" e no non puoi anonimizzare tutte le transazioni passate e future, quindi il nemico che controlla tutta le transazioni non anonime+tutte le connessioni internet+tutte le transazioni di euro può ricostruire tutto il tracciato e deanonimizzare chi vuole. E' come andare da Roma a Milano in auto e diventare invisibili nel tratto da Firenze a Bologna. Il nemico controlla tutti i caselli e tutti i tratti quindi può ricostruire tempi e velocità di percorrenza anche nel tratto dove eri invisibile. Ma poi come fai a sapere di essere veramente invisibile? Come fai a sapere che il servizio di Mixing non sia messo lì apposta dall'interpol? Quale autorità indipendente ha certificato il software del mixing decentralizzato? Ma chi vuoi che metta i suoi risparmi in un sistema così, se lo stato deciderà di reprimere le criptomonete libere?

b) Che importa della password? Se hanno il wallet tu i tuoi soldi non li hai più comunque. A cinghiate vedi che password gliela dici cantando. Oppure possono fare una legge che ti obbliga a stare in galera fino a quando non riveli la password, possono fare quello che vogliono e lo faranno.

Ulbricht era un altro gnegnio che pensava di essere anonimo e di poter fare la guerra allo stato con le belle idee, spiace che la sua storia non abbia insegnato niente.

Osmio76

a) è pseudonimo e con alcune procedure è possibile renderlo anonimo.
b) nessuna autorità può obbligarmi a consegnare 12 parole. Alcuni decidono di collaborare e le consegnano (Ross Ulbrich) altri decidono di non collaborano e dicono di aver perso la chiave di recupero.
Il caso silk road insegna che non bisogna MAI collaborare con le autorità.

Sandro

Spero tu sia un Troll, basta cercare su Google per capire che a) non è anonimo e non può esserlo b) è confiscabile e viene regolarmente confiscato.

Osmio76
Sandro

ah Bitcoin Forensics, questa sconosciuta. Tu sei pericoloso solo per te stesso.

nosetnobet

chiarissimo e gentilissimo, supponevo fosse qualcosa di cui onestamente sono ben poco informato.. cercherò di correre ai ripari :)
buona giornata

Massimo Potere

se arriva a 100k vendo. Tanto sono gratis

Osmio76

Ok, ricorda sempre che Bitcoin non serve ad arricchirsi, ma ad uscire (anche parzialmente volendo) dal sistema fiat.

grazie mille!

Ottimo, ho addirittura ben 5€ di Bitcoin, li venderò appena risalgono

Osmio76

Semplice.
Hype non è un Exchange quindi non funziona come un mercato libero. L'unica tua controparte è Conio. Conio fa da acquirente e venditore quindi per non fallire è costretta ad applicare uno spread tra acquisto e vendita (è una cosa normalissima. La fanno anche i compro oro).
Il prezzo che vedi sulla schermata principale è il prezzo di acquisto (solitamente tra i 100€ e i 300€ più alto del prezzo di vendita). Quando simuli la vendita vedrai il prezzo di vendita (100-300€ più basso del prezzo d'acquisto.)
Sugli Exchange come Binance o Kraken lo spread è di pochi centesimi. Questo perché compratori e venditori sono utenti della piattaforma e non la piattaforma stessa.
Spero di aver risposto alla tua domanda...

Osmio76

Non devo vendere niente a nessuno. Sarete voi a voler comprare da me in futuro. Ed io vi farò soffrire per bene ;)

Ps. Bitcoin non è confiscabile. Vedi il recente caso della polizia tedesca che ha """"sequestrato"""" 80 milioni di € in BTC

Osmio76

Perché non permettono il prelievo delle crypto. Quindi nessuno ti assicura che se tu compri 1 BTC da loro allora loro lo possiedono per davvero. Quindi il rischio di controparte è enorme.
Ipotizziamo che hanno 10 clienti ai quali vendono 10 bitcoin. Incassano 400k€. Il fatto però che tu non possa prelevare il tuo BTC non ti assicura che loro possiedano realmente 10 bitcoin (potrebbero operare una sorta di riserva frazionaria).
Qual è il problema di ciò? Ipotizziamo che a fronte di 10 btc venduti, loro ne posseggano 1 solo.
Se il prezzo di BTC dovesse raddoppiare e gli utenti vendessero in massa per fare take profit, queste società si ritroverebbero con 80k€ in mano e 800k€ da erogare ai clienti. Morale della favola? La società rischia di fallore e gli utenti persino il 90% dei propri BTC. Quando comprate da queste società se leggete bene le clausole c'è scritto che accettate il rischio di controparte.

Consiglio personale di usare Conio/hype per semplici acquisti di Bitcoin. Conio invia i BTC appena comprato in un wallet reale (su Blockchain), ciò esclude completamente il rischio di controparte.

why?

Sandro

Se nessun popolo avesse fatto la guerra avremmo risolto il problema alla radice, sognare per sognare... Tristemente il mondo è così e non come vorremmo che fosse. Un'idea prima di essere buona o cattiva in senso morale deve essere praticabile, pensare che lo stato fallisca perchè il bitcoin è troppo intellgiente con la g è una pia illusione. Lo stato prima di fallire farà fallire te, me e tutto il resto, sempre per questo particolare non trascurabile del monopolio della forza che ai bitcointisti sfugge sempre.

Io non ti devo vendere niente quindi va bene così. Tu prima di "vendere" agli altri bitcoin dovresti rivalutare bene la situazione, con particolare attenzione alla distinzione tra sogni e realtà, tra blockchain e manganellate.

nosetnobet

ciao :)
a prescindere ascolto tutti i consigli ed info che vado a verificare.
premetto che ho già un portafoglio con hype start che uso come prepagata gratuita.
ho acquistato btc, questi sono saliti e nella schermata di riepilogo menù>btc mi dice quanti btc ho acquistato e poco sotto in corsivo indica il valore in euro.
ecco, quel valore espresso in euro è sempre inferiore simulando una vendita, e non di poco.
esempio pratico ho 0.0005 btc che valgono 20 euro, ma se vado a vendere valgono 8/10. non capisco il motivo di questa differenza insomma, ovviamente al netto della percentuale che va ai miners ma che nel riepilogo di vendita è chiaro ed indicato.
spero di essere stato chiaro, grazie per una eventuale info che non so :)

Osmio76

Ti ha detto un po' di castronerie... Mastercard non c'entra nulla. Devi avere dei fondi sulla carta hype per poter acquistare Bitcoin tramite la sezione apposita dell'app.
Se hai altri dubbi chiedi a me. Ho parecchia esperienza con Hype e Conio ;)

Osmio76

La stampa di valuta è sbagliata. Sia che la facciano i crucchi, sia che la facciano gli austriaci, sia che la facciano gli americani. Se nessun popolo avesse affidato la moneta in mano agli stati non avremmo avuto gli orrori delle WWI e II.
Lo stato ha bisogno della stampa per sopravvivere, è vero. Ma ne ha bisogno perché è inefficiente e non riesce a farsi bastare le tasse.
A restarci secchi sarete voi socialisti statalisti e totalitaristi. Noi libertari abbiamo sempre la soluzione individuale pronta ;)
Alla peggio troveremo sempre uno stato migliore in cui emigrare.
Bitcoin è qui per uccidere stati banche centrali e ti assicuro che porterà la sua missione a termine.

Sicurmente qualcuno ci ha guadagnato, allo stesso modo in cui molti ci perderanno, come in ogni speculazione che si rispetti

Sandro

In guerra devi battere il tuo nemico o morire, non è che se tu non stampi non lo fa nemmeno il Kaiser e la guerra finisce dopo due mesi perchè finiscono le cartucce. Tu finisci le cartucce, lui no, tu muori. L'inflazione non sarà bella ma è meglio che morire ammazzati, o per tornare alla nostra situazione attuale è meglio che andare in default caotico. Trilioni di debiti possono essere smaltiti solo col default o con l'inflazione. Siccome chi dovrebbe andare in default ha il monopolio della forza è molto semplice capire come andrà a finire, il resto sono illusioni più o meno infantili. Lo stato non si farà portare via il monopolio della moneta, perchè lo stato ne ha bisogno per sopravvivere, punto. Se insistete vi porterà via il giochino, se insistete ancora vi porterà via la casa, se non capite vi metterà in galera, se diventate irriducibili vi ammazzerà, tutto qui. Ma non ce ne sarà bisogno perchè basterà scrivere una legge ad hoc e il 99% degli investitori se la darà a gambe.

