Elon Musk filantropo: 100 milioni di $ a chi ha la migliore idea per salvare l'ambiente

22 Gennaio 2021 424

Elon Musk regalerà 100 milioni di dollari a chi gli mostrerà il miglior sistema di cattura dell'anidride carbonica. La promessa è stata resa pubblica su Twitter, tanto laconica quanto "rumorosa" vista la cifra in ballo.

Problemi di soldi il CEO di Tesla non ne ha: è l'uomo più ricco del mondo, persino più del ricchissimo Jeff Bezos di Amazon, e 100 milioni in fin dei conti possono anche essere investiti per una giusta causa. Al di là delle battute, l'attenzione di Musk verso l'ambiente è cosa nota: sue sono le auto elettriche più diffuse sul pianeta, suoi sono gli impianti fotovoltaici e i sistemi di accumulo più noti sul mercato, ancora sua l'idea di ridurre il traffico in superficie con i tunnel di The Boring Company. Ed è forse proprio su Bezos che Musk sta facendo la sua gara: basti pensare ad esempio ai 10 miliardi di dollari che il numero 1 di Amazon ha destinato all'ambiente, o ancora alla vendita di azioni della sua società per un valore complessivo di 3 miliardi di dollari per sostenere progetti ambientali e spaziali.

Insomma, ambiente e spazio, i destini dei due ultra-miliardari si incrociano di nuovo, e non solo nella classifica dei più ricchi del mondo. Purtroppo mancano tutti i dettagli relativi alla proposta, ma a quanto pare si dovrà attendere ancora poco, "la prossima settimana", come specificato dallo stesso Musk.

C'è molto interesse su questo premio, che chiama in causa direttamente la popolazione mondiale per proporre idee che rallentino il degrado ambientale che sta interessando il nostro pianeta. Il cambio del clima è un fatto appurato, accelerato dall'attività antropica in tutte le sue sfaccettature: dal riscaldamento domestico alla produzione, dagli allevamenti agli attuali sistemi di trasporto. É la prima volta che Musk mette sul piatto una così importante cifra per la ricerca sull'ambiente, non ancora equiparabile a ciò che altri hanno fatto - e stanno facendo - ma comunque un promettente inizio di una sua inedita fase filantropica.

Resta da risolvere un solo problema: come catturare l'anidride carbonica? Sicuramente il passaggio all'energia proveniente da risorse rinnovabili contribuirà a migliorare lo stato di salute del nostro pianeta in futuro, ma c'è anche da capire come ripulire l'ambiente da ciò che è già stato immesso (e che tuttora immettiamo quotidianamente). "Stiamo facendo un gioco pazzo qui con atmosfera e oceani", aveva detto in passato Musk durante un'intervista passata alla storia per il suo profumo di erba...

Ora la parola passa a chi vuole condividere la sua idea: chissà che non ci scappi anche un premio milionario.


424

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Internauta

Si sono naturalista e continuo a studiare e a lavorare in diversi ambiti scientifici.

Perchè non puoi opporti totalmente dal non esistere, il tuo è comunque un ruolo che se inizialmente era integrato e funzionante per l'ambiente ora non lo è più a causa di macchinari e attrezzi che utilizzi ed estendono il tuo impatto ambientale . Inoltre ti ricordo che, a meno che tu non abbia 100 o più anni, sei nato in un'epoca già industriale, sei nato e cresciuto con tutto questo attorno e quindi è difficile per te riuscire a minimizzare i problemi in natura perchè la tua specie (società) va contro le buone pratiche che sono: evitare di prendere auto, evitare di comprare cosmetici, evitare di comprare cibo confezionato, evitare di utilizzare aerei, evitare in poche parole tutte le "accelerazioni", che voi chiamate "comodità", che offre la tecnologia umana. Evitare tutto questo è, per la maggior parte delle persone, impossibile per molteplici motivi. Ma attenzione, non ti sto dicendo che devi rinunciare a tutto, ma di dare un valore reale agli oggetti trattandoli bene e facendoli durare il più al lungo possibile: un esempio mio personale è sul dentifricio, ne metto una punta e un tubetto mi dura mesi e mesi (e me li lavo dopo ogni pasto principale). Così come questo esempio personale, te ne potrei fare altri migliaia di accorgimenti che assumo nella mia quotidianità. E in tutto questo c'è anche un bel risparmio annuale di soldi di migliaia di euro, senza rinunciare alla salute.

