Phil Spencer: futuro del gaming slegato da console, ma Xbox Series X non sarà l'ultima

10 Giugno 2020 90

Phil Spencer è stato protagonista di un'interessante intervista rilasciata a Wired, in cui il capo della divisione Xbox di Microsoft ha illustrato quella che è la sua visione del futuro dell'industria gaming e di Xbox in particolare.

Con il lancio di Xbox Series X a ormai poco meno di 6 mesi di distanza, ci si poteva aspettare che il discorso di Spencer fosse incentrato sul come la next gen sarà in grado di cambiare il settore, tuttavia la direzione presa è stata molto diversa: il futuro del gaming, secondo il capo di Xbox, non è più strettamente legato alle console. O meglio, non sarà proprio legato ad alcun tipo di hardware nello specifico, ma si tratterà di un'esperienza che potrà essere vissuta nel modo e nel luogo più adatto a bisogni e possibilità di ogni singolo giocatore.


Microsoft ha già iniziato a lavorare per fare in modo che la visione di Spencer possa concretizzarsi il più rapidamente possibile e ciò è particolarmente evidente se diamo uno sguardo alla lineup di servizi offerti dalla casa di Redmond, come il Game Pass e il prossimo Project xCloud. Nel caso del Game Pass (in particolare in versione Ultimate, quindi includendo sia i giochi Xbox che quelli PC), Microsoft ha cominciato a realizzare quello che molti attendono, ovvero il Netflix dei videogiochi, grazie ad un servizio che offre accesso ad un vasto catalogo di titoli a fronte di un canone mensile.

Ciò che però il Game Pass non è in grado di fare - per completare al meglio la visione di Spencer - è il rendere superfluo il bisogno di possedere una determinata piattaforma di gioco, cosa che invece potrà essere raggiunta grazie a Project xCloud, il servizio di gaming in streaming pensato principalmente per essere fruito da dispositivi mobile e - a breve - da PC. Secondo Spencer, infatti, sempre più giocatori hanno fatto del proprio smartphone la loro console e - specialmente nei paesi in via di sviluppo - diventa sempre meno comprensibile stanziare del budget dedicato all'acquisto di un hardware in grado di fare solo una cosa (come le console tradizionali) e di un televisore di buona qualità a cui collegarlo.

Project xCloud permetterà di concretizzare meglio la visione di Spencer, ma non manderà in pensione le console

Si tratta di una visione in cui la piattaforma sembra sparire per lasciare spazio solo ai giochi - molto simile a quanto auspicato da Tim Sweeney di Epic Game - ma questo non vuol dire che le console siano destinate a sparire, tutt'altro. Spencer è infatti il primo a sostenere che Xbox Series X non sarà l'ultima Xbox di Microsoft, dal momento che ci sarà ancora un ampio mercato anche per questo genere di dispositivi.

Per Spencer, infatti, la questione non verte tanto attorno all'eliminazione delle piattaforme: si tratta invece di rendere i giochi sempre più accessibili affinché chiunque possa fruirne nel contesto e nelle modalità che preferisce. Così come esiste un'ampia schiera di giocatori che desiderano usare solo il proprio smartphone, continuerà anche ad esistere quel nutrito gruppo di giocatori che preferirà la console da usare comodamente seduti sul divano di casa propria, mentre altri opteranno per il PC. L'importante è quindi rendere l'esperienza alla portata di tutti e per fare ciò Microsoft continuerà ad insistere anche nel mondo console. Almeno questo è ciò che Phil Spencer si augura.

Il TOP di gamma più piccolo di Apple? Apple iPhone SE, in offerta oggi da Mobzilla a 427 euro oppure da Media World a 479 euro.

90

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Pippolo

Quali studi hanno comprato oltre a quelli? Non ho seguito.

Pippolo

È rimasto un altro mercato, il valore che è andato a creare il mobile non ha compromesso il primo ne in termini di capitale ne di businnes. Se pur abbia portato a cambiamenti non è andata affatto come previsto da molti. Questo è ciò che, a ragione, "Vive" intende.

