Windows 10 compie 5 anni

29 Luglio 2020 180

Windows 10 spegne cinque candeline: proprio il 29 luglio 2015 Microsoft ne avviava la distribuzione della prima release, numero versione 1507 e numero build 10240, in forma stabile. Il nuovo sistema rappresentava una vera e propria rivoluzione per l'OS di Microsoft, sia per l'idea di Windows as a Service, sia per l'obiettivo di portare avanti anche una versione mobile con basi condivise.

Windows as a Service significa, detta molto semplicemente, che il sistema viene costantemente aggiornato con nuove funzionalità a un ritmo molto più rapido di quanto accadeva in passato. Microsoft ha apportato profondi cambiamenti alle proprie procedure di sviluppo, verifica e test degli aggiornamenti, ed è in grado di rilasciare un "feature update" (che con un po' di approssimazione potremmo equiparare ai vecchi Service Pack) ogni più o meno sei mesi. Con Windows 10, Microsoft ha deciso di appoggiarsi alla community di appassionati per testare il sistema operativo, fondando il programma Insider. Possiamo dire che non è sempre andato tutto a gonfie vele - tra bug importanti emersi a ridosso del rilascio degli aggiornamenti e qualche critica lato privacy - ma il colosso di Redmond ha saputo ascoltare i feedback e adattare la propria infrastruttura in base all'emergere di nuove esigenze e criticità.

La scommessa mobile, come sappiamo, ha avuto poca fortuna. Già le due versioni di Windows Phone, la 7 e la 8, non erano riuscite a imporsi come alternativa al duopolio di Android e iOS, almeno a livello mondiale (in alcuni mercati, come il nostro, aveva raggiunto quote interessanti, ma non sufficienti); poi il passaggio a Windows 10 aveva costretto Microsoft a lasciare indietro troppi smartphone, frammentando il suo stesso ecosistema. Tra problemi di prestazioni e funzionalità esclusive (la piattaforma UWP e Continuum) che, per quanto interessanti sulla carta, non riuscirono mai a convincere più di tanto come implementazione, Microsoft ne pronunciò la condanna a morte un paio di anni dopo.

Nonostante gli intoppi, dicevamo, Microsoft è riuscita a raggiungere il ragguardevole obiettivo di 1 miliardo di installazioni, anche se con un po' di ritardo dovuto alla debacle nel mobile. Microsoft ha detto che questo sarà l'ultimo Windows che rilascerà, concentrandosi su aggiornamenti graduali ma costanti nel tempo: un percorso evolutivo costante, che vede sempre più marginalizzati componenti legacy come il Pannello di Controllo, un Fluent Design più al passo coi tempi e un rinnovato spirito collaborativo con quelli che una volta erano acerrimi concorrenti (pensiamo per esempio al browser Edge "rinato" basandosi su Chromium o, in tempi meno recenti, all'integrazione di un sottosistema Linux).

Sono cambiate tante cose anche a livello organizzativo. Chi c'era qualche anno fa ricorderà l'era di Terry Myerson, Joe Belfiore (soprattutto lato mobile) e Gabe Aul (primo capo degli Insider). Ora lo sviluppo di Windows si suddivide in due team - uno dedicato allo sviluppo delle sue fondamenta e uno, gestito ora da Panos "Mr. Surface" Panay, che si concentra sull'esperienza utente. Myerson se n'è andato, così come Aul, sostituito da Dona Sarkar, e Belfiore si dedica ad altro.

In questi anni Microsoft ha dimostrato che "ultima versione" non è assolutamente sinonimo di "riduzione di risorse": ha rilasciato una variante dedicata alla piattaforma ARM, ha provato a sviluppare nuove app e servizi (pensiamo a Cortana, Windows Hello, Paint 3D, Mixer, Groove Musica e la nuova Powershell), si è espansa nella realtà aumentata e addirittura nelle mega-lavagne collaborative aziendali. Sempre Windows 10 è alla base delle console Xbox. Alcune scommesse hanno avuto meno successo di altre, ma intanto si continua a guardare avanti: il prossimo capitolo si chiama Windows 10X, e più in generale l'ambizioso progetto Core OS che renderà il sistema modulare e più facile da adattare a varie tipologie di dispositivo - dai gadget IoT ai grandi datacenter.


180

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Rick Deckard®

Quella in commercio 3 anni fa...
Comunque ho capito il concetto.. Windows va benissimo se compri una macchina con 64 GB di RAM, i9 di ultima generazione e SSD paura, sempre che i driver non facciano guizze

AcommonAlien

Che generazione?

