AirBnB deve reinventarsi: dal crollo delle prenotazioni alla quotazione in Borsa

17 Novembre 2020 46

Chissà se Jony Ive riuscirà nell'intento di risollevare le sorti di AirBnB. L'ex Apple collaborerà infatti con la piattaforma di affitti di alloggi e case vacanze dopo che a giugno di quest'anno aveva interrotto i rapporti con Apple. Piattaforma che però sta vivendo un periodo nero, molto probabilmente il peggiore da quando la società guidata da Brian Chesky è stata fondata nel 2007.

La rinascita parte dalla IPO lanciata ieri per il debutto in Borsa con la denominazione ABNB: la documentazione pubblicata a corredo dell'offerta pubblica iniziale ci consente di sbirciare tra i conti dell'azienda, profondamente alterati dal crollo delle prenotazioni in tutto il mondo. Già a maggio il CEO aveva comunicato la faticosa decisione di licenziare il 25% dei dipendenti, nel tentativo di ricostruire l'intero business ridefinendo gli obiettivi aziendali e tagliando il più possibile i costi.

  • gennaio - settembre 2020:
    • perdita netta di 700 milioni di dollari (320 milioni nel 2019)
    • ricavi: 2,5 miliardi di dollari
    • prenotazioni: 17,9 miliardi di dollari, -39% su base annua

Nota positiva è il rimbalzo registrato nell'ultimo trimestre, preannunciato dai primi segnali di un ritorno ad una pseudo (o nuova) normalità riscontrati nelle prenotazioni estive. Del resto, molti viaggiatori hanno preferito restare vicini a casa con una sistemazione in appartamento più che in albergo, magari per periodi più lunghi rispetto al passato.

"Il nostro business è calato significativamente a inizio 2020, ma negli ultimi due mesi ha iniziato a rimbalzare nonostante la limitazione dei viaggi internazionali, dimostrando la sua resilienza", si legge nella documentazione.

La nuova normalità potrebbe essere anche amica di AirBnB: la pandemia ha dimostrato come in futuro sarà sempre più possibile (e facile) vivere ovunque, lavorando a distanza senza più la necessità di essere presenti fisicamente in ufficio. E per la società "spostarsi" significa mettere a disposizione un'offerta sempre più ampia e diversificata per rispondere al meglio alle nuove esigenze degli utenti. Insomma, dal periodo nero si possono estrapolare aspetti promettenti.

Resta però il fatto che AirBnB ha subìto una svalutazione incredibile, passando dai 31 miliardi di dollari del 2017 agli attuali 18 miliardi.


46

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Giacomo Cecchin

Per esempio far risultare che l'ospite dorme nella camera più economica e in realtà è nella suite, già successo

SaiMoN

non hai capito una mazza lascia perdere

Saturno

Se sei in affitto sai già che alla scadenza del contratto il proprietario può decidere di non rinnovarlo. Se sei proprietario nessuno ti caccia.

Marco Micucci
mikelino666

Mi spiace ma non è colpa di Airbnb ma, come sempre, dell'assenza della politica. In molti paesi Airbnb è già regolamentato a livello normativo, gli appartamenti registrati hanno un numero massimo e devo avere regole di sicurezza.

uncletoma

Mi adatto all'interlocutore, dato che l'elusione è cosa diversa dall'evasione ed è fatta secondo le vigenti leggi.
Se la normativa è carente in materia non è colpa degli albergatori bensì del legislatore.

Bat13

Ridicolo, non riesci ad avere un confronto argomentando, ma facendo solo battutine degne della seconda elementare.
Il tutto senza avere idea di ciò di cui si sta parlando, rientri perfettamente nella categoria degli analfabeti funzionali, sentiti complimenti!

