Tutti i prezzi sono validi al momento della pubblicazione. Se fai click o acquisti qualcosa, potremmo ricevere un compenso.

La crisi energetica minaccia il CERN, si valuta uno stop all'acceleratore di particelle

08 Settembre 2022 197

La crisi energetica attualmente in corso minaccia di rallentare o addirittura di fermare anche gli esperimenti di fisica presso il CERN di Ginevra tanto che, secondo quanto affermato qualche giorno dal The Wall Street Journal, i funzionari che si occupano della gestione del celebre acceleratore di particelle stanno redigendo un piano per mettere in pausa gli esperimenti nei periodi di picco della domanda di corrente. Secondo quanto riferito la proposta sarà presentata alla fine di settembre ai governi che finanziano l'organizzazione. Queste sono le parole di Serge Claudet, presidente del gruppo di gestione dell'energia del CERN.

"La nostra preoccupazione riguarda la stabilità della rete, poiché dobbiamo fare tutto il possibile per prevenire un blackout nella nostra regione"

Ricordiamo che il CERN si trova a cavallo del confine franco-svizzero e di fatto è una struttura altamente energivora per la Francia, poiché nei momenti di massimo assorbimento arriva a consumare quasi 200 megawatt di potenza. Per trovare un parallelismo che chiarisca il tutto, si tratta di un quantitativo di corrente superiore al consumo globale di una qualsiasi città da 200.000 abitanti.

L'obiettivo principale del CERN è mantenere il Large Hadron Collider (LHC) in funzione e vanificare in tutti i modi le possibilità che si verifichi un arresto improvviso dai risultati potenzialmente dannosi. La costruzione dell'LHC è costata nientemeno che 4,4 miliardi di euro circa, ma non è l'unica tecnologia a rischio presente nella struttura. Il Large Hadron Collider è solamente uno degli otto acceleratori di particelle presenti e va ricordato che ce ne sono altri minori attraverso i quali si stanno portando avanti studi prioritari sull'antimateria. Si è dunque avviata una trattativa con il fornitore di energia elettrica francese, che tra i punti fondamentali riporta la necessità di ricevere con un giorno di preavviso eventuali avvisi di diminuzione della potenza disponibile, al fine di riuscire a prendere le dovute precauzioni. In casi estremi si ricorrerà allo stop forzato degli acceleratori minori dando priorità all'LHC e a quelli prioritari per gli esperimenti scientifici che non possono essere fermati.

LA SITUAZIONE ENERGETICA EUROPEA
Il quadro energetico europeo non è mai stato così incerto come nel momento attuale e la situazione a cui siamo arrivati è figlia del conflitto Ucraino ancora in corso. Senza ripercorrere per filo e per segno tutti gli eventi da inizio anno, ricordiamo che l'invasione dell'Ucraina da parte della Russia ha innescato nei paesi occidentali una reazione che ha portato a sanzioni economiche verso il paese governato da Putin. Come risposta Mosca ha dato il via a un taglio delle forniture energetiche che arrivavano dai gasdotti russi, alimentando così l'inflazione e anche la speculazione sulle materie prime.

Ma il vero colpo di grazia è arrivato in tempi recenti e risale allo scorso 2 settembre, quando la Russia ha sospeso a tempo indeterminato i flussi di gas naturale attraverso il gasdotto Nord Stream 1, rafforzando la stretta sulle forniture energetiche europee. La situazione di scontro economico tra Mosca e Bruxelles ha sollevato pericolose prospettive di recessione e razionamento energetico in alcuni dei paesi più ricchi del continente, Italia compresa, ed è notizia recente che il nostro governo ha steso un piano di razionamento del consumo di gas che prevede tra le azioni da intraprendere non solo un contenimento dei consumi basato su regole e misure comportamentali, ma anche un ritorno al carbone e alle centrali a olio combustibile, che unitamente allo stoccaggio di gas (attualmente all'83%) dovrebbero consentire di superare la stagione invernale senza rischi, o almeno, questo è l'obiettivo.

