Twitch dichiara guerra a Trump: chiuso il canale ufficiale del Presidente

30 Giugno 2020 709

Un altro social network si schiera contro le esternazioni del Presidente degli Stati Uniti. Dopo la presa di posizione di Twitter che aveva bollato come false le dichiarazioni di Trump, anche Twitch decide di intervenire senza troppi timori reverenziali disponendo la sospensione temporanea dell'account presidenziale. La ragione è riconducibile a due condotte che violano le linee regole definite da Twitch per consentire l'accesso alla piattaforma, più nel dettaglio quelle con le quali si vuole impedire la diffusione di messaggi d'odio.

La prima è riconducibile ad un video tratto dalla campagna 2015, e recentemente ritrasmesso, nel quale il numero uno della Casa Bianca lanciava accuse contro il Messico ritenuto responsabile di far varcare il confine degli Stati Uniti a criminali, stupratori e armi. In un altro video, legato al comizio tenuto a Tulsa, Trump ha usato espressioni giudicate razziste. I gestori di Twitch avevano anticipato in occasione dell'apertura dell'account Twitch ufficiale di Trump avvenuta ad ottobre 2019:

Come chiunque altro anche i politici devono rispettare i nostri Termini di Servizio e le Linee Guida della Community. Non facciamo eccezioni per i contenuti politici o degni di nota, e adotteremo azioni sui contenuti che violano le regole e che ci vengono segnalati.

Detto, fatto. Poco prima dell'intervento di Twitch anche Reddit è intervenuto per chiudere diversi subreddit con l'obiettivo di combattere la diffusione di messaggi d'odio e tra i vari è finito nel mirino anche r/The_Donald: non era un canale direttamente legato al Presidente, ma in esso confluivano più di 790.000 iscritti e sostenitori del Presidente.

Per il momento Trump non si è pronunciato sulla vicenda, ma non è da escludere che l'accaduto darà un ulteriore contributo all'accelerazione del processo di riforma delle piattaforme online in atto negli Stati Uniti.


709

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Darkat

E perché io ne faccio parte scusa?

Darkat

Quello che dici è un argomento molto interessante. Resta però che Twitter cerca di applicare i suoi regolamenti in maniera molto rigida a chiunque, già in passato persone famose e importanti sono state colpite, loro ci tengono e onestamente ho trovato l'introduzione di queste regole contro le fake news una manna visto che le ultime elezioni politiche MONDIALI (di ogni paese) sono state vinte essenzialmente a suo di fake news

italba

Ancora frasi ad effetto basate sul nulla cosmico che, evidentemente, hai in testa. Anche 10 anni fa c'erano spacciatori "colorati", ladri dell'est Europa e malfattori esteri, ed anche oggi c'è una grandissima parte di migranti che si sposta cercando solo di lavorare onestamente per poter avere condizioni di vita migliori di quelle da cui scappa, le generalizzazioni tagliate con l'accetta servono solo a (s)qualificare te stesso sempre più per quello che sei

Astar

Ormai è evidente che non capisci quello che leggi.
Forse passi troppo tempo al PC amico, oltre che alla vista, può creare danni anche all’attitudine ai rapporti umani.
Ho fatto una netta distinzione fra le prime ondate di migranti e quelle recenti.
Non ho certamente tirato in ballo i cinesi che sono grandi lavoratori e non danno fastidio a nessuno.
Salvati.

