Addio a Eric Engstrom, uno dei fondatori di Microsoft DirectX

14 Dicembre 2020 20

Forse non tutti gli appassionati di videogiochi conoscono il nome di Eric Engstrom, ma è stato uno degli sviluppatori più importanti del settore, soprattutto lato Windows e Xbox: è stato uno dei principali responsabili dello sviluppo delle DirectX, le API di Windows che permettono agli sviluppatori di interfacciarsi con facilità all'hardware e alle funzionalità fondamentali per i contenuti multimediali, soprattutto appunto i giochi.

Parliamo al passato perché purtroppo Engstrom è mancato proprio di recente - l'1 dicembre, per la precisione, all'età di 55 anni. Il Wall Street Journal, che ha contattato la moglie spiega che il programmatore aveva assunto per errore troppo Tylenol, un farmaco a base di paracetamolo, per trattare un infortunio al piede qualche mese prima, e aveva riportato danni al fegato che si sono rivelati fatali.

Agli inizi degli Anni '90 la questione videogiochi era un bel grattacapo per la divisione Windows. Il team che sviluppò le DirectX consisteva di appena tre persone, tra cui Engstrom appunto, ed era visto un po' come ribelle e anticonvenzionale: la loro visione non era compresa ed era spesso derisa dalle altre "fazioni" interne a Microsoft che si stavano occupando. Ma in ultimo ebbero ragione, come sappiamo: proprio grazie a DirectX il mondo dei giochi per PC riuscì finalmente a staccarsi da DOS e trarre vantaggio delle funzionalità avanzate di Windows, e forte di ciò Microsoft si decise a entrare nel mercato delle console con il marchio Xbox. Ancora oggi le DirectX sono un caposaldo del gaming su PC - l'ultima versione, la 12 Ultimate, incorpora anche tecnologie di ultimissima generazione come il ray tracing.

Engstrom non lavora più per Microsoft già da tempo, ma i suoi anni spesi a Redmond gli hanno fruttato abbastanza da permettersi una vita piuttosto agiata. Negli anni recenti ha lavorato prevalentemente come consulente e ha esplorato diverse opportunità imprenditoriali.


20

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
SteDS

"non hai la sicurezza del 100% ma quasi" - NO
"Se ti viene una patologia grave, è perchè hai fatto caxxate" - NO

Non scriviamo scemenze per favore, altrimenti dovresti dare spiegazioni alle molte persone che si ammalate pur mantenendo uno stile di vita sano.
Un conto è parlare di prevenzione, un conto usare espressioni più o meno assolute, del tipo "non 100% ma quasi" o "se ti viene una patologia è perchè"

Mattia Alesi

Alcune patologie non sono indotte dallo stile di vita, ma da condizioni non direttamente controllabili: inquinamento atmosferico/idrico/suolo, radiazioni ionizzanti, malattie neurodegenerative...

Internauta

"non puoi curare patologie serie"
Ma infatti le patologie serie le previeni con questa roba che io ho elencato, nonhai la sicurezza del 100% ma quasi.
Se ti viene una patologia grave, è perchè hai fatto caxxate e ormai è troppo tardi. E le medicine ufficiali non aiutano più di tanto, se si riesce con interventi chirurgici bene, altrimenti probabilmente dovrai usare farmaci a vita.

Mattia Alesi

C'era una vena di sarcasmo.
Il significato è che non puoi curare patologie serie con quei
fanno indubbiamente parte di uno stile di vita sano ma non sono cure mediche
L'autosuggestione e il placebo sono per persone mentalmente fragili e non curano affezioni fisiche.

Internauta

No perchè?
Si sono a favore dell'omeopatia perchè uno non dovrebbe esserlo? Hahnemann ha elaborato delle tesi molto interessanti.
Mai sentito parlare di autosuggestione o placebo?
Comunque non vedo cosa c'entri con quello che ho detto.

Mattia Alesi

Hai preso la canapa prima di scrivere il commento?
Tu che ti curi con l'omeopatia

Internauta

Continuo a sostenere che i famarci vengono usati il meno possibile e solo in casi estremi.
Difatti sono 20 anni oramai, che non prendo niente di sintetizzato in laboratorio.
Le mie uniche cure sono canapa, miele, alimentazione sana, movimento, melissa, camomilla, lavanda, passiflora e via discorrendo.
Questi sono i miei rimedi per tutti i miei problemi di salute (che non ce ne sono d'altronde, poichè curo molto bene la mia persona).
Nella stragrande maggioranza i farmaci sono un'esagerazione.

LoseYourself

Il 90% delle persone non sa neanche la dose letale del paracetamolo, figuriamoci l'antidoto. Alla fine basterebbe un pelo di informazione da parte di chi prescrive questi farmaci ma ciò non avviene.

Klaus Heissler

lo dico io di tenere sempre in casa dell'acetilcisteina per queste evenienze eh

LoseYourself

Il paracetamolo può essere assunto per un massimo di 4gr al giorno per permettere al fegato di metabolizzare. Se superati si possono creare metaboliti tossici che causano insufficienza epatica fulminante e morte. Questo vale con tutti i farmaci.

Andrej Peribar

Che trollone XD

Driver

Un grande uomo (se lavoro oggi é anche grazie a lui), che ha insegnato a tutti quanti come si programma una parte grafica - e che tutt'ora tutti cercano di imitare (vedi Vulkan o OpenGL).
Peccato morire così... Davvero per il paracetamolo??

riuscì finalmente a staccarsi da DOS


:D
Per la persona invece mi dispiace. :\

Account Anniversario

Ed anche lui è in EoL, senza possibilità di supporto esteso a pagamento.

Andrej Peribar

Quando ci sono accenni storici negli articoli di questo redattore, c'è da farci un contro articolo.
cit John Carmack

Squak9000

quel misterioso DirectX...

speriamo di no, quello è il mio gusto preferito

Aster

Ma speriamo non sia il famoso caso di tylenol con cianuro

ucciso da una tachipirina...RIP

Il 2-in-1 nel 2021: la mia esperienza con Asus Vivobook Slate 13''

Recensione Asus VivoBook Pro X 14, OLED concreto!

Recensione Samsung Galaxy Book Pro 360, convertibile super sottile e leggero

Windows 11 disponibile da oggi: tutto ciò che bisogna sapere