Io l'auto non ce l'ho e se la prendo vado piano, minimizzando rischio di incidenti di qualsiasi tipo (anche contro artropodi, rettili o altro). Questa domanda comunque è provocatoria e fuori luogo, potrei a questo punto chiederti perchè porti le scarpe che sono molto più dure delle suole naturali dei piedi e quindi causano un numero di morti maggiore di organismi striscianti piccoli?

Non ho girato intorno, assolutamente. Evidentemente non capisci: io mi affido prima di tutto alla natura minimizzando tutti i rischi. Se dovessi incorrere in una malattia grave nonostante tutte le prevenzioni che faccio, un tentativo usando la medicina ufficiale lo farei.
Comunque, sei passato dall'argomento principale a domande personali. Ma se vuoi continua pure, lieto di chiarire ogni tuo dubbio o curiosità.

Claudio Locci

Si potrebbero salvare i ghiacciai facendo un sistema che converte l'acqua marina in ossigeno e idrogeno liquido che se sparati sui ghiacciai li ricostituirebero, usando l'energia delle onde e del sole per alimentare i macchinari ed evitando così l'avanzamento del surriscaldamento globale e di conseguenza incendi che formano CO2.
Spero che questa idea serva per il progett, porgo i miei più cordiali saluti da Claudio Locci dalla Sardegna.

www.vr-italia.org

Quindi sei laureato in scienze naturali?

Se le zanzare sono utili, e lo sono dato che oltre che cibo per uccelli sono anche un impollinatore, perché lasciamo che il parabrezza della nostra auto le uccida, insieme a tanti altri utilissimi insetti?

Tu uccidi gli insetti con il parabrezza della tua auto, oppure hai rinunciato all'auto per non fargli del male? Cosa viene prima, la loro vita, o la tua necessità, a volte anche per ragioni futili, di andare in auto?

Sulla malattia grave non mi hai risposto, ci hai girato attorno senza rispondere. Ti ho chiesto se, nel caso, ti affideresti a ciò che offre spontaneamente la natura o a ciò che offre la tecnologia.

Internauta

Ricercatore in scienze della natura.
Il discorso degli organismi utili e non utili è abbastanza relativo e soggettivo.
Serve tutto! Se tu esisti, è perchè sei il prodotto di una miriade di meccanismi che hanno dato come risultato te e tutto il mondo che conosci.
Anche le zanzare e i batteri nocivi all'uomo sono utili, così come l'albero è estremamente utile per l'uomo e non solo. I tuoi ragionamenti sono semplicemente sbagliati e frammentati.

Se mi dovesse capitare una malattia grave? La accetterei, non senza tentare di fare qualcosa per minimizzarla o curarla. Così come, giustamente, accetto la mia morte in qualsiasi maniera possa avvenire e in qualsiasi momento possa giungere. Anzi ti dirò di più. stai tranquillo che saper esempio dovessi rompermi tutte e due le gambe o qualsiasi cosa mi possa succedere che mi distrugga la mia libertà di muovermi mi farò fuori io stesso; oppure se avessi avuto una malattia grave genetica rara, stai certo che non avrei mai fatto figli!

www.vr-italia.org

Ma quindi tu cosa sei, un professore, un ricercatore? Vorrei capire in modo preciso a che titolo hai usato la parola "colleghi". Ti mette in imbarazzo dare una risposta più chiara?

Riguardo al "lo facciamo per noi", allora forse non mi sono spiegato bene le volte precedenti: per me che sia "per noi" è tutto. Come essere umano non sento nessun dovere nei confronti di ciò che non è umano, altrimenti non potrei mangiare gli animali, non potrei viaggiare in auto sapendo che il mio parabrezza uccide gli insetti, non potrei tagliare un albero per farci un mobile, non sperimentare i medicinali sugli animali, o come minimo dovrei per par condicio sperimentare sull'uomo medicinali destinati agli animali. Se poi tu sei uno che non usa l'auto per non uccidere gli insetti, affari tuoi, l'importante è che le tue azioni siano sempre coerenti con ciò che pensi e che dici, anche quando non ti fa comodo.

