GameStop e Microsoft: ecco come la catena può salvarsi nell'era digitale

15 Ottobre 2020 22

GameStop e Microsoft si stanno avvicinando sempre di più - come testimonia il recente accordo tra le due aziende - e ciò potrebbe portare ad un punto di svolta per il futuro della nota catena specializzata nella vendita di videogiochi.

Come sappiamo da ormai diverso tempo, infatti, l'azienda sta fronteggiando un periodo di crisi dal quale fatica ad uscire (le previsioni per il 2020 erano già scoraggianti prima della pandemia): il suo modello di business - fortemente incentrato sulla vendita di giochi fisici usati - non ha retto bene l'impatto della concorrenza online (Amazon su tutti) e il continuo proliferare del mondo del digitale, il quale sarà sempre più centrale anche nel settore delle console.

Sia Sony che Microsoft, rispettivamente con la versione digitale di PlayStation 5 e Xbox Series S, stanno per proporre delle piattaforme che non fanno più affidamento sulla copia fisica, creando un ampio bacino di giocatori che non avrà più alcun bisogno di rivolgersi alle classiche catene di distribuzione, uno scenario quindi ancor più cupo per realtà come GameStop.

Sembra però che non tutto sia perduto e che un nuovo accordo - ancora non ufficiale - potrebbe risollevare la situazione. Come anticipato in apertura, il partner in questione è niente meno che Microsoft, la quale sarebbe pronta a corrispondere a GameStop una quota sulle vendite digitali realizzate nei suoi negozi.

Oltre alla vendita di giochi, GameStop punta molto anche a quella di periferiche, accessori e servizi

In sostanza di parla di una provvigione applicata alla vendita di contenuti come abbonamenti, codici di gioco, DLC, acquisti in app e molto altro ancora. L'esempio citato parla di circa 1,5 dollari corrisposti per ogni mese di abbonamento al Game Pass Ultimate venduto (quindi il 10%, visto che negli USA costa 15 dollari) ed è probabile che la stessa proporzione si mantenga anche per gli altri contenuti.

L'accordo, qualora confermato (non è chiaro a quali mercati si applicherà), potrebbe dare nuovo respiro all'azienda, mentre Microsoft potrebbe guadagnare maggior visibilità all'interno degli store che coprono in maniera capillare tutto il territorio dei principali Paesi. Ovviamente una provvigione del genere non è sufficiente a mantenere in piedi un colosso come GameStop, tuttavia potrebbe trattarsi di una fonte di ricavo decisamente utile in una fase di riconversione come quella in corso.

Gli store dell'azienda, infatti, si stanno gradualmente spostando sulla vendita di prodotti e servizi accessori complementari al mondo del gaming (merchandising, skin, servizi telefonici e così via), optando per un cambio radicale dell'esperienza d'acquisto offerta sino ad ora.


22

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
efremis

Ha senso.

GianL

credo che al momento campino col merchandising: tutti quei gadget e pupazzetti hanno margini non disprezzabili.

Aster

che senso ha il negozio tim,vodafone,wind,quando fai la ricarica digitale?!misteri

Frazzngarth

da questo punto di vista secondo me in Microsoft sono dei geni.

Il corpo di Cristo in CH2O

lo hanno fatto al lancio di xbox one, quando ps4 non aveva uno straccio di gioco ma in quel periodo andava di moda "guardare la grafica"

Andrea

La musica sta cambiando..

Andrea

Perchè ci sono ancora tantissime persone al mondo (ed in Italia) che:

1- Non sono proprio capaci di sfruttare i servizi di acquisto online;
2- Sono ancora troppo restii ad utilizzare una carta di credito online.

Microsoft questo lo sa benissimo, quindi perchè privarsi completamente di queli utenti, quando con 1,50$ al mese può portarseli in casa?

Un servizio come GamePass non è come un prodotto HW, dove puoi "controllare" la produzione commisurandola alla domanda e quindi guadagnarci.
Un servizio online (es Netflix), deve riuscire, a tutti i costi, a portarsi a casa quanti utenti possibile. Te lo dimostra l'abbonamento, solo mobile, di Netflix ad 1€/mese in India. Piuttosto che non avere una determinata categoria di utenti, sconto di molto il servizio, che tanto è già in piedi e funzionante e non comporta spese di mantenimento più elevate all'aumentare degli utenti (o comunque, comporta spese non eccessive).

danieleg1

Ma che senso ha andare in un negozio fisico per comprare giochi digitali?

Michele De Pierri

Comunque il più grande sbaglio di Microsoft di sempre nel settore videoludico è stato non pubblicizzare i giochi, Sony invece vince perché lo fa e li sembrare quasi un’esclusiva.
Spero vivamente che inizi a farlo al più presto.

xxx360

Per sopravvivere probabilmente devono modificare totalmente l’esperienza del negozio. Credo ad esempio che discorso Esport potrebbe aiutare molto se avessero dei negozi sufficientemente ampi da organizzare tornei per giocatori e aree per spettatori. La sola vendita non può coprire i costi ormai

AlexDelarge90

Ricordo che lo store digitale di Sony opera sostanzialmente come monopolista. Come atti di ribellione ho visto di meglio

momentarybliss

Questi sono contenuti che si comprano on line, e comunque una provvigione ad esempio sulle Gift Card immagino che GameStop le abbia già, se no chi glielo fa fare di venderle?

Shingo Tamai

Farà la fine di Blockbuster

Io compravo il supporto fisico fino a tre anni fa. Adesso non ha più senso farlo. Addio Gamestop. :(

Andrej Peribar

https://uploads.disquscdn.c...

lurdz

L'unica catena da usare è quella per lo scarico del ce**o, com'erano impostati prima non hanno più senso di esistere, come i blockbuster, e la conversione che vogliono fare non riuscirà comunque a competere con i mostri dell'e-commerce.
A parte che mi sono sempre stati su quel posto, tra prezzi alti e speculazioni sui giochi usati.

Lino Torvaldi

ormai basta sentire la parola gamestop per sapere al volo che è meglio evitarli

O_Marzo

Microsoft sembra aver appreso dai suoi errori, questa volta a livello marketing sta surclassando Sony, basterà a ribaltare la situazione? ovviamente no ma mai come quest'anno l'interesse è alto

Luke

Io ho comprato una levigatrice dewalt su Amazon, vale?

admersc

ulteriore ragione per comprare PS5 All DIGITAL su Amazon.

DR EBOLA

ma che fallissero, nessuno ne sentirà la mancanza

IRNBNN

Magari si salva il salvabile

Xbox Series X: dentro la scatola | Video

Recensione Crash Bandicoot 4: It's About Time: l'atteso ritorno ai fasti di un tempo

Ride 4, Milestone vuole metterci seriamente alla prova | Recensione

PS5, Xbox Series X|S e Nintendo Switch: la console war che non esiste | Live alle 21