Tassare Google, Apple, Facebook e Amazon per finanziare fibra e 5G?

06 Maggio 2022 76

Entro la fine dell'anno la Commissione Europea potrebbe confezionare una norma capace di obbligare i colossi statunitensi, come Google, Apple, Facebook e Amazon (GAFA), a contribuire economicamente allo sviluppo delle reti in fibra e 5G. A pochi giorni dalla programmazione del Digital Market Act e l'ok al Digital Service Act ecco aprirsi un nuovo fronte.

I commissari europei Margrethe Vestager e Thierry Breton hanno confermato alla stampa di aver avviato i lavori sul nuovo progetto, rispondendo implicitamente alle richieste manifestate da ETNO, l'associazione che cura gli interessi delle principali telco europee. Il tema centrale è che l'investimento totale nelle telecomunicazioni ha raggiunto i 52,5 miliardi di euro all'anno, praticamente il più alto negli ultimi sei anni, e il GAFA non farebbe abbastanza per le infrastrutture europee.

"Stiamo innovando oltre alle nostre reti 5G, in fibra e via cavo, con iniziative collaborative su Open-RAN, edge cloud e servizi abilitati ai dati. Stiamo intraprendendo un'azione decisiva sul cambiamento climatico anticipando i nostri obiettivi di neutralità climatica, ma anche facilitando un'ampia diffusione dell'ICT: ciò potrà consentire una riduzione fino al 15% delle emissioni di CO2 in tutta l'economia", scrivono i CEO dei 12 colossi tlc europei.

Considerando il fatto che gli investimenti nelle reti gigabit richiederanno un ulteriore esborso di 300 miliardi di euro, a loro parere, è giunto il momento di "riequilibrare il rapporto tra i colossi tecnologici globali e l'ecosistema digitale europeo". In pratica se una "parte ampia e crescente del traffico di rete è generata e monetizzata da grandi piattaforme tecnologiche" è giusto che "contribuiscano in modo equo ai costi di rete".

LE STRATEGIE POSSIBILI

Ad oggi non si conosce ancora il piano per far fronte a questo cosiddetto "riequilibrio", anche se l'esperto di regolamentazione UE Innocenzo Genna sostiene che una delle opzioni potrebbe essere quella del contributo diretto "proporzionale alla quantità di traffico Internet trasportato dagli over-the-top agli utenti per conto di ogni specifico operatore Internet". Una proposta che diversi anni fa venne archiviata per mantenere la rete neutrale. ETNO suggerisce anche la possibilità di istituire una tassazione europea con ridistribuzione dei proventi sotto forma di aiuti di Stato.

Ma non è neanche da escludere una terza via dove gli stessi colossi del Web diventino operatori, come è avvenuto oltreoceano con il progetto Google Fiber. Una strada impervia ovviamente considerato il maggior rigore antitrust del Vecchio Continente.

L'unica certezza secondo Genna è che vi saranno attriti tra Bruxelles e Washington, anche perché potrebbe essere considerata "come una misura esclusivamente protezionistica".


76

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Tommers0050

e continui a non capire, vai così campione vai alla grande

Mefistofele
Tommers0050

infatti non credo che tu ci abbia capito molto

Mefistofele

Certo che è così. Non per altro sulla home di Facebook è scritto a chiare lettere che è gratis E SEMPRE LO SARÀ

Mefistofele

Ok hai ragione ciao

Tommers0050

Wtf tutti i siti web usano servizi di computing finalizzati alla pubblicità / marketing anche hdblog non credo che siano concorrenti di google, lasciami indovinare università della vita vero?

salvatore esposito

se pagassero anche solo quelle italiane, vedremmo Bezos piangere in un angolino tutto rannicchiato

salvatore esposito

Amazon è competitiva perché non paga tasse ed ogni 4-5 anni viene pizzicata a non versare l'iva... se pagasse come devono fare gli altri commercianti, non sarebbe minimamente competitiva

salvatore esposito

che c'entra questo?
tu hai detto che sono gratuiti perché c'è concorrenza, io ti ho dimostrato che non è così, semplicemente hanno modelli di business diversi.
questo non significa che non saranno mai a pagamento o che la situazione non cambi in futuro, ma che tassare questi che evadono l'inverosimile (vedi Amazon che è riuscita a pagare zero tasse nell'anno in cui ha fatturato di più in assoluto) è giusto, ciò che è sbagliato è tassare ancora di più chi già ne paga troppe come fanno i nostri politici con noi

