Telegram, via il ban in Brasile dopo solo due giorni: ecco perché

21 Marzo 2022 138

In questo momento di forti tensioni internazionali che stanno coinvolgendo, inevitabilmente, anche le piattaforme social, che devono fare i conti con il loro ruolo politico, l'aeroplanino di Telegram sta schivando le bordate in arrivo dalla Russia (che nel frattempo ha censurato Facebook, Twitter, YouTube e oscurato Instagram), e grazie ai suoi Canali si sta distinguendo come uno strumento sempre più importante per continuare a comunicare e scambiare informazioni.

Ma dall'altra parte del mondo le cose vanno all'opposto: Telegram, infatti, è stato bannato dal Brasile per poi essere riattivato un paio di giorni dopo. E la vicenda ha degli aspetti piuttosto assurdi, come spiegato dal CEO dell'app di messaggistica Pavel Durov.

TELEGRAM NON RISPONDE ALLE MAIL E SCATTA IL BAN

Durov ha spiegato infatti sul proprio canale Telegram che la decisione drastica presa dalla Corte suprema brasiliana ha a che fare con un problema legato alle email. Nello specifico, Telegram non avrebbe risposto ad alcune mail della Corte suprema che richiedevano la rimozione di contenuti ritenuti pericolosi. In assenza prolungata di replica da parte dalla piattaforma, è scattato il ban.

Ma quella di Telegram, spiega Durov, non è stata una scelta intenzionale. Le autorità brasiliane infatti avrebbero continuato a comunicare con l'azienda facendo riferimento ad un "vecchio indirizzo e-mail generico" invece che all'"indirizzo e-mail dedicato" indicato da Telegram nelle precedenti comunicazioni. E quindi le mail della Corte suprema non sono state visualizzate, e non hanno perciò ricevuto risposta.

Ora Durov chiede al Brasile, alla luce di questi fatti, di posticipare di qualche giorno la sentenza in modo che Telegram abbia il tempo di risolvere la questione, nominando anche un rappresentante per il Brasile e mettendo in piedi un sistema per replicare rapidamente a future richieste di questo genere.

Di seguito, vi riportiamo il messaggio integrale di Durov:

Sembra che abbiamo avuto un problema con le e-mail tra i nostri indirizzi aziendali di telegram.org e la Corte Suprema brasiliana. A seguito di questo errore di comunicazione, la Corte ha deciso di vietare Telegram per non aver risposto.

A nome del nostro team, mi scuso con la Corte Suprema brasiliana per la nostra negligenza. Avremmo sicuramente potuto fare un lavoro migliore.

Abbiamo rispettato una precedente decisione del tribunale a fine febbraio e abbiamo risposto con un suggerimento per inviare future richieste di rimozione a un indirizzo e-mail dedicato. Sfortunatamente, la nostra risposta deve essere andata persa, perché la Corte ha utilizzato il vecchio indirizzo e-mail generico per ulteriori tentativi di raggiungerci. Di conseguenza, abbiamo perso la sua decisione all'inizio di marzo che conteneva una richiesta di rimozione successiva. Fortunatamente, ora l'abbiamo trovato ed elaborato, consegnando oggi un'altra relazione alla Corte.

Poiché decine di milioni di brasiliani si affidano a Telegram per comunicare con familiari, amici e colleghi, chiedo alla Corte di prendere in considerazione la possibilità di posticipare di qualche giorno la sua sentenza a sua discrezione per permetterci di porre rimedio alla situazione nominando un rappresentante in Brasile e istituendo un quadro per reagire a problemi urgenti futