Spotify farà scegliere il luogo di lavoro ai suoi dipendenti, per sempre

12 Febbraio 2021 75

Spotify ha annunciato che consentirà ai suoi dipendenti di scegliere sia la loro sede di lavoro, sia che si tratti di stare ufficio, prevalentemente in "smart working" ed anche il Paese del mondo in cui preferiscono vivere. Spotify ha chiamato questa sua iniziativa Work From Anywhere (WFA) e la descrive come un "nuovo modo di collaborare che consentirà agli Spotifiers di lavorare, pensare e creare ovunque si trovino".

I dirigenti di Spotify sostengono da tempo l'idea che la digitalizzazione e la globalizzazione siano i motori principali per avere un ambiente di lavoro più flessibile che si adatti al meglio sia al team che alla produttività. Ovviamente, la pandemia ha accelerato questo pensiero e, si legge nel comunicato dell'azienda, "non c'è momento migliore per passare a questo tipo di modello distribuito, un luogo di lavoro che non si basa sulla premessa che i dipendenti devono riunirsi in un ufficio e stare a una scrivania".

"Con questa nostra mentalità "distributed-first", stiamo offrendo ai dipendenti l'opportunità di scegliere il modo in cui vogliono lavorare, che sia principalmente a casa o in ufficio, oltre alla posizione geografica"

Spotify implementerà queste nuove opzioni a partire dalla prossima estate e la scelta di quanto spesso, qualora fosse necessario, un dipendente debba ritornare in ufficio sarà deciso dal dipendente stesso concordandolo con il proprio manager e il proprio team.


Secondo Spotify, lavoro non significa che il dipendente debba venire in ufficio ma è importante quello che produce. L'obiettivo finale di questo nuovo approccio di Spotify è quello di garantire che i dipendenti abbiano un luogo in cui concentrarsi, collaborare e creare, che sia alla scrivania, una sala conferenze o in un bar.

In merito alla possibilità e alla libertà di lavorare per Spotify da qualsiasi parte del mondo, l'azienda afferma che consentirà ai dipendenti di decidere la loro posizione "con alcune limitazioni per affrontare al meglio le problematiche legate al fuso orario e alle leggi delle entità regionali nell'implementazione iniziale di questo programma". Qualora qualcuno scegliesse una posizione lontana da un ufficio di Spotify ma necessiti comunque di un ambiente lavorativo, verrà supportato con un abbonamento a uno spazio di co-working.

Fino ad oggi, sono tante le importanti aziende tecnologiche, tra cui Facebook, Twitter, Microsoft e Dropbox, che hanno annunciato importanti impegni relativamente al lavoro a distanza consentendo ai dipendenti, se lo desiderano, di continuare a lavorare in "smart working" sia durante la pandemia che in futuro. Nei giorni scorsi, un annuncio analogo è stato fatto da Salesforce.


75

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
TLC 2.0

Vantatene pure quasi quasi. Io non mi faccio schiavizzare.

mattia

Uno come te così attento a tutti i suoi diritti col mio capo durerebbe un giorno

mattia

Se devi fare 15 minuti ogni due ore se la matematica non è un'opinione fai mezz'ora di pausa più un'ora di pausa pranzo. Dopo 4 ore nessuna pausa di 15 min ma pausa pranzo e dopo otto ore finisci di lavorare. Quindi la pausa la fai dopo 2 e dopo 6 ore!

Eva~Qua~Tor

Per esempio in questo momento stiamo, tra le altre cose, progettando un biodigestore per la produzione di metano da cui estrarre idrogeno e carbonio per le fibre di carbonio.
Poi parallelamente stiamo progettando un sistema di celle a combustibile a idrogeno e a metano per la produzione di energia elettrica.

ninuzzo

Cioè? Cosa fate praticamente?

Eva~Qua~Tor

Ricerca nel campo delle energie rinnovabili

ninuzzo

Cosa produce la tua azienda?

