Facebook Data for Good, nuovi strumenti per aiutare a combattere COVID-19

06 Aprile 2020 3

Dati aggregati e anonimi a protezione della privacy delle persone, che potranno essere trasformati in analisi e proiezioni con cui ricercatori e le organizzazioni non profit possono studiare le contromisure al contagio da Coronavirus. E' questo l'intento del programma Data for Good di Facebook che oggi ha annunciato nuovi strumenti:

  • Tre nuove tipologie di mappe per la prevenzione delle malattie a sostegno delle attività di previsione delle malattie e delle misure di protezione
  • Un messaggio su Facebook che incoraggia le persone (solo negli Stati Uniti) a partecipare a un sondaggio volontario del Centro di Ricerca Delphi della Carnegie Mellon University, sviluppato per aiutare i ricercatori sanitari a identificare i punti caldi di COVID-19 in anticipo.

Appiattire la curva globale della COVID-19 è una sfida che riguarda tutti. Mentre le persone si tengono a distanza per proteggere le loro comunità e gli operatori sanitari salvano vite in prima linea, gli ospedali stanno lavorando per procurarsi le giuste risorse e i sistemi sanitari pubblici stanno cercando di mettere in atto le linee guida opportune. Per farlo, hanno bisogno di informazioni più precise sull'efficacia delle misure preventive e sulle modalità di diffusione del virus.

Le mappe per la prevenzione delle malattie sono insiemi aggregati di informazioni che i ricercatori sanitari possono utilizzare per capire meglio come le dinamiche della popolazione influenzano la diffusione delle malattie. Le nuove mappe di co-localizzazione rivelano la probabilità con cui le persone in una zona vengano a contatto con le persone in un'altra, aiutando a capire dove potranno comparire casi di COVID-19 in futuro. I modelli di co-localizzazione, invece, possono aiutare i ricercatori a determinare come la COVID-19 potrebbe diffondersi.

I modelli di co-localizzazione, come questi in Italia, possono aiutare i ricercatori a determinare come la COVID-19 potrebbe diffondersi.

I trend di mobilità mostrano a livello regionale se le persone stanno vicino a casa o visitano molte parti della città, il che può fornire indicazioni per capire se le misure preventive procedono nella giusta direzione.

I trend di mobilità mostrano se le persone in diverse regioni stanno visitando molte aree.

L’indice delle connessioni sociali mostra le amicizie tra i diversi Stati e Paesi, che possono aiutare gli epidemiologi a prevedere la probabilità di diffusione della malattia, ma anche capire dove le aree più duramente colpite dalla COVID-19 potrebbero cercare sostegno.

Questa mappa mostra la probabilità di amicizia su Facebook rivelando come i legami sociali possano aiutare le comunità a combattere e a riprendersi dalla crisi.

Le mappe per la prevenzione delle malattie aggregano informazioni da Facebook, si legge in una nota:

noi adottiamo ulteriori misure per oscurare l'identità delle persone e ridurre il rischio che qualcuno possa essere identificato. Ad esempio, i nostri set di dati possono mostrare informazioni a livello di città o di contea, non dei singoli individui.

A partire da oggi negli Stati Uniti, alcune persone vedranno in cima al News Feed un link per un sondaggio opzionale, da compilare al di fuori dell’app di Facebook, per aiutare i ricercatori sanitari a monitorare e prevedere meglio la diffusione della COVID-19. Il sondaggio - gestito dal Centro di Ricerca Delphi della Carnegie Mellon University - sarà utilizzato per generare nuovi insight su come rispondere alla crisi, comprese le mappe di calore dei sintomi segnalati da ognuno.


Queste informazioni possono aiutare i sistemi sanitari a pianificare dove sono necessarie risorse e potenzialmente quando, dove e come riaprire parti della società. Se i risultati saranno utili, conclude lanota, Facebook renderà disponibili sondaggi simili anche in altre parti del mondo.

Il medio gamma Huawei per eccellenza? Huawei P Smart Z, in offerta oggi da Mobzilla a 145 euro oppure da Supermedia a 189 euro.

3

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Nino

Che bella sfida, chissa' chi vince hahah.

Pablo Escodalbar

Quindi un cancro che vuole distruggere un virus.
Chissa' chi vince...

Orlaf

A proposito di Covid: ma ai piani alti si sono accorti che continuare a far riempire le metro ed i treni di gente (che poverina...purtroppo non può accedere allo smart working) è controproducente? Perchè ho notato che è passata un pò in sordina questa notizia.

Apple e Google, più privacy per le app di tracciamento: cosa cambia per l'utente

Coronavirus e 5G: rischi reali e fake news, facciamo chiarezza | Video

Spesa online: la nostra esperienza a Bergamo, Milano, Roma, Reggio Emilia e Palermo

Scontrino elettronico dal 1° gennaio per tutti, cosa cambia