Potenziamento reti, primi provvedimenti dell'Agcom per fronteggiare l'emergenza

20 Marzo 2020 51

Le prime misure attuative dell'art.82 del Decreto Cura Italia adottato il 17 marzo scorso sono state disposte dall'Agcom nelle scorse ore. L'articolo dà ampi margini di manovra agli operatori per potenziare le reti e i servizi di comunicazione durante l'epidemia del Coronavirus, onde evitare situazioni di congestione e la saturazione della banda.

Le soluzioni individuate dell'Autorità Garante delle Comunicazioni incidono direttamente e indirettamente sulla possibilità che gli utenti accedano regolarmente ad Internet in un periodo di forte stress delle reti - puntano allo stesso obiettivo di decongestionarle anche le recenti decisioni adottate da Netflix e da YouTube sulla riduzione della qualità dello streaming (a cui si è aggiunta Amazon Prime Video in questi ultimi minuti).

L'Autorità ha inoltre autorizzato TIM alla riduzione dei costi all'ingrosso unitari della banda Ethernet sulla rete in rame e in fibra, e ad accelerare il processo di aumento di banda da parte degli operatori - ad esempio fornendo in maniera tempestiva gli apparati di trasporto e VLAN.

MISURE RIVOLTE A TUTTI GLI OPERATORI ED EFFETTI SULL'UTENTE
  • L'Autorità invita tutti gli operatori fornitori di reti e servizi di comunicazioni elettroniche a individuare soluzioni per ottenere un immediato aumento della banda media per cliente su rete fissa non inferiore al 30%. Gli operatori possono evidenziare eventuali difficoltà tecniche che impediscono di raggiungere tale obiettivo, ma devono opportunamente documentarle. Il risvolto per l'utente finale è chiaro: l'Agcom sta chiedendo la fornitura di una banda extra per utente al fine di fare fronte all'incremento della quantità di dati consumati da rete fissa;
  • Su richiesta dei condomìni, degli enti e dei soggetti giuridici, qualora manchi la copertura da rete fissa a banda larga e ultralarga, sino al 30 giugno 2020 l'operatore valuta tutte le soluzioni di accesso a banda larga o ultralarga radio (es. FWA) da attivare con un singolo accesso condiviso. La logica è mettere a disposizione l'accesso alla rete a banda larga/ultralarga in tempi brevi, evitando lavori di installazione di un'infrastruttura fissa che potrebbe richiedere più tempo;
  • Gli operatori dovranno raccomandare agli utenti finali di utilizzare in preferenza, da casa, gli accessi fissi, anche WiF, per non sovraccaricare la rete mobile - di fatto è un processo che sta già avvenendo come dimostrano i dati di accesso alla rete tramite WiFi;
  • Gli operatori dovranno valutare misure per la condivisione degli hot-spot WiFi degli utenti, permettendo ad utenti terzi di accedere alla capacità non utilizzata;
  • Gli operatori propongono all'Agcom misure ragionevoli e temporanee di gestione del traffico per evitare la congestione e la saturazione delle reti, soprattutto nei momenti della giornata più affollati. E' un modo per attuare quello che anche l'Europa ha iniziato a chiedere in maniera più decisa negli ultimi giorni: un utilizzo responsabile della rete e misure per evitare che vada in tilt;
  • Gli operatori dovranno semplificare e agevolare la ricarica online delle SIM;
  • l'Agcom richiede agli operatori maggiore flessibilità nella gestione dei ritardi nei pagamenti dei servizi da parte degli utenti sino al 30 giugno 2020. E' una misura che contribuisce a mitigare l'impatto economico della pandemia, garantendo l'accesso a servizi essenziali

Si ricorda che quelli illustrati sono solo le prime misure attuative definite dall'Agcm: l'Autorità ha avviato un tavolo permanente con gli operatori per condividere le proposte sull'espansione della banda, sulla gestione del traffico, sulla promozione di investimenti e di accordi tra imprese al fine di affrontare al meglio la situazione emergenziale.


51

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Dark!tetto

Quindi il tuo 4k è più importante in questo momento che dare un servizio, anche minimo, a tutti e non è egoismo?

Guarda chiudo qua, perchè hai ragione, non sei egoista è palese che sei un 1diota.

Riccardo Ravaioli

vabbè allora rimettiamoci tutti tranne che i diretti responsabili. Chi paga una FTTH, servizi in 4k, si trovano catapultati a 20 anni fa perché ci sono alcune zone disagiate.

Dark!tetto

Quindi a non te ne frega nulla, la colpa è di TIM quindi a te il 4k anche a spese di altri utenti ? No no altruista senza dubbio....

Otto

FWA é una tecnologia complementare che usa lei stessa la fibra. Non si puó pensare FWA senza la copertura capillare della fibra nelle zone piú densamente pololate. Essendo lo spetro radio una risorsa ' condivisa ' si satura velocemente con l'aumentare della densitá. Se sei stato cliente Eolo puoi capire cosa intendo.

