Windows 11 sarà più veloce di Windows 10: Microsoft spiega come

10 Settembre 2021 150

Windows 11 include diverse migliorie tecniche che lo faranno risultare considerevolmente più veloce e fluido del predecessore Windows 10: Microsoft ha pubblicato su uno dei suoi canali YouTube un video che le illustra nel dettaglio. Potete vedere il filmato, che dura poco più di 12 minuti, nella sua interezza poco più sotto; se andate di fretta, ecco un riassunto veloce dei punti principali:

  • Priorità alle app e ai processi in primo piano. Anche se il processore sta eseguendo operazioni intense, il lancio di una nuova applicazione risulterà rapido e fluido come se il sistema fosse in idle. Il carico del processore nel complesso rimane identico.
  • Ripristino istantaneo dallo standby. È paragonabile all'esperienza d'uso degli smartphone: più precisamente, secondo Microsoft il tempo di risveglio è ridotto del 25% e il tempo di autenticazione con Windows Hello per business è ridotto fino al 30%. La società ha apportato diverse ottimizzazioni alla gestione energetica delle varie componenti hardware e alla gestione della priorità dei thread.
  • Meno spazio occupato su disco. Microsoft fa ricorso in modo più diffuso a tecnologie di compressione dei file, e diverse app preinstallate non essenziali sono in realtà dei semplici placeholder - l'app vera e propria viene scaricata la prima volta che la si avvia. È un principio molto simile a quello dei file on demand di OneDrive.

Microsoft parla anche della sempre spinosa questione dei requisiti minimi: spiega che le architetture di processore più recenti (ricordiamo che al momento il minimo supportato è Intel Core di ottava generazione o AMD Ryzen di seconda generazione) hanno implementato innovazioni che migliorano ulteriormente le prestazioni del sistema, ma in la ragione fondamentale della scelta è stata, come già ribadito in altre occasioni, la sicurezza.

Microsoft dice che Windows 11 è il suo primo sistema operativo pensato intorno al concetto di Zero Trust (fiducia zero), anche in ottica della modalità di lavoro ibrido che, si prevede, sarà prevalente nel mondo post-pandemia. È anche il primo sistema sviluppato esclusivamente a 64 bit e con supporto al firmware UEFI: niente tecnologie legacy come 32 bit e BIOS - già quello, osserva la società, è un notevole passo avanti in termini di sicurezza.

I nuovi processori adottano anche il principio di sviluppo driver DCH, uno standard realizzato da Microsoft qualche tempo fa e che garantisce maggior stabilità.

VIDEO


150

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Mattia Lala

Oddio, io veramente lo uso per lavoro: in una radio ci sono pc con Windows 7 che solo raramente si bloccano, invece con Windows 10 ogni aggiornamento di sicurezza o di interfaccia incasina l'emissione e i programmi installati. La sola Cortana che si apriva da sola mandava in crash il software di automazione!!!

Mattia Lala

La ragione è stata la sicurezza, ma ci sono ugualmente le falle sul sistema con aggiornamenti che producono solo problemi a Windows...

Olianza <3

(sopra è presente un commento inutile)

piero

sono scoppiato a ridere così forte che mi è partita una scorreggia.

piero

si ma è una presa per il culephone

Holy87

A parte la grafica, che ovviamente è stata cambiata per adattarsi meglio allo stile MacOS, non ci sono differenze tangibili.

Fandrea

benissimo, alla fine fuori da videoediting lo uso per navigare (e mia moglie per lavorare attraverso il browser). Installato Chrome, mi si sono sincronizzati tutti i plugin etc e quindi alla fine non fa differenza il S.O.
la tastiera logitech orientata a windows ogni tanto mi da qualche grattacapo, il magic trackpad 2 lo rimando indietro (non mi ci trovo! preferisco il classico mouse).
Mi piace che hai tutto organizzato, ogni cosa al posto giusto, per un utente che si approcia ad un computer le prime volte è perfetto, io che sono stato smanettone per 30 anni ma adesso "stufo", il sistema Apple con tutte le sue "idee" non mi dispiace. Riesce ad essere "giocattolo" ma professionale allo stesso tempo.
Le app che mi servono ci sono tutte, ottimizzate benissimo e soprattutto il metodo di installazione e disinstallazione lo trovo comodo e semplice (senza impazzire se qualcosa non va, mancano le dll, manca st'altra cosa etc..)

mmhoppure

Quella tra windows 8 e windows 7 o 10

Fearless

Prova una Workstation DELL o hp professionale ed installaci Adobe Premiere Pro e vedrai come funziona bene...

]rY[

Non so se fai riferimento a win11, ma per ora non ha alcun miglioramento tangibile su win10, come dimostrato ieri su Phoronix

]rY[

Per ora wccftech hanno riportato solo le parole dei comunicati stampa, all'atto pratico non c'è alcuna ottimizzazione, come mostrato ieri da Phoronix

Holy87

Microsoft ha semplicemente detto che non ci saranno blocchi sull'installazione.
Ma l'hardware non supportato resta non supportato, e dare delle linee guida implica un supporto.
Anche per quanto riguarda gli aggiornamenti, sono sicuro che riguarderà quelli di funzionalità (poiché spesso prima di scaricare un aggiornamento vengono fatte verifiche di compatibilità), e non quelli di sicurezza.
Mal che vada, sicuramente usciranno dei tool che verificano pacchetti e scaricano gli aggiornamenti da canali esterni.

Olianza <3

Nessuno ha ancora capito che il codice di windows era potente negli anni 90, è potente oggi.
Il resto è tutto marketing.

FabioGr

La mia domanda nasce dal fatto che sono stati loro stessi a dire che, con installazione pulita tramite iso, il sistema sarebbe stato installabile un po' ovunque... salvo poi aggiungere che gli aggiornamenti di sicurezza e/o qualità potrebbero non essere garantiti. Una linea guida sarebbe quella di dire: "se vuoi provare il sistema, puoi installarlo dove ti pare... ma su una macchina non supportata non riceverai aggiornamenti". A cosa di serve uscirsene con dichiarazioni ipotetiche che aggiungono solo confusione alla confusione?

Olianza <3

La questione della non compatibilità è perchè non possono garantire sicurezza del giusto funzionamento a causa di mancanza di test.
Non è ancora uscito poi. Pensa che sarebbe dovuto uscire a Gennaio inizialmente.
Quindi il mio consiglio è di stare sereno e appuntarti sul calendario di effettuare l'aggiornamento a Gennaio così sarai più sicuro di non avere nessun problema.

Olianza <3

Meglio aggiornare a Gennaio.

Olianza <3

PErchè un normale eterosessuale.

Olianza <3

La telemetria io ce l'ho attiva così come l'invio dei dati diagnostici facoltativi.
E' per una questione di investimento per il futuro.

Olianza <3

Anche nel mio Surface come da te che si vede in video si aprono quasi all'istante. Ho provato anche ora aprendolo dall'esplora file una foto a caso. Ma io ho sempre notato questi "difettucci" che si trovano in molti pc generici mentre sui Surface mai. Per esempio nel mio pc di emergenza Asus che comunque è un i5 con 8 Giga di ram e un HDD meccanico, lo zoom del browser (Edge ovviamente) non è fluido nè preciso e va a scatti, cosa che in un Surface invece hai la sensazione che sia un movimento quasi analogico, naturale e preciso.

Olianza <3

Quello che tu descrivi non esiste in pressochè tutti i Surface. Noi in famiglia che ormai ci siamo convertiti a questa linea le applicazioni si avviano quasi istantaneamente, compresa quella della foto (fatta una prova random anche ora). Così come ti posso parlare dello zoom touch nel browser (e parlo di Edge ovviamente, essendo io un full utente Microsoft) che nel mio pc di emrgenza (un Asus portatile di tutto rispetto) lo zoom va a scatti e non si può ingrandire a piacimento; al contrario, nel mio surface Laptop lo zoom è precisissimo quasi come fosse analogico e non va a scatti. Ci sono numerose differenze tra un windows sui Surface e un windows su un pc generico. Ormai la strada è questa e sinceramente sono contento che Microsoft abbia finalmente fatto una sua linea di prodotti come Apple.

Valentino Rendina

Letta, se ho capito bene la questione non è che le rdna 2 non sono compatibili con direct storage, si funziona tale tecnologia, ma su tale schede manca la tecnologia che permette alla gpu di decomprimere i file senza passare dalla ram di sistema che su nvidia si chiama rtx IO e su xbox è la velocity architecture, ma su amd non è ancora presente. Comunque fino a quando non si ci potrà mettere le mani sono "teorie" di gente che si sono spulciati i documenti rilasciati da microsoft sul suo blog.

Holy87

Speravo avessero capito con Windows 10, e invece per l'ennesima volta rilasciano l'OS per poi rifinirlo più in là.
È proprio la moda degli ultimi anni nel mondo informatico, sia nel software che nei videogiochi.

Holy87

Lenta così?
https://uploads.disquscdn.c...

Inutile girarci ancora intorno: il motivo tecnico è come si comporta la UWP su hardware più vecchio (HD meccanico e processori antecedenti al 2015).
Sul mio PC, ad esempio, tutte le app si aprono all'istante, comprese le foto tramite l'app di Windows 10.
Su un altro portatile che ho a casa, un Toshiba Satellite del 2012 con processore AMD A6, anche con la SSD non riesce a funzionare a dovere con Windows 10.
E sia chiaro, non dico che dev'essere hardware potente, ma recente (relativamente al 2015, ormai). Perfino un Intel Nuk da 200€ riesce a far girare egregiamente Windows 10 senza rallentamenti.

