Windows 11, tante novità per i tester e compare il sottosistema Android

03 Settembre 2021 134

Ieri sera sono successe diverse cose degne di nota relative a Windows 11: Microsoft ha rilasciato nuove build, ha apportato cambiamenti organizzativi dei vari canali Insider e ci sono aggiornamenti addirittura per il sottosistema Android.

RIORGANIZZAZIONE DEI CANALI INSIDER

I canali Dev e Beta del programma Insider sono tornati a offrire contenuti diversi, sempre relativi a Windows 11.

  • Il Dev Channel ora contiene le build del ramo di sviluppo cosiddetto rs_prerelease, (RS sta per Redstone), che sono più avanzate ma al tempo stesso instabili. Microsoft ha spiegato che da ora in poi ogni volta distribuirà una build intera, abbandonando il ricorso agli aggiornamenti cumulativi. La ragione è che il ramo RS non rappresenta in effetti una vera e propria versione del sistema operativo, quanto un "calderone" di nuove funzionalità a cui gli sviluppatori hanno lavorato. Non si sa con che aggiornamento saranno rilasciati al pubblico.
  • Il Beta Channel continua invece a offrire build del ramo di sviluppo release (per la precisione ora tocca a co_release, e Co sta per cobalto; Microsoft va in ordine nella tavola periodica. Il prossimo major update per esempio sarà Ni, nichel), che è più stabile e rappresenta effettivamente una versione di Windows.
  • Anche il Release Preview Channel può ora testare Windows 11, ma solo per i sistemi aziendali. Gli amministratori IT possono scegliere se continuare a testare Windows 10 21H2 oppure passare al nuovo OS. Per attivare questa possibilità, i dispositivi dovranno installare una patch opzionale, contraddistinta dalla sigla KB5005101. Con "sistemi aziendali", Microsoft intende i computer che eseguono edizioni di Windows 11 diverse da quella Home e che sono gestiti da un reparto IT.
NUOVA BUILD PER IL DEV CHANNEL

La prima build dal ramo prerelease di Windows 11 è la 22449, e non include molte novità. L'unica citata dal changelog è un cambiamento nel comportamento di SMB compression. Introdotta solo di recente, è una funzionalità che permette alle app che devono ricevere un file via rete di richiederne la compressione, per salvare banda e tempo di download. L'utente quindi non deve più comprimere il file manualmente, inviarlo e poi decomprimerlo sul sistema di destinazione: avviene tutto in automatico. La modifica di oggi è che se richiesto il sistema tenta sempre la compressione del file a prescindere dalle dimensioni del file, a differenza di prima.

Per il resto, la build include i soliti bug fix e miglioramenti tecnici/qualitativi; l'elenco è bello corposo, come del resto la lista di problemi noti (che vale sempre la pena di leggere per bene prima di procedere con l'installazione).

NUOVA BUILD PER IL BETA CHANNEL

È la 22000.176, e neanch'essa ha novità particolarmente eclatanti. Si segnala solo la possibilità di scegliere quali icone di sistema (come per esempio ricerca, widget, chat...) lasciare fissate nella taskbar, aprendo la relativa pagina delle impostazioni.

Segue anche qui una bella lista di bug fix e miglioramenti vari. C'è anche un aggiornamento del Microsoft Store, ma ne parliamo meglio nella prossima sezione.

IL SOTTOSISTEMA ANDROID COMPARE NEL MS STORE

Con la build 22000.176, Microsoft ha rilasciato anche una nuova versione dell'app Microsoft Store, che offre:

  • Una pagina Libreria completamente riprogettata per offrire una navigazione più semplice e prestazioni migliori

  • Alcuni aggiustamenti alla sezione Spotlight, che è la parte in alto in cui ci sono i software in evidenza. Ora posizionando il mouse sopra una delle icone si ottiene qualche informazione di anteprima in più.

Ma la novità (non documentata) più interessante è che è stato avvistato proprio da poco il sottosistema Android, e si può addirittura scaricare. Una delle grandi innovazioni annunciate con Windows 11 è stata proprio la compatibilità con le app del Robottino, anche se appena qualche giorno fa è arrivata la conferma che non sarà disponibile da subito.

A giudicare dalle informazioni contenute nella pagina, sembra che Microsoft abbia pubblicato l'app per sbaglio. La descrizione dice solo che è solo per test, che è riservata e invita a non catturare screenshot o altro. Tra i requisiti minimi si nota la dicitura "Windows 10 version 22000", che in realtà significa Windows 11. Servono 8 GB di RAM minimi, ma se ne consigliano 16.