Osmio76

Non ho detto che lo sviluppo è stato grazie al Gold standard. Quello che intendevo dire è che l'economia non va stimata.
L'inflazione costante porta ad una distorsione dei mercati e ad una bassa time preference degli individui. E ciò è male.
Il Gold standard è stato sospeso nei periodi di guerra. Questo perché agli stati non bastavano gli introiti ottenuti dalle tasse e stampando moneta hanno avuto la possibilità di utilizzare la ricchezza complessiva dei paesi. Senza la sospensione del Gold standard le due guerre mondiali sarebbero durate molto molto meno e avrebbero fatto meno vittime. Dal 1920 in poi il governo americano non ha voluto ammettere la perdita del peg oro-dollaro, ha mantenuto il Gold standard e riacquistava oro con nuovi dollari stampati. La stampa selvaggia durata dal 1920 al 1929 ha portato alla crisi più grande di sempre.

Pito
Giovanni Giorgi

Bhe è vero; prima o poi esplode, poi ogni 4 anni si ripete.

Già nel 2017, quando si diveva che lo stirico era troppo breve per fare previsioni, ho visto forecast con una precisione sul prevedere il crollo impressionante

Sandro

Non ho mai detto che lo siano e nemmeno che prendano scelte giuste, rispondevo a chi diceva che la BCE inflaziona al 2% definendolo assurdo, non è assurdo ma è così che deve fare trattati alla mano. Che poi non lo faccia, lo faccia male o che in futuro l'inflazione sarà più alta questo è un altro paio di maniche.

E' sbagliato affermare che lo sviluppo dal 1800 al 1915 sia dovuto solo al gold standard e poi perchè fermarsi al '15 e non al '31? Non sapete spiegare la crisi del '29 col gold standard? Tutte le società contadine grazie all'industrializzazione hanno avuto uno sviluppo economico incredibile, indipendentemente da ogni altro fattore e per evidenti motivi.

Se ci fosse solo una moneta deflattiva non ci sarebbe più nessun incentivo a investire quindi è facile prevedere che lo sviluppo economico sarebbe alquanto limitato. Tu pensa a tutti i risparmi fermi sul conto corrente nonostante l'euro sia inflazionato...

Osmio76

I parlamentari non sono degli dei con la verità in mano. Chi ti dice che le loro scelte sono sicuramente giuste?
L'economia non ha bisogno di essere stimolata con moneta inflattiva. Tra il 1800 e il 1915 l'economia ebbe un progresso incredibile con il Gold standard.
Il Gold standard è stato sospeso durante le guerre (per fare cose orribili) e a partire dalla seconda guerra mondiale non esisteva più un Gold standard puro. Questo ha portato a crisi cicliche molto pesanti. Prima dell'abolizione del Gold standard le crisi erano brevi e di moderata entità.

Sandro

Non è assurdo perchè così è stato deciso dai trattati votati da tutti i parlamenti europei. Non è assurdo perchè prima dell'Euro l'inflazione era molto più alta in quasi tutti i paesi. Infine non è assurdo perchè la nostra economia ha bisogno di una moneta moderatamente inflattiva come l'euro per funzionare, o perlomeno per non collassare.

Osmio76

Leggendo tra i commenti noto che il 99% degli utenti non riesce a capire quale sia lo scopo di Bitcoin:
L'obiettivo principale di Bitcoin non è far arricchire le persone...
L'obiettivo principale è f0tt3r3 banche centrali e governi.
Separare stato e moneta.
"Denationalization of Money" - F. A. Hayek - 1976. Libro che prevede la nascita di Bitcoin perché assolutamente necessario all'umanità.

Osmio76

L'obiettivo principale di Bitcoin non è far arricchire le persone...
L'obiettivo principale è f0tt3r3 banche centrali e governi.
Separare stato e moneta.
"Denationalization of Money" - F. A. Hayek - 1976. Libro che prevede la nascita di Bitcoin perché assolutamente necessario all'umanità.

Osmio76

Ahahahah l'€ protetto dalla BCE...
La banca centrale sta facendo la sguald1na dei governi.
Secondo te non è assurdo il fatto che la BCE abbia come obbiettivo quello di far perdere il 2% l'anno di valore all'€?
Sicuro di stare dalla parte dei "buoni"?

Osmio76

Non usate Revolut, PayPal, eToro o Robinhood! MAI!

Osmio76

Intendevi dire btrash forse...