197

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
BATTLEFIELD

the winter is coming! Io già pago bollette salate adesso XD

Tommers0050

questo e' solo l'inizio, vedrai appena arriva l'inverno

BATTLEFIELD

Ma quale crisi, giustamente non si fidano del buon senso dei cittadini XD stiamo parlando di un taglio dei consumi per 3/4 ore giornaliere durante i picchi di richiesta per evitare l'avvio delle centrali a gas. Mica parliamo della crisi del '73 o del'79

Tommers0050

notizia di oggi, UE impone in modo obbligatorio il taglio dei consumi elettrici, inizia la crisi!

greyhound

L economia della russia si basa sulla vendita di materie prime...

Non é poi che dall oggi al domani possono cambiare mercato.

Senza contare che quel che vendono alla cina non lo vendono di certo ai prezzi europei.

La russia sta prendendo bastonate sia economiche che militari

meyinu

Vero? Tra l'altro la voce è estremamente seria quanto comica. Il video è stato riportato da molte testate nazionali e internazionali. Ogni volta che lo rivedo scoppio a ridere :D

BATTLEFIELD

https://uploads.disquscdn.c...

BATTLEFIELD

Infine, non posso non paragonare l'ingerenza americana con quella russa, la prima finanzia in Ucraina una rivolta interna (che comunque necessità di parecchia gente per essere portata avanti

Ennio

Esatto

Davide

In pratica l'Europa si sta sacrificando per l'Ucraina che nemmeno è un'alleata

BATTLEFIELD

stasera gli butto un occhio e ti farò sapere cosa ne penso

Hai ragione...la crono-storia è differente. Ma vedo che te ti sei fermato assai in superficie con la crono-storia giacchè la storia del conflitto (e altre questioni legate alla Galizia) non inizia a Febbraio 2022...ma parecchio prima..

C'è un bel video che ti spiega molto bene:
‘La guerra alle idee: le voci del Fatto Quotidiano’. L’intervento integrale di Marco Travaglio

Cercalo sul tubo..dura 22 minuti, e qui ci trovi contenuti storici (visto che ami la crono-storia)..non propaganda un tanto al chilo.

Pace:)

BATTLEFIELD

ad oggi, l'unica richiesta approvata riguarda una riduzione dei consumi del 7% , se poi hai altre info disponibilissimo a prenderle in considerazione

Tommers0050

infatti lo sara'

BATTLEFIELD

Non è facile avere fiducia nell'umanità con tutto ciò che si vede in giro, hai ragione. Ma l'intorno di ognuno di noi non è l'umanità. Solo una parte di essa.

BATTLEFIELD

Uno dei motivi per non mollare

BATTLEFIELD

Che razionamento sensibile! Il razionamento, quando tale, è imposto, non suggerito. È chiaro che più ne risparmiamo e meglio è

Teomondo@Scrofalo

https://uploads.disquscdn.c...

Tommers0050

Questo lo dici tu, infatti a breve partirà una campagna di sensibilizzazione per iniziare a razionare il gas

Tommers0050

Al momento L'Europa è tutto tranne che coesa, appena la prima nazione mollerà le sanzioni le altre seguiranno a ruota

Teomondo@Scrofalo

https://uploads.disquscdn.c...

aerdna

Sei proprio sveglio

Nazionali senza Filtro

Se cerchi bene c'è un bonus anche per te

Nazionali senza Filtro

Gli ebrei hanno dei reattori?

Lupo1

Come vuoi tu

BATTLEFIELD

Vuoi la risposta etica o quella per nulla etica?

BATTLEFIELD

Potrei assumerti come segretario se vuoi

sierrodc

Concordo con te. Ma sai, oramai sono un po' sfiduciato dalle persone. Abbassare di un grado in casa, cambiare vecchie caldaie, tenere le porte dei negozi chiuse per trattenere il calore... Che fatica!
Oggi dicono di risparmiare l'acqua, ma questa non costa niente e quindi "massì laviamo la macchina tutte le settimane". Vedremo...
Ma va bene così, il mondo è complicato, serve gente che spenda l'intero stipendio per aiutare l'economia, gente che risparmi gas, gente che si lamenti di ogni cosa, gente che se ne frega e si sposta senza mascherina in periodo covid, e gente che indossa le mascherine da solo in casa. Chissà come andrà...

sierrodc

Ero ironico ovviamente :)

sierrodc

ahahha, geniale!