L'albero deve essere utile all'uomo, e a tanti altri organismi SOLO se anche questi organismi sono utili all'uomo, altrimenti no. Noi gli organismi non utili all'uomo li sterminiamo, vedi zanzare che portano la malaria, o batteri che portano malattie. Non è che troviamo una pacifica convivenza con i patogeni perché la natura è tutta bella e buona.

Visto che le nostre tecnologie funzionano poco e male, se ti dovesse capitare una malattia grave, come un tumore, non affidarti alla nostra tecnologia brutta e cattiva, curati con i rimedi che trovi in natura, niente tac, niente radioterapia, niente cose che non crescano in un giardino. Auguri.

Internauta

Ti ripeto in biomineralogia ci sono esempi di come cellule e batteri sfruttano gli elementi circostanti prendendoli e sintetizzando blocchi di cristalli di vario tipo per far assumere particolari forme e funzioni e vogliono quelle forme appunto, non vedrai cristalli messi a caso ma con un ordine preciso.

Le cose che sappiamo fare meglio, non sono migliori della natura, in quasi niente sappiamo fare meglio. Non insistere. Quello che sappiamo fare lo facciamo per noi, e funziona per noi e per il nostro ambiente. Le tecnologie naturali invece, sono talmente avanti che tengono in considerazione un numero indefinito di altri fattori e funzionano non solo per una specie, ma per un'intera comunità di specie. Quelle nostre invece, sono solamente per pochi scopi e funzionano pure male.

L'albero E' UTILE all'uomo e a tantissimi altri organismi, un numero indefinito (dipende dove sta messo l'albero). Sto dicendo proprio questo da mezz'ora e continui a sparare idiozie.

www.vr-italia.org

Se potesse farlo così facilmente come dici, allora che problema ci sarebbe? Come le porta in un luogo può pure riportarle indietro. Vorrà dire che scambieremo un chilo di roccia marziana per un chilo di roccia terrestre. Spero che i problemi che affliggono la tua giornata siano di ben altro spessore ;-)

www.vr-italia.org

Parli di colleghi... Quali sarebbero le tue referenze, scusa?

Il problema non è considerare o meno il suolo un essere vivente, il problema è che tu hai scritto "sanno quello che fanno" - Non basta essere vivi per sapere ciò che fai, un batterio è vivo, ma non ha né cervello né coscienza. Non sa quello che fa, agisce perché la biochimica funziona in quel modo, come le cellule del mio corpo, che rispondono ad una complessa programmazione, non è che sintetizzano proteine perché gli piace farlo, lo fanno perché gli atomi sono nel posto giusto con gli elettroni giusti. Biochimica.

Non ho detto che l'uomo ha genericamente superato la natura, ho scritto "l'ha superata in molti campi" - Ci sono cose che sappiamo far meglio, processi di sintesi che in natura, spontaneamente, non avvengono, meccanismi che spontaneamente non si formano. Strumenti che funzionano meglio di qualsiasi occhio, sensori che funzionano meglio di qualsiasi orecchio, ecc... Più la tecnologia evolve, più cose sapremo fare meglio, e la tecnologia evolve ad un ritmo migliaia di volte più veloce rispetto ai processi spontanei della natura.

Integrarmi con la natura mi sta benissimo, lo abbiamo sempre fatto, purché significhi ricavarne un vantaggio. Se salvo un albero è perché questo albero è utile all'uomo, non per l'albero in sé. Dell'albero in sé non me ne frega nulla.

Internauta

Ti consiglio di farti una chiacchierata, anzi più di una, con biologi, ecologi, naturalisti etc. Persino i pedologi considerano i suoli quasi come esseri viventi.
Dire che la natura va a caso, scusa ma come hai già detto non si può imbastire nessuna discussione visto che io e miei colleghi studiamo proprio il contrario e cioè il funzionamento di organismi, processi biochimici etc.

