FaceApp: secondo l'FBI è una minaccia alla sicurezza nazionale

03 Dicembre 2019 34

Chi si ricorda di FaceApp? L'applicazione, rilasciata dalla società russa Wireless Lab nel gennaio 2017, permette di "invecchiare" digitalmente le proprie foto, e ha toccato il massimo della popolarità la scorsa estate, quando - come molti ricorderanno - i feed dei principali social network si sono improvvisamente riempiti di immagini di arzilli vecchietti dall'aria stranamente familiare.

Alla base del funzionamento del programma non c'è l'applicazione di un semplice filtro come avviene su Instagram o Snapchat, ma un algoritmo che "fa tesoro" dei volti elaborati e dei dati biometrici raccolti: più sono numerosi, più il sistema si migliora ed offre risultati realistici. E di questi dati ne ha raccolti parecchi, se si pensa che nel solo mese di luglio 2019 l'app ha totalizzato 30 milioni di download, scalando le classifiche di Google Store e App Store.

Una tale diffusione, unita al fatto che l'app provenisse dalla Russia, ha suscitato le preoccupazioni di diverse persone. Tra queste il senatore statunitense Chuck Schumer, che ha chiesto al Federal Bureau of Investigation e alla Federal Trade Commission di aprire un'indagine nazionale sulla sicurezza e sulla privacy di FaceApp per scoprire se i dati caricati potevano finire nelle mani del governo russo e verificare quali tutele proteggessero la privacy degli utenti.


Dopo qualche mese, l'FBI si è espresso, etichettando l'applicazione come un potenziale strumento di controspionaggio da parte della Russia. In parole povere, una minaccia nei confronti della sicurezza nazionale, come ha spiegato Jill Tyson, assistant director del Bureau, in una lettera diretta a Schumer:

L'FBI considera ogni applicazione mobile o prodotto analogo che sia stato sviluppato in Russia, ad esempio FaceApp, come una potenziale minaccia di controspionaggio, sulla base dei dati raccolti, delle politiche relative a privacy e termini di utilizzo e dei meccanismi legali che permettono al governo russo di accedere ai dati conservati entro i confini russi.

Accettando i termini di servizio di FaceApp, infatti, si concede all'applicazione di ottenere i diritti perpetui ed irrevocabili sulle foto caricate, unite a nome e username. Tuttavia, altre voci si erano alzate a difesa dell'app, sostenendo che non ci fosse nulla fuori dall'ordinario: in effetti, gli investigatori non hanno trovato traccia di attività malevole nel software; le preoccupazioni derivano dal legame con la Russia e dal possibile uso dei dati raccolti.

Il presidente russo Vladimir Putin

Considerate le accuse relative alle ingerenze russe nell'ambito delle elezioni presidenziali statunitensi del 2016, il timore si rivolge alla prossima tornata elettorale del 2020. FaceApp non ha ancora commentato quest'ultima uscita dell'FBI, ma in passato aveva già negato coinvolgimenti col governo russo, aggiungendo che le immagini restano sui server per sole 48 ore e che i dati non sono conservati in Russia.

Dal canto suo, il Cremlino è intervenuto tempestivamente sulla questione, e proprio ieri ha commentato che non è possibile fermare il libero mercato (delle applicazioni, ndr). A completare il quadro, però, proprio ieri il presidente russo Vladimir Putin ha firmato una legge molto discussa relativa alla libertà di stampa, che da ora in avanti permetterà alle autorità russe di trattare anche giornalisti e blogger - dunque persone fisiche, e non più solo giuridiche - come "agenti stranieri", dicitura con cui in URSS si bollavano le spie.

La misura fa parte delle iniziative di rappresaglia intraprese da parte di Mosca in seguito alla decisione, da parte di Washington, di inserire l'emittente filo-Cremlino "Russia Today" nella lista degli agenti stranieri negli USA. Inizialmente solo dieci testate americane erano state bollate come agenti stranieri in Russia, ma d'ora in poi per vedersi etichettati come tali basterà ricevere denaro dall'estero e diffondere materiale pubblicato dai media inseriti nella blacklist degli agenti stranieri.

Top gamma con batteria infinita e display super? Asus ROG Phone 2 è in offerta oggi su a 508 euro.

34

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Theta

No, bello mio
Canaglia perché sono Stati in cui non esiste libertà individuale
Facile parlare mentre te ne stai sdraiato a letto a scrivere cagate sui blog in uno Stato Democratico, in Cina eri già appeso per le p*lle a quest’ora

qaandrav

considerati canaglia dai muricans o dagli europei mentalmente schiavi dei muricans

Valoroso Guerriero

Sì, finché "l'europa" è composta da tanti staterelli che, oltre a non contare niente, si infilano la testa nel c*lo appena una nazione tipo la cina o la russia gli tira un osso

Theta

Con la piccola differenza che le compagnie “muricane” fanno parte di una nazione alleata
Russia e Cina sono considerati Stati canaglia

Jeson

ottenere i diritti perpetui ed irrevocabili sulle foto caricate


Non va un tantino contro il nuovo regolamento europeo sulla privacy??

