Test autodiagnosi COVID-19 venduto online: stop dell'Antitrust

25 Marzo 2020 130

Un nuovo capitolo si aggiunge alla già lunga lista di interventi che le forze dell'ordine nazionali e sovranazionali stanno effettuando per cercare di eliminare sul nascere truffe e speculazioni legate alla pandemia. In Italia è ancora una volta il Garante della Concorrenza e del Mercato ad intervenire nei confronti di un sito che vendeva prodotti di dubbia efficacia. Dopo il farmaco spacciato come la cura della COVID-19, è il turno del test per l'autodiagnosi della malattia.

Il prodotto era commercializzato tramite il sito http://testcoronavirus.shop/it, aveva un nome - "Rapid Test COVID-19" - che lasciava già intendere un tempestivo responso per sapere se si era o meno positivi al virus, e veniva proposto al prezzo di 24,86 euro. Il sito lo descriveva come idoneo ad essere utilizzato a domicilio, anche da parte di persone non esperte di test diagnostici. L'AGCM ha deciso di aprire un procedimento d'indagine e nel frattempo il sito è stato oscurato. Una condotta ritenuta estremamente grave in piena crisi sanitaria.

Parte della home del sito ora oscurato: tra i messaggi pubblicitari non mancava in riferimento all'affidabile del test diagnostico

A motivare l'intervento sono state le modalità di vendita giudicate ingannevoli e aggressive. In particolare, le informazioni relative alla presunta capacità di diagnosticare la malattia, alla destinazione d'uso ed al carattere sperimentale del test erano ambigue, confuse o oscure. L'approccio usato per promuovere il prodotto, inoltre, era idoneo ad alterare la capacità di valutazione del consumatore, sfruttando l'allarme sociale generato dalla diffusione del virus.

Non sorprende che siti come quello citato vogliano speculare su un tema ora molto sentito dall'opinione pubblica, quello dei tamponi per rilevamento del Sars-Cov-2: allo stato attuale, però, devono essere fatti esclusivamente seguendo le linee guida dell'OMS e dell'ISS, da parte di personale medico competente. Non è da escludere che testcoronavirus.shop/it resti un caso isolato, ma l'attenzione da parte delle autorità italiane ed europee è molto alta.

L'Europa ha recentemente chiesto la collaborazione di piattaforme social, venditori e utenti finali per contrastare il fenomeno delle truffe online legate alla COVID-19. Anche i consumatori possono fare la loro parte, segnalando casi sospetti alle autorità competenti e seguendo alcune regole per evitare di essere vittime di venditori senza scrupoli.

Immagine in apertura: credits Pixabay


130

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Mec Gremin

Avete omesso di dire che è successo in Calabria...

pirugge

Non citi la fonte, quindi non riesco a capire di che numeri tu stia parlando.
In prima battuta, economicamente per un privato, non mi sembra vantaggioso. Considera che se un laboratorio privato, fa profitti con le analisi degli elettroliti, non è detto che possa farli sui tamponi, almeno fino ad un mese fa, ora ovviamente la storia sarebbe diversa, ma non credo che "accreditarsi" ora sia così semplice. Si, coi tempi e modi giusti, doveva essere un laboratorio "accreditato", quindi presente nella circolare ministeriale (l'ultima dovrebbe essere la n 0009774), altrimenti vedi il caso successo a Catania con l'intervento dei Nas.
Ora mi permetto di farti notare due cose:
1. In quella circolare, viene citato un altro documento, in cui si dice che gli asintomatici hanno una carica virale bassa e, te la faccio breve, non ci sarebbero molti pro a fare tamponi a tutti.
2. Come pensi possano gestire, questi eventuali laboratori, la mole di lavoro che si troverebbero ad affrontare, visto i costi ridicoli a cui facevi riferimento? Non pensi che la gente andrebbe in massa a cercare di farsi fare il tampone? Tamponi dalla macchina per evitare assembramento? A me è capitato di vedere foto, fatte da parenti, con l'ambulanza parcheggiata sotto casa... Il personale medico era completamente "scafandrato"!
Non so se ho risposto alla tua domanda, mi auguro di si.

