Internet e social poco sicuri: europei meno disposti a condividere dati personali

17 Gennaio 2020 12

Gli utenti europei della Rete stanno modificando le loro abitudini a seguito del crescente numero di casi di esposizione di dati personali e di furto di informazioni. Fa luce sul fenomeno uno studio recentemente pubblicato da Eurostat, l'ufficio statistico dell'Unione Europea. 

Dallo studio condotto nel 2019 su un campione di cittadini europei di età compresa tra i 16 e i 74 anni è emerso che il 44% nell'ultimo anno ha limitato l'accesso ad Internet e social per lo svolgimento di attività che a diverso titolo coinvolgono dati personali

La classifica delle attività eliminate/ridotte per timori legati alla sicurezza vede posizionarsi al primo posto la condivisione di dati personali su reti social (e professionali). Un dato non sorprendente, viste le continue notizie di violazione/esposizione dei dati degli utenti di tali piattaforme - l'ultima in ordine di tempo riguarda Facebook ed è di dicembre scorso. Segue la diffidenza nei confronti dell'accesso ad Internet utilizzando un hotspot pubblico, quasi a pari merito con il download di contenuti dalla Rete e l'acquisto di beni e servizi. 

I vari casi che hanno in discussione la privacy degli utenti Facebook non hanno certamente contribuito a far crescere la fiducia nei confronti del popolare social network

Gli utenti italiani sono risultati maggiormente propensi a svolgere le attività sopraccitate: il calo è evidente anche nel nostro Paese, ma la flessione è inferiore alla media europea. C'è anche chi è ancora più ben disposto verso Internet e social, il primato spetta alla Lituania, mentre Paesi come Francia e Spagna sono tra i più "diffidenti" in assoluto. 

Non si tratta di preoccupazioni astratte, ma di una decisione di ridurre l'uso di Internet e social dettata dall'aver affrontato in prima persona problemi di sicurezza più o meno gravi: lo studio Eurostat evidenzia che il 34% dei cittadini europei li ha fronteggiati negli ultimi 12 mesi. Quello più diffuso è il tentativo di truffa tramite messaggi fraudolenti (phishing).

COSA GLI EUROPEI FANNO MENO SU INTERNET E SOCIAL

  • Attività internet limitate o evitate del tutto nel 2019 per preoccupazioni legate alla sicurezza (% di cittadini europei di età compresa tra i 16 e i 74 anni, % tra parentesi riferita ai cittadini italiani di età compresa tra i 16 e i 74 anni)
    • 25% - Fornire informazioni a reti social e professionali (10%)
    • 19% - Utilizzare hotspot WiFi pubblici (11%)
    • 17% - Scaricare software, app, musica, video, file, giochi e altri dati (11%)
    • 16% - Ordinare o comprare beni e servizi (11%)
    • 13% - Internet banking (10%)
    • 8% - Comunicare con i gestori dei servizi pubblici e con la  pubblica amministrazione (5%)
    • 7%- Altre attività 

I PROBLEMI DI SICUREZZA PIU' DIFFUSI

 

  • Problemi di sicurezza riscontrati nel 2019 usando internet per lo svolgimento di attività personali (% di cittadini europei di età compresa tra i 16 e i 74 anni, % tra parentesi riferita ai cittadini italiani di età compresa tra i 16 e i 74 anni):
    • 26% -  Messaggi fraudolenti/phishing (15%)
    • 13% - Reindirizzamento verso siti web falsi che chiedono dati personali/pharming (14%)
    • 3% - Perdita di documenti, foto e altri dati a causa di virus (2%)
    • 3% - Utilizzo fraudolento delle carte di credito e di debito (2%)
    • 2% - Hacking dell'account social o mail con l'invio di contenuti senza che i legittimo proprietario ne fosse a conoscenza (2%)
    • 1% - Abuso delle informazioni personali da cui scaturiscono episodi di discriminazione o violenza (1%)
    • 1% - Sottrazione dell'identità online  (1%)


12

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Tetsuro P12

Dicesti.

Babi

Detto in altro modo: "una nullità non ha nulla da nascondere".
In effetti non fa una grinza, LOL

Pinzatrice

Sicuramente alla CIA interessa la pastasciutta della domenica.

Sandro Pignatti

Presente.

Sandro Pignatti

Lo vedi Matita Nera?
Dove sei?
Ti ricordi quando mi dissi che io ero insignificante come numero? E che io ribattei dicendo il contrario, che conto come numero?

Guarda ora! Osserva… siamo i più critici, e io faccio parte di questo numero infatti. Ed ho influenzati altri numeri, che hanno rimbalzato in tutta Italia.

Ammira Matita nera, fai parte di questo mondo. Puoi cambiarlo.

Ansem The Seeker Of Darkness

Con tutti i dati che raccologno aziende come Google,FB e Amazon sarebbe meglio chiamarlo stalking più che raccolta dati.

momentarybliss

Chissà perché l'Italia è agli utlimi posti della classfica di chi ha evitato di usare i social per paura di perdere i dati

Tizio Caio
LucaP

La diffidenza si chi sa come campa...

lello

Ahahah e con il 5g non potrà che andare peggio...

Tony Carichi

Spesa online: la nostra esperienza a Bergamo, Milano, Roma, Reggio e Palermo

Scontrino elettronico dal 1° gennaio per tutti, cosa cambia

DJI Mavic Mini ufficiale: pesa solo 249 grammi, prezzi da 399 euro

Recensione PowerBeats Pro: gli Apple AirPods per gli sportivi