Roberto

via, facciamo terra bruciata intorno agli usa... fuori dalla nato, avviciniamoci alla russia, via le basi nato dall'italia... sono stanco di vederci sempre a 90 gradi con loro... ci aumentano i dazi a dismisura e ci chiamano alleati... preferisco allora un nemico che ci chiama nemico, almeno lo so prima

Davide

Effettivamente non fa una piega. Finché i dati sono americani non c'è problema mentre loro cercano di limitare il potere avversario. Non ci vedo nulla di sconvolgente o sbagliato. È a tutti gli effetti un problema di sicurezza nazionale

LucaMW
steek

IG, fb, snapchat invece vanno bene!!!

ReArciù

siamo tornati all'epoca del maccartismo

qaandrav

e voi di hdblog sempre in prima linea a difenderci dai cattivoni cinesi di tiktok e dai russi di faceapp, menomale che ci siete voi a spiegare come funziona il mondo.

quando inizierete a parlare di cosa e come raccolgono i dati fb e le altre compagnie muricane?

SuperDuo

Solo gli ingenui credono che sia incredibile una cosa così. Lo hanno sempre fatto.

Incredibile è che l'intero mondo usi software close americani per gestire infrastrutture anche critiche. Questo si.

Moveon0783 (rhak)
momentarybliss

E' incredibile come negli USA siano così solerti a classificare come minaccia alla sicurezza nazionale app come TikTok e Faceapp, mentre hanno dato solo un buffetto sulla guancia ai boss di Facebook, Twitter e Google che nel resto del mondo hanno combinato disastri con i dati degli utenti e contribuito alla diffusione incontrollata di fake news. Due pesi e due misure, sempre, per far tornare l'America di nuovo grande

TheFluxter

https://media1.giphy.com/me...

Secondo me è una minaccia per l'universo intero...

Marco

Aggiungici pure qualche golpe finanziato da loro in sudamerica, introducendo dittature militari sanguinose e assassine. Poi mi verranno in mente tante altre cose, se vogliamo arricchire lo squallore.

non saprei... so solo che qualsiasi affermazione fattuale che fa è sbugiardabile da qualunque fonte (che sia pro o contro le sue idee) e che anche se palesemente sbugiardato non risponde.
Puzza di bot lontano un miglio.

ciro mito

È david zed ?

aspetta aspetta...
"meglio loro che la cinah o putinnnnn!12"

(che poi è vero, ma non c'entra un c*** :D )

il Dr.Freudestein è un BOT, quindi non ha preferenze.
é solo una macchinetta sparafakenews

ciro mito

Al Dr.Freudestein non piace questo elemento

sì, ma c'entra poco con le app come quella in oggetto

Andrej Peribar

Nella Pubblica amministrazione tutt'altro che utopico è fattibilissimo.

Nel privato, bhe, ognuno faccia quel che preferisce

Vash 3rr0r

PIANISSIMO!

Moveon0783 (rhak)

L’ipocrisia yankee mi manda al manicomio

Andrej Peribar

l'hai toccata piano XD

Moveon0783 (rhak)
Vash 3rr0r

al Mc Donald se entri con un telefono Huawei ti chiedono di spegnerlo e di metterlo in un contenitore piombato, perchè le sue frequenze cinesi potrebbero interferire col fritto delle patatine alterandole e ciò potrebbe essere un rischio per la salute nazionale.

iclaudio

ha ha dopo che facebook si è affidato a ditte esterne poco affidabili scatenando uno scandalo su scala mondiale ,l'fbi dovrebbe guardare di piu i problemi che ha a casa

Claudio Biesuz

Confermo, ieri mio nipote di 5 anni è stato bloccato all'uscita dell'asilo perché aveva un clementoni non acquistato in America ,quindi sicuramente pericoloso per la sicurezza nazionale!

Sto pensando seriamente di non andare nemmeno più al mcdonald tanto mi cominciano a stare sulle balle Trump&Co!

Claudio Biesuz

Insomma, l'america vuole bannare tutti, tecnologia e applicazioni, vogliono il controllo totale, se continuano così, magari sarà il resto del mondo a bannare l'america, non credo che "il resto del mondo" abbia bisogno dell'America per produrre qualsiasi cosa, anzi probabilmente è il contrario, ragion per cui vogliono "bloccare" chiunque possa superarli...
Le app americane (Google Facebook ecc) non raccolgono affatto dati degli utenti, vero?

Secondo me stanno rompendo un tantino le balle!

lello

Il bue che dà del cornuto all'asino.... Credibilità di questa amministrazione americana: ZERO

Vash 3rr0r

Ovviamente, secondo l'FBI, pare che eccetto Apple, Microsoft e Facebook, tutto il resto sia una minaccia nazionale.

Secondo report interni al Bureau, pare che anche i programmatori di 10 anni con un clementoni, potrebbero essere una serissima minaccia alla sicurezza nazionale!

DJI Mavic Mini ufficiale: pesa solo 249 grammi, prezzi da 399 euro

Recensione PowerBeats Pro: gli Apple AirPods per gli sportivi

Surface: tutte le novità presentate da Microsoft

Recensione Amazfit Verge Lite: ottimo smartwatch ma vale la pena comprarlo?