Mefistofele
Mefistofele

Ti ricordo, se non lo sai già, che quando whatsapp intrudusse il pagamento di 89 centesimi ci fu la rivoluzione dei pezzenti

Tommers0050

nessuna di queste aziende è una concorrente di google, e se google diventasse a pagamento non la userebbe piu nessuno e morirebbe in giro di qualche anno

xan

il problema è che riescono con troppa facilità ad eludere le tasse perchè gli stati sono gestiti da dementi. basterebbe che pagassero quelle che gia dovrebbero pagare

salvatore esposito

perché Facebook era a pagamento quando non aveva concorrenza?
Google nasce come servizio gratuito in molte sue parti da quando era l'unica a farlo.

Mefistofele

Se fallissero domani come dici tu google diventerebbe a pagamento in un lampo non avendo concorrenza

Undertaker

Pagano già le tasse convenzionali, quelle previste per legge.

Starplatinum

Si ma poi non conviene più comprare da Amazon
Se su Amazon i prodotti li paghi anche 300€ in meno di un negozio fisico un motivo c'è

gianluca iO

Penso che noi europei siamo tra i più polli nella storia per una serie di ragioni concatenate tra loro: abbiamo lasciato da decenni pressoché totalmente il dominio tecnologico fuori dall’Europa nè creiamo dinamiche atte a (tentare di ) recuperare, non dominiamo i sistemi operativi mobili ne quelli desktop, ne ì social network, ne le console di gioco, ne le grandi catene di vendite, non agiamo da “gruppo unico d’Europa” esercitando potere di acquisto, anzi ci facciamo la guerra all’interno con politiche fiscali che favoriscono l’esterovestizione (Irlanda Olanda, etc) ovvero quasi zero tassazione nei paesi di origine. Peggio che mai adottiamo un sistema fiscale del 1900 legato alla vendita fiscale del bene, quando oggi si vende a 10.000km di distanza e la tassazione non recepisce dove il valore è prodotto con la vendita.

Tutto questo produce un costante ed immenso flusso di denaro unidirezionale in uscita dell’Europa da lustri (Apple, Google, Amazon, Facebook, Microsoft,…), ma soprattutto la totale perdita di potere decisionale e strategico.

E in questo frangente quale è la preoccupazione del direttivo europeo ???? Che i servizi di messaggistica comunichino tra loro e che si accetti il sideloading in una azienda privata, mentre da decenni quasi un miliardo di europei accetta senza batter ciglio le EULA di dispositivi Android e social network che segnalano anche un colpo di tosse a qualcuno fuori da EU.

Campioni del mondo.

opt3ron

Secondo me guadagnano troppo , i tempi sono cambiati e la legge deve ribilanciare le spese da sostenere per la rete.

xan

Secondo te non pagano l'accesso ad internet?

Ergi Cela

Si sì per quello io ho intenzione di comprarmi un lettore blueray 4K e comprarmi qualche film della Marvel o altri film belli da vedere in alta definizione

salvatore esposito

voglio vedere se Amazon smettesse di evadere l'iva è dovesse pagare pure sta tassa, se tu non alzeresti il popò per andare al negozio a prendere ciò che ti serve

salvatore esposito

magari già costringendo Amazon a pagare le tasse ordinarie, potrebbe già esserci una concorrenza con i negozi fisici che le pagano

salvatore esposito

non a caso, ho menzionato quei due personaggi

Andrej Peribar

Tu confondi la UE con l'Italia

Fausto Biloslavo

Non proprio, qualunquismo qui ce n'è gran poco. Ti ricordi quanti piani hanno fatto ormai per espandere la fibra in UE? Ne avranno fatti almeno 4-5, e ancora non bastano?

Tommers0050

amazon non vende niente in piu rispetto ad altri store e apple è una buona moda niente di piu

Andrej Peribar

Il qualunquismo merita una sola risposta.

Fausto Biloslavo

Per quale motivo non dovresti comprare da Amazon o Apple? Nel senso, i loro prodotto, penso sia un sentimento condiviso, sono ottimi e a prezzi "discutibili".