Tutte cose condivisibilissime, ma il problema non è di cosa stai parlando tu, ma che cosa intendono loro, cioè chi pubblica i dati ufficiali. Non specificando in alcun modo di quali malattie si parla, la definizione "morti con il Covid" è un'idiozia senza alcun fondamento medico, concepita soltanto per dare il contentino a chi si è fatto prendere dal panico. E questo proprio per le ragioni da te addotte, ovvero per il fatto che ci sono malattie di ogni genere e di ogni grado di gravità. Le statistiche devono essere pubblicate in modo esaustivo e non opinabile, altrimenti non servono a niente.

Fede Mc

un amico che gestisce importazioni per farmacie

SteDS

Sarà pure una definizione concepita per minimizzare ma sappi che in altri paesi hanno minimizzato direttamente, non contando proprio i decessi di persone che avevano altre patologie importanti. Quindi, i dati più trasparenti li abbiamo qui ma, visto che non c'è un metodo comune ai vari paesi, concordo che servono a ben poco.

Tetsuro P12

Certo che sono un rischio, ma li puoi individuare esclusivamente con un tampone, e non puoi tamponare sessanta milioni di abitanti. Peraltro il virus viene e va, tamponi un negativo che può poi infettarsi in un secondo tempo; inoltre anche i tamponi sono a rischio falso negativo. Quindi ciò che più conta è la distanza e le buone pratiche igieniche. I tamponi vanno utilizzati sui soggetti a più alto rischio (che a rischio siamo tutti).

Bertone

la distanza è un ottimo deterrente ma non l'unico, anche il contatto con superfici o l'aria stantia in un ambiente non ben aerato può causare l'infezione. Quindi si deve fare la spesa ma se ci sono soggetti asintomatici sono un rischio, è un dato di fatto non capisco perché bisogna sminuire la cosa.

Bellerofonte

Hai ragione. Bisogna fare di più giacché, sono oscurabili i siti anche da connessioni originate da un dns diverso dal provider di origine.

Tetsuro P12

Ma siamo tutti rinchiusi... chi va a lavoro, a far la spesa o in farmacia è perché deve.
Stamattina sono stato all'Esselunga, ed un operatore si avvicinava a tutti per misurargli la temperatura, ma ti pare una cosa normale?
Lontani tutti dobbiamo stare, che poi per misurarmi la temperatura e trovarmi sfebbrato rischi di passarmi un virus che magari ti ha passato qualche altro intervistato.

La chiave è la distanza. Ho fatto notare l'accaduto a chi di dovere, e spero di non ritrovarmi nella stessa situazione dovuta magari ad un 'eccesso di zelo'.

Brix

Ottimo esempio, me lo annoto.

TR.

Nei tuffi il vincitore lo decreta una giuria. È un sistema imperfetto non essendoci un metro o un cronometro. Ma pensa se aprissero al televoto.
Oggi a votare ci vanno "quelli del televoto".

Oscjo75

Disgraziati

Repox Ray

Non vogliono ammettere che sia così
Non vogliono sentirsi dire che non è vero che il mondo è tutto bello sorrisi tette a boccia e successi personali
Loro non vogliono crederci perchè non riuscirebbero a sopportarlo.

Bertone

non ho detto che uno infetto non è pericoloso, ho detto che lo è meno di uno che pensa di non aver niente e continua ad andare in giro (lavoro, spesa, farmacia, tabacchi) magari senza tutto lo zelo di un operatore sanitario. Ovvio che se nessuno si avvicina ad un'altra siamo nel caso ideale

GTX88

Requisiti che verranno scelti da chi? E rimarranno sempre uguali?

Dea1993

non stavo parlando di malattie pregresse, ma un medico che sta curando una persona, lo vede se quella ha possibilita' di salvarsi o no.
per dire, un 90enne che va in ospedale per un femore rotto, e' molto probabile che muoia, anche se sta bene di salute, quello indipendentemente dal virus.
una persona allo stadio finale di una malattia non curabile purtroppo e' destinata a morire con o senza virus.
queste sono quelle che definisco persone morte con il covid, ma che sarebbero morte lo stesso nel giro di poco.
invece se per dire uno e' fortemente immunodepresso (per qualsiasi motivo) e ha seri problemi, ma riesce comunque a vivere tranquillamente con le dovute precauzioni e attenzioni, e gli prende il virus, ok quello lo considero a tutti gli effetti una morte PER il covid.