L'albero che brucia rientra nel ciclo del carbonio.
Viene comunque immagazzinato maggiormente nelle fasi di crescita della foresta e quindi per centinaia o migliaia di anni, generando poi altri miliardi di processi biochimici interni oltre a generare biodiversità e altre attività impareggiabili se confrontate con quelle umane.
Sono perciò fondamentali, poi se sei curioso vai a studiarti ecologia ovviamente per capire meglio quali sono le attività svolte da un ecosistema, mica c'è solo il carbonio da regolare. Fosse solo quello...
Mi spiace che la tua credenza popolare sia di aver superato la natura, potrei riderti in faccia due giorni. La questione non è di superare la natura, ma di integrarsi ad essa. Cosa che stiamo finalmente, ma timidamente, iniziando a fare. Scusa, mi correggo, riniziando.

Internauta

Un conto è se la la materia circola per i cavoli suoi, un altro è se l'uomo comincerà effettivamente a trasportare materiale dalla Terra. Sai cosa è capace di fare. Si alla fine è un vaneggio, è chiaro che siamo su ordini di grandezze molto diverse, però se potesse lo farebbe in maniera massiccia, è questo che è preoccupante. Non si ferma mai l'uomo.

Zimidibidubilu

Devi studiare il significato delle parole.

Riccardo Mineri

Perchè sei un noioso perbenista, te l'ho già detto.

www.vr-italia.org

Certo, su Marte ci porteremo le nostre spiagge :-)

Se proprio dobbiamo trasportare sassi (ad un costo di qualche milione per kg) è più facile che accada il contrario, no? Abbiamo riportato sassi dalla Luna, ma nessuno ha mai pensato di portare sulla Luna i sassi della Terra. Chissà perché...

Ripeto, hai problemi con gli ordini di grandezza. Sulle spiagge passano milioni di persone, ogni giorno, per decenni. Abbiamo anche un problema di erosione dell'Everest a causa dei troppi turisti? Non penso, perché l'Everest è un luogo ostile, proibitivo, destinato a pochi. Bene, ora moltiplica l'Everest per 1 milione, e sai quanto è proibitivo Marte.

Frankbel

non solo petrolio, ma anche gas metano e carbone.

Frankbel

Se vuoi più chances, aggiungi pure che il diamante lo spediamo su marte, così da dargli fuoco e donare a marte una atmosfera più consistente: il primo passo verso la terraformazione.

Zimidibidubilu

Anche altri non hanno saputo argomentare in modo logico e sensato.
Invece con altri ci sono stati scambi costruttivi.
L'appello al branco è proprio una roba infantile eh.

www.vr-italia.org

l'energia per scindere l'ossigeno dal carbonio la facciamo bruciando petrolio. Cosa potrebbe andare storto? :-D

www.vr-italia.org

Vabbè, non so se davvero ci sia una base per una discussione, visto che affermi che i batteri sanno quello che fanno. In ogni caso te la faccio semplice: io sono un essere umano, per cui faccio il tifo per l'umanità, gli animali li uso come cibo, le piante pure, e li preservo solo se il farlo procura un vantaggio all'umanità, altrimenti non me ne frega nulla. Quindi non riconosco nemmeno un "diritto" ad una pianta di invadermi casa. Se tu glielo riconosci, buon per te, vuol dire che il tuo comportamento sarà coerente con quello che affermi, probabilmente sei uno di quelli che in auto toglie il parabrezza per non uccidere i moscerini. La mia fortuna, e per contro la tua sfortuna, è che vivo in un mondo dove il mio pensiero va per la maggiore, ma ti faccio i miei migliori auguri di riuscire a cambiarlo, così potrai vivere in un mondo di gente che riconosce ai batteri comportamenti coscienti. Fino a quel momento ti sentirai un po' solo, e circondato, mi spiace.

Fatta la dovuta precisazione, ribadisco che la pianta è poco efficiente, ed è semplice dimostrarlo: prendi un albero alto 10 metri, brucialo completamente, raccogliendo anche i fumi, mettilo in un compattatore e guarda quanto carbonio ti rimane. Un secchio. Ora, ti sembra una raccolta efficiente qualcosa che impiega anni per accumulare un secchio di carbonio in una struttura di quelle dimensioni? Con i giusti catalizzatori puoi ottenere lo stesso risultato molto più rapidamente, e facendo in modo che un secchio di carbonio occupi lo spazio di un secchio, e niente di più. La natura ha avuto miliardi di anni, l'umanità con qualche secolo di tecnologia l'ha già superata in molti campi, e continuerà a farlo, perché tra caso e intelligenza non c'è partita.

