Microsoft Surface Laptop 3, Pro 7 e Pro X in offerta di fine anno su Amazon

30 Dicembre 2019 172

Chiusura dell'anno davvero interessante per tutti coloro che sono alla ricerca di uno dei nuovi prodotti Microsoft Surface 2019. Amazon ha infatti scontato, almeno per oggi, molti modelli della gamma Surface Laptop 3, Surface Pro 7 (Recensione) e Surface Pro X.

Si tratta in quasi tutti i casi dei modelli di fascia alta, con processori top e configurazioni complete anche di tastiera. Prezzi non certamente economici, soprattutto se pensiamo al modello base del Pro 7, ma sconti importanti se cercate queste opzioni di memoria/ram e CPU.

SURFACE LAPTOP 3
SURFACE PRO 7
SURFACE PRO X
Il top di Huawei al miglior prezzo? Huawei P30 Pro, in offerta oggi da Mobzilla a 539 euro oppure da ePrice a 607 euro.

172

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
AndreW

Ciao Nicc quando esce la recensione del Surface Pro X?

Erik

Mai sentite ste cose nelle scuole , certo che vi inventate di tutto voi bugiardi fanboy della mela

lore_rock

Perché sarebbe fuori mercato? Non ha alternative

Ciaoiphone4

Io problemi di compatibilità non li ho. Più che altro sono le maestre che hanno problemi di compatibilità perchè se si aggiornassero come i computer saprebbero le novità che ci sono da almeno 10 anni con Office e la compatibilità tra più SO. Sono quellI che ragionano così che hanno problemi e non al passo con i tempi.

Informatica non dovrebbe esistere proprio nei licei, il resto non posso discuterlo con te perché semplicemente non lo conosci e non lo capiresti.
La formazione del liceo tu non l'avrai mai, chiunque faccia ingegneria avrà invece la tua formazione e molto di più.
Ti manca, a meno che tu non sia una rara eccezione, un pezzo di vita.
Se nella vita sarai un medico, un giurista, un farmacista, un insegnante, praticamente qualsiasi cosa, la vita che avrai appreso durante una scuola di vera formazione la userai ogni giorno per tutto, dal lavoro ai rapporti umani e sociali, dalla vacanza ai film che vedrai, da quello che scrivi alla comprensione della politica.
Ciò che si studia in un tecnico è solo in corso di avviamento al lavoro, neanche troppo difficile in verità, che qualsiasi ingegnere fa e che, in un mondo ideale, una persona ben formata e intelligente potrebbe fare anche dopo.
Sappi che a me non piace per niente la dicotomia liceo tecnico presente in Italia, è classista, settaria, allucinante, ma ahimè c'è e, almeno nel Sud, distingue le scuole di serie A a quelle di serie B,C,Z.
Tendenzialmente, spesso, basta vedere lo studio individuale, bene che vada un ragazzo del tecnico con 2 ore al giorno ha più che finito, uno del liceo spesso in due ore ha solo svolto una materia.
Poi lascia stare matematica, che ciò che cambia è il modo con cui la si fa.
Gli argomenti saranno anche gli stessi, ma al tecnico è tutto più semplificato, e lo so perché la insegno sia al liceo che al tecnico.
Poi, se hai fatto un buon tecnico, buon per te, ma sono così pochi da non poter fare una classifica generale e con studenti troppo spesso pessimi, con classi disastrate dove su 20 se ne salvano 2.
E sono anche le scuole più costose, mentre le Università annaspano. Mah.
Formate i ragazzi, prima vanno formati, educati, non solo istruiti.
Poi, dopo la solida formazione di base, costruisci i mattoni per il lavoro.
Ma in Italia parla di scuola gente che non sa NIENTE, cioè parlano tutti quando tutti dovrebbero stare zitti. Un po' gli allenatori di calcio, dato che tutti hanno tirato un calcio al pallone sono tutti allenatori, in Italia sono tutti ministri dell'istruzione e insegnanti.
Questo mi fa impazzire.
Poi vedi dei ragazzi non educati e non formati, lobotomizzati dal marketing e dalle cavolate, incapaci di vivere gli impulsi e tramutarli in sentimenti.
È tremendo, e purtroppo va sempre peggio, dato che i fondi sono sempre di meno e gli insegnanti sono sempre meno considerati.
Peccato, avevamo una scuola invidiata in tutto il mondo occidentale, niente, picconiamo pure questa, e vabbè.
Non è che si migliora ciò che era odi0samente classista (ricordo che qualche anno fa se non facevi il liceo non andavi all'università) e basta.
No, bisogna denigrare, soprattutto denigrare ciò che non si conosce.
Non è che si prende ciò che rende il liceo così "grande", ciò che rende i liceali così tronfi, e lo si implementa anche altrove. No, lo si piccona.
Tanto i colti sono una esigua minoranza rispetto agli altri, è facile picconarli.
I licei sono 2, i tecnici sono decine, troppo facile.
Ma quei due sono ottimi, oserei dire unici al mondo, e io spero resistano alle picconate dei bambini invidiosi che non li capiranno mai.
P.S. non ho frequentato né lo scientifico né il classico, ma grazie alla mia formazione successiva alle superiori ne comprendo la grandezza, anche se ormai sempre più appannata e mi dispiace.
È quel tipo di formazione che ha reso l'Italia grande, se non grandissima nel mondo.
La formazione dopo i picconi della maggioranza? Ha creato un paese impaurito, povero, impreparato, in stagnazione -quando non recessione- da dieci anni, e in evidente declino dagli anni 90.
E ancora va di moda una dialettica VECCHIA, quella dei berluscones anni 90-00, vecchia.
Eh vabbè.
Sono però contento che tu abbia ricevuto una buona istruzione, immagino ti sia servita nel lavoro, e ti auguro buona fortuna.
Ma non denigrare un tipo di formazione che, semplicemente, non conosci.