sulle malattie pregresse aprirei un'altra parentesi, perche' secondo me (parlo da ign0rante, voglio solo condividere la mia opinione, che puo' essere giusta o sbagliata) c'e' una confusione assurda, e non so se sono malattie pregresse serie o se stanno generalizzando un po troppo, mi spiego meglio:
se mi dici "malattia pregressa" uno che 2 anni fa e' stato ricoverato per infarto, oppure uno che quando era piccolo si e' rotto una gamba per giocare a pallone, ovvio sono stup1di quelli che usano questi termini per dare una falsa sicurezza, perche' di fatto non mi dire che questi sono problemi che ti possono compromettere in caso di un virus.

io per malattie pregresse intendo cose serie, non quello che ha avuto problemi di cuore (ma comunque e' tutto sotto controllo) o quello che ha problemi di pressione, ma magari come dicevo prima una persona fortemente immunodepressa che gli basta anche una semplice influenza o qualcosa di ancora meno grave, per finire all'ospedale, queste sono per me persone con patologie pregresse, non chiunque abbia avuto qualche malattia nell'arco della sua vita

Tetsuro P12

No, se ti avvicini ad una persona hai la possibilità di contaminarla, anche se sei un operatore sanitario zelante; i virus restano presenti anche su seperfici inerti per molto tempo, pure i tuoi guanti, etc.
L'ideale è che non una persona si avvicini ad un'altra.
Si testano le persone che hanno sintomi, ma di cui non si conosce la natura dell'infezione (che può essere portata da un altro virus, o addirittura non essere affato virale).

Brix

dal tuo corretto uso di condizionale e congiuntivo già saresti dentro la fantomatica lista, non capite che io sto parlando proprio dello strato più basso di cultura e attitudine alla vita.

Ho scritto un commento chiarificatore giusto un attimo fa più su

Pollo

Su questo giustamente hanno controllato.. ma perché non controllano quando politici , calciatori o vip , pur asintomatici, hanno eseguito il test? Se va usato solo per sintomatici trovo questo molto più grave soprattutto quando poi non si fanno a medici e infermieri.

Brix

Stiamo parlando dello strato più basso possibile di cultura e attitudine alla vita, non mi sembra di star descrivendo una situazione tanto complicata. Queste persone probabilmente comprerebbero un vaccino contro il cancro se trovassero un sito che lo vende.

Dico solo di escludere questo livello più basso, perché se non riescono a distinguere un raggiro così palese come pensi che possano avere una capacità di discernimento tale da condurre una discreta analisi politica e sociale per distinguere cos'è meglio per il nostro paese?

ripeto, non mi sembra di star chiedendo la luna, abbiamo casi lapalissiani di analfabetismo funzionale e di incapacità totale di distinguere la cacca dal cioccolato alla luce del sole, senza sforzi economici di condurre impegnative indagini, l'elenco è tutto già qui bello pronto e stilato.

qandrav

bisognerebbe capire se antitrust/agcm/agcom hanno sufficienti poteri; sai bene che le multe che possono fare sono sempre bassissime...
Beh l'azienda ha pure il sito e tutto il resto, anzi pure indirizzo e tutto quanto

"morire con il Covid" è una definizione ridicola, concepita per minimizzare le statistiche e per dare un'illusoria percezione di sicurezza alle persone. Il fatto che sarebbero morti a prescindere dal virus è tutto da dimostrare, non si possono certo stilare statistiche degne di questo nome semplicemente liquidando il problema con un lapidario "eh, ma erano malate". Oltretutto questa fantomatiche "patologie pregresse" non vengono nemmeno elencate, quindi è impossibile (almeno per noi) valutarne la gravità medica. Sicuramente in mezzo ci sarà di tutto, dalle patologie lievi, con le quali ormai si può tranquillamente convivere per decenni, a quelle più gravi.

Bertone

beh tecnicamente quello pericoloso è l'asintomatico che va a fare la spesa o in farmacia, non di certo quello già in ospedale a letto fermo immobile...quindi si dovrebbero cercare proprio il virus nascosto perché quello che vedono tutti che senso ha testarlo?