Rick Deckard®

È un i5.. guarda è una macchina sovradimensionata per mansioni d'ufficio e un gestionale sul Cloud accessibile solo da browser..
Il problema è Windows e i suoi programmi

Rick Deckard®

Quello ovvio

DjL4S3r

Bhè, certamente, lo so benissimo questo ;) Ma è oggettivo che gli ssd, danno quella marcia in più nella reattività di un pc con qualche anno alle spalle ;)

svkap

Concordo sul fatto che Win10 sia un prodotto destinato ad un utenza pressochè multimediale.

Luca Pupulin

anch'io nel mio vecchio Q6600 ho 8 gb di RAM,
era semplicemente per dire che Linux con MATE o Xfce in idle consuma veramente poca RAM,lo stesso non si può dire con Win10....per un utilizzo professionale Win 10 fa abbastanza pena...meglio Win 7,ma ormai per lavoro uso al 90% Linux e 10% Win 10 Pro

svkap

Hai ragione utilizza Gnome.

Daniele Gigantino

Ubuntu non usa Unity da una vita

Non hai capito... Prendevo in giro chi, 5 anni fa, sosteneva che funziona fosse gratuito per far poi pagare il canone

AcommonAlien

All in one con 4gb di ram... Abbiamo detto tutto. E sia i nuovi che quelli da 3 anni che CPU hanno?
Poi non puoi confrontare un PC scrauso con un macbook...
Spendete una volta ma bene, e non avete problemi. Io in azienda ho convinto a comprare tutti i PC nuovi DELL 2 anni fa, e non ci sono più problemi, ora mi considerano un guru :")

AcommonAlien

Esattamente, e funziona anche bene.
E cosa più importante, non lo diciamo noi, ma gli esperti, ed i test, quindi se qualcuno obietta dimostra ignoranza sull'argomento :)

Rick Deckard®

Sicuramente qualche dietro Linux ma 2 GB di RAM sono pochi da un pezzo.. secondo me se puoi aggiungerne almeno altre 2 è meglio

Rick Deckard®

Secondo me un canone annuo oggi non è proponibile. Probabilmente la concorrenza è molto più agguerrita, soprattutto in termini di software disponibili online... Ergo devono mantenere quote senza che la gente si guardi troppo intono e continuare a vendere i propri servizi.

Potrebbero fare una versione più stabile e sulla linea grafico-funzionale di Windows 7 e farla pagare alle aziende... Tipo un Windows NT moderno...
Ma lato consumer tra vendite di PC in calo, Chromebook maturi, Mac di moda e un comparto mobile di Microsoft disintegrato non hanno più un grosso appeal e ci vuole un attimo a far cambiare il vento del mercato...
Il rischio sarebbe di perdere in pochi anni il mercato consumer per sempre

Rick Deckard®

Verissimo. Ci metti un bell'antivirus, TeamViewer con la scusa dell'assistenza remota, Outlook per le mail, CCleaner per completare l'opera è fatta...metti le esercitazioni in avvio
Li installi su 200 PC aziendali e tranquillo che con l'assistenza ci paghi la rata del mutuo

Rick Deckard®

Ti assicuro che su grandi numeri di utenti, dove quelli che lo sanno usare veramente in modo consapevole sono una minoranza, l'antivirus lo devi mettere.
Defender ha fatto grandi passi avanti però fai conto che chi crea malware per Windows oggi di Defender ne tiene conto

Rick Deckard®

Ma non tutto

Rick Deckard®

- no ovviamente, non può fisicamente accadere mentre con Outlook in un palazzo pieno di PC succede almeno a una persona ogni giorno...
- quello dipende da come imposti la mail e se usi la versione free di Gmail. Detto ciò anche con Outlook può accadere e anzi succede moltissimo in avvio dove spesso fai "invio" ma se poi non ti ricordi di cliccare su "invia/ricevi" la mail non parte veramente e accade anche che comunicazioni importanti stagnino ore e anche giorni se nel frattempo spegni il PC o va in sospensione ad esempio
- non ho capito il problema delle bozze... sono automatiche ma scegli tu se eliminarle o meno
Comunque per intasare gmail ce ne vuole
- le cartelle ci sono sempre state, così come i filtri per mandare le mail nelle giuste cartelle...
- non ti so rispondere, è una funzione che non uso e non saprei in che contesto utilizzarla..

- se paghi un servizio in abbonamento che sia office o gsuite non è che ci siano grandi differenze di prezzo...
-funziona anche offline, almeno drive e i suoi servizi...
- il Mac non ha grossi problemi gi stabilità o aggiornamenti, è un valido sostituto ma sai meglio di me quanto poco le aziende li adottino per problemi legati all'alto costo iniziale

Outlook è utilizzato per abitudine e per le persone come te che pensano che in altri sistemi manchi questo o quello.
La verità evidente è che se anche cambi il client mail devi fare formazione al personale...