La gente non compra più bici da quando ci sono i monopattini elettrici? Sono la stessa cosa? No. Uguale a mobile vs AAA

Vive

Sisi ok non interessa a nessuno dell'industria del gaming eccetto chi fa i giochi mobile e incassa.

Quindi se dovesse restare cosi a me va bene, candy crush su iPhone, Marvel's Spider-Man su PS5.

Itachi

È ininfluente che ti piacciano o no, quello che si era detto si è avverato.

Un iPad è potente quando un Xbox one e il mobile gaming genera più soldi.

Esattamente quello che si era detto, quindi anche se a te quella roba non piace cosa si è visto esattamente?

StadiaReborn

Era un meme di EA adattato da Microsoft in passato per la fine che ha fatto fare a certi studi dopo averli comprati (vedi Lionhead). Personalmente mi fan tutti schifo gli studi comprati da Microsoft e Obsidian è effettivamente l'unico che reputo veramente rispettabile.

Alessandro1010

c'è sempre il Panasonic fa 65 meglio del sony af9 55, garantito

Chirurgo Plastico

Potrebbe aver ragione, ma con l’arrivo del cloud game sarà una mazzata per tutti i giocatori.
Ora se uno acquista i giochi puó sempre avere la copia fisica, idem per la consolle.
Con il cloud game si sarà vincolati agli abbonamenti. Se non paghi perdi tutto quello che hai pagato fin ora. E se a distanza di qualche anno vogliono chiudere i server di un gioco (non più remunerativo per loro) ti attacchi.
A mio avviso le consolle fisiche continueranno ad esistere, magari affiancate al cloud game o realizzate da Nontendo o da altri Marchi non Sony e Microsoft.
Io non gioco ma gli abbonamenti non mi sono mai piaciuti

gabrimazzo

Beh se non rispettano le aspettative può succedere, ma parliamo di chi ci ha regalato Pillars of Eternity e Outerworlds, solo recentemente, un pò di fiducia la meritano

Mauro Morichetta

Sinceramente non sono d'accordo il cloud gaming non ha un senso fintanto le località di periferia come quella in cui vivo io, non sono coperte da una danda decente, ma anche se avessi una 100 mega non rinuncerei mai ad avere una cosolle. Il discorso è che gli costerebbe molto meno affrontare una spesa cloud in quanto hanno già le infrastrutture per farlo senza problemi.

Vive

Si ma con cosa: giochetti scemi, pay to win, pubblicità e altro.

Tutte le pratiche ignobili che i gamer su PC e console hanno lottato per anni per tenerle fuori dai loro giochi, su mobile c'è campo libero a tutta la spazzatura. Per certi versi meglio cosi, che restino pure lì.

PilloPallo

Esatto, il mobile gaming è più redditizio di quelli PC e console messi insieme

Itachi

Cioè che è successo per davvero e oggi l'industria gaming sui telefoni a momenti vale più di tutta quella delle console messe insieme?

Si, si è visto.

Ho mai detto che Microsoft sta in crisi? No, mai.
Microsoft sta benissimo, io ho detto tutt'altra cosa.

GianTT

Perché ti sembra un ragionamento sbagliato?

ste

in effetti vedo proprio microsoft in crisi in ogni settore, guadagnano poco e li vedo molto preoccupati. ci vorrebbe qualcuno lungimirante come te al posto di Nadella. Oh di tutte le cose che hai detto l'unica cosa giusta è che ha perso il treno smartphone

La differenza è che i giochi da 1000 ore di divertimento ci sono sia su Play Station che su Xbox, le decine di IP da 30 ore di divertimento ci sono solo su Play Station.
Una piattaforma ti offre due, l'altra uno.
Allo stesso prezzo.
Solo un idi0ta sceglie la seconda, il punto è tutto qui.
Per chi vuole giocare tanto a basso costo poi c'è PSNow.
Ciao e tanti cari abbracci.