italba

Il tuo problema è che ti sembra di poter risolvere tutto con immagini suggestive e parole altisonanti, ma purtroppo non funziona. Io non parto da nessun presupposto, tu non sai niente della rivoluzione francese, lo hai dimostrato! Roba che non ti darebbero neanche la licenza media nella più scalcinata scuola d'Italia, altro che balle. Io non sarò coltissimo e neanche pretendo di esserlo, ma che tu te ne venga fuori millantando la tua "cultura generale" (e di che???) è veramente troppo. Così come è veramente risibile che tu interpelli qualcuno che non hai mai visto né conosciuto, di cui non sai assolutamente niente, vantando la tua "maggiore esperienza lavorativa". E se, per caso, io lavorassi da 35 anni, fossi un programmatore esperto i cui programmi vengono quotidianamente usati per gestire grossi cantieri e centinaia di lavoratori? E se io avessi una mia azienda? E veniamo al secondo punto. L'ign0rànza porta alla impossibilità di capire la realtà ed alla sua sostituzione con fantasiose narrazioni tagliate con l'accetta. Hai visto una decina di extracomunitari che bighellonavano davanti alla stazione? Tutti allora fanno così, vengono apposta in Italia perché gli piace stare seduti sulle panchine! Nei database che tratto ci sono migliaia di cognomi rumeni, pakistani, indiani, marocchini, tunisini, di chissà dove che vengono a lavorare regolarmente, ho le registrazioni dei badge, ma loro non contano, vero? Nelle stalle della pianura padana, nelle campagne, per tutti i lavori pesanti e, spesso, sfruttati ci sono stranieri a migliaia che lavorano e fanno il possibile per mantenersi onestamente e magari mandare qualcosa anche a casa ma non esistono, vero? Nelle panetterie e nelle pizzerie di Milano ci lavorano moltissimi egiziani, in ogni quartiere ci sono centinaia di negozi e ristoranti gestiti da cinesi, ma sono tutti nullafacenti, vero? Io non so se l'Italia ce la farà a restare un Paese prospero e civile (più o meno...) nonostante gente come te, ma ancora lo spero

Astar

Eh niente dai.
Non ce la puoi fare.
Tu, come quelli della tua squallida specie, partite dal presupposto che siete voi colti e gli altri ignoranti.
Probabilmente ho un livello di cultura generale superiore al tuo e certamente una esperienza lavorativa superiore.
Ti spiego un passaggio:
C’è una enorme differenza fra gli italiani che andavano negli Stati Uniti (o quelli nelle miniere in Belgio se vuoi, fra i quali un mio lontano parente) e questa massa di cialtroni e delinquenti di cui ci state riempendo (e per i quali i vostri figli vi ringrazieranno un giorno nemmeno troppo lontano).
Gli italiani andavano a spaccarsi la schiena a lavorare.
Tutto il giorno.
In mezzo a mille sacrifici
In mezzo a mille privazioni.
Spesso trattati come bestie.
La stragrande maggioranza di queste ultime ondate migratorie vengono a farsi mantenere nel paese del bengodi (solo per i clandestini ovviamente) quale è diventato, per colpa vostra, l’Italia.
Ben diverse le prime ondate migratorie, quelle degli anni 80 e 90, che venivano qui veramente per lavorare.
Perché non c’erano alberghi pronti per loro. E non c’erano pasti da rifiutare sdegnosi.
Se volevi qualcosa te la sudavi perché nulla era, giustamente, dovuto.
E torniamo al concetto brutto e cattivo di meritocrazia che tanto vi fa inorridire.
Paragonare gli italiani emigrati a questi nullafacenti che bighellonano tutto il giorno nelle piazze di tutta Italia (che tanto di notte c’è il centro di accoglienza gratis con tutti i confort e la paghetta giornaliera) è un insulto alla storia del tuo paese.
E dimostra che si, probabilmente hai pure letto qualcosa in merito alle migrazioni degli italiani, ma certamente non lo hai capito.
Siete un insulto alla storia ed alla memoria di chi ha fatto grande questa nazione.
E ne segnerete, con le idee marce che vi sono state inculcate da chi l’Italia non l’ha mai voluta bene, l’inevitabile declino che, peraltro, è già sotto gli occhi di tutti.