2Fresne

Top, questa è la via

WauMau

Bene in futuro non chiederanno piú persona automunita ma persona studiomunita..a parte le battute le aziende hanno capito, spacciando per produttivitá, una nuova forma di sorveglianza molto piú efficace

Homer76

Conosco gente che vuole tornare al lavoro perché gli mancano le pause caffè. Altri, si lamentano perché hanno comprato l'auto nuova con gli incentivi e ancora non sono riusciti a mostrarla a tutti i conoscenti. La vicina ci ha riferito che sua figlia adolescente è in depressione perché ha appena imparato a truccarsi, ma non può sfoggiare la sua abilità nel coplesso scolastico.
Altri si lamentano se li chiami alle 17 dimenticando che, uscendo alle 16,30 arrivavano a casa alle 18 (traversata più ricerca del parcheggio, noi siamo a Roma...).
Capisco che ci siano situazioni di disagio, ma se vuoi spostarti tutti i giorni in macchina, apprestano la nostra aria con il tuo gasolio solo perché a casa ti annoi e consumi 10 € al mese in più di corrente, un pochetto mi fai innervosire!

Life_XP

in Italia e per il momento. Negli USA Facebook fa così tranquillamente, quindi non mi stupirei se venissero reintrodotte in futuro anche qui.

Eva~Qua~Tor

Resta il fatto che sono illegali, poi le aziende devono pagare di più se la sede è disagiata economicamente lo sappiamo.

boosook

Chiediti infatti perché i grandi centri di sviluppo di Microsoft, Amazon etc non sono in Italia :)

boosook

Infatti è l'azienda che decide di assumere solo lavoratori produttiivi e di licenziarli quando non lo sono. :)

boosook

Dipende dalla tua situazione, non si può fare di tutta l'erba un fascio. Io avevo un ufficio per il quale mi ero ben organizzato per raggiungerlo con i mezzi, ambiente molto piacevole, ottimo rapporto con i colleghi. Andare in ufficio era un piacere e un modo per stabilire rapporti sociali. A casa da solo soffro abbastanza, anche perché con il lockdown c'è poco da uscire quando hai finito, finisce che non vedo nessuno. Altre persone con bambini so che soffrono pure loro anche se per il motivo opposto (devono occuparsi dei figli tutto il giorno e diventa molto stressante farlo in contemporanea col lavoro).

boosook

Ma gli stipendi nel settore privato sono sempre basati sul luogo dove vivi, a Milano con 30k di stipendio sei un poveraccio. Con 1000-1500 euro al mese che sono necessari per un affitto di un buco...

boosook

Beh li dovrebbe fornire l'azienda, visto che risparmia sull'ufficio. Con me l'hanno fatto. A me lavorare da casa costa di più: in ufficio ci andavo gratis (se teniamo conto che l'abbonamento ai mezzi pubblici lo pagavo comunque perché mi serviva anche fuori dal lavoro) e a casa mi pago riscaldamento d'inverno e aria condizionata d'estate. Inoltre se lavora più di 40 ore significa che il datore di lavoro se ne sta approfittando.

boosook

Non funziona così in queste aziende. Ci sono sempre performance review semestrali o annuali in cui si valutano le performance dei dipendenti, in base ai risultati raggiunti e alle review dei colleghi e dei manager. Anche i manager vengono sottoposti a review non solo degli altri manager, ma anche dei propri "sottoposti". A seconda delle performance, si decidono bonus, aumenti di stipendio, o piani di "improvement" se necessario, o il licenziamento nei casi estremi. Quindi non dipende dall'etica individuale. Se non hai voglia di lavorare, in queste aziende non sopravvivi (sempre che tu riesca a entrarci, perché il processo di hiring è studiato per filtrare fin dall'inizio). E nessun dipendente si lamenta del fatto che le loro performance vengano costantemente monitorate, anche perché hai il beneficio appunto di non dover lavorare con persone che scaldano la sedia e sobbarcarti tu il lavoro di altri. Ecco perché cambia poco lavorare in ufficio o meno. Sono aziende già strutturate in modo tale che il controllo sul dipendente come lo intendiamo noi (ovvero il fatto che tu arrivi in ufficio a una certa ora, rimanga un certo numero di ore, il capo che ti passa dietro per vedere se stai lavorando o sei su youtube) non è necessario. Verificando invece quello che sei in grado di produrre anziché il tempo che passi davanti al computer, non cambia a che ora o in che luogo tu lo faccia.