Osmio76

Miners capitulation...sentita 1000 volte. Soprattutto prima degli halving. Peccato che BTC è ancora qui ed è in grande salute (+16k€ negli ultimi 30gg)

Actarus71

menagramiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii

Osmio76

Rosik over 9.000!! Il rosikometro è andato fuori scala e mi si è rotto in mano..

https://uploads.disquscdn.c...

Osmio76

Ti stai un po' ricredendo ehh??
Solo pochi mesi fa eri il rosik dei rosicon1 quando si parlava di BTC.
L'invidia purtroppo non dà spazio al ragionamento razionale.

Studiare prima la Moneta e solo dopo BTC è la chiave per comprenderne il valore
(Bitcoin Standard)

Comunque ti faccio i miei complimenti! Solo gli stolti non cambiano idea.

Osmio76

Ha guadagnato 16.000€ in un mese...

Osmio76
Osmio76
Osmio76

Lascialo perdere... è solo un povero rosic0n3

Luca Ghish Fragapane

Se il valore di un Bitcoin è salito del 30% dal momento dell'acquisto al momento della vendita, con la vendita DEVI avere quello che hai speso nell'acquisto più il 30%, non solo il 15%.
Poi dipende da quale piattaforma utilizzi, io compro e vendo su localbitcoins e non do commissioni a nessuno. Pago con bonifico, vengo pagato con bonifico e il mio venditore/compratore preferito mi fa pure la fattura.

nosetnobet

ti ringrazio per la risposta.
quindi devo considerare normale vedere un guadagno del 30% nel portafoglio che poi all'atto di vendita (fino ad ora soltanto simulata) si tramuta in un 15%?
ovviamente al netto delle commissioni per la piattaforma e per i miners, generalmente intorno al 2% nel mio caso

Fabio De Bari

Più che altro, come avevo detto giorni fa, non aveva senso comprare quando il valore era già al massimo della sua storia, in questo momento Bitcoin sta perdendo un ulteriore 10% che si somma alla perdita di ieri, io sinceramente mi tengo ben alla larga da qualcosa con una simile volatilità poi oh, ognuno ha il proprio profilo di rischio che ritiene accettabile, l'importante è conoscere le caratteristiche dell'investimento prima di farlo e accettarne i rischi.

Vero... Ho conoscenti che con i siti piramidali ci hanno risparmiato un bel po'. Tiravano su un canale telegram per sponsorizzare e ci mettevano decisamente poco per concludere il tutto

Babi

Beh se sono in forte perdita non ha senso vendere

GrantMills

Al posto tuo farei attenzione alla tassazione sulla plusvalenza. Tra 20 anni, se non li muovi, rischi di farti male...

"Vedi? Io proverei pure a risponderti, ma se non sai cos'è Bitcoin, non sai come funziona, non consci gli aspetti tecnologici, etici, matematici, ne tantomeno quelli economici"
Quindi mi stai dicendo che nel tuo tempo libero hai studiato matematica avanzata, sicurezza informatica, algoritmi di crittografia avanzata, macroeconomia e nelle pause pranzo anche filosofia etica? O più semplicemente sei un appassionato che si è informato da qualche articolo e da qualche video su youtube. Il che va assolutamente bene, ma non trattarmi con sufficienza come se fossi un massimo esperto in tutti questi campi. Da parte mia posso dirti che ho studiato ingegneria informatica e un po' di infarinatura in crittografia, sistemi di comunicazione e matematica ce l'ho, quanto basta per comprendere di cosa si parla, se mi sbaglio puoi correggermi dandomi le fonti di riferimento o se non hai semplicemente voglia di continuare il discorso va bene lo stesso, ma scendi dal piedistallo.

"Perchè metti alla pari Dogecoin e Bitcoin."
Non ho mai detto che siano uguali, ho semplicemente detto che se domani Musk o Bill Gates scrivono un tweet su facebook dicendo alla gente "abbandonate bitcoin e prendete Dogecoin" stai certo che in meno di 12 ore il valore del bitcoin si dimezza. E nonostante tutto ancora non mi hai spiegato, all'alto delle tue cooscenze in economia, come mantenere la stabilità di una "moneta" volubile alle paroledi un miliardario eccentrico. Certo, adesso finché la moneta viene spinta in alto va tutto bene, ma quando qualche gruppo finanziario deciderà di fare short sui bitcoin molta gente piangerà lacrime amare.