italba

Appunto, l'istruzione. Se tu avessi almeno completato il programma delle medie sapresti almeno qualcosa della rivoluzione francese, non abbastanza da poterti sedere su nessuno scranno (nessuno ci si siede, la prima cosa che si impara è che non si sa mai abbastanza) ma il minimo indispensabile per sapere che la società occidentale si basa proprio su quelle idee. E, se avessi il minimo sindacale di istruzione, sapresti che quello che stai dicendo degli immigrati "brutti, sporchi e cattivi" delle banlieue è esattamente quello che dicevano in USA degli italiani fino a pochi decenni fa: I figli ed i nipoti di quegli immigrati hanno studiato, hanno lavorato, si sono magari arricchiti ed adesso sono una parte importante della società USA, così come i Turchi lo stanno diventando in Germania. Non c'è niente di male ad essere ign0rànte, tutti lo siamo di qualcosa, ma difendere la propria ign0rànza come se fosse la squadra del cuore e basarsi su quella per le proprie "idee" è profondamente sbagliato e pericoloso, non so se te ne rendi conto, se non sai niente ognuno ti può raccontare le balle che vuole e farti agire come vuole lui, magari contro i tuoi stessi interessi. Quindi, fatti un favore, invece di rivomitare "idee" predigerite informati, non è mai troppo tardi, cerca di pensare con la tua testa che non siamo sempre allo stadio

Astar

Ecco.
Classico atteggiamento da radical shit che si erge dal suo scranno a sputare sentenze, lui unico colto, contro un mare di ignoranti populisti.
Per la cronaca, la ugualitè alla quale ti riferisci la trovi, nella sua massima espressione, nelle banlieue dove è evidente come l’integrazione che tanto predicate voi globalisti (ovviamente quando i poveracci non ce li avete sotto casa vostra, beninteso) sia destinata a generare mostri e un sistema societario indegno di essere vissuto che non fa altro che abbruttire la nostra società occidentale (mai lodata abbastanza).

italba

Giustissimo, non siamo tutti uguali, la differenza la fanno l'istruzione e l'intelligenza. C'è chi è talmente ign0rànte da pensare che l'uguaglianza verso la legge sia un conceto "komunishta" e ci sono quelli che hanno il minimo di istruzione necessaria per sapere a che si riferisce la "ugualitè" che volevano i rivoluzionari francesi, come ci sono quelli talmente stu###i da abboccare agli slogan dei populisti e quelli che riescono almeno un poco a ragionare con la propria testa

Gianluca DS

Il concetto di meritocrazia e quello di eguaglianza di fronte alla legge non sono affatto in conflitto.
Se pensi che lo siano, hai le idee piuttosto confuse.

Astar

Svegliati amico. L’eguaglianza di qualsiasi essere umano è un concetto “comunista” che non è mai stato applicato ne mai lo sarà. È anzi contrario al concetto di “meritocrazia” che è quello che farebbe girare meglio il mondo.
Non siamo tutti uguali (fortunatamente).
Non lo siamo mai stati.
Non lo saremo mai.

Frank

Il punto è che, come per tutte le censure, sono di parte e politicizzate quindi sono non credibili! Sulla libertà che assumono di censurare so o anche loro soggetti alla legge e in Italia a volte sono stati costretti a modificare l'atteggiamento

Taurus

Ah ma quindi complottista! A saperlo prima manco ci perdevo un minuto appresso a te! Vabbé menomale che c'è il block

italba

Nessun insulto, ma la pura e semplice constatazione di quello che sei, confermato, se ce ne fosse stato bisogno, dal tuo ultimo post. L'essenza della civiltà moderna, devi essere davvero messo malissimo per non capirlo, è l'eguaglianza di qualunque essere umano di fronte alla legge, non ci deve e non ci può essere nessuno "più uguale" degli altri. Quindi se il signor Trump viola una qualunque legge o regolamento deve essere sanzionato esattamente come chiunque altro, non ha nessuna importanza di chi sia portavoce. Oltretutto quello da cui è stato, giustamente, sospeso non era un sito istituzionale del Presidente USA, ma l'account suo privato nel quale lui pubblicava la sua becera propaganda, niente che riguardasse la carica alla quale è stato eletto

Astar

Quello che fatichi a capire, al di là degli insulti idioti che hai scritto (io non ti segnalo perché non sono della tua categoria) è che nella democrazia americana il presidente è il portavoce del popolo.
Come può venirti soltanto in mente di tappare la bocca al portavoce del popolo?
Ah scusa ora ricordo... voi siete quelli che vorrebbero togliere il diritto di voto a chi non la pensa come voi... ora è tutto chiaro. Questione chiusa.