BlackLagoon

obvious troll is obvious

basta confrontare le ore di lezione, non c'è bisogno di inventarsi chissà cosa. Io facevo 8 ore a settimana di Elettronica, 8 ore di Sistemi e 8 di Informatica. Inoltre in quinta si era arrivati alle equazioni differenziali. Allo scientifico, parallelamente, era già tanto che fossero arrivati agli integrali e Informatica per loro era un corso di 2h in cui facevano Pascal. lol.

Hai fatto bene.

Io non ho una grande passione verso lo studio del latino :)
Secondo me non ne sei consapevole, ma se l'hai fatto bene come sembra il suo lascito in te è ben più profondo di quanto tu riesca a percepire.
Insegnando a ragazzi di tante classi diverse mi accorgo della sua importanza, davvero avverto la differenza tra chi lo fa e chi no, soprattutto se poi sommato alle altre materie.
È un lascito paragonabile, anzi, direi maggiore, alla matematica verso chi poi non la studierà più. Cambia il modo di leggere e interpretare un testo, il modo di scrivere, il modo di riflettere.
Senza accorgertene il lascito di quello studio lo utilizzi ogni giorno, dimmi tu se è poco.
Il problema degli scientifici è che, troppo spesso, lo si fa solo i primi due anni, va fatto per 5 anni, una versione ogni tanto fa bene.
Poi molto probabilmente non lo vedrai mai più nella vita, ma avrà lasciato l'impronta.

Los Endos

Non so, mi sembra di scorgere una tua certa passione verso l'argomento e credo che ciò che hai scritto sia piuttosto soggettivo.
Io latino l'ho studiato per 5 anni, la parte di analisi grammaticale e del periodo mi è piaciuta e devo dire che andavo anche molto bene nelle versioni in classe.
Detro ciò, non mi sembra che mi abbia dato molto a livello personale (o forse non me ne rendo conto?), o almeno non quanto altre materie come storia e tutte quelle del ramo scientifico che mi hanno letteralmente insegnato a ragionare.

Lorenzomx

Proprio per questo quando anni fa ebbi la possibilità di scegliere fra lo scientifico classico e quello con informatica scelsi il primo, nonostante ora sia uno studente di informatica all'università

Ma vedi di stare zitt0, la scuola con la migliore formazione ( assieme al classico ), paragonata a un ITIS, che mi tocca sentire.
Non parlate di cose che non conoscete.
Già solo vedere la scuola come un istituto di avviamento al lavoro fa comprendere la vostra pochezza e limitatezza m3ntale, se non sapete pensare, non parlate.

Ed è una grandissima boiata.
Io farei studiare latino per 5 anni, di versioni però, non solo letteratura latina, compreso nell'esame finale.
Purtroppo però i genitori, che non sanno un cavolo, mettono il becco nelle scuole e le rovinano. Completano il tutto ministri che non hanno mai insegnato in vita loro.
Latino fatto come si deve è il più grande plus della scuola italiana rispetto al resto del mondo. Direi anche greco, ma non voglio esagerare e si fa solo in una scuola.
Informatica a scuola è la più grande ed inutile cavolata introdotta nelle scuole di tutto il mondo.
Piuttosto che strutturare dei seri corsi post diploma o migliorare le università si rovina la patria della formazione dei ragazzi, togliendo loro tempo ed energie e ingozzandoli di pubblicità e marketing.