Fausto Biloslavo

Fanno margini altissimi perché hanno qualcosa come 1 milione di analisti e avvocati che scelgono le strategie migliori, e ti assicuro che quel milione di persone non si faranno MAI aggirare dai personaggetti dell'UE e compagnia bella, alla fine a rimetterci sono sempre gli utenti finali che adorano i prodotti di Amazon, Netflix etc. Per quello i margini sono altissimi, perché la gente adora quelle cose.

Fausto Biloslavo

Il tempo che ci impieghi a trovarlo non è per caso denaro perso? Quello solitamente è la cosa a cui penso io. Di solito quando vedo che un servizio è fatto bene e funziona molto bene lo pago volentieri se il prezzo è ragionevole. 20 euro al mese alla fine non sono molti per un servizio come Netflix, però bho. Anche io pirato dei film quando sono usciti da poco al cinema e non si trovano da nessuna parte, ma altrimenti penso che pagare sia molto più conveniente piuttosto che perdere 3 ore a cercare qualcosa online da piratare.

Tommers0050

non vi obbliga nessuno a comprare apple o a usare amazon, morto un papa se ne fa un altro

Fausto Biloslavo

Tu dai per scontato che con i soldi che prendono dalle big questi facciano qualcosa ;) good luck with that

Fausto Biloslavo

Sei uno dei pochi allora, buon per te.

Tommers0050

se aumentasse i prezzi diventerebbe non competitiva e già adesso non lo è quasi mai sui prezzi

Black Leopard
Dark!tetto

Un lontano ricordo ? Io sono ancora scioccato dalla "cucciara di legno" che può girare anche in senso antiorario. Comunque ora ci si concentra su geopolitica, il sempreverde (lol) ambientalismo con tanto di negazione del cambiamento climatico perchè da me a maggio fa freddo e di solito faceva caldo etc etc

Dark!tetto

Dici ? Eppure se arrivano alla girata di sugo dovrebbe essere sufficientemente chiara l'ironia...almeno spero xD

Castoremmi

Ma farli intanto pagare le tasse "convenzionali" invece di queste fantasiose no?

Tommers0050

google non lo pago, amazon e apple non sono competitivi gia di suo, potrebbero anche fallire domani non mi cambierebbe niente, facebook non lo uso

Undertaker
micky.mm

Cominciare a creare un sistema operativo europeo ed universale toglierebbe tanto potere a quelli li altrimenti l'Europa tassa loro aumentano e noi paghiamo

micky.mm

Se nessuno fa vera concorrenza loro avendo il monopolio te le gireranno a te le tasse e come sempre alé paghiamo

Andrej Peribar

Può sembrare un arguta risposta a tono, ma equivale a che non lo facciano.

Andrej Peribar

Può sembrare un arguta risposta a tono, m equivale a che non facciano.

Andrearocca

ora che li fate pagare questi sdronzi e calcolate anche gli arretrari

Ergi Cela

No io la ragione così,se trovo le cose gratuitamente online perché pagare ? sopratutto se devo vedermi solo alcune serie e non tutto il catalogo e se voglio avere molta più qualità vado di blueray 4K da acquistare.

salvatore esposito

sei decisamente fuori strada, io e Marx abbiamo idee decisamente differenti.
ma è palese che le big tech hanno margini altissimi ed eludono/evadono la qualunque (vedi per esempio Amazon che ha letteralmente pagato zero tasse nell'anno del boom della pandemia nonostante l'aumento esponenziale del suo fatturato) quindi multe è randellata li sono sempre poche.

Fausto Biloslavo

Sbattersi a piratare quando puoi avere tutto comodamente a 20 euro? Ma quanto morto di fame devi essere? Hai 16 anni e i tuoi non ti vogliono dare la mancia?

Fausto Biloslavo

Preferisco che si facciano gli affari loro.

Android

Samsung Galaxy S23, dopo 9 mesi è ancora di più il miglior compatto!

HDMotori.it

Zeekr X vista da vicino, interni ed esterni della nuova elettrica cinese | Video

Apple

Recensione iPhone 15 Pro Max, si conferma al TOP senza stravolgere

Articolo

Prime Video: tutti i film e le serie TV in arrivo a ottobre 2023