Mattia Righetti

Non ho mai detto nulla di simile, ho solo detto che per ora la sinistra non ha avuto soluzioni valide e nemmeno le ha attuate, motivo per il quale il centro destra è sopra di molti punti.

italba

Diciamo piuttosto che non hai niente di logico da ribattere (perché non c'è niente di logico da ribattere) e te ne vieni fuori ripetendo lo stesso concetto demenziale, condito da slogan che gli ultras più beceri della curva più profonda si vergognerebbero anche solo di pensare. Da quale abisso di sublime ign0r@nza sei venuto fuori? In base a quale "ragionamento" la legge non dovrebbe essere uguale per tutti, ma dipendere da quanti ti hanno votato?

Astar

No. Non ci arrivi.
Uguaglianza fra un ragazzino che si iscrive ai social e il presidente degli Stati Uniti (con milioni di voti alle spalle).
No. Non ci arrivi.
Anzi, la tua segnalazione dimostra per l’ennesima volta che gente come te è assolutamente allergica alle opinioni differenti dalle proprie.
I veri fascisti siete voi.
Lasciamo stare, non ho tempo da perdere con te.

Pablo Escodalbar

La che?
Intendi la votazione per posta?

Pablo Escodalbar

Lo sapevo benissimo chi era Floyd fin dal giorno della sua morte (l'hanno spiegato molti tg anche se non tutti)
"Poveraccio" era inteso come "vita da poveraccio".

Stefano

L'unica risposta possibile o accettabile è l'epistocrazia.

nutci

Che apertura al confronto vuoi avere se per te, da quello che scrivi per lo meno, sinistra = cattiva; destra = buona?

momentarybliss

Twitch è una piattaforma privata e quando si crea un account si accetta incondizionatamente la sua policy. Per Twitch, Trump è un utente qualsiasi ed ha applicato le regole che si è data. Se il presidente si sente danneggiato faccia causa. In ogni caso, è finita la pacchia, i politici che vogliono fare propaganda becera sui social sono avvisati, tanto oltre oceano quanto qui da noi

rtikkio75

Floyd "poveraccio nero" è bellissima. tu hai letto il fascicolo su Floyd? evidentemente no, allora permettimi di illuminarti. "arrestato più volte per spaccio, detenzione di armi, addirittura ha fatto irruzione in una casa dove ha sequestrato, puntandole una pistola alla testa, una donna incinta".
questo è il tuo "poveraccio nero". Pablito per piacere, informati e smetti di ascoltare solo i telegiornali italiani comunisti che ti fanno sapere solo quello che vogliono loro.

Pablo Escodalbar

E' proprio questo il vero problema degli italiani.
Sono talmente idioti ed ignoranti che votano chi la spara piu' grossa proprio perche' non hanno idea se cio' che si sentono promettere sia possibile o solo una minkiata.
E' un popolo molto triste.

Pablo Escodalbar

E quindi chi voti?

Fidaty

Stará pensando che gli conviene aspettare il model Year nuovo.

Pablo Escodalbar

Io mi fido di Salvini.
E non e' vero che e' un po' ignorante e non aveva voglia di studiare.
E' pure andato da Mike Bongiorno e ha fatto bella figura.

Pablo Escodalbar

Pero' ColloTatutato e sua moglie MezzaScema ne convincono di gente in sto povero paese.

Pablo Escodalbar

Sei un depravato...

Pablo Escodalbar

Ma che dici?
Questa foto non fregherebbe nessuno.
Lo sanno tutti che quello non e' il vero Ivan Drago.

