SpaceMobile: Vodafone e Rakuten per la prima banda larga dallo spazio

04 Marzo 2020 19

SpaceMobile è il primo progetto di rete cellulare satellitare diretta, con l'ambizione di fornire connettività 4G (prima) e 5G (più in là nel tempo) dallo spazio. Vodafone e Rakuten, il colosso delle telecomunicazioni orientale, sono appena diventati i principali azionisti del progetto, nato in grembo ad AST & Science.

L'idea alla base di SpaceMobile è uno stormo di satelliti che si posizioneranno nell'orbita bassa terrestre e saranno in grado di comunicare direttamente con smartphone, laptop, tablet e altri dispositivi connessi (l'idea è la stessa di Starlink, in pratica, che a fine gennaio ha mandato in orbita altri 60 satelliti); senza bisogno di altre infrastrutture complesse, come stazioni radio e ripetitori. L'ovvio vantaggio di una soluzione del genere è il potenziale di copertura, pressoché infinito. I satelliti permetterebbero di portare internet in aree rurali, nei deserti, nelle foreste, nelle montagne e in mare aperto senza particolari complicazioni. E potrebbero essere un aiuto prezioso in caso di disastri, naturali e non.


I primi test di SpaceMobile si sono già conclusi con successo l'anno scorso, e hanno dimostrato un'ampiezza di banda comparabile a quella di ripetitori 4G 5G di stampo più tradizionale. In altre parole, non sono previsti grossi rallentamenti o peggioramenti dell'esperienza d'uso. Il nuovo round di finanziamenti, che oltre agli apporti di Rakuten e Vodafone include anche Samsung Next, American Tower, Cisneros e il fondatore Abel Avellan, porta il capitale complessivo accumulato dalla startup a 128 milioni di dollari. Oltre a un bell'assegno, Vodafone fornirà anche supporto tecnico, logistico e legale all'impresa.


19

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Repox Ray

E' talmente proprietaria che non possono dirti nemmeno "se" funziona, figuriamoci "come"...

Riccardo

Chiaro che non si arriverà a coprire, nel vero senso della parola, le stelle. Però andando avanti così, con tutte queste costellazioni così basse di migliaia di satelliti, risulterà complicato distinguere stelle da satelliti ad occhio nudo. Spero non si arrivi ad esprimere un desiderio su un satellite in caduta :D

rsMkII

Beh un conto è un segnale su una esposizione stellare, un altro è non vedere più le stelle! XD
Comunque grazie per il link, interessante! :)

Squak9000
GianL

ok, in condizioni con zero celle già adesso si utilizzano i telefoni satellitari, che novità è? se si è in situazioni meno estreme ovviamente si usano le soluzioni meno costose

losteagle

Non credo perchè è in contrasto con quanto annunciano.
Ti cito direttamente dall'articolo : "I satelliti permetterebbero di portare internet in aree rurali, nei deserti, nelle foreste, nelle montagne e in mare aperto senza particolari complicazioni".

qaandrav

lol attenzione a tutti i meteoriti della galassia, se vi avvicinate troppo al sistema solare vodafone farà una bella rimodulazione anche a loro

rsMkII

Che poi "tecnologia altamente proprietaria" cosa significa? Basta dire che è proprietaria, altamente mi sembra pomposo e basta. E' come dire "forniamo il servizio in modo molto gratuito"... XD

rsMkII

Beh, di sicuro costerà più di 128 miliardi, ma non credo che quello sia il massimale di budget! XD

rsMkII

Nah, impossibile! XD

GianL

probabilmente il download, che generalmente ha più importanza e ha più necessità di banda (vd, streaming 5K HRD) arriverà da satellite; gli upload useranno i canali tradizionali, celle terrestri (3G/4G/5G).
Poi ci sono campi dove anche l'upload sarà critico (vd. gestione auto guida autonoma): in quel caso niente satellite e le celle locali saranno dei mini data center con capacità d'elaborazione "non trascurabile": provate a googlare "mobile edge computing".

Repox Ray

Salterà fuori che la radiobase in loco serve sempre, magari in forma di picocella, e che poi sarà la radiobase a collegarsi ai satelliti...

Galy

Tra qualche decennio ci saranno talmente tanti satelliti, che faremmo fatica a vedere le stelle.

Luca Bonora

Tra l'altro la tecnologia di Starlink prevede una sorta di ricevitore/trasmettitore locali.

128 milioni di dollari? avessero detto 10 miliardi :D

losteagle

Ho letto. Mi sembra molto "fantasioso", manca più di un passaggio, altro che tecnologia altamente proprietaria ...

Squak9000

siamo finanziatori di missioni spaziali... a suon di rimodulazioni

Repox Ray

https://ast-science.com/spacemobile/faqs/

"No, SpaceMobile will be the first and only space-based network to work with standard mobile phones. No separate or specialized satellite hardware is required."

Quindi uno si domanda come diavolo possa accadere ciò, dato il link budget disastroso con un'antenna non direzionale come quella dello smartphone...

"The technology is highly proprietary, and exactly how it works cannot be disclosed. We can say that our engineers and space scientists have designed an entirely new form factor and deployment method that significantly reduce the time and costs associated with manufacturing, launching and operating satellites.

Our team also has worked – and continues to work – closely with mobile network operators to ensure compatibility with today’s wireless networks, including 5G."

Tutto chiaro no?

Ho letto proclami di Kickstarter più convincenti... XD

Cri85

Ladri dallo spazio.

losteagle

Mi sfugge come i satelliti porterebbero internet senza infrastrutture locali, un satellite può mandare un segnale che può essere captato direttamente da uno smartphone (ad es. GPS), ma lo smartphone non può inviare dati al satellite in quanto non dispone di un antenna adeguata. Quindi ?? Internet richiede sempre Download+Upload ed almeno per l'upload sarebbe richiesta un infrastruttura locale per la trasmissione. Sinceramente non capisco come dovrebbe funzionare.

Xiaomi 11T ufficiale con Pro, 11 Lite NE e Pad 5. PREZZI e disponibilità Italia

Internet down: migliaia di siti offline, tra cui Amazon e Twitch | Cos'è successo

Amazon Prime Day 2021 le date e le offerte già attive: 21 e 22 giugno ufficiale

I migliori smartphone 5G economici | Guida