Dea1993

a 100kbps sei probabilmente sotto la soglia minima garantita (che solitamente anche per i piu' sfigati e' di 128k), forse puoi fare qualcosa per non pagare, a meno che quei 100k non sono un minimo che hai ottenuto in un preciso momento della giornata

ondaflex

È la volta che la gente prova a usare i giga che compra complice la congestione della rete fissa

Yuri1192

Ma sì io un anno da Tim a Vodafone, sono tutti sleali

guari

Iliad in Francia costa non meno di 15 euro al mese! Il mercato con le tariffe più basse e sempre stato il nostro

efremis

Lascia stare TIM, 1 anno che sono con loro, ogni mese una sorpresa.
Probabile stiano facendo la solita concorrenza sleale di cui tanto si è parlato.

The_homo

È vero noi paghiamo uno sputo in confronto a gli altri, ma questo grazie a Iliad che la su odi oppure no ma, prima della entrata di Iliad era la Francia ad ottenere questo primato delle tariffe più basse

Pinzatrice

Per ora in Liguria tutto bene, speriamo duri!

Yuri1192

Si ma ma succede spesso, d dicembre il tecnico 3 volte, quindi non ha mai risolto il problema, che in questo periodo si amplifica.

iPollo

Attivano la 10gb e poi Netflix è comunque in SD, utile.

Johnny Il_Camminatore

Basterebbe bloccare un paio di siti porno. Il consumo di dati, così come quello di carta igienica, crollerebbe

TheChild

La maggioranza della gente deve strasferire file di pochi mb.

danieleg1

Um abbraccio virtuale, sono nella stessa situazione.

danieleg1

Il traffico all'AMS-IX è aumentato di un 10-15%, dubito che le dorsali abbiano problemi per incrementi del genere che comunque avverrebbro comunque nell'arco di qualche mese (anche perché solitamente si paga "a consumo", non per la velocità, di quella ce n'è in abbondanza).

Stefano Ferri

Con tim I problemi all ultimo miglio sempre risolti in poco tempo . Se se con Vodafone e loro devono fare la richiesta a tim non sei prioritario .

TR.

Ti è andata bene, perché solitamente pagano a 180 giorni.

TR.

Le tariffe Swisscom son molto diverse da quelle praticate in Italia. Con le tariffe italiane è già tanto se riescono a pagare la manutenzione.

The_homo
Pito

Sono solo richieste/idee. Cioè parole al vento per gli operatori

Riccardo Ravaioli

Ma quale pensiero egoistico! Vallo a dire con TIM che non ha investito niente negli ultimi 15 anni in alcune zone.

Dark!tetto

A parte il ensiero egoistico sulle campagne e zone del sud, gli ultimi investimenti significativi sulla banda in italia, provenienti dalla odiata UE, sono stati fatti tutti nel mezzogiorno per colmare il gap. Che non solo è stato colmato, ma quasi ribaltato, per le aree rurali e non solo servono questi provvedimenti. Tutto ciò ovviamente influsce in modo positivo sul carico delle dorsali,tutto qui.

IgliD
Yuri1192
Tiwi

è in questi casi che ti rendi conto che quando ti rimodulano con la scusa del potenziamento della rete sono tutte ca++ate

Riccardo Ravaioli

allora, ripeto, se parliamo delle dorsali europee siamo d'accordo. Ma tagliare la banda a tutta Italia perché, scusami se te lo dico, alcune realtà del Sud o delle campagne sono rimaste indietro per scarsità di investimenti da parte di Tim, non lo trovo corretto. Come ho detto prima, i forum sono pieni di lamentele, come lo erano prima del caos, soprattutto la sera e adesso il problema è diffuso su tutta la giornata per motivi ovvi.

Dark!tetto

Ovviamente chi avrebbe la 200 e va a 30 ci può andare per 2 motivi, o limiti tecnici (previsti e da giustificare) o un limite di banda applicato per altro e quindi andrà a 36.

Dark!tetto

"Sulle reti italiane" questo pacchetto serve per smaltire il il traffico e potenzare in generale la rete, i problemi ci sono a livello locale. Tu non avrai problemi, ma i blog/forum/social sono pieni, e questo intervento serve anche a te che non hai problemi per non fartene avere in futuro. Dai ragazzi ormai dovremmo smetterla di guardare al nostro orticello, un uso più sensato giova a tutti non solo in italia. Se poi siete convinti che fra qualche settimana tutto torna come prima allora è ovvio che non riusite a capire la portata di tutto questo, che viene fatto anche in previsione di possibili scenari futuri. Io per esempio come altri in tutta italia (in sicilia da oggi) devo attuare la chiusura pomeridiana e solo nei miei negozi ci sono quasi 20 dipendenti, moltiplica per l'intera nazione e vedrai come aumentano i problemi e poi pensa aancora più in grande e pensa a tuttta l'europa che prende gli stessi provvedimenti. Più persone a casa, più congestione e se ancora non avete capito che le misure saranno sempre più stringenti e restrittive è il momento di capirlo.

Riccardo Ravaioli

sulle reti italiane non mi risulta che ci siano problemi se non quelli di saturazione che le persone avevano prima, e ovviamente avranno anche adesso. Siamo in quarantena da una settimana, e senza queste limitazioni non c'è stato nessun blocco generale.