La tipica maestra delle elementari dovrebbe continuare a fare la maestra e lasciare informatica a quando i bambini saranno più grandi, anche solo le scuole medie.
Certe sciocchezze sono solo perdita di tempo ed energie, tenere una classe di bambini è un lavoro mostruoso.

Aiutano nel pratico per ogni singolo aspetto della vita.
Sono a contatto con tantissimi ragazzi "in formazione", NON C'È PARAGONE, davvero.
Chi non studia certe discipline classiche, rispetto a chi le fa BENE, è letteralmente un BAMBINO.
Sono cose che si studiano in quel periodo della vita, poi magari anche basta, ma vanno fatte. Sono i semi per tutto, dopo.
Ovviamente tenendo conto che la formazione non finisce a 19 anni, ma MAI.
Io ho studiato latino a quasi 30 anni, per scelta. È una disciplina meravigliosa, mi ha aperto un mondo. Un ragazzino non se ne accorge, io sì, e chi lo fa bene dovrebbe essere grato per questa possibilità unica. Greco? Anche meglio, ma per me sarebbe troppo ora.
Cosa mi ha aiutato nel pratico? A leggere. Letteralmente a leggere.
Importante poi per la comprensione delle altre lingue, sia quelle neolatine per ovvi motivi sia quelle declinabili.
Una persona, un uomo e una donna, con una base classica e matematica CORPOSE, a parità di volontà e intelligenza avrà sempre una marcia in più rispetto a chi non le ha, in ogni aspetto della vita.
Spero di essere stato chiaro, perché non è semplice spiegare certi concetti.

Los Endos

In che modo aiuterebbero, nel pratico? Perchè ai miei occhi aiutano quanto lo farebbe un'infarinatura di logica e algoritmi per la programmazione.
Sarò un idiota, ma sono convinto che sarebbe piú utile spendere qualche ora su questa, piuttosto che su molti altri orgomenti che ho affrontato alle superiori.

Sai che non serve una scuola per imparare a usare Office, vero? Office si impara "usandolo", per il resto basta un minimo di informazione.
Poi, per carità, nella vita tutto è bello da sapere, ma la cultura di base, mi dispiace, ma non è quella degli istituti tecnici.
O tu avevi una grossa cultura di tuo o non ci crederò mai che nella tua carriera universitaria tu non abbia mai sentito la mancanza di una storia, letteratura, filosofia fatte come si deve.

Sì, certo, aiutano eccome.
Se si facesse programmazione non sarebbe universalmente inutile, tutto il sapere è utile e bello, ma toglieresti spazio ad altro e, sinceramente, non lo farei. C'è già matematica, e chi viene da un ottimo scientifico non ha alcun problema a frequentare informatica all'università.
Sono le università a fare pietà e la stragrande maggioranza dei professionali / tecnici, frequentati da teste di modì e con professori peggio. Purtroppo.
Ma le materie vanno anche bene, è sempre il modo a cambiare tutto. Ahimè conosco davvero poche, pochissime scuole professionali / tecniche anche solo lontanamente paragonabili a un liceo standard.
Questo si vede sempre più anche negli iscritti, vai a vedere quanti figli di stanno nei licei scientifico-classico e quanto nei tecnici, è imbarazzante.
Si sta tornando indietro, almeno qui al Sud.
Purtroppo il sogno dell'ascensore sociale ha fallito perché il paese è fallito, ciò ha scoraggiato molti. Peccato.
Le sacche di ignoranza, ripeto al Sud, sono sempre più tremende.
I nati post 2000, mediamente, sono molto meno colti dei nati anni 80-90. Ci credo, sono le due decadi più colte della storia e più povere di sempre! E no, non per colpa loro, ma a causa di una crisi che perdura da 10 anni. 10. Neanche la crisi del 29 è stata così lunga. Il Sud Italia non esiste più.
Vabbè, basta. È un argomento troppo triste.

Certo, certo. Nel mondo dei sogni, forse, o in qualche realtà che non fa comunque la differenza.
I licei sono 4, i tecnici una marea, all'università la stragrande maggioranza viene dai licei. Che poi ci siano lodevoli eccezioni è indubbio, ma sono appunto eccezioni.
Lo ritengo un DRAMMA, non ti credere.
Ma i ragazzi che frequentano sono diversi, le classi di concorso dei docenti idem, è tutto diverso.
Io insegno a decine di ragazzi, non c'è paragone e mi dispiace. Al di là della materia, è il modo con cui si studia ad essere diverso.
Se in una classe media di un tecnico i ragazzi "da università" sono 2/20, in una da normale liceo scientifico - classico sono 15/20.
Reitero che questa situazione a me non piace, la cambierei se potessi, ma per ora è così.