Pablo Escodalbar

Appunto. Era inutile.
Anche se era scritto bene a dire il vero.

Pablo Escodalbar

Non ho capito.
Twitch ha zittito Trump (noto suprematista bianco) e non George Floyd e sarebbero nazisti?
Sei del 1975?
Oddio.

Pablo Escodalbar

Non mi risulta che Abdel Fattah al-Sisi abbia mai fatto uccidere qualcuno.
Italiano magari.

Pablo Escodalbar

Tu sei un ladro! Devi andare in galera!
(e non rompere. ho liberta' di parola)

Pablo Escodalbar

Almeno una delle 3 lo e' di sicuro LOL
Io propendo per la seconda.

Pablo Escodalbar

Io farei 92 minuti.

TomTorino

Ci sono decine di articoli in inglese, ho anche postato la ricerca sotto, nessuno ne fa menzione. Per me vi state facendo manipolare da quattro cretini che scrivono sul libero di turno. Il fatto scrive in'articolo al giorno contro trump, e io seguo le news passo passo per via del mio lavoro e non ho mai un riscontro, meno affidabili di dagospia.

Pablo Escodalbar

Twitch e' una piattaforma privata e si e' data delle regole.
Trump le ha infrante.
Trump e' un iscritto come tutti gli altri.
Ora ti e' piu' chiaro?
Questi discorsi che fai sono belli ma piuttosto fuori luogo.
Ma e' lo sport nazionale degli italiani lo sappiamo.

Pablo Escodalbar

Il primo che ho trovato e' del Fatto Quotidiano ma manco te lo linko tanto avrai sicuramente da ridire.

Pablo Escodalbar

Ah scusa.
E' che di solito a chi piace Trump piace pure Salvini.
Colpa mia.

Mattia Righetti

Ma da cosa deduci che mi piaccia Salvini? Io voto quello che mi pare senza appartenere ad alcun partito

Mattia Righetti

Questa mi mancava

Mattia Righetti

Ovviamente sono e sarò sempre per il confronto, la polemica viene fatta dall'opposizione perché deve fare appunto opposizione

italba

Certo che esiste, si chiama uguaglianza, non so se ne hai mai sentito parlare. "Io sò io e voi nun siete un #####" funziona solo nelle dittature e nei film di Alberto Sordi, nei paesi civili non ha nessun diritto di esistere. Esistono delle regole e Trumpino bello tuo non si deve permettere di violarle, allo stesso identico modo dell'ultimo ragazzino che si è iscritto al social cinque minuti prima: Né più né meno, allo stesso identico modo, ed il "primo cog##one di turno" ha fatto semplicemente il suo dovere nell'applicare le regole.

P.s. Se tu dici che la maggioranza degli stupri in Italia viene fatta da immigrati clandestini africani dici, con tutta probabilità, una grandissima ca####a, assolutamente campata in aria e partorita dalla tua mente malata. Tira fuori riscontri, statistiche e fonti che lo provino e poi cominciamo a discuterne. Per intanto ti segnalo al moderatore, in mancanza di prove la tua è solo una becera manifestazione di razzismo

TLC 2.0

Sono str0nzate e lo sai benissimo, solamente ti piace fare il difensore d'ufficio.
Un ragazzo ricco e "figlio di papà" avrà sempre più possibilità rispetto ad un povero, pochi c4zzi.

TLC 2.0
TLC 2.0
noncicredo

Che sch1f0, chissà quando finirà questa censura da parte di questi giganti del web che decide per noi cosa dobbiamo leggere, vedere, ascoltare.

Astar

Sky Wifi: l'offerta in fibra (FTTH) è ufficiale. Come funziona e quanto costa

App Immuni è disponibile al download su Android e iOS

Covid-19: come non cadere nella trappola della falsa informazione | Podcast

Apple e Google, più privacy per le app di tracciamento: cosa cambia per l'utente