Bellerofonte

idem, ma ho fatto ricorso al CORECOM e ho ottenuto 300€ di risarcimento. Mi hanno fregato perché nel verbale di accordo hanno scritto che il pagamento avverrà entro 120gg! Forse sti figli di tr#i* sperano di risparmiare grazie al COVID-19
Ora fare ricorso è semplice, si fa tutto online. mediazione compresa. FATE RICORSO

Dark!tetto

Il problema europeo sono le dorsali sottomarine, questo è un intervento sulle reti italiane per evitare un congestionamento. Mi pare molto sensato come intervento per evitare e dove possibile prevenire il blocco per sovraccarico, e per favorire chi non ha un accesso adeguato. Ma come sempre i primi possiamo essere noi, evitando di usare la rete mobile in favore della fissa e magari un utilizzo più parsimonioso della rete.

Riccardo Ravaioli

ma qua è un problema di dorsali o di centrali dietro casa? Perché se è il primo caso, capisco il taglio di banda, nel secondo caso no.. Se le centrali fanno schifo perché sono vecchie e non vengono aggiornate probabilmente per scarso guadagno, che si adoperasse TIM.

momentarybliss

Mi pare giusto come pacchetto di misure, perchè giusto che gli utenti facciano le dovute rinunce ma anche che gli operatori siano sollecitati a sviluppare e migliorare le infrastrutture

BlackLagoon

iniziativa lodevole ma vorrei vedere come faranno ad aumentare la banda del 30% a coloro che avrebbero la fibra 200mbps ma vanno a 30.

Marco P.

Sisi, avevo Vodafone Station + TV e pagavo un salasso. Mi hanno fatto pagare due volte il Modem perché l’altro era in dirittura di arrivo. Inutile dirti che quasi dopo un anno non ebbi la nuova Station (quella nera) e pur avendo il palazzo cablato FTTH rimasi in FTTC scarso a 100 Mega.

Ora pago 1/5 con TIM e ho FTTH (1 Gigabit), FritzBox 7590 e TIM TV.

Antonio_bck

A proposito dell'ultimo punto, sarebbe buona cosa che fosse possibile inviare ricariche da PayPal ad Iliad senza fare il login sul profilo Iliad dell'utente interessato (ricaricare il cellulare di mia madre, mia nonna ecc)

Otto

Non hai letto quello che ho scritto vero ?
E poi cosa intendi per 'manutenzione'

Romolo Luciani

bla bla bla la tim 2 mesi e mezzo per passare un cavo in un condominio....stiamo ancora a navigare con il cell TIM BUFFONI

steph9009

sì e per passarsi i file così ci mettiamo ore.

TheChild

D'accordisimo, ma è l'unico modo per ottenere risultati subito

Poi parliamone per smartworking e lezioni da casa bastano 2mb/s

Otto

Non è così semplice. La qualità del doppino conta, ma la distanza dalla cabina e i disturbi crosstalk fanno la parte maggiore.
Inoltre spesso il doppino è di buona qualità fino a casa, ma poi peggiora drasticamente entrando in casa dell'utente perchè spesso i collegamenti sono stati fatti da elettricisti che si sono preoccupati di attaccare dei fili per avere continuità di conduzione.

Luca Vallino

tim linea fttc giù in provincia di torino...qualcuno con lo stesso problema?

TheChild

Come ho scritto basterebbe fare manutenzione.

TheChild

obbligate alla manutenzione.
Fate funzionare le cabine e vedete che si risolve questa crisi.
Tanto in questo momento non si può fare molto

Dirty Harry

Non è necessario posare alcunchè. La posa della fibra, a qualsiasi livello (dalla cittadina alle dorsali), prevede SEMPRE una notevole percentuale di fibra di scorta normalmente inutilizzata.

Simone

Io sono rimasto un po' incul@to dal modem di vodafone che in caso di recesso dovrei continuare a pagare.
Ho la vodafone station, qualche (povero) essere umano ha avuto la mia stessa disgrazia e ha provato a utilizzarlo su altre linne? in particolare Fastweb ma sarebbe un bel feedback qualsiasi altra linea di rete fissa.... (Passerei da un 20MB a un 200MB quindi la mancanza di prestazioni assolute non mi interessa poi tanto)

telecom da me in paese in cabina arriva a circa 20 mega (lo so perchè un mio amico che abita a 300 metri dalla centrale ha circa 16 mega), ma da me il doppino in rame è talmente tanto marcio da arrivare a 5 mega. Quindi mi sa che i benefici per me sono pari a zero

Nuanda

A me Tiscali per non saper leggere ne scrivere nelle ore di punta mi cappa il download a 10, anche se ho una 100 mega che normalmente va a 80..... però tocca portare pazienza....meglio poco che niente...

Spesa online: la nostra esperienza a Bergamo, Milano, Roma, Reggio e Palermo

Scontrino elettronico dal 1° gennaio per tutti, cosa cambia

DJI Mavic Mini ufficiale: pesa solo 249 grammi, prezzi da 399 euro

Recensione PowerBeats Pro: gli Apple AirPods per gli sportivi