BlackLagoon

se devi fare lo scientifico tantovale fare un buon ITIS a meno che non sei un eterno indeciso e decidi di cambiare idea all'ultimo per iscriverti a qualche facoltà umanistica. I licei scientifici sono la solita via di mezzo che non è né carne né pesce.

Tiwi

bene

Los Endos

Alcuni miei conpagni avevano difficoltà a risolvere le equazioni di primo grado, non per questo abbiamk saltato detivate ed integrali. Iniziare a programmare a livello super basilare è una boiata

Francesco Capasso

A cosa serve un corso di programmazione se non hai le basi?

Mi ricordo che facevo programmazione a scuola, ai miei compagni dovevi spiegargli pure cosa era un copia e incolla e la settimana dopo l'avevano già dimenticato.

Usare il PC richiede un certo mindset e purtroppo il limite più grande in Italia è l'analfabetismo funzionale.

piero
dekker11

Comunque, per dire, io ho frequentato un Istituto Tecnico (telecomunicazioni), poi ho fatto Sc. Poitiche e Master in Dirigenza Pubblica. Tutt'ora l'approccio dell'Istituto Tecnico e la passione per la tecnologia mi aiutano sul lavoro (sebbene diriga un ufficio Affari Generali in un ente pubblico) sia elaborare fogli di calcolo un po più complessi, power point e tutta la parte della dematerializzazione degli atti. Oltre ai vari problemetti citati qui di compatibilità di file ecc. (Una parte lavora con Office, l'altra con Open Office). Non dividiamo il mondo in bianco e nero.

Dwarven Defender

Prova un HP 255 G7... suo sito ufficiale di HP è in offerta e costa 252 (ha anche un ssd in formato m.2, non credo nvme)

Lorenzomx

Lo stesso io, ci facevano giocare con Paint, al massimo con notepad

Lorenzomx

Assurdo comunque, non è obbligatorio all'università (e faccio informatica)

Lorenzomx

Comunque a Roma c'è lo scientifico con informatica al posto di latino

Lorenzomx

Assolutamente d'accordo. Potevo capire da me in università (faccio informatica) che ci chiedano alcuni testi in utf-8, ma davvero office produce gli stessi file su Windows e su Mac, come far buttare soldi alle famiglie

Josè.pH

ma del pro x recensioni ?

Bjerget

Mid 2012

X Wave
CoreyTaylor

Che avrebbe di unico? Tra l'altro costa l'ira di d1o e non ci hanno messo ancora una thunderbolt....

Andreino

Scusate: Quali sono gli ultimi macbook aggiornabili? Riguardo ai componenti hardware eh..

Los Endos

Io ho studiato storia come tutti e di certo dal punto di vista lavorativo non mi servirà mai a nulla, ma per me è importantissima e non andrebbe mai e poi mai rimossa.
Le materie in un liceo non vanno pensate esclusivamente in ottica lavorativa.

Yafusata

Razer e' detta la Apple di Windows mica per niente.

Yafusata

Pensa che io facevo solo il mattino.

Yafusata

Serve per poter vendere molti trolley.

Yafusata

Ma poi metti che qualche bullo glielo fracassi?

Yafusata

Guarda che quelli che comandano ora l'italia l'hanno fatta molti anni fa la scuola e guarda come sono messi.

Yafusata

Magari non usano Word ma chesso' un applicativo per l'intelligenza artificiale.
Ora va molto di moda.

Yafusata

Per andare all'universita' servono i soldi non il QI.

Yafusata

Allora era vero che con un iPad si puo' fare tutto quello che si puo' fare con un PC!
Ed io che non ci credevo.

Yafusata

"Prima gli stranieri"

Yafusata

Tanto piu' rincretiniti dei giovani d'oggi esiste poca roba.

Yafusata

Tutti ormai possiedono un pc... ma non tutti hanno un laptop.

Yafusata

Perdonalo e' un alieno.

Yafusata

Il Vic 16 doveva costare tanto.
Dato che non esisteva.

Yafusata

Io un Pentium I.
Non sapeva neanche fare i conti di una calcolatrice.

Yafusata

Basta che dici ad un italiano che l'informatica gli puo' essere utile per truffare qualcuno e vedrai come corre ad impararla.
E' il fine che giustifica i mezzi, diceva qualcuno.

Android

Recensione Samsung Galaxy A51: pronto a conquistare la fascia media

Eventi

HDblog presenta in anteprima italiana gli SSD Touch T7 | Milano, 28 gennaio

Android

MIUI 11 Launcher: l'app drawer arriva sui dispositivi Global con l'ultima alpha | APK

HDMotori.it

Porsche è sempre più Experience