"Perchè non sai che Bitcoin va al 76% su energia rinnovabile."Ah si, un solo report rilasciato da un'azienda che lavora nel settore delle criptomonete, molto affidabile devo dire. Quando ci sarà qualche report scientifico in peer to peer ne riparliamo. Ma ti rendi conto di quanti soldi servano per avere il 75% da rinnovabili? E ti rendi conto che l'unica entità che può farlo è l'unione europea, gli stati uniti, la icna e l'India? Facendo una commistione delle varie forme di rinnovabili su una rete energetica internazionale possono sopperire all'incostanza delle rinnovabili, spostando l'energia da una parte all'altra in base a dove se ne produce di più (ad esempio in spagna si produce col solare, in danimarca con l'eolico).

"valore basato sul nulla, se non sulla fiducia che quel bene abbia quel determinato valore" La moneta si basa sull'economia di un paese e sul fatto che con quella ci paghi le tasse , se l'economia va in malora lo stesso succede anche alla moneta (vedi Venezuela). Su cosa si basa invece il bitcoin? SUlle parole di un miliardario eccentrico? La tecnologia sottostante al bitcoin mi garantisce l'originalità del prodotto senza il bisogno di uno stato, ma non mi garantisce nessun valore perché non si basa su nulla se non sulla richiesta del mercato per domanda/offerta

"Perchè vivi in un mondo in mano alle grandi aziende, dove sei controllato h24" Andrebbe anche bene se il 99% dele transazione non fosse gestita da exchange centralizzati che, per essere a norma di legge, devono tracciare le tue attività e non ti permettono di trasferire denaro a conti sospetti, altrimenti rischi di essere denuciato alle autorità o di non poter usare quel servizio.

"Perchè credi che le persone che si arricchiscono con Bitcoin siano quelle che fanno speculazione." Per carità, molti non lo fanno in cattiva fede, ma oramai è diventato un mercato ghiotto per speculatori di professione. Non ho detto che sia il problema, fa ne fa parte e sinceramente avere una moneta che fa così tanta gola agli speculatori non mi intriga poi così tanto. Poi se le cose cambieranno ne riparleremo, se ci sarà un'altra criptovaluta che disincentiva la speculazione e tende ad avere un sistema intrinsecon nell'algoritmo che ne mantenga il valore stabile, sarò il primo ad elogiarla.

I Venezueliani hanno una via d'uscita nel bitcoin solo perché tutto il resto non esiste, infatti non possono acquistare monete estere ... se il governo decide di autorizzare le monete estere credimi che tutti passeranno al dollaro senza pensarci due volte; e ricordiamo che il bitcoin non è vietato in Venezuela, ma non c'è scritto da nessuna parte che i governi non possano vietarlo rendendolo di fatto inacessibile come le altre monete

"Le nazioni e i governi cercano di trovare il modo di buttarlo giù da quando era a 100$" Se veramente avessero voluto buttarlo giù, sarebbe semplicemente illegale, non mi pare sia il caso. Fare una legge anti bitcoin e criptovalute è molto semplice. Se è ancora in circolazione è perché gli stati non l'hanno bloccato, ma solo regolamentato

"non sai che significa decentralizzazione". E' un concetto che si insegna alle prime lezioni di reti e calcolatori, non fare il saputello pensando di essere il più colto qui dent

Paolo Rossi

Questo discorso, a posteriori, vale per qualunque speculazione finanziaria. Perfino per le truffe piramidali, se si ha la furbizia/fortuna di uscirne prima dello smascheramento.

Emanuele Pagliari

La difficoltà di mining non cambia immediatamente dopo un crollo di hashrate ma dopo ogni "periodo di mining", circa 2016 blocchi se ben ricordo, che ad una media di 10 minuti a blocco sono quasi 13 giorni. In ogni caso si, la rete si "auto-aggiusta", alzando o abbassando la difficoltà per mantenere il tempo medio di blocco a 10 minuti.

Spotify, Apple Music e gli altri: chi vincerà sul ring dello streaming musicale?

Xiaomi 11T ufficiale con Pro, 11 Lite NE e Pad 5. PREZZI e disponibilità Italia

Internet down: migliaia di siti offline, tra cui Amazon e Twitch | Cos'è successo

Amazon Prime Day 2021 le date e le offerte già attive: 21 e 22 giugno ufficiale