Tutti i prezzi sono validi al momento della pubblicazione. Se fai click o acquisti qualcosa, potremmo ricevere un compenso.

Outlook implementerà l'autenticazione a due fattori su Android e iOS

11 Marzo 2023 13

Microsoft ha pianificato l'introduzione di una nuova funzionalità in ambito mobile, importante in ottica sicurezza ma non correlata alle caratteristiche principali di Outlook, chiamata "Authenticator Lite". Grazie a essa gli utenti potranno accedere ai propri account senza dover scaricare un'applicazione aggiuntiva. La funzione sarà disponibile su dispositivi Android e iOS a partire da marzo 2023.

L'autenticazione a più fattori (MFA o 2FA se sono due) è una funzionalità di sicurezza cruciale che richiede due o più forme di autenticazione prima di concedere l'accesso a un determinato account. Questi metodi di autenticazione includono password monouso, chiavi di sicurezza fisiche, conferme SMS e altro ancora. Microsoft ha già un'app dedicata chiamata Authenticator per iOS e Android, disponibile gratuitamente su App Store e Google Play Store, tuttavia, con "Authenticator Lite" non servirà scaricare del software aggiuntivo.

Anche se gli autenticatori a più fattori sono soluzioni semplici, molti utenti li trovano ancora difficili da utilizzare. L'integrazione delle capacità di MFA in Outlook renderà l'autenticazione a più fattori più facile e accessibile e potrebbe funzionate in modo simile a come l'app di YouTube consente di concedere o negare l'accesso al proprio account Google.

Nel frattempo Microsoft continua a spingere sull'intelligenza artificiale e si prepara a portare questa tecnologia nelle sue principali applicazioni di produttività tra cui Outlook. L'azienda sarebbe quasi pronta a dettagliare i suoi piani di produttività per l'integrazione della tecnologia AI del linguaggio di OpenAI e del suo modello Prometheus. Quasi certamente ne sapremo di più il 16 marzo, quando si terrà l'evento online chiamato "The Future of Work with AI". Abbiamo visto come gli sviluppatori di terze parti si stiano sbizzarrendo grazie all'API di ChatGPT, integrando l'LLM in un sempre maggior numero di applicazioni. L'abbiamo visto in Fogli di Google e non dovrebbe stupire se anche Microsoft stia lavorando a funzionalità come un chatbot in grado di scrivere automaticamente in Word o gestire funzionalità avanzate in un foglio di calcolo in Excel, e così via.

Nel frattempo, Bing continua a crescere ed è notizia recente che ha raggiunto i 100 milioni di utenti giornalieri attivi. Il tutto è avvenuto nell'arco di poche settimane e non stupisce che almeno un terzo degli utenti misurati dalle statistiche giornaliere faccia parte del blocco di utenti che ha aderito all'anteprima di Bing Chat.

E per quando riguarda i competitor? Bard sta lavorando alla sua intelligenza artificiale chiamata Bard ed è anche intenzionata a portare il prima possibile questa tecnologia su ChromeOS.


13

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Christian Saccani

Già provato, ma mi sono convertito al 2FA delle chiavette Yubikey (tra l'altro comodissime perché dotate anche di NFC).

Microsoft Authenticator, limitatamente a Microsoft 365, fa qualcosa di diverso: permette l'accesso senza password grazie al FaceID.

Sgnapy

prova Authy se ti capita, backup e multipiattaforma

andrew

No, ma se non ti chiede la password concettualmente è la stessa cosa, ci sta un "single point of failure", contrariamente a password+secondo fattore.

Basta che uno inserisce il tuo indirizzo email e dopo, metti caso, viene fuori una vulnerabilità nel sistema in questione o altro e la frittata è fatta.

Juza

Gianluca

Hanno sistemato il filtro antispam?

Christian Saccani

Outlook è di Microsoft e Microsoft deciderà come fornire l'autenticazione a dispositivi iOS e Android. Non capisco cosa il significato della risposta sopra la tua e trovo che anche l'articolo sia davvero poco chiaro.

Christian Saccani

Sinceramente non ho capito nulla della tua spiegazione.

Christian Saccani

Sbaglio o qua non stiamo parlando di single sign-on? Quando devo fare l'accesso al mio account Microsoft 365, mi arriva una notifica su MS Authenticator e la devo confermare con Faceid. L'accesso single sign-on ce l'ho attivo qua e là, ma i servizi che sono alla base li ho protetti con una password molto forte e con autenticazione a due fattori con chiave hardware...

NULL

Se si usa un gestore password alternativo, è possibile utilizzarlo comunque o bisogna per forza fare tutto con mamma Apple?

yepp
yepp

Da iOS15 NON serve usare alcuna app di terze parti per generare codici perchè tale funzione è già integrata nell'OS sotto Impostazioni -> Password

andrew

L'autenticazione su siti tramite account di terze parti(cosa che offrono Google ed Apple già al momento) è comoda ma in realtà è meno sicura delle password (quelle scelte bene ovviamente) + autenticazione a due fasi.
Basta che riescono ad accedere all'account principale utilizzato per l'accesso e dopo possono praticamente accedere a tutti i siti su cui sei registrato tramite quell'account.

Christian Saccani

Sinceramente, con Microsoft Autenticator mi trovo benissimo: riesco ad accedere al mio account Microsoft 365 senza bisogno di password. Se questo Authenticator Lite fosse altrettanto pratico, sarebbe un bel colpo. L'ideale sarebbe poter utilizzare questo tipo di autenticazione anche in siti non Microsoft, eliminando le vetuste e poco sicure password.

Recensione Samsung Galaxy S24 Plus: soddisfatti... ma fino a un certo punto

Recensione OnePlus 12R: un top di gamma? Sì, ma dello scorso anno | VIDEO

Recensione Redmi Note 13 Pro+ 5G, mai stato così completo!

Recensione Honor X8b, punta tutto sull'estetica, basterà? | VIDEO