Holy87

Se le macchine non sono supportate per mancanza di requisiti, non c'è nessuna linea guida ufficiale, ovviamente.

Wukepi

Il bello nel leggere questo articolo è che solo qualche settimana fa è uscita Debian Linux 11, ovvero l'avanzamento di funzionalità nel canale Stable, a due anni da Debian Linux 10... Sarà un caso ma questa versione, anche se di poco è davvero più veloce. E inutile dire che rispetto a Windows, 10 o 11 che sia si parla di un sistema decisamente fulmineo, anche sulle macchine più scarse nessuna incertezza o impuntamento. Si nota unicamente la pesantezza di molti siti web moderni, per cui diventa utile avere almeno 1 GB e forse 2 GB di RAM o il sistema si appoggia un po' troppo sulla swap, ma per il resto nessuna macchina viene lasciata indietro, neanche i vecchi sistemi a 32 bit. Perfino altre distribuzioni Linux hanno enorme difficoltà a fare altrettanto, solo Arch ci si avvicina molto ma offre un po' meno solidità per l'uso concreto.
Purtroppo è un po' presto per vedere questo sistema sviluppato dalla comunità anche sui dispositivi mobili, già si percepiscono bene i primi esperimenti di app progettate allo scopo ma vedremo con le prossime versioni.

Federico

Turbolumaca

Jacopo93

Non riesco più a vedere Ive senza pensare a quella vocina.

jacalm

Salvado Linux, direi che Microsoft è l'unica a mantenere una retrocompatibilitá ragionevole. Apple cambia processore e praticamente abbandona il supporto da ultimatum agli sviluppatori e via...

Ok_76

Perchè vorrei conoscere la sua ragazza/sorella/cugina.

Mauro Morichetta

Mi domando e dico, ma al posto dei placeholder non era meglio non riempire il sistema di blootware....

MatitaNera

Perché non vuoi conoscere lui?

Vatyko

Anche perché farlo più lento sarebbe impossibile

Matteo

Grazie mille

TeoCrysis

Non viene fatta menzione agli aggiornamenti di sicurezza, quindi si riferiscono ai cambi di versione, e comunque puoi forzare tu tali aggiornamenti.

Danylo

arrotondare gli angoli ha il suo costo :)

Danylo

Bhe certo, se il programma eseguibile lo chiamiamo "app" funziona tutto meglio

:)

jose manu

Win 7 è già più veloce di win 10.

zdnko

e la ram virtuale? :D

SardignaNatzione

Ottava generazione? Niente skylake e kabylake? Sesta e settima rispettivamente? Scherziamo? Mai fidarsi di microsoft questo è il mio motto ormai

BlackLagoon

ah, è sicuro che lo prendi nel culephone store :D

FabioGr

intanto, a meno di un mese dal lancio ufficiale, ancora non ci sono linee guida chiare per l'installazione su macchine non supportate per mancanza di uno o più requisiti... bisogna avere talento per creare una tale confusione

STAFF

Il Culephone Note 11P su Amazon costa 158,94 Euro o 186,99 Euro. Mentre su Omnia Planet costa 139.50, ma non so quanto possa essere affidabile quel sito. Credo che bisogni prenderlo nel Culephone Store per stare sicuri.

Leonardo Cozza

qualcosa di video editing la farei ma niente di professionale, uso social diciamo. Su tutto il resto come ti stai trovando?

Elia

Vogliono farlo credere, quando in realtà non è così.

LordRed

Una scomodità assurda

Andrea

C’è io tool aggiornato di Microsoft molto dettagliato… a breve il download per i “non insider”.

Fandrea

io da fan android, linux e windows per lavoro, quindi sostanzialmente "anti-Apple" (parola un po' forzata), sono passato ad un Mac Mini M1 per fotografia e videoediting. Non c'è niente da fare, non so come cacchio fa, ma è veloce, reattivo, si produce tutto in modo godibile. Devo fare ammenda.. Solo il "file manager" lo vedo un po' scarno.

V4N0

Interessante la questione dei drivers DCH, sono un requisito di Windows 11 quindi?
MS è da un po’ che li spinge anche con W10 (da almeno la ver 1709) ma non li ha mai resi obbligatori

eL_JaiK (Ban totali: 1)
Dedo Gaudenti

Stasera vedo se posso staccare il chip TPM dalla motherboard.

Recensione Samsung Galaxy Book Pro 360, convertibile super sottile e leggero

Facciamo il punto su Windows 11: tutto ciò che bisogna sapere

Windows 11, Microsoft cambia idea sui requisiti: solo sistemi recenti

Recensione ASUS ROG Zephyrus S17, tanta roba ma che prezzo!