Internauta

Ma non esistono valori "normali", le fluttuazioni di pressione, temperatura, composizione del'aria etc. sono in parte determinate da fattori fisici e in parte da piante e animali.
Se così non va bene questo possiamo capirlo soltanto guardando la nostra minuscola storia umana e a quanto pare, sembra che stiamo noi come specie impattando su tanti ambienti diversi.
Comunque io non ci spererei sull'aumento della popolazione, al contrario si andrà sempre più verso un collasso della popolazione che riporterà il numero di individui a valori pre-industriali.

Internauta

Credo che tu non abbia nè le competenze, nè tantomeno le conoscenze poichè le tue affermazioni sono assolutamente inesatte e superficiali.
I vegetali hanno una crescita rapidissima, considerandole nel loro insieme, sono persino in grado di colonizzare rocce e protosuoli per poi trasformarli in suoli adatti alle radici.
Occupano un sacco di spazio è irrilevante, il loro ruolo è fondamentale per il mantenimento di numerosissimi ambienti piccoli o grandi che siano: hanno tutto il diritto di penetrare persino dentro casa tua e tu non hai alcun diritto di togliere alberi a piacimento. D'altronde anche l'occupazione animale è vastissima, non vedo perchè ti turba visto che ci sono persino megalopoli umane in cui hanno densità elevatissime e deleterie.
"Prova a sgasare con l'auto su un gruppo di piante, e vedi quanta ne catturano" Questa è un'affermazione ignorante che non porta a nessuna dimostrazione nè ad alcun fatto logico.
"La tecnologia è certamente in grado di fare un lavoro migliore" Assolutamente errato, immagino che ti riferisca alla tecnologia umana quindi l'affermazione è sbagliata. La tecnologia umana è di molto, enormemente indietro di centinaia e centinaia di milioni di anni rispetto a quelle che puoi osservare negli ambienti naturali: oltre al fatto che quantificare le tecnologie naturali (cioè preesistenti all'uomo) sono un numero inimmaginabile.
"del resto la tecnologia è il prodotto di un disegno intelligente, le piante solo un prodotto del caso reiterato per miliardi di anni."
Affermazione completamente errata, le piante così come gli animali, composti da cellule, così i batteri sanno perfettamente quello che fanno e perchè lo fanno. Posso mostrarti esempi in biomineralogia, in cui le cellule riescono a inglobare elementi che si trovano attorno alla cellula per poi sintetizzare cristalli di minerali per fargli assumere una particolare composizione, forma e quindi funzione.
Potrei dilungarmi per pagine e pagine e pagine a spiegare i tuoi dubbi e le tue domande.

Internauta

Mh mi sa che ti sei perso nei tuoi pensieri.
Il fatto di trasportare materiale da un punto all'altro è reale e pericoloso.
Oggi come oggi, OVVIO che la componente è irrilevante, ma sappiamo cosa intende fare l'uomo come specie (depredare ovunque) e in un futuro potrebbe arrivare questo problema.
Per farti un esempio, fino a 5000 anni fa non c'era nessun problema di erosione delle spiagge da parte dell'uomo.
Dopo soli questi anni, il problema è stato verificato, accertato e prese delle misure di sicurezza molto promettenti.
Più l'uomo pretende, più muoverà massa ed energia e più creerà disordine a cui dovrà egli stesso correre riparo. Oppure, se ne può stare buono e minimizzare tutte le sue attività .

salvatore esposito

fortuna che anche altri hanno letto ciò che scrivi

Zimidibidubilu

Pazzesco, ribadisci il piano inclinato che ho appena evidenziato.
Vabbè capito, inutile continuare di fronte a simi assurdità, è ovvio che qualunque argometazione io possa portare te la rigirerai come più ti fa comodo arrivando addirittura ad inventarti significati mai espressi da me.
Saluti.

Alessandro Peter

"chiù pilo pe' tutti" è stato già detto?

Alessandro Peter

Aspetta che ti copio/incollo su twitter taggando Musk. Giuro che se mi aggiudico il premio lo divido con te.

