Windows 11 Arm, grande passo avanti per gli sviluppatori: arriva Arm64EC

10 Agosto 2022 48

L'iniziativa Windows 11 Arm oggi compie un importante passo avanti: Microsoft ha rilasciato in forma stabile la tecnologia nota come ARM64EC, che potremmo definire un metodo di esecuzione delle applicazioni ibrido. In sostanza, su dispositivi con chip basati su architettura Arm (per esempio il Surface Pro X) le app possono eseguire parte di codice nativo ARM e parte di codice emulato x64.

Questo significa che lo sviluppatore può convertire ad ARM solo parte della propria applicazione x64 e ottenere immediatamente dei benefici prestazionali, e poi pensare al resto in seguito; in alternativa, per le nuove app è possibile svilupparle per lo più per sistemi ARM e ricorrere all'emulazione x64 quando si tratta di funzioni e procedure specifiche "legacy" o comunque difficili da convertire. Naturalmente sta allo sviluppatore eseguire conversioni mirate per massimizzare il boost prestazionale del codice eseguito in modo nativo.

Il ragionamento di Microsoft è piuttosto chiaro: convertire un software da un'architettura all'altra è un compito gravoso che può richiedere molto tempo per essere completato. E in tutto questo arco di tempo, i miglioramenti per l'utente finale sono pari a zero. Con ARM64EC invece è possibile garantire agli utenti prestazioni superiori e consumo ridotto di batteria man mano che la conversione delle varie sezioni viene ultimata.

ARM64EC ("EC" sta per "Emulation Compatible", tra l'altro) era stato annunciato inizialmente più di un anno fa - il 28 giugno 2021, per essere precisi. I test si sono protratti finora nell'SDK di Windows 11 rilasciata agli Insider. Contestualmente all'annuncio della cosiddetta general availability, Microsoft ha pubblicato tutta la documentazione ufficiale aggiornata per sfruttare la tecnologia. Potete seguire il link FONTE per consultarla.


48

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
pollopopo

Guarda, le scelte di windows sono sempre dubbie... cerca sempre di fare l'interfaccia per tutto dal desktop al cellulare, fallendo aggiungerei visto che torna sempre sui suoi passi......

Perché Windows ha davanti una sfida di integrazione tra passato e futuro difficile da percorrere per le ovvie incompatibilità che ci sono.
Inoltre la fortuna di Windows è di girare su hardware eterogeneo consentendo una ottima gestitione del cambio hardware.
Con i soc arm sarà molto più difficile perché le componenti interdipendenti sono molte di più

Il corpo di Cristo in CH2O

chiaramente la mia affermazione era una più una provocazione che una verità. d'altro canto è cosa abbastanza nota che sia presente il kernel linux li sotto, la provocazione serviva più per far riflettere come considerare android, logicamente nessuno di noi sa mai il livello di preparazione di colui con cui sta parlando.

per yocto è passato un po', tra l'altro non è esattamente il mio campo sulla carta, era capitato che si dovesse portare su soc di altera/intel con un micro e l'fpga un sistema per una applicazione industriale, allora lì si doveva fare lo studio per 2 acceleratori su fpga (uno era relativo all'applicazione l'altro doveva velocemente calcolare l'fft ma con input matriciali, una dimensione erano i valori l'altra il tempo) e questo è più il mio campo. dopodichè si sono dovuti tirare giù i cdd per i due acceleratori e qui ho collaborato parecchio, nella parte di applicazione per diciamo lo user space invece ho collaborato quasi niente. comunque grosso modo si, qualcosa del progetto yocto l'ho visto, poi oddio, lì avevano cambiato/aggiunto qualcosa, c'è gente che del kernel linux è veramente esperta!

ma ormai in italia di lavori del genere se ne trovano sempre meno purtroppo.

Windows11 is the new Windows8
Windows11 is the new Windows8
Windows_hater

Emh cassoni atx e alto costo.. mhh ma non e' forse il contrario roba compatta e costosa. Secondo me stai sparando un mare di balle, mi sai tanto di epple f4gboy.. continua a comprare i taglieri m2 della epple che prendono i 100 gradi con costi allucinanti buoni solo per fare le 4 cose per cui sono pensati

alex

Capisco cosa vuoi dire, ma linux È il kernel, tutto il resto sono tools e interfacce, infatti per l'insieme ci si riferisce a GNU/Linux e poi ci sono le distribuzioni che impacchettano il tutto, con o senza interfaccia grafica.

Anche in letteratura, un sistema operativo è il kernel, quindi dire che Android non è basato su Linux è proprio un errore, che poi sia stuprato, modificato, allontanandosi da esso anche non di poco, con layer di vm e tutto il resto, concordo al 100%

Ma tornando al discorso (più che altro alla battuta) iniziale, se per magia tutte le applicazioni windows girassero su linux, secondo me MS non ci penserebbe due volte a rendere windows una distro linux, al pari di come ha già fatto con Edge.

P.S. yocto è un proprio un bel progetto, ti sarai divertito!

gioboni

Il problema più grosso come suggerito da altri risiede nelle librerie esterne, ma anche cambiare compilatore non è un'operazione così semplice: più un codice è scritto in funzione di determinate ottimizzazioni, più il porting sarà gravoso.

Il corpo di Cristo in CH2O
alex

Più precisamente è un aggiornamento di NT
Il “ramo” 98 è morto con Win ME (e menomale!)

Il corpo di Cristo in CH2O

io scommetto che di quei 270W la parte "decode+scheduling" ne consuma 20 a dir tanto.

alex

Non sai di cosa parli, davvero

Reception Bcc Lucrezia Romana

In tutto ciò mi chiedo che impatto avrà fuchsia os in futuro

Homer76

In questo senso, le schede video sono un fattore chiave: finché costavano “poco”, era quasi inconcepibile un PC senza; oggi, avendo prezzi ingiustificati, la maggioranza degli utenti capisce che può farne a meno. Anche questo rende meno traumatico il passaggio ad ARM.

Pistacchio
Windows11 is the new Windows8

ARM è il futuro anche nel "fisso", considerando che i vecchi cassoni ATX sono destinati a diventare sempre più un mercato di nicchia ad alto costo. Il futuro dei PC fissi, piaccia o meno, è quello che ha intravisto Apple con i MacMini e MacStudio.
Per quanto riguarda l'x86, bisogna considerare che quando si arriva a fare cpu da 270W, significa che l'architettura ormai è abbondantemente obsoleta e per ottenere prestazioni al passo coi tempi i consumi vanno fuori controllo.

Migliorate Apple music

Non so come non fai a cogliere l'assurdità di questo commento

Ergi Cela

Beh le grandi aziende potrebbero collaborare per creare il sistema operativo definitivo,chissenefrega del monopolio se puoi avere un prodotto nettamente migliore

Paolone

“avrebbe dovuto essere” è corretto.
Microsoft non ha mai nascosto il proprio interesse per il Linux, tanto da integrare il wsl.
Al giorno d’oggi il kernel Linux è la base universale di tutta l’elettronica dotata di microprocessore, ed offre una scalabilità che difficilmente Windows può raggiungere.
Linux è già rodato per girare su arm, quindi potrebbe finalmente aprire le porte a questa architettura nell’ambito di tablet, notebook e desktop.
Mi rendo conto che sia molto più complicata la situazione, però avevano l’occasione di presentare un sistema operativo moderno slegato al passato, e invece altro non è che l’ennesima versione di Win98, con ancora tutte le cose legacy lì al loro posto

Migliorate Apple music

Esiste già Windows 365.

Il cloud magico non esiste e per ora ha costi fin troppo spropositati per l’utente medio, se si va in ambito aziendali i discorsi cambiano sicuramente.

“ invece di avere tutti questi sistemi operativi diversi” non esiste il sistema operativo che ti fa fare tutto.

Ergi Cela
XPower7125

qualcuno sta provando

XPower7125

confermo già installato su win11 beta

Il corpo di Cristo in CH2O

eh si, infatti, ne fanno un uso proprio pregiato di quel kernel sotto. ma dai su.

T. P.

OT ma non troppo:
appena ricevuto un cumulativo su 11
KB5016629

alex

Ah no?
Chissà che kernel c’è sotto

DefixRoot

Tutto molto bello... ma oggettivamente manca l'hardware!

Riccardo sacchetti

Si si, chiaro. Avevo completamente escluso le dipendenze esterne. Dall'ultima volte che mi dilettavo con la programmazione saranno passati 15 anni..