Cimelio perduto

E' ovvio che non gioca. Si vede.

Cimelio perduto

E' più intuitivo di Teams, ecco il motivo.
La gente se vede una cosa semplice che funziona lo apprezza.
Team è rivolto più a professionisti.
Anche a me fecero usare Zoom, ma per carità... ne starò alla larga.
Personalmente ho trovato Team molto più completo e al tempo stesso non così macchinoso come può sembrare a primo impatto.
Zoom? Disinstallato senza se e senza ma. E spero vivamente che non me lo ripropongano di nuovo.

peyotefree

beh si è .. è proprio la stessa cosa giocare sull s7edge invece she sul Sony af9 55pollici

Shalashaska

Aspetto aspetto, tanto con Xbox siamo abituati

gabrimazzo

Per questo hanno ingaggiato studi di talento come Obsidian e inXile, comunque aspetta fino a Luglio

Shalashaska

Ma come, non ci sono ben 250 giochi sul catalogo di Xschiopp??? Che ci fai con una PS4 ?!

oooooooooooooooooooooohhhhhhhh

Teams c’è anche su telefoni e tablet tale e quale a Zoom. Skype poi non lo usa più nessuno giustamente e Teams mi sembra sia stato evidentemente pensato per sostituirlo. Di spazio nel mercato ce n’è quanto ne vuoi potenzialmente e non mi pare che Microsoft sia così indietro.

Mario

E resta il fatto che nel 2013 io le ho comprate ENTRAMBE.

(20 anni che giochi? tu a stento avrai 12 anni. Se così non fosse,aiaa)

CIA'

Shalashaska

Tutti azionisti Microsoft qua dentro insomma ahuhauahu. Non sviluppano un gioco degno del primo Halo da 15 anni eppure continuate a difenderli strenuamente. Siete fantastici

Shalashaska

Ora finalmente ti sei mostrato per quello che sei! Vai vai bozzaro che tanto l'anno di Xbox come al solito è il prossimo! AHAHuahu

gabrimazzo

Anche diventassero 25 non sarebbe un problema se viene mantenuto un margine di crescita degli utili tramite i servizi, alla fine è la redditività che conta per le grande aziende. 10.000.000 di utenti Gamepass contano più di 50.000.000 di console.

Mario

IO FANBOY...POI...

Vabbè ti rispondo a tono forse capisci
...dai son(m)arello torna ai tuoi story driven con la manina, con la lucina sul pad e con la vocina che esce e che ti dice dove devi andare.
Sennò manco pacman sapresti completare!

CIA'

Basta vedere il numero sul Play Store.
Zoom ha il doppio di quelli di Teams, e Zoom appunto non la conosceva nessuno.
A me non piace per niente, preferisco di gran lunga Teams e Skype, ma è un fatto evidente.
Il Covid ha fatto emergere soprattutto Zoom, tutti hanno usato Zoom, ma diamine, Microsoft ha Skype, mica pizza e fichi.
Era un esempio, niente di più.
Il Covid ha tra l'altro fatto emergere un grave problema, cioè i ragazzini non hanno un pc o casa, o ne hanno uno a famiglia. Ma tutti hanno uno smartphone.
Significa che il futuro si chiama Google, non Microsoft.

Shalashaska

OK resta il fatto che nel 2013 io ho comprato la console migliore.

(gne gne gne)

Shalashaska

Problemi miei? LOL quelli che vengono da una gen disastrosa sono loro mica io. Mi fate tenerezza

Mario

E quindi ? Dati alla mano hai espresso una tua opinione, NON differente dalla mia sugli abbonamenti.
Punto.

Shalashaska

Stavo semplicemente mettendo in discussione la vision di Spencer sul futuro dei videogiochi e console, visto che rappresentano una fetta marginale del parco console mondiale.

Mario
dopo 9h in ufficio

Mi dispiace, ma sono problemi tuoi...

cit. cit e ancora cit.

e tu non fai il mercato!

