Windows 10 Insider, arriva l'emulazione delle app a 64 bit | Insider

11 Dicembre 2020 130

Sui sistemi Windows 10 con processori ad architettura ARM (come il Microsoft Surface Pro X) inizia ad arrivare l'emulazione delle app x64: per ora è accessibile solo a coloro che aderiscono al programma Insider. Tutto ciò è possibile grazie alla nuova build nel Dev Channel, la 21277, che rappresenta anche il ritorno al ramo di sviluppo RS_PRERELEASE. Non è disponibile automaticamente a tutti gli utenti registrati in questo canale: bisogna dirigersi manualmente su Windows Update e cercare aggiornamenti. Una volta installata questa build, non sarà più possibile rientrare nel ramo di sviluppo FE_RELEASE, da cui Microsoft stava fornendo build da un paio di mesi. Al momento il piano è di riportare tutti su RS_PRERELEASE "dopo le vacanze".

Microsoft aveva detto che il passaggio a FE_RELEASE le serviva per testare alcuni strumenti di sviluppo interni; questa operazione aveva comportato la temporanea eliminazione di alcune funzionalità, come il nuovo pannello di immissione Emoji, la tastiera virtuale rinnovata, la digitazione vocale e gli splash screen di avvio delle app sincronizzati al tema di sistema. Con questa build le funzioni tornano, anche se rimangono disponibili a un sottoinsieme di Insider in modo tale da permettere a Microsoft di ottenere dati telemetrici comparativi.

Tra le altre novità, Microsoft indica il supporto agli Emoji 12.1 e 13.0, che nel complesso significa oltre 200 nuove espressioni, immagini e gesti (tra cui "il nostro"); è stato anche introdotto un nuovo stile gender neutral e sono state ridisegnate alcune delle icone già parte della libreria in modo da essere più conformi a quelle implementate da altre piattaforme. Infine, Microsoft ha migliorato il sistema di ricerca integrato.


C'è poi una vasta serie, al solito, di bug fix e miglioramenti qualitativi; una particolarmente interessante riguarda le cartelle nell'elenco app del menu Start: se contengono una sola app, questa viene visualizzata direttamente nell'elenco principale, in modo tale da risparmiare tempo e guadagnare in immediatezza. Così:


Per quanto riguarda l'emulazione dei programmi x64, Microsoft specifica che la funzionalità al momento è ancora in fase sperimentale e non tutte le app potrebbero funzionare. È comunque una tappa importante nella storia della "rivoluzione ARM" in atto nel mondo dei sistemi desktop ormai in corso da qualche tempo: Microsoft l'ha iniziata addirittura nel lontano 2017, ma nel 2020 ha assunto una dimensione tutta nuova grazie soprattutto ad Apple.


130

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
GianTT

Dai su, sono un ingegnere e ho un diploma in informatica, scoccia pure a me dovermi sbattere con comandi su shell per installare un pacchetto su Linux. Oggi magari alcune distro come Ubuntu hanno reso il tutto più user-friendly, ma vogliamo dire che fino a metà anni 2000 non c'era un abisso tra l'usabilità di Linux e quella di Windows? Che poi l'utente medio non sappia neanche usare il Pannello di Controllo sono d'accordo, ma un conto è che hai tecnologie come il plug and play e la possibilità di installare con un click i software, un conto è doversi sbattere a cercare driver o andare sulla shell per montare un pacchetto (almeno come si faceva su Linux fino ad un decennio fa).

DOS si è diffuso perché MS ha genialmente capito che rendere l'OS slegato dall'hardware lo avrebbe diffuso capillarmente. All'epoca la concezione dominante era che HW e SW fossero un tutt'uno, e che il SW fosse un accessorio. Tant'è che gli stessi produttori non mancavano di sviluppare device a distanza di 1-2 anni non retro-compatibili tra loro, costringendo gli sviluppatori a ricreare da zero la base software per la nuova generazione. E senza contare i costi di DOS in comparazione ai competitor dell'epoca, sia in termini di hardware da dover rendere disponibile che di licenze.