Il dettaglio di "Windows 10 version 22000" ci serve a spiegare che le informazioni non sono compilate in modo assolutamente perfetto: il che getta un'ombra di dubbio su quello che è il vero scoop svelato dalla pagina, ovvero la compatibilità con console Xbox. Sarà davvero realtà, un giorno? Per ora è difficile a dirsi: la dicitura "Xbox One", relativa alle console di vecchia generazione, rende il quadro ancora più dubbio. Prendiamo atto e aspettiamo delucidazioni.



134

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Lillo il commentatore®

CITE

Lillo il commentatore®

UPA

Lillo il commentatore®

NGULA

Lillo il commentatore®

SI FIJ D RICCARD TU?

Lillo il commentatore®

OE RICCHIO

gp

io parlo di come venivano testati gli aggiornamenti prima del rilascio. poi windows update, a parte che potevi decidere tu se bloccare o meno gli aggiornamenti, a me funzionava tranquillamente.

moichain

lunga vita? ma sono morte e sepolte le app UWP e PWA!

Cenzino85

La metodologia di rilascio aggiornamenti di win8 migliore di win10? Andiamo bene!!! Ma se Windows update su Windows 8 si bloccava in continuazione e dovevi riavviare il servizio...

gp

il l'ho tenuto per 6-7 anni e non ho avuto mai mezzo problema, stassa cosa cosa in famiglia. Da quando sono passato a win10, qualcosa che non va a perfezione c'è sempre, quindi per me windows 8 è superiore in tutto

Cenzino85

Posso capire Windows 7 ma dire che Windows 8 sia migliore del 10 a me sembra una gran ca***ta!!!

gp

spero vivamente che questo w11 migliori di molto la stabilità e le prestazioni, per non parlare di tutte le poblematiche di windows 10, che per quanto migliorato resta un sistema 10 gradini sotto w8 e w7 che era dei signor sistemi

GeneralZod
manu1234

Ah ma quello non e' un problema allora, ripeto, non sono hard requirements ma soft

GeneralZod

Non aggiorno l'hardware. È un PC del 2015. Ha una delle ultime build possibli. Era per dire che se avessi sentito esigenze di maggiori performance avrei cambiato HW. Ma il PC va molto più che bene.

manu1234

Nulla ti dice di installare la work in progress, ma non vedo motivi di non installare la stabile quando uscira' lol. il fatto che non sia una cpu supportata vuol dire ben poco a lato pratico, e' solo una roba di msft e oem per alcune funzionalita' di sicurezza degli hypervisor

GeneralZod

i5 6600 non è nella lista delle CPU supportate. Magari funzionerebbe pure. Ma secondo quale logica dovrei installare una versione work in progress di un SO per il quale non provo alcun hype? Masochismo?

manu1234

Aggiungo che dire "non gira proprio" e' quanto di piu' generico possibile, per quel che ne so potrebbe essere qualsiasi cosa compreso un errore tuo

manu1234

Beh dal 2015 al 2021 sono usciti un bel po' di aggiornamenti di windows 10, non pensi che servano a qualcosa?

GeneralZod

Che domande mi dovrei fare, sentiamo.

manu1234

Se non aggiorni dal 2015 forse qualche domanda dovresti anche fartela sul perche' le cose non vadano. Inoltre, il portatile su cui testo w11 (e va che e' una bomba) e' un i5 7xxx, quindi grossomodo uguale al tuo

GeneralZod
Raxien

IIS o Express si usano anche in fase di sviluppo su Windows non server.
Vm x64 su Mac con M1 non è fattibile. Puoi solo fare vm su base arm.

Vedo se va in emulazione ma dubito.

lightsilver

Io lo sto testando dal primo giorno ed effettivamente mi garba molto di più del 10 in termini di velocità e pulizia nonostante abbia usato dev release era eccezionale. Ovviamente a parte la veste grafica, organizzativa e quant altro le vere novità non abbiamo potuto provarle e per quello è importante windows 11 ma fondamentalmente se queste novità non t interessano non ci perdi nulla di che

lightsilver

Guarda ti consiglio di leggere il mio post sul riguardo. Io consiglio di non usare windows 11 su pc non compatibili e di tenerti il 10. Ovviamente su pc secondario nulla ti vieta di testare ma su pc primario se lavori o sei un gamer non ti consiglio assolutamente di tenere un windows dove la casa madre ti dice che non supporta

lightsilver

Sto testando Windows 11 su canale dev con due pc. Uno è adatto a ricevere windows 11 avendo tutti i requisiti e l'altro seppur molto più potente non ha il processore adatto (per poco ma non è adatto). Con questa nuova dev release (che credo sia quella su cui si andrà a lavorare per la candidate release per il lancio di windows 11 a ottobre) ho visto che c'e' già una bella differenza con il pc che non ha i requisiti.
Sul pc con i requisiti adatti non ha dato nessun problema mentre su quello che non aveva il processore adatto mi ha bloccato l'installazione dandomi un errore pnp watchdog andando in conflitto con l'installazione.