Vive

Nel 2013 si diceva che il futuro del gaming era su Android/iOS, si é visto poi come é andata a finire.

Mario

Ahahaha dai man smettila, non pubblicizzo nulla. Dati alla mano, o non eri tu prima che discutevi sulle unità di xbox vendute?
Che fa pure tu sponsorizzi?
Per piacere

Vive

brrr

Shalashaska

Ah non vedo l'ora guarda, soprattutto dopo 9h in ufficio, di stare a sentire la gente anche mentre gioco lol

Shalashaska

Ok ok, ora però smettila di pubblicizzare Microsoft e comincia a giocare per davvero a qualche gioco

Mario

Ripeto, qua per come la sto vedendo io e per i commenti che hai fatto nel topic, o risposto ad altri, il fanboy lo stai facendo tu.
Che preferisci pagare e giocare ok, ma tu non fai il mercato!
Non a caso ci sono più abbonati al Pass che di quanto ce ne siano al PSN o Now

Shalashaska

No non mi interessa, ho poco tempo ormai da dedicare ai videogiochi e preferisco prendere quei 4-5 titoli al lancio a prezzo pieno, che ritrovarmi un catalogo sterminato di giochi "a-la Netflix" che non giocherei mai. Sono più di 20 anni che videogioco e onestamente ho capito che preferisco spendere di più ma giocare quello che realmente mi interessa. Sennò sarei passato da un bel pezzo a Steam, altro che Xbox

Mario

Ma fanboy di cosa, ma trolli?
Riprenditi ... per me ha più valenza un SoT dove ti diverti per migliaia di ore con i tuoi amici che un TLOU BELLISSIMO ma dopo 30 ore che ci fai?

oooooooooooooooooooooohhhhhhhh

Si trovano? Dove si trovano? Comunque io non ho messo in dubbio che Zoom abbia utenti eh ho solo risposto a chi sosteneva che da Skype erano tutti migrati a Zoom.

Mario
Tolti i vari servizi che a me non interessano minimamente.

Ribadisco dopo di che non te lo ripeto più, ti vai a leggere sopra

Le esclusive ci sono, che poi siano le solite o che non piacciono.

Ah non ti interessa giocare con 1€ /3 mesi a più di 250 titoli?
Capisco...

oooooooooooooooooooooohhhhhhhh

Vista la risposta che contraddice la parte che ho quotato non capisco però a questo punto di cosa sia fan.

Shalashaska

Basta informarsi in maniera oggettiva, si trovano articoli che parlano di 75mln di utenti giornalieri per Teams a fronte di più di 200 di Zoom. E ti parla un utente di Teams di vecchia data, sono 4 anni che esiste e il "grosso" dei difetti sta ancora lì.

PS. Auguri a fare una videoconferenza con 10+ persone con Teams.

oooooooooooooooooooooohhhhhhhh

Mi pare abbia avuto anche un bel po’ di problemi di sicurezza però. Comunque per curiosità dove hai letto di questa supremazia di Zoom?

Shalashaska

"Si è svegliata" in che modo scusa? Tolti i vari servizi che a me non interessano minimamente. Che giochi esclusivi di peso ha proposto?

Mario
dal 2017 che Microsoft si è svegliata, grazie a spencer che ha preso la divisione in extremis.

Ma li leggi i commenti precedenti o trolli?

Shalashaska

Molto meglio Phantom Dust Remastered o i grandi capolavori come Sea of Thieves e Crackdown 3. Ma basta io pensavo che fossi oggettivo invece sei solo un fanboy

Recensione Deadly Premonition 2: A Blessing in Disguise. Che passo falso!

Recensione The Last of Us Parte II: l'oscurità dentro

PlayStation 5 ufficiale: due versioni, design grintoso e futuristico | Caratteristiche

Xenoblade Chronicles Definitive Edition: la Monade torna su Switch | Recensione