In realtà i client di posta web hanno diversi vantaggi, che sono la velocità, l'accessibilità e la conservazione dei dati.. nel caso specifico di Gmail anche la ricerca, la gestione delle mail, lo spam assente, l'eliminazione del malware...

moralizzatore

Windows 10 un gran OS.
Per evitare casini, impostare gli update in differita e si risolve molto.

Rick Deckard®

A me la seconda. Windows con arm senza programmi e ottimizzazione si è già visto... Già visto fallire...
Microsoft se vuole fare passi avanti deve trovare il coraggio di abbandonare il passato

Rick Deckard®

Si, ormai non è proprio cosi, però è il suo grandissimo punto di forza

Rick Deckard®

Dipende sempre che os ci monti... Adesso non è che gli HD meccanici siano il male assoluto anche se oggettivamente Lentini rispetto gli SSD...

Rick Deckard®

- certamente
- non lo so.. usiamo la firma digitale e ovviamente funziona solo online
- si ovvio
- che difficoltà trovi nel farlo? Basta che segui le guide se hai dubbi
- scherzi? Puoi farlo su Word PDF e quel che vuoi con drive... Ma penso che lo faccia qualsiasi suite d'ufficio
- intanto bisogna vedere se lo hai formattato correttamente...
Poi secondo me se i file di Word si aprono diversamente a seconda della suite d'ufficio che utilizzi non ti viene il dubbio che sia un problema di Word? Infatti quelli che crei con drive li apri con qualsiasi programma e li vedi così come creati...
Detto ciò basta usare quickoffice.. per non dire Microsoft Word stesso

Secondo me sottovaluti moltissimo Chrome OS...
Ci saranno cose che non si riescono a fare, ma non certo la gestione dei documenti o delle suite d'ufficio... Anche perché visto che sei un po' abitudinario non è che se vuoi usare office 360 hai problemi

moralizzatore

Ma il client email che si blocca sarebbe gmail su chrome?

Quello che sullo smartphone mi arrivano le mail e su chrome no?

Ah beh, siamo a cavallo.

Oppure il capolavoro è gsuite, che quando sono su uno spreadsheet all'improvviso si impalla e mi scrive "you are offline".

Ah beh, la professionalità.

Ripeto, voi fan di google, vivete una realtà distorta, non vi rendete proprio conto, siete da TSO.

Rick Deckard®

Quelli nuovi di quest'anno hanno SSD e 8gb di RAM, Lenovo, e per ora problemi non ne hanno.. costano sui 5-600 euro...
Quelli che danno più problemi sono di 3 anni fa, all-in-one dell'hp, non Hanno SSD e a occhio 4 GB di RAM.. ti dico che uno dopo aggiornamento a marzo non si è più acceso ed è dovuto andare in assistenza. L'altro con Outlook acceso e browser basta che provi ad aprire una foto da 5-6mb e si pianta per diversi secondi (senza contare direi 20-30 secondi).
Quello in reception trasmette su una TV tramite Plex e spesso non lo riesce ad avviare e devi spegnere e riaccendere tutto

1 surface 3, funziona bene ma con zoom non c'è verso di farlo funzionare e sono già 2 caricabatterie che smettono di funzionare, quindi abbiamo abbandonato quelli originali Microsoft da 60€ per un modello compatibile che per ora va..

1 portatile HP di circa 2 anni non funziona con gotowebinar, non fa partire la trasmissione

Quindi zoom no, gotowebinar no, l'unico che funziona ovunque è Google meet

Potrei dirti anche quanti software per l'accesso da remoto diversi sono stati provati ma anche quelli di problemi di compatibilità ne hanno..

Problemi con le stampanti direi in media 2 PC a settimana, a rotazione, fermo restando che magari un PC del terzo piano può stampare solo al piano terra e viceversa perché ci sono incompatibilità di driver o simili... Quindi ti rassegni e ti fai i giri

Quasi quasi dimenticavo tutti quei PC che vanno riavviati coattamente dopo la sospensione.. alle 15 dopo la pausa pranzo siccome le segretarie si distribuiscono su turni quella che è al piano terra deve collegarsi al suo PC al secondo piano, che proprio durante la pausa pranzo ovviamente è andato in ibernazione e non si sveglia più... Quindi chiede sempre al primo che va su di riavviargli il PC, abbiamo risolto con una bella ciabatta con interruttore perché anche con il tasto di accensione a volte non si spegne

C'è qualche MacBook che non da problemi, una Chromebox e il mio Chromebook che ovviamente funzionano come il primo giorno con tanto odio da parte dell'IT, che ovviamente sono esterni e vengono pagati per gli interventi.
Ovviamente noi 2 stampiamo dove ci pare e ad oggi non abbiamo mai avuto blocchi.