Riccardo sacchetti

Ah già, le librerie.. me ne ero completamente scordato. Giusto. Grazie

Il corpo di Cristo in CH2O

sai cos'è che penso? che quando guardo sti sistemi operativi mi sembra sempre che il problema non siano neanche tanto le librerie di sistema, quanto questo metodo di sviluppo delle api alla "x86" (cioè, visto che ci siamo aggiungiamone altre 3k, il prossimo mese altre 4k ecc.) come si fa a mantenere una roba del genere?
tanto è vero che in tanti anni non sono neanche stati in grado di convertire tutte le api di sistema per usare xamarin come sarebbe dovuto essere, e dire che hanno un foltissimo team di ingegneri a disposizione.

Il corpo di Cristo in CH2O

se android fosse basato su linux..

BerlusconiFica

Alla buon ora

Lorenzo Poli

Speriamo sia compatibile anche su Apple Silicon

FactCheckoIlDisagio

Ogni passo avanti è ben accetto.

Migliorate Apple music
È quello che avrebbe dovuto essere Windows 11

No è quello che avrebbero voluto gli sfegatati del pinguino che non riescono immaginare un sistema operativo che non abbia al suo cuore il loro kernel preferito.
Non c'è nessun motivo per avere una roba del genere.

Migliorate Apple music
basato su Android per tablet e pc che usano processori ARM

Mi si stanno fondendo i bulbi oculari.

Migliorate Apple music

Per quello che compili te si, ma il tuo progetto potrebbe avere mille mila dipendenze X86 che non vengono direttamente mantenute dalla da chi sta mandando avanti l'applicativo.

Antsm90

*sarebbe

Di grazia, per quale assurdo motivo avrebbero dovuto basarlo su Linux?

Antsm90

Peccato che Android e Windows non c'entrino nulla l'uno con l'altro (e che è praticamente impossibile emulare programmi x86 complessi su ARM, almeno al momento)

Antsm90

Non se usa librerie di sistema o esterne ma per x86

La forza di Windows risiede ANCHE in:
- le app a 32 bit legacy
- le app professionali che usano hardware specifico
- i videogiochi (molti "storici" sono a 32 bit)
- office e integrazione con altri prodotti Microsoft
- diffusione

Ora, la concorrenza c'è ma i rischi sono alti:
- Google sta sicuro già lavorando ad una unione ancora più spinta tra Chrome OS e Android con partnership per altri servizi, mancherebbe però una grossa fetta si software aziendale
- Apple sta rivoluzionando il mercato senza inventarsi nulla di nuovo, con in gap di almeno tre anni ma che è destinato ad aumentare.
- AWS nel cloud computing è ad un altro livello rispetto ad azure.
- ARM è il presente /futuro sul mobile ma la coesistenza ARM/X86 per le app è impossibile da mantenere

Servizi - Hardware - Software
La concorrenza non. è mai stata così agguerrita.

Riccardo sacchetti

Da ignorante chiedo: non basta cambiare i compilatori? Cioè, il software è sempre scritto in C/C++ P altro no? Non basta aggiornare il compilatore e stop?

Paolone

È quello che avrebbe dovuto essere Windows 11 (o 10x). Invece è solo un corposo aggiornamento di 98

pollopopo

?? e perché? stanno facendo le solite cose che fa apple tranne che windows ha messo le mani avanti col supporto nativo di android....

alex

In pratica vuoi un Windows basato di Linux

loripod

Per quanto ci possano provare in Microsoft la strada ARM sarà ardua se non impossibile per Windows

Rick Deckard®

Ci hanno provato ma qualcosa non funzionava a dovere

ADM90

Io punterei su Windows 11/12 basato su Android per tablet e pc che usano processori ARM. Così ci trovo le app Android ben ottimizzate (magari creando uno store proprietario evitando app orribili e poco ottimizzate) e integrare un emulatore per eseguire i software x86 a 32 e 64 bit.

Recensione AMD Ryzen 7 6800U, la iGPU ora convince

Microsoft Surface Laptop Studio, Pro 8 e gli altri: quale scegliere per il business?

Honor MagicBook 16 2022, la recensione: diversi passi in avanti e un prezzo maggiore

Recensione MSI GE76 Raider i9 12900HK e RTX 3080 Ti: un mostro di potenza!