Frankbel

Ovviamente!

salvatore esposito
Zimidibidubilu

No caro, non ci provare a modificare quello che dico io.
Io blocco chi porta la discussione sul piano personale ed interpretando quello che dico come gli fa più comodo, mostrando inequivocabilmente disonetà intellettuale.
Ed il tuo piano inclinato finale è una delle fallacie logiche più banali che possano esistere.
Non ha apportato assolutamente nulla alla discussione, solo manipolazioni dialettiche, fallacie ed attacchi personali.

E certo che preferisco parlare da solo piuttosto che parlare con chi non è in grado di rispettare al minio le regole dialettiche.

salvatore esposito

fai pure, blocca pure tutti quelli che non la pensano come te così ti troverai a parlare al muro.
senza persone che hanno da investire soprattutto in ricerche non avresti tecnologia e medicina

Zimidibidubilu

Ipocrita sei tu perché evidentemente quello che ho scritto ha colto nel segno, ed invece di parlare nel merito sposti la discussione sul piano personale.
Io non ho presentato una ideologia in cui credo, la mia è solo una idea, una proposta, ma tu hai cercato di farla passare come un mio credo per poi potermi attaccare sulla mia "incoerenza".
Questa è disonestà intellettuale e se non cambi registro non potrò che bloccarti, perché di fronte alla disonetà non posso fare altro e non ho tempo da perdere con i tuoi isterismi.

salvatore esposito

ti ho già ampiamente spiegato sopra, prova a rileggere e confermo quanto scritto

fabbro

quindi?
io almeno ho la decenza di non fare la morale agli altri o fare queste proposte assurde!

Zimidibidubilu

A mio modesto avviso queste cose non vanno dette nemmeno per scherzo.

piero

dentro le cartucce di E.T.

Riccardo Mineri

Ma cosa stai dicendo? Quale dolore?? Non è morto nessuno, nessuno lancerà 100 bombe a idrogeno... State male parecchio, eh...

Zimling

PorCO2 quanti soldi

Maxima Freks

Carissimo vedo che hai capito tutto di quello che ho scritto.
Ma complimenti. prendo una lavagna coi gessetti colorati per spiegartelo meglio ma non credo basti.
Una curiosità, che lavoro svolgi?...

Zimidibidubilu

Ma come ti permetti.
Ma stai al tuo posto.

Non sono io che ho creato questa situazione, la critico e per questo secondo te dovrei andare a vivere su di un albero ovvero pagare per tutti. E perché di grazia?

Ma guardati allo specchio prima di giudicare il prossimo. Se ti rode per qualcosa che ho detto vatti a grattare in privato.

Ma guarda che roba tocca leggere.

salvatore esposito
salvatore esposito

sei solo un ipocrita

Alessio Ferri

Sì, ero sarcastico proponendo una cosa che ovviamente non funziona.
Non funzionano neanche le altre perché non viene considerato che il sistema è aperto per il ricco e chiuso per il povero. Il ricco appena sente puzza di inflazione porta i soldi all'estero.

Zimidibidubilu

Non è questione di amazon, è questione del sistema prefatorio e per quanto posso cerco di non alimentarlo. Ma siccome è ormai endemico evitarlo del tutto significherebbe andare a vivere sopra un albero.

salvatore esposito

se sei contro alla ricchezza nelle mani del fondatore di amazon non dovresti comorare li e basta... se non trovi fuori ne fai a meno

Maxima Freks

Mio nonno, nato un secolo fa e passato a miglior vita non molti anni fa, mi diceva spesso con sarcasmo toscano :
I poveri vanno "ammazzati" tutti tranne quelli che servono aicCONTE del castello, pe lavorà, pe fa da mangià, e pe stirà. Oppure ripeteva spesso quando gli girava gli strufoloni : i poveri vanno ammazzati da piccini :)

Prima che qualche diversamente abile nei neuroni si offenda, era un modo di dire del paese, e della zona, una sua massima preferita, di un uomo, credente comunista, cattolico, di professioni terrazziere, a bonificare aree sempre in mezzo all'acqua, alla umidità, alle intemperie.