Poi con Windows hanno approfittato del vantaggio che già avevano e si sono ritrovati OGGETTIVAMENTE senza competitor, perché tutte quelle alternative dell'epoca non erano per nulla adatte a rendere il pc diffuso in ogni casa. O per motivi di costi, o per motivi di facilità nell'approccio. Poi in economia esiste il concetto di esternalità di rete, hai bisogno di certi fattori per importi e più ti imponi e più questi si attivano.

Più la quota di mercato di MS cresceva, e più i produttori vedevano Windows come lo standard (anche per la produzione di driver e device compatibili), e più questo succedeva e più Windows diventava "forte" nel senso di ecosistema.

Mentre nel mercato server, dove sono i tecnici gli utenti finali dei prodotti che non hanno bisogno di GUI particolari, guarda caso Windows Server soffre e sta sotto distribuzioni come RHEL o Suse.

Che poi è la stessa cosa che ha fatto Apple con iPhone, che non ha manco lontamente inventato il concetto di smartphone, ma lo ha reso più user-friendly a chi non sapeva cosa fosse Symbian o come si installassero le applicazioni sui device dell'epoca. Android poi ha replicato l'idea di un OS slegato dall'HW anticipando di anni Microsoft e conquistandosi il mercato.

Andrej Peribar

aspetta i mod... che non so cosa è andata in moderazione :)

GianTT

Windows 95, perché le alternative erano più care (Apple) o non adatte ad un computer casalingo (Linux, OS2). Con gli anni 2000 ho avuto modo di provare molte distribuzioni Linux e sono sempre tornato a Windows, non vedevo il motivo di dovermi complicare la vita per passare a sistemi che non mi davano alcun vantaggio tangibile. Oggi la situazione è poco cambiata, l'unica alternativa davvero interessante sono i nuovi Apple Macbook con processore M1, che sembrano tecnologicamente superiori, ma sempre accettando l'idea che bisogna spendere il doppio di un pc di fascia media con Windows. Il fatto che le alternative fossero eccessivamente o poche user-friendly è stata colpa di Microsoft? Le uniche grandi software house che all'epoca potevano competerle erano IBM ed Apple, ed entrambe avevano un'idea del mercato PC totalmente diversa, e perdente con il senno di poi

B!G Ph4Rm4

Ma li hai letti i grafici? A sinistra c'è il consumo, a destra c'è il punteggio fatto nel test (la media dei punteggi).
Guarda tu stesso:
https://www.anandtech.com/show/16226/apple-silicon-m1-a14-deep-dive/3

Davide

il grafico che mi ha messo riguarda l'efficienza energetica

efremis

Qualcosa forse si muove.

Miocardio

Ma quella in woa é un emulazione oppure come Rosetta è ricompilato? Perché presumo siano 2 cose diverse

B!G Ph4Rm4
Davide

neanche col binocolo. Quei benchmark misurano la piattaforma, non la CPU.

Norman Tyler

ossignore ... ora con te abbiamo la "via etica al fanboyismo" sempre più in basso ...

Homer76

Ho notato qualche bug nella gestione delle icone delle applicazioni aperte sulla task bar. In pratica, se apro il file manager, anziché usare l'icona fissata sulla barra stessa, ne aggiunge un'altra temporanea in coda, usando un'immagine diversa, fra l'altro. Nulla di grave, ma è comunque un bug. Sono l'unico a cui succede?

gp

e mi sai dire una alternativa?

salvatore esposito

se cambiare OS significa diventare sveglio e furbo come te... preferisco restare con windows

B!G Ph4Rm4

A me sembra chiaro che sia così. Se uno si vede semplicemente lo zoom di una normalissima foto su photoshop, si vede chiaramente che con l'emulazione non perde il 20, 30, 40% come perde Rosetta 2, ma perde una marea di prestazioni.
Un SQ2 è ben più potente di molte CPU da notebook, ma photoshop emulato gira come se girasse su un celeron del 2007

B!G Ph4Rm4

Beh più o meno siamo lì:
https://www.cpu-monkey.com/it/compare_cpu-qualcomm_snapdragon_microsoft_sq2-1850-vs-intel_core_i5_10210u-941