Lupo1

Ministro dell'economia subito!

Lupo1

Ah che bello una meraviglia, fare sacrifici per 2 popoli in guerra da 8 anni, e che prima non se li cag@va nessuno!

BATTLEFIELD

Le aziende energivore saranno le prime destinatarie degli aiuti di stato. E i sacrifici dei privati servono. Principalmente per risparmiare il gas che servirà loro.

BATTLEFIELD

Risparmieremo su altro ;)

pollopopo
BATTLEFIELD

Magari prima la si potrebbe dare a Vladimiro che dici?

landyandy

Fior fiore di scienziati, economisti e politici e nessuno aveva previsto una cosa del genere PRIMA di imbarcarci in queste sanzioni???
Vabbe, ho capito che lo si fa per una questione ETICA, quindi potremmo anche morire tutti di fame ma la signora Von Der_Comando_io_per_tutti" va dritta per la sua strada.

Ma una bella botta in testa a questa qua, non gliela da nessuno?
Magari rinsavisce.

Zebradivetro

Oltretutto il gas non sarebbe arrivato lo stesso

Puoi scendere pure allo 0% se è per questo.....ma lo paghi sempre 15 volte di più per i prossimi 2/3 anni. Quindi il risultato non cambia.

BATTLEFIELD

Dobbiamo risparmiare come Italia il 7%, questo non è razionamento

Lupo1

Lo è invece il debito non può aumentare all'infinito, pollo...

BATTLEFIELD

Il posti di lavoro da quando hanno picconato l'art 18 sono tutti uguali, e ti dirò di più, da quando si sono tirati fuori il reddito di cittadinanza, alle aziende non viene più così facile trovare schiavi disposti a lavorare con contratto da stagista pagato con rimborso spese. Ogni crisi rende l'Europa pensata dai nostri nonni più forte e più coesa

Lupo1
Lupo1

Vai tu che a me vien da ridere...

Lupo1

No, infatti avevano chiuso, ma temporaneamente, appena finita la pandemia hanno ricominciato a fare utili

BATTLEFIELD

Non siamo più al 40% di gas importato dalla Russia comunque. Siamo scesi come Italia al 18%, come Europa non saprei

meyinu

Hai visto il video in inglese che invita gli italiani a trasferirsi in Russia?

Molto comico, una trollata fenomenale:

https://www.youtube.com/watch?v=UcX1J-vUWPw

meyinu

Volete la Pace o la merd@ fino al collo? (cit.)

Tra l'altro ci sono stati un sacco di sondaggi da Gennaio ad Agosto e la gente ha sempre detto che non è preoccupata più di tanto per la merd@ fino al collo, i consumi andavano bene, le pizzerie erano piene, la gente era in vacanza e i partiti politici al Governo e all'opposizione facevano il pieno di voti e quindi si dicevano: avanti così che la gente ci appoggia!

meyinu

Inoltre in caso di terremoto in mare c'è l'onda. Uno tsunami è capitato anche dalle parti di Fukushima.

Non è proprio così. ADESSO il prezzo è fissato dalla Borsa di Amsterdam, ma i contratti fatti da ENI e compagnia bella sono stati fatti con GAZPROM a prezzi stracciati...quindi fuori da logiche borsistiche.
Quindi si, che qualcuno ci sta speculando a manetta sono d'accordo. Ma questa non è GAZPROM. Sono le compagnie energetiche Occidentali che fanno finta di comprare gas su Amsterdam e rivenderlo agli Europei più caro per colpa "presunta" della guerra.

MA I PREZZI ERANO GIA STATI STABILITI ANNI FA TRA GAZPROM COI VARI COMPRATORI. Quindi il prezzo NON è deciso dalla borsa.

Tecnologia

Recensione SwitchBot K10+: il robot aspirapolvere più piccolo al mondo

Tecnologia

Ericsson immagina lo stadio del futuro: le novità del MWC | VIDEO

Recensione

Recensione Corsair MP700, il prezzo dell'alta velocità

Tecnologia

AI PIN, abbiamo provato l'anti smartphone al MWC. Eccolo in VIDEO