Zimidibidubilu

Non so se "reset" sia un termine adeguato per quello di cui abbiamo bisogno. Nella storia dell'uomo ogni cambiamento che è stato fatto troppo velocemente ha sempre portato una marea di altri guai. Il volere soluzioni veloci mostra, a mio avviso, una certa arroganza... voglio dire che tutti i sistemi in natura sono nati e sono evoluti in modo lentissimo ed io credo che questo sia perché la realtà è molto complessa e per avere un sistema funzionante, nel macrosistema che è la natura, ci vuole tempo, cautela e molta saggezza. Guarda il sistema cosiddetto moderno; è nato e cresciuto a velocità spaventosa se pensi che l'uomo esiste da almeno 300mila anni ma forse molto di più, ed infatti ha creato un casino assurdo. Io credo che la causa, o una delle principali cause dei problemi, sia proprio il modificare le condizioni troppo velocemente e quindi una eventuale soluzione va prima capita bene e poi realizzata con i tempi giusti. Il problema è che ci sono certi aspetti che sono diventati urgenti, come appunto l'inquinamento, ma senza una "visione" che abbia come base il buonsenso (la saggezza) è facile crearne di nuovi, anzi secondo me è sicuro che succederà.
Io credo che alla base di questo macello ci sia una inversione dei valori: i peggiori di noi comandano ed i migliori devono ubbidire ed è questo paradosso che va aggiustato prima di tutto. Ormai gli anziani vengono considerati "roba vecchia ed inultile" mentre da sempre erano considerati la cosa più preziosa che la comunità aveva, perché grazie al loro vissuto hanno una visione che spesso è più saggia, ed è proprio la saggezza la cosa di cui abbiamo più urgentemente bisogno.

Maxima Freks

Stimavo byblu, inizialmente, fino a quando un certo sesto senso me lo ha fatto assomigliare sempre più ad un gatekeeper
Adesso non gli somiglia più, è proprio il suo vestito :)

Maxima Freks

Straquoto, e ribadisco il concetto scritto sopra da altri utenti, che questo sistema capitalistico neoliberista sta arrivando all'implosione.

C'è bisogno di un grande reset, ma non quello paventato dai "cospirazionisti" ma un rinnovamento, un "progresso" ,"rinascita" di valori morali e spirituali, rimasti al xxxx, altrimenti saremo destinati al fallimento, collasso ed estinzione di tutta la razza umana.
L'deologie politiche qui non contano una mazza, anzi, sono tutte da estirpare.

Maxima Freks

Inutile, perdi tempo a spiegarglielo.

Non passerà un'altro decennio per raccogliere gli ultimi risultati disastrosi del capitalismo neoliberista.
Saremo,spero, tutti vivi, spero, ed in salute per far strofinare il capo nella cenere ha coloro che qua hanno agito come gli struzzi.
E io sono tutt'altro che un compagno. Dal 1991 che sono nel mondo del lavoro e dal 1994 che mantengo svariate famiglie.
Facile chiaccherare coi soldi di babbo e mamma e zuzzurellonare in quel di a filosofare nei vari social.

Straquoto

Maxima Freks

Tu sei un fautore del politicamente corretto ?
Con ironia o sarcasmo oppure senza ipocrisia non si vuole ammettere che a questi regimi di consumismo non è più possibile preservare nostra madre terra? Oppure per noi cittadini dei paesi industrializzati e ricchi è permesso comprare 2 telefonini l'anno eccetera e per gli abitanti del terzo mondo una televisione del 1980 per quartiere...il discorso è troppo lungo ma è incontestabile che siamo diversamente pochi su questo pianeta....

Zimidibidubilu

Io ci vado nei negozi fisici, su amazon compro solo quello che non trovo nei negozi. Prima di parlare di ipocrisia dovresti sapere con chi parli.
A parte quello che hai scritto ch è fuori tema, ma se vuo ne parliamo, il punto è che più si produce e più si inquina e questa corsa folle all'aumento della produzine favorsice più chi è ricco rispetto a chi non lo è.

Guida all'Etichetta Energetica 2021: cosa cambia e come si legge

I 5 migliori servizi Cloud per salvare e condividere file, documenti, foto e altro

Apple e Xiaomi: due storie di posizionamento opposte (ma di successo) | Video

Clubhouse, anatomia di un social network dal grande potenziale | VIDEO