Dea1993

i numeri di morti contano "relativamente", dipende come hanno contato in cina i morti.
in italia hanno chiaramente detto che non si fanno distinzione tra chi muore per il covid e chi muore con il covid.
insomma se in italia uno ha gia un piede nella fosse, e ha il covid, conta come morte per causa del covid, non importa a nessuno se tra 1 settimana sarebbe morto comunque.
a questo punto credo che in cina non hanno fatto questo calcolo, ma hanno contato solo gente che altrimenti non sarebbe morta

ilmondobrucia

Che problema?

Bogdan Batura

Se ti riferisci alle donne barbute in tutti i sensi si! Se no c'è qualche problema grosso! O forse so io che me ne sbatto le paxxe!

ericantona5

Ma l’hai vista la foto sopra del berlusca?!!!

Bogdan Batura

Se ti riferisci alle donne barbute, potrei anche capire hahahahahah se no c'è qualche problema!

ilmondobrucia

La sua era una battuta... Cmq si ci pensano eccome...

Jacopo Quaresima

a Genova è possibile farlo, vengono a casa e costa 100 €, non è tampone ma ricerca anticorpi, quindi se te lo sei preso l'altro ieri non serve a molto, ma già dopo 7 giorni rileva i primi anticorpi ( se il sistema immunitario li crea, il 10% degli infetti dicono non sviluppi immunità)

Everything in its right place.

I numeri ci sono ed è accettabile che lo stato abbia la precedenza se decidesse di aumentare il numero dei tamponi giornalieri. Stante queste sue condizioni non vedo perché un provato non possa farsi fare un tampone. Lo stato me lo fa gratuitamente al sussistere di alcune condizioni. Se voglio farmelo fare lo stesso perché temo di essere infetto e/o asintomatico me lo pago di tasca mia.

Tetsuro P12

Hai idea di cosa voglia dire assistere centinaia di migliaia di nuovi ammalati contemporaneamente? E' ovvio che ti dicano di stare a casa finché non sei grave. Molti sono asintomatici... allora che dovrebbero fare, aprire ogni porta di ogni casa alla ricerca del virus nascosto?

ciro mito

Non ci scommettere

Tetsuro P12

Devono rubare solo i sanitari? Ogni ladro si attrezza come può.

boosook

Oh, non lo capiscono, eh... Non c'è niente da fare...

Bogdan Batura

Non trollare!

Bogdan Batura

Siamo chiusi in casa da due settimane, ma di sicuro nessuno di noi persone normali pensa al parrucchiere o trucco!

Emiliano Frangella

A 60 anni e oltre si hanno per forza quasi una patologia.
Io sono asmatico e ne conosco molti altri...
Il problema sai qualè?? E che una polmonite acuta è rarissima, al contrario del corona

saetta

Già

saetta

Infami

TR.

Quindi solo chi ha altre patologie muore.

TR.

Trattasi non di gara, bensì di una richiesta di requisiti minimi.

Emiliano Frangella

E quindi ??

Emiliano Frangella

-_-

TR.

Cit.: i dati globali.

TR.

A Milano se chiami il 1500 dicendo che hai sintomi da Coronavirus ti dicono loro di startene a casa in autoquarantena, alla faccia della ricerca dei possibili infetti...
Sarà anche per questo motivo che domani l'Italia supererà la Cina per numero di casi? Per numero di morti invece ha già doppiato tutti.

Emanuele Gori

Ed è vero, ad oggi i dati della protezione civile parlano di 20decessi in assenza di altre patologie

italba

Potresti anche aver debellato completamente il virus, gli anticorpi servono a questo

italba

Vanne ad aspettare uno al passaggio a livello

Saturno

Se non sono dei test di maternità un motivo ci sarà. Poi i test rapidi non sono sensibili e specifici quanto i tamponi. Quindi si rischierebbe di avere falsi negativi a piede libero tranquilli. Mentre in una struttura privata quantomeno ci sarebbe del personale preparato ad assistere l'individuo.

Spesa online: la nostra esperienza a Bergamo, Milano, Roma, Reggio e Palermo

Scontrino elettronico dal 1° gennaio per tutti, cosa cambia

DJI Mavic Mini ufficiale: pesa solo 249 grammi, prezzi da 399 euro

Recensione PowerBeats Pro: gli Apple AirPods per gli sportivi