B!G Ph4Rm4

E Guido

DefinitelyNotBruceWayne

Beh, questo è ovvio. MS è MS, tutte le ciambelle escono senza buco.
Ci sono le volte che partono con troppo anticipo (ricordiamo che Windows RT era già Windows 8 per ARM) e finiscono lo stesso per arrivare perennemente in ritardo. Altre volte, a suon di cambi di rotta e aggiustamenti, riescono a fare qualcosa di decente.
Prendi Astoria: nato per far girare le app Android su W10m, convertito in WSL. Una delle migliori innovazioni che Windows abbia mai introdotto. Ora, da quello che si sente in giro, sembra che siano punto e a capo con Project Latte.

B!G Ph4Rm4

Beh è un po' arduo dire che non mi servirà.
Ti dico io come la penso, ma credo sia abbastanza ovvio: l'hanno buttato lì a caso come progetto a lunghissimo termine, e come va va.
E' pieno di versioni di windows buttate qua e là negli ultimi anni senza che se ne sentisse il bisogno. Di questa se ne sente il bisogno, ma l'esecuzione per ora è stata terribile.

DefinitelyNotBruceWayne

L'idea di base di MS era che a te quel programma "pesante" non dovrebbe proprio servire. Poi si sono persi per strada perché il progetto UWP ha fatto la fine che ha fatto, la partnership con Qualcomm è una presa in giro, lo stesso .Net Framework non è ancora pienamente compatibile con ARM quindi, come fanno sempre, al primo segno di fatica hanno avuto paura di sbagliare strada e si sono fermati.

frank700

Massimo è sempre sottointeso :)

Mezzina Francesco

Rendiamo grazie a Nadella!

Lolloso

per risolvere il problema Microsoft potrebbe anche cominciare a farsi i processori in casa, sia per avere sia una linea prodotti interamente propria sia per dare una smossa al mercato dei processori.

Lolloso

si ma solo con il nuovo edge abbinato a ublock origin

Andrej Peribar

infatti mi sembrava di aver scritto "massimo"

ho dovuto ricontrollare :P

Vedremo, certo, sperando siano reperibili...

frank700

In realtà il TDP di 25 watt è il limite superiore, e può essere settato anche a 10 e 15 watt. E avrebbe delle prestazioni incredibili. Vedremo.

frank700

Infatti per me il problema è Macrohard.

Mezzina Francesco

Di certo non ci vuole una laurea in scienze dell' informazione per installare il nuovo e ottimo Edge chromium anche su Android ed avere la sincronizzazione con Windows!

Mezzina Francesco

Windows 10 è un ottimo sistema operativo,alla faccia dei detrattori!

Daniele

Il Thermal throttling sui portatili con gli i7 è tremendo... Ho un XPS 13 i7 8550U e raggiunge i 90°C tranquillamente con Lightroom, nonostante pasta termica nuova e pad termici. Grazie a queste ultime due modifiche riesco a farlo rimanere 300MHz più alto come frequenze. Da 2.3GHz a 2.7GHz sotto stress.

Daniele

Se utilizzi Linux allora hai anche motivo di parlare, se invece utilizzi MacOS, un altro sistema proprietario, chiuso, che ti obbliga a comprare macchine di una sola azienda e con i suoi limiti, allora non hai voce in capitolo.

Andrej Peribar

Quale è stato il tuo primo sistema operativo?

Perchè microsoft non si sviluppa un SOC ? Pappa e ciccia con intel e amd ?

I monopoli come i dazi non fanno bene alla crescita

digik

dovè il mio commento precedente?

Davide

Non va neanche vicino ad un i5u

GianTT

Ma dove sarebbero le prove che il mercato dei computer è stato dominato da Microsoft per motivi come corruzione e mazzette? Le alternative negli anni 90 erano sistemi non consumer-oriented come OS2, i Machintosh pre-ritorno di Jobs, che funzionavano male e costavano un botto ed erano legati alle architetture PowerPC in dismissione, e le prime distribuzioni di Linux, che non sono user-friendly quasi neanche oggi nel 2020.