Dopo aver visto questo tipo di errore che onestamente non andrò a tentare di fixare perchè non lavoro per la microsoft soprattutto in quanto il mio core non sarà supportato penso che questa volta realmente anche gli utenti dovranno fare un passo indietro tenendosi il 10.
Non mi è mai capitata una cosa del genere da Insider che la release andasse in conflitto così. Gli errori capitano ma sapendo che la microsoft non ci lavorerà su in quanto considera per questa release i processori obsoleti, potrebbe capitare questo spesso anche mentre si lavora o si gioca.

Windows 11 girava benissimo (meglio del 10) e me ne dispiace sinceramente. Ma effetivamente se l'azienda non supporta qualcosa non ha nemmeno senso tenere un windows che non abbia aggiornamenti di release (meglio il 10 a questo punto).

Quindi non sarei molto entusiasta come molti utenti dato che comunque potranno tenere l'11 su pc vecchi. Non essendo supportato ci saranno bug da fixare e totale instabilità soprattutto con app nuove. Non puoi avere un pc che usi ogni giorno con queste incognite quindi se non faranno un altro passo indietro si andrà con windows 10 (non ditemi di linux in quanto uso già arch pura).

alchemeja

In teoria potremmo avere degli smartphone Windows 11 con app Android???

Rendiamociconto

può essere

seers69

Non sapevo di questi emulatori, allora sono io che ho un interesse pari a zero, probabilmente non installerei app android nemmeno se avessi un tablet con windows 11

seers69

Non avevo pensato ai tablet

Darkat

Lol la virtualizzazione richiede ovviamente risorse visto che devono girare due sistemi insieme, che ragionamento sciocco è? Inoltre non mi sembra che i requisiti delle app odierne siano minori di 8GB in generale

Darkat

Non è la stessa cosa avete un sottosistema interno (che virtualizza a livello hardware) e un app che fa emulazione, sono il giorno e la notte

Rendiamociconto

vedi quando uno è scemo è scemo

Rendiamociconto

per gli stessi motivi per cui esistono una regola di emulatori android su pc, scaricatissimi pure

Ramiel

non su Apple

Scanato Khan
IRNBNN

Stai gia escludendo che Windows 11 andrà anche sui tablet windows

Olianza <3

E' una battuta?
La ram non basta mai?
Il futuro io spero che invece di Ram ce ne voglia sempre meno, perchè se ce ne vuole sempre di più significa che il software sarà sempre più pesante e quindi non va assolutamente bene.

Olianza <3

Comunque inizialmente Windows 11 sarebbe dovuto uscire a Gennaio 2022.
Ergo consiglio a tutti di scaricarlo in tale mese perchè da Ottobre fino a Gennaio sarete solo dei betatester pubblici.

Olianza <3

Nulla, ma Microsoft sta rimettendo i pilastri per entrare nuovamente nel mobile con un unico sistema operativo.

seers69

Non capisco questo interesse ad avere delle app android su windows, cioè perchè dovrei aprire una app android sul mio desktop?

manu1234

Beh sei tu quello che vuole usare arm con parallels, solitamente IIS si usa con Windows server che se non sbaglio non ha nemmeno arm ancora, a sto punto fatti una vm x64 e risolvi così anche se non sarà comodo come parallels. Altrimenti provati IIS via emulazione, credo funzioni no?

manu1234
Raxien
capitanouncino

In che senso w10 fermo a vibranium? Sono usciti manganese e iron da maggio 2020 in poi, e la 21h2 in arrivo dovrebbe essere cobalt

manu1234

Già solo per il fatto che w10 sia fermo a vibranium che è una delle peggiori release a livello di performances e stabilità mentre w11 sia a cobalt che è una delle migliori è un motivo valido per passare ad 11, anche se non cambiasse una cippa

GeneralZod
manu1234

Perché al momento ci sono pochi piani e dedicati su cloud mentre letteralmente devo ancora vedere qualche server locale di qualche azienda per cui faccio consulenza andare su ARM. Certo sicuramente i vari cloud provider ci stanno sperimentando un sacco e in futuro prenderà piede, ma per ora è 0

Matteo

la ram non basta mai, e comunque i 32gb sono alla portata di chiunque..

Matteo

Bello sto w11, però io come i vecchietti sono affezionato al 10, mo come facciamo ?!?!

Mattmoon

Ahahaha

Il 2-in-1 nel 2021: la mia esperienza con Asus Vivobook Slate 13''

Recensione Asus VivoBook Pro X 14, OLED concreto!

Recensione Samsung Galaxy Book Pro 360, convertibile super sottile e leggero

Windows 11 disponibile da oggi: tutto ciò che bisogna sapere