Tim Berners-Lee prima inventa il web, e ora lo vuole rivoluzionare con Solid

09 Novembre 2020 71

Archiviare le informazioni personali separatamente e condividere con i servizi solo ciò che è necessario e solo quando si accede. Questa è l'idea di Inrupt, una startup che ha sviluppato una nuova piattaforma enterprise per la gestione dei dati personali da mettere al servizio di aziende, governi, ospedali e altre organizzazioni.

Dietro Inrupt c'è un nome decisamente importante, Tim Berners-Lee, l'inventore del world wide web, che ha co-fondato tre anni fa l'azienda con l'amministratore delegato John Bruce e che ricopre il ruolo di Chief Technology Officer. Berners-Lee già all'inizio dello scorso anno aveva lanciato un appello per rendere migliore il WWW e nei mesi successivi aveva pubblicato un documento, Contract for the Web, che riassumeva una serie di princìpi che tutti dovremmo impegnarci a seguire.

Le tecnologie che stiamo rilasciando oggi sono parte di una correzione di rotta decisamente necessaria per il web. In definitiva, questo nuovo fondamento di fiducia e cooperazione porterà a modelli di business completamente nuovi di cui beneficeranno anche gli utenti.


Inrupt raccoglie i dati i quelli che chiama "PODS" (Personal Online Data Store) a cui è possibile accedere utilizzando una tecnologia di archiviazione dati open source chiamata Solid. Ad esempio, è possibile memorizzare i dati relativi al proprio stato di salute e condividerli solo quando l'app Solid del nostro Servizio Sanitario ne ha richiesto l'accesso.

La differenza tra questa e le app web o mobile più convenzionali è che spetta all'utente avere la possibilità di accedere alle informazioni e che il proprietario dell'applicazione deve chiedere un'autorizzazione che può essere concessa dall'utente esplicitamente e a determinate condizioni.

Negli ultimi mesi, Inrupt ha testato il suo servizio con la BBC, NatWest Bank, National Health Service nel Regno Unito e con il governo delle Fiandre, regione fiamminga del Belgio. Da oggi, l'azienda ha messo a disposizione di chiunque fosse interessato il proprio Enterprise Solid Server, l'infrastruttura che supporta il servizio.


L'adozione diffusa di Inrupt, qualora avesse successo, potrebbe segnare davvero un punto di svolta per Internet, in modo particolare in relazione a quelle app e servizi che raccolgono dati per offrire annunci personalizzati. Rovescio della medaglia è che molti servizi gratuiti potrebbero iniziare ad utilizzare abbonamenti.

Ovviamente per Solid e Inrupt la sfida principale è quella di trovare l'interesse della massa, di aziende e altre organizzazioni facendo sì che la facilità d'uso e i benefici che ne deriveranno possano superare i fastidi oltre che rendere tutto sempre più sicuro. E proprio a tal proposito, Inrupt ha anche assunto Bruce Schneier, noto esperto di sicurezza informatica, messo a capo dell'architettura di sicurezza.

Il meglio di OnePlus? OnePlus 9 Pro, in offerta oggi da Bpm power a 762 euro oppure da Amazon a 839 euro.

71

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
andrew

Dati di login, non contenuti, con Solid si parla proprio di storage con altri dati

Davide

Eh no..sarebbe illegale..

LaVeraVerità

Evidentemente non mi sono spiegato bene. Google viene da te, chiede i dati, tu glieli fai leggere, lei li memorizza da qualche parte e poi ci fa, nei secoli dei secoli, quello che vuole.

Davide

Credo che questo tipo di dato dipenda dai cookie (su cui esiste già una normativa) più che dai dati che tu consegni ai gestori..

Davide

ma quando faccio il login con spid mi dice esattamente quali dati prende..e io non solo devo fare l'accesso ma acconsentire al prelievo di quei dati ogni singola volta..

Davide

Credo che la differenza sia il dove e il quando..
Un conto è dire a google "ehi eccoti qui tutti i miei dati, fanne ciò che vuoi quando vuoi"..

un conto è dire a google "ciao, i miei dati sono via solid. ogni volta che ti servono, vieni, suoni al citofono, e mi dici per cosa ti servono. Grazie."

A quel punto google ti dirà.." ops, gmail da oggi ti costerà 5€ al mese. Ops, maps 10€. Ops, drive 20€. Ops, photo 40€. etc etc"

Grazie, tutto chiaro! ;)

Davide

La mia riflessione non è legata ai redditi di un inventore, ma alla logica del fine.
Tutto il mondo riconosce la paternità del worldwideweb a Berners-lee. Ha inventato l'html, l'url, il browser. Avrebbe tranquillamente potuto metterci una minuscola royalty e a quest'ora sarebbe miliardario. Ma non solo non l'ha fatto, non lo fa oggi. E perchè? perchè il fine di internet ai suoi occhi, non è il lucro, ma il collegamento, la condivisione, l'unione, la conoscenza.

Per questo trovo assurdo che oggi si vada ad inventare un'azienda che va contro ogni logica attuale di guadagno (ovvero quella di recuperare quanti più dati possibile per poterli gestire e venderli al miglior offerente) per poterci guadagnare.

Dal mio punto di vista, ha semplicemente analizzato uno dei tanti problemi del web attuale, ovvero la conservazione dei dati, e ha proposto una soluzione. Ovvio che ci sia un guadagno, perchè comunque è un'azienda e non una onlus, ma dubito fortemente che il fine che lo ha ispirato sia quello.

Sulla provenienza dei redditi.....se Renzi fatturava più di un milione di euro all'anno per conferenze, ed è Renzi, non oso immaginare quanto possa fatturare un signore che ha rivoluzionato il mondo, insignito del premio Turing...