Eva~Qua~Tor

La mia azienda ha ridotto gli spazi in affitto. Il 9 marzo 2020 avrei dovuto firmare per un ufficio più grande. Avevo disdetto il vecchio e dalla fine di marzo 2020 avrei dovuto liberarlo.
Alla fine ho liberato il vecchio a Giugno ma non ho firmato per il nuovo più grande.
Ora abbiamo 55 mq e 12 persone che lavorano. Lavorano da casa e l'ufficio lo usiamo per ricevere i clienti e fare le riunioni aziendali. Essendo un ufficio con riconferma mensile sto valutando se ridurre a 27 mq l'ufficio che verrebbe usato solo per ricevere i clienti mentre le riunioni le possiamo fare al bar tanto ne faccio un paio al mese.
Per il resto ho notato che sono tutti più rilassati.
Risparmiamo l'uso dell'auto dei vestiti, delle pause caffè, del pasto ecc.
Io risparmio sull'ufficio.
A tutti pago ora la connessione. Telefono e computer l'avevano aziendale e si sono portati a casa la sedia da ufficio e chi poteva anche la scrivania.
Il server aziendale chiude alle 18.30 e riapre alle 9.00. Sabato e domenica chiuso. In questo modo nessuno può lavorare troppo tempo e io ci guadagno perchè quando lavorano lo fanno bene. Il server aziendale chiude e quindi non si possono lavorare documenti, mail ecc.
Da gennaio rimborso anche 50 euro al mese per elettricitá e riscaldamento.
Io non ci torno al modello di lavoro vecchio. Ora spendo meno, ho più risultati e sono tutti più rilassati.

Eva~Qua~Tor

Le gabbie salariali sono illegali

albe

Bè oddio, offendere sempre l'italiano medio mi par eccessivo. Ognuno ha le sue esigenze non per questo dobbiamo denigrare un altro. Se tu odi i tuoi colleghi magari è un problema tuo. Io ci lavoro bene e il lavoro di squadra è fondamentale e ci appassiona, stimola. A distanza è cmq abbastanza efficace ma dal vivo c'è una marcia in più. D'accordo invece su traffico e spostamenti. Un bilanciamento tra le cose potrebbe essere una migliore soluzione.

albe

Eh sì, in tutte le aziende è così, non solo in quelle pubbliche. Chi batte la fiacca e chi tira il carretto.

Nic0m

Dipende sempre dell'etica individuale... guarda i nostri uffici pubblici, c'è chi passa letteralmente mezza giornata a suon di pause caffè e chiacchiere (o addirittura non si presenta con mille magheggi) e chi invece si smazza il lavoro pure degli altri pur di mandare avanti le cose!

ReArciù

Si per quelli italiani

efremis

Wall-E.

Matteo Bottoli

Eh ma non è il lavoratore che decide se è produttivo o meno...

Matteo Bottoli

No, semplicemente si dovrà scendere a compromessi a discapito della qualità

Alex

Lascia anche decidere se guadagnare senza lavorare.

trucido

Poi si diventa ta come quelli della vignetta sopra....

Davide

il carico di lavoro è aumentato notevolmente da quando sono a casa e altrettanto sono cresciute le aspettative (es. meeting alle 18.30 erano la norma all'inizio). Ogni tanto qualcuno azzarda i meeting alle 8.30 ma ormai li rimando al mittente.
Stessa cosa con il numero delle attività; riesco a star dietro a molti più progetti ora e di conseguenza il lavoro aumenta. Tutte cose a cui prima non sarei mai riuscito a seguire tra spostamenti ed altro ma che alla lunga intaccano sia il morale sia la voglia.
Da casa si è indubbiamente più produttivi ma si sta peggio per quella che è la mia esperienza. Questo inverno è stato una mazzata in termini di quantità di lavoro ma non è che puoi dire di no a cose che avevi già accettato e che tra ritardi e altro han finito per sovrapporsi.