Fosse mia l'azienda di PC non ne prenderei più. Solo Chromebook e Mac per chi usa programmi di grafica. L'IT lo risparmiamo, le spese per le riparazioni le usiamo per cene aziendali, con le perdite di tempo risparmiate guadagnamo competitività

Rick Deckard®

Ma si.. qualcuno deve usare un client mail sul web e non Outlook... Sai un programma mail che non si impalla può spaventare XD
Scherzi a parte il grande ostacolo per i concorrenti di Windows è proprio quella gente che se gli sposti un tasto va nel panico

L0RE15

Ah beh, ok: in questo caso c'è del dolo (quasi una frode) e non fa testo per la mia statistica! ;)

svkap

Utilizzo un ssd OCZ vertex da 32gb acquistato nel lontano 2009 e ancora funzionante.
La ram invece da circa un anno l'ho portata da 4gb a 8gb.

svkap
Giovannino

E perchè dovrebbe farlo ???

moralizzatore

Ah ok.

La gente non sa usare il browser web.

Ma magicamente sa usare windows che è un OS 10 volte più complesso.

Ma poi chi è "laggente" chi sarebbero queste figure?

A quale campione ti riferisci per affermare che non sappiano usare il prodotto?

piero
ste

Rimane il fatto che lo hanno fatto in fretta e furia per correre ai ripari dopo lo scempio di w8 e 8.1, per il primo anno infatti aggiornare un pc con w7 era un terno al lotto (comunque sempre meglio di w8) . Poi la situazione è migliorata, ma in generale ogni update è spesso un'incognita, per esempio dopo un aggiornamento non rilevavo più il monitor, un'altro faceva partire le ventole al massimo, alla fine ho bloccato gli aggiornamenti da un anno quando finalmente rilasciarono una versione adatta al mio pc, e stessa cosa ho fatto per il notebook

Luca Pupulin

Io ci ho installato Linux con Mate come desktop environment e mi occupa circa 400 mb di RAM...
Non so se mi spiego....

SuperDuo

beh, in questo caso buon per te.

Francesco Renato

Sopratutto perché Windows 10 ha già l'antivirus di serie.

AcommonAlien

Tolta l'ironia del tuo commento, se metti un antivirus su un PC del medioevo, sul quale hai già installato windows 10, non è una scelta intelligente

AcommonAlien

Quanto sono costati? Che processore hanno? Ssd? Scheda video? Ram?

7829/bis

Anche io lo posso usare sul PC con 650gb di RAM, 34 core e 56 TB di SSD

Aster

con un ssd lo puoi usare quasi ovunque

moralizzatore

Come no.
Mi apri una fattura elettronica con Chrome OS?
Mi compili e firmi in PDF con la tua firma poligrafica su Chrome OS?
Mi timbri un PDF su Chrome OS?
Mi fai una tabella pivot su Chrome OS?
Mi apri un file Word in revisione con commenti su Chrome OS?
Mi apri un documento word su Chrome OS senza sputtanare la formattaizone?

Devo continuare? No vero?

Enjoy your demo.

Scrofalo
DjL4S3r

Alcuni OEM, vendono i loro preassemblati con ssd da 1tb meccanico, che dopo qualche mese (se non alla prima accensione), arrancano come un bradipo sopra una montagna ripida...

Gabriele Gabry

Anche io nel mio secondo pc

DjL4S3r

Già...siamo più vecchi di 5 anni (forse 10) XD

DjL4S3r

E' ovvio con SSD, sicuramente non per merito del solo SO ;)

CinoCv

dire che sia più confusionario, no. Però ho come l'impressione che nelle impostazioni certe voci non applichino modifiche alla base mentre dal pannello di controllo si.
La prima cosa che mi viene in mente è per esempio lo switch audio tra casse/cuffie: se lo fai dal pannellino audio di windows 10 non è la stessa cosa rispetto a quando non apri il pannello vecchio e imposti il dispositivo come predefinito.
Se non lo fai, ti ritrovi sempre con una parte dell'audio in cuffia e l'altra in cassa e questa cosa disturba non poco, per fare lo switch in modo rapido ho dovuto scaricare un programma terzo

Andrej Peribar

Ah ok ... perché è un mantra decennale degli user windows che "l'antivirus non serve".

Account Anniversario

Si ma... W10 SU P4 è utopia tranne se hai una certa CPU.

Francesco Renato

Mi riferivo agli antivirus diversi da qello di serie, che evidentemente non può essere sospettato di provocare guai.

Siamo passati a Edge: le nostre considerazioni dopo 15 giorni di uso | Video

Windows 7: termina il supporto esteso. Cosa significa e cosa fare

I migliori notebook classici e pieghevoli al CES 2020

Recensione LG Gram 17: sembra finto ed è leggerissimo!