Matteo

Ma hai capito che fairbnb non c'entra niente con AirBnb?? D'accordo che gli hotel e i piccoli hotel ne risentono per l'offerta di AirBnb ma Fairbnb vuole rispondere ad un altro problema, ovvero la gentrificazione dovuta alla destinazione alla ricettività degli immobili ad uso residenziale, che porta all'allontanamento di residenti e di conseguenza di servizi per i residenti impoverendo le città. Quello che fai tu è un discorso di mercato che, per quanto vero, è molto diverso dal tema di impoverimento sociale delle città prettamente turistiche

SaiMoN

quindi leviamo dalle balle i residenti dalle proprie città in favore di turismo sregolato e selvaggio, ottima idea

Saturno

L'ucraina a 5 euro si chiama "lavoro a nero" ed è una cosa che ti assicuro esiste anche negli hotel. Ma penso sia un discorso diverso. Gli hotel hanno un target completamente diverso e io, da consumatore, non posso che essere contento di avere maggior scelta. Inoltre, gli airbnb nelle città portano turisti, che portano soldi. Non capisco veramente questa falsa voglia di fare i patrioti dell'ultima ora. L'economia italiana ha bisogno di competitività e meritocrazia, non di favoritismi agli imprenditori sulla pelle di dipendenti spesso sottopagati.

uncletoma

bevi meno, o meglio

gimmiboz

sei serio ? ) hai mai visto quanto personale lavora in un hotel ? mercato dominante ? concorrenza sleale vorrai dire )) gli hotel costano e muovono milioni di euro e danno lavoro reale in italia a migliaia di persone ,gli affittuari airbnb che spese hanno ? ) e chi assumono ? l'ucraina 5 euro in nero a fare le pulizie ) airbnb società non da lavoro a nessuno in italia ma assume filippini a 200 euro al mese per il call center e gestione prenotazioni )) se non capisci adesso cosa è meglio per l'economia reale italiana,e non guardi il tuo orticello,lascia perdere va .... )

Bat13

WOW, benvenuto nel mondo reale

Saturno

E questo lo dici sulla base di quale conoscenza? Anche gli appartamenti su airbnb danno lavoro a imprese di pulizie, gestori delle prenotazioni e accoglienza clienti. Quello che non è bello è volere assicurata una posizione di mercato dominante.

gimmiboz

tu si che sei sveglio ) peccato che gli hotel danno lavoro a migliaia di persone in italia ,airbnb al massimo da lavoro a migliaia di informatici e callcenter filippini a 200 euro al mese

gimmiboz

invece ho letto bene,la quota di solidarietà (ridicola tra l'altro) non cambia la solfa ) si vede che non lavori o hai mai lavorato nel settore dell'ospitalità ) airbnb toglie un sacco di lavoro agli hotel ,sopratutto quelli medio piccoli ,se un hotel chiude o lavora meno licenzia o taglia il personale ,ma tu sei cosí solidale che questo non ti interessa ))

Saturno

così come le città universitarie sono vuote senza gli studenti: il concetto di identità locale sopravvive in poche grosse città oramai. È triste ma non è certo una tragedia, però.

Saturno

AirBnb non evade mica le tasse. Se poi gli hotel non possono utilizzare le piattaforme di questo decennio e/o non possono sostenere un minimo di competizione, allora il problema è un altro.

SaiMoN

esatto. come in olanda (30gg max l'anno). chiusa

uncletoma

WOW, li stai paragonando alle big 4

Matteo

Cosa c'entrano gli hotel con AirBnb? In ogni caso, non hai nemmeno provato a leggere quanto ho scritto altrimenti non avresti commentato così (a caso)

Bat13

Gli hotel riescono tranquillamente a fare del nero, o quantomeno eludere le tasse..
Per non parlare dei contratti per stagisti e stagionali.
Comunque sul resto del tuo discorso concordo, inoltre un ulteriore problema degli ultimi anni è la perdita di identità dei centri storici, ormai adibiti ad enormi centri turistici..
Ne sono una prova i centri attuali delle nostre città, vedi Firenze che senza universitari e stranieri è spopolata

gimmiboz

hotel sei super controllato,ogni ospite lo devi registrare ai carabinieri il giorno stesso, le pene sono pesanti , come fai ad evedere ? che poi l'hotel 2 stelle magari paga il dipendente qualcosa in nero non ci piove , ma intanto la gente con gli hotel lavora, con airbnb ci fa i soldi solo il proprietario e airbnb e non dai lavoro

Giacomo Cecchin

Beh oddio che gli hotel non facciano nero non ci credi neanche tu dai

ADM90

Un mio amico alle Canarie vive principalmente con le entrate estive su AirBnB. Nel 2009 i genitori appena andati in pensione sono andati a vivere alle Canarie nella casa del fratello deceduto qualche anno prima. Hanno investito una parte della buona uscita per ristrutturare la casa dividendo la casa in “due parti”
Dal 2012 hanno iniziato a dare la casa in affitto. Di solito si fanno sui 9000 euro lordi a stagione.

gimmiboz

airbnb rovina pesantemente il business hotel con migliaia di posti di lavoro ,gente
che ha investito milioni e che paga le tasse regolarmente,perchè l'hotel
difficilmente può evadere ,quindi vai a rovinare sia i ricchi ma
sopratutto i poveri che perdono il posto di lavoro e lo stato che non
incassa

gimmiboz

intanto rovini il business hotel con migliaia di posti di lavoro ,gente che ha investito milioni e che paga le tasse regolarmente,perchè l'hotel difficilmente può evadere ,quindi vai a rovinare sia i ricchi ma sopratutto i poveri che perdono il posto di lavoro e lo stato che non incassa

Mat

Ma sì lo so, Venezia è morta. È un gigantesco hotel.
Ma bastava fare anche solo una legge che limitava il numero di giorni per affitti occasionali in modo da rendere il contratto pluriennale comunque più conveniente.

Giangiacomo

Il problema rimane che non ci son regole precise qui in Italia. Se ci fossero non farebbero quello che vorrebbero. Dovrebbero essere ben regolamentati, come rider e qualsiasi altra azienda (dal tech fino a qualsiasi altro progetto). Ma qui la politica è vecchia e pensa solo ad intascare.

Ing. Sborrata

Pagate le tasse, criminali

SaiMoN

ah guarda una legge si fa presto a farla. Non so di dove sei, ma nelle principali città d'arte è un vero disastro. Residenti buttati fuori per affittare a turisti, anche in scantinati.

Matteo

Infatti il principio corretto resta quello di https://fairbnb.coop/it/ che destina il 50% delle commissioni a progetti sociali scelti dai residenti. https://uploads.disquscdn.c...
Il problema resta AirBnb che prende senza reimmettere

Mat

Ok ma sono le persone il problema no Airbnb, ha avuto successo perché si faceva qualche soldo con case che sarebbero comunque rimaste sfitte.
Poi il tutto è degenerato perché mancavano le leggi.
L'idea di per sé è ottima e sana.

Matteo

E' ciò che, per fairbnb, rende il businness di airbnb sostenibile: in poche parole metà del ricavato delle spese di commissione viene utilizzato per finanziare progetti sociali scelti dai residenti, tornando a mettere al centro gli interessi della comunità ospitante e puntando a creare con il turismo ricadute positive a livello sociale

SaiMoN

astio??? ma perché non ti vai a guardare cosa fanno gli altri Paesi? un esempio? la Spagna o peggio l'Olanda li ha pesantemente boicottati.. dando ai proprietari delle loro case al max 30gg per affittarle. Airbnb è un ottimo metodo solo esclusivamente per arrotondare, non per farne un primo lavoro letteralmente buttando fuori i residenti dalle proprie città.

ally

non hanno strutture loro, è un servizio totalmente online, ci sono realtà messe molto peggio...

L'introverso

Come mai tutto questo astio?

qandrav

Troppo deleteria per le città (italiane e non)
esattamente come con le consegne di cibo, doveva servire per far guadagnare qualcosina ai privati ed invece sono nate società che sfruttano i riders o distruggono i centri città

Aster

Come molte altre aziende, niente si nuovo...

SaiMoN

esatto e loro speriamo che muoiano definitivamente.

Mario

Ma veramente Fair?

Matteo

Sì, ho una mia amica che ci lavora dentro

Oramyar

Ma e' veramente fair?

Mario

C'e' chi vive e chi muore.

Matteo

Segnalo:
https://fairbnb.coop/it/

Oramyar

C'e' chi vive e c'e' chi muore.

WhatsApp: nuova informativa privacy dall'8/2. Cosa cambia | Video

Smartphone e GIGA gratis per 1 anno: cos'è il kit di digitalizzazione del Governo

CashBack di Stato Natale: 1,5 milioni di rimborsi e quello che potreste non sapere

Cashback di Natale, al via da oggi: come funziona, anche senza IO e SPID | Video