Life_XP

dipende dal contratto. se mi dicono che il salario sarà adeguato al costo della vita del posto dove vivo, me ne vado a vivere a Milano dove i servizi funzionano. se invece lo stipendio è fisso, tanto vale andare a vivere in posti come l'Italia meridionale dove il costo della vita è più basso.

LuPo

Sono d'accordo con te. Ma la vedo dura per l'adeguamento salariale...

C'è da capire se sia un vantaggio per i paesi con più potere economico o per i più svantaggiati perché se alla fine c'è una qualche ridistribuzione della ricchezza può essere una cosa buona.

Ikaro
Daniele Brescia

devi dire che: se decidi di lavorare da casa, ti attrezzi una stanza apposita uso ufficio (casa permettendo) e di metti una bella scrivania, una luce un buon pc e stampante e una sedia ergonomica. altrimenti ritorni in ufficio. Io ad esempio a casa mia non lo potrei fare in quanto NON o una stanza da adibire ad ufficio ma l'ufficio ce lho a 2 km da casa (vivo in una città media)

piero
TLC 2.0

Ne puoi vedere il perfetto esempio qualche commento sotto, con la mia risposta ad un tizio che ho provveduto a bloccare prontamente.
Sembra di essere negli anni 50.

Nacyres

Dubito che Spotify globalmente debba rispettare i CCNL

Daniele Davide

almeno leggi, così eviti di fare le figure da asino

Daniele Davide

dentro i CCNL e nelle grandi aziende, anche se private, non licenziano nessuno

Daniele Davide

sei talmente ottuso che nemmeno hai capito quello che ti ho spiegato... ripassa le tabelline caro il mio sumarel

Aster

Bene.

TLC 2.0

Ti meravigli? Questo tizio non conosce nemmeno l'81/08 e ti meravigli che non conosca le pause obbligatorie per i videoterminalisti?
E' ignorante come una sedia.

TLC 2.0

No, semplicemente sei ignorante come una sedia, senza avere nemmeno l'utilità della sedia in oggetto.
Hai mai letto il D.L. 81/08 sulla sicurezza del lavoro? Ti informo che per i videoterminalisti (categoria a cui appartengono tutti i lavoratori in smart working) è obbligatoria una pausa di 15 minuti ogni 2 ore. Ora, se la matematica che ti dovrebbero aver insegnato alle elementari funziona ancora, 8:2=4 pause per ogni giornata lavorativa, corretto? Quindi una pausa ogni 2 ore => 4 pausex15 minuti = 1 ora ogni giorno. Corretto?
Aggiungici la pausa pranzo di un ora e hai ottenuto le 2 ore che tanto contesti.
Se per te diritti acquisiti in decenni e decreti legge sulla sicurezza del lavoro sono "modi di fare gioire lazzaroni" direi che quello in difetto sei tu.
Oppure sei il classico bauscia sfruttatore.

UFrà

Con i soldi che hai risparmiato in benzina/casello/mezzi pubblici, comprati una sedia da ufficio e un monitor decenti. Non c'è bisogno di spendere tanto per avere una postazione decente. Ne va della tua salute.

Nacyres

Se sei poco produttivo ti licenziano, semplice. Nessuno ti paga per fare nulla a casa

Nacyres

Perché mai? Se uno si trova bene lavora da casa, se invece reputa di essere meno produttivo va in ufficio

Nacyres

Ti viene imposto di lavorare di più o lo fai di tua scelta?

DrJosi

Invece è meglio così. Stai a casa durante i tuoi orari lavorativi, appena finisci sei già pronto per uscire o fare un po' quello che ti pare

BerlusconiFica

una minaccia

DrJosi

Chiaramente, per questo ho specificato "insopportabili". Hai presente quelli che vorresti vedere prendere fuoco? Parlo proprio di loro

Recensione Huawei Band 6: eleganza in formato slim

Snapdragon 888 vs Exynos 2100: qual è il migliore?

Echo 4° generazione vs Nest Audio: quale scegliere? Tutte le differenze

Il confrontone 2021: Galaxy S21 Ultra vs iPhone 12 Pro Max, Find X3 Pro e Mi 11 5G