Guido

Diciamo che tutto concorre allo schifo che è stato Surface Pro x

Guido

Tolto qualche plugin dell'anteguerra sviluppato da cani funziona tutto

Su windows mancano i programmi a 64bit

B!G Ph4Rm4

Ok, ma se quella volta mi serve quel programma non me lo puoi rendere un'esperienza orrenda.

UnoQualunque

Ma su mobile anche la suite Office è gratuita. Il problema è che non ha un OS impostato su quei servizi che li possa spingere. Windows 10 oltra alla facilità di usarlo senza alcun account e senza disservizi, paga il fatto delle abitudini della gente che, anche se c'è onedrive o l'app di posta, non riesce proprio a convincersi ad usarlo come uno smartphone. Continuerà a vedere la posta da browser e continuerà a piangere ogni volta che gli si rompe il PC perchè ha perso tutto quando onedrive da diverso tempo, ha come impostazione di default la sincronizzazione del desktop e della cartella documenti. Windows Mobile aiutava a spingere quei servizi, ed era di una comodità impressionante. Un po come l'ecosistema (so che te li vedi come gabbie) di Apple o Google con l'accoppia Android e Chrome (che sia Browser o, meglio, OS). Ok, sono realmente dei lucchetti, ma la comodità di avere tutto in un unico account è oggettiva.

Michele Cianci

Però è anche vero che apple ha mooolti meno programmi di terze parti di windows, senza contare i giochi...

faber80

l'865 è al pari di un i5u, non diciamo vaccate di primo mattino.
ora che un i5u "non basti" è SOLO ed esclusivamente una problema di efficienza dell'emulazione, come anche "ammesso" a denti stretti da te. Rosetta se la cava meglio infatti e non da ora.

Zer0

Che coraggio a stare dietro ancora a Windows, poveri utonti.

Andrej Peribar

Appunto. Sono servizi che MS non può fornire gratis come fa google.
Anche se avesse un suo sistema mobile. Perchè Google guadagna sui dati.

salvatore esposito

errato... anche amd (per citarne una) dispone di soc arm per server e quindi tirerebbe fuori un ottimo arm e dubito che intel non sia capace di fare uguale quindi già abbiamo altre due case e probabilmente più di un soc per parte, qui poi potremmo aggiungere Nvidia che si vociferava volesse entrare in commercio con soc arm (vedi l'acquisizione)... insomma già in partenza ci sono più competitor senza considerare il prototipo Micro Magic Risc-V che nel caso sarebbe ancora un altro in aggiunta.
diventa ovvio che la situazione diventa molto più complessa del singolo soc di Cupertino.

ErCipolla

No, a dire il vero ha detto che MS aveva già Windows per ARM da prima che Apple ANNUNCIASSE il passaggio ad ARM. Non da prima che si mettesse a lavorarci...

Andrej Peribar

Probabilmente è così. Probabilmente appoggia solo la trollata di sotto

UnoQualunque

Parlo di gmail, gsuite e drive. Per l'email non è cosi importante, ma i ragazzini che si abituato a drive e alla gsuite potrebbero essere devastante per Office 365 in futuro. Noi che ora mai rappresentiamo dei dinosauri dell'informatica, non ti sembra di rivedere Windows\Office VS IBM\Lotus? Ci vuole poco per perdere il vantaggio anche nel mondo business. Tutti i futuri lavoratori conosceranno benissimo gli strumenti Google, e le aziende si dovranno per forza adattare se no dovranno ricorrere a costosi e lunghi corsi di formazione su cose base che un impiegato dovrebbe già conoscere.

AnalyticalFilm

Non sono un clone.

La (mia) postazione da Creator: dal Desktop MSI al Monitor 5K Prestige

Recensione Honor MagicBook Pro, occhio ai paragoni azzardati!

Huawei Watch Fit, GT 2 Pro, FreeBuds Pro e MateBook 14 AMD | Prezzi e Anteprima

Le 10 migliori estensioni per Chrome che utilizziamo quotidianamente