Davide

tecnicamente ne stiamo parlando su internet, e lo facciamo non solo grazie alla world wide web ma anche grazie ad una piattaforma alla quale stiamo regalando i nostri dati..quindi è semplicemente l'evoluzione del tema :D

LaVeraVerità

Personalmente non mi è chiara la differenza tra inserire i dati direttamente nel sito web di una azienda e dare il permesso all'azienda stessa di venirseli a prendere da un repository sotto il mio controllo. Una volta che l'azienda ha i dati né può fare quello che vuole a prescindere da come li ha ottenuti.

Mario

No.

Mario

Naaaa.

Mario

Bravissimo.

Mario

Sei scemo azz.

Francesco Venturini

La gente prima si lamenta dei clickbait e insulta la redazione, poi ad articoli di spessore 15 commenti! ipocrisia portami via

Non dico l'Europa. Ma un istituto scelto e/o diretto dall'Europa. É quello che vogliono e facile da realizzare.

Mat

Ha 65 anni e un patrimonio di 10 milioni di dollari.
Se avesse puntato ai soldi l'avrebbe fatto anni fa e di certo non avrebbe continuato a fare il professore.

andrew

Eh, non vorrei stupidaggini, ma quanto ho capito la situazione dovrebbe essere questa più o meno.

Ma dovrebbe essere comunque ottima per i siti che non vogliono avere responsabilità di "grosse" banche dati.

BlackLagoon

cioè, per farla semplice, la cronologia dei video di youtube non starebbe sui server google ma sul mio nodo solid. E se google vuol farmi vedere la lista dei video visualizzati, deve chiedermi l'accesso..

meh, le cose son due a questo punto:
- o una volta che gli dai l'accesso poi fanno tutto come sempre...
- o il sistema impedisce quello di cui sopra e diventa di fatto osteggiato da tutti perché non gli permetterebbe più di campare..

GuessWho'sGuest

In pratica l'Europa dovrebbe diventare un identity provider e tramite oauth2 o nuovo protocollo consentire l'accesso ad alcuni dati previa autorizzazione (come succede con Facebook)?

andrew

No lo spid è solo per il login (è più equivalente al già esistente openid) e i dati li hanno comunque loro, questo è per tutti i dati che normalmente sono in mano alle aziende o ai siti in generale.

Lo scopo dovrebbe essere proprio quello, scegli tu dove salvare i dati.
In modo da decentralizzare ed evitare enormi banche dati.

Oramyar

Che scemo che sono!

Ngamer

altrimenti come fanno a proporti prodotti pertinenti a quello che guardi? :P

Oramyar

Insegna nelle universita'.
Fa come Torvalds praticamente.

Oramyar

Ricorda vagamente le miei luci da giardino LOL

Oramyar

Ma vale anche per Apple sta cosa?

Oramyar

Naaaaa. Avrebbe avuto le mani piu' vicine alla fronte.

supermariolino87

Ma è da G4M1NG!!!11!1

Simone

Dovrebbe essere una cosa istituzionale...
Io devo poter accedere ad ogni servizio con il mio Spid Europeo e il sistema unico europeo dovrebbe prevedere a una soluzione per cedere solamente i dati richiesti. Come avviene quando usi l'accesso Google/Facebook/GitHub/etc

Ngamer

peccato che poi quando dai il consenso a 1 azienda dai implicitamente il consenso a dare i tuoi dati ad altre 10 aziende ... che se va bene fanno parte della prima altrimenti manco quello

Siccome il tuo post mi sembra quello più sensato, mi dici allora come si guadagna da vivere?
Perchè io non lo so.

La mediocrità di chi?

Perchè mi rispondi così?

BlackLagoon

praticamente è lo SPID, ma worldwide.
Non è una cattiva idea.. se poi dessero la possibilità di crearsi un proprio nodo Solid su un homeserver sarebbe the dream.

nitrusOxygen

o il Colpo del sole di tensing?

Mario

Son sempre in tema :)))

Mario

Su Amazon o ebay?

Aristarco

o alla metro

Oramyar

Le cose belle e originali non sono mai fuori tema :)

Mario

Si, aspetta che arrivi.

Oramyar

L'ha comprata su Amazon?!

Oramyar

Si e la sta lanciando a Google e FB.

Edoardo Cavallo

Siamo usciti un attimo fuori tema

C#Dev

Sì, ma come si previene in questo modo il conteggio statistico del dato richiesto?

Se richiedo il sesso e mi viene data l'autorizzazione come posso io utente impedire che l'azienda lo legga e aggiorni il proprio dato statistico relativo al sesso dei suoi utilizzatori?

Non memorizza niente, ma usa comunque i dati per creare informazioni da rivendere.

Aristarco

su amazon c'è

Giorgio

Ma nella foto sta preparando un'onda energetica?

Mario

Siamo troppo indietro.

Mario

E' la smart costa 20 Euro.

Oramyar

Si questa cosa la penso da quando ho visto il primo login di Google e FB.
Come siamo indietro.

Oramyar

Certo che li ho visti. Sono rossicci in effetti. Blu mai visti.
Carina l'idea.
Si con una smart sarebbe ancora meglio.

Spotify, Apple Music e gli altri: chi vincerà sul ring dello streaming musicale?

Xiaomi 11T ufficiale con Pro, 11 Lite NE e Pad 5. PREZZI e disponibilità Italia

Internet down: migliaia di siti offline, tra cui Amazon e Twitch | Cos'è successo

Amazon Prime Day 2021 le date e le offerte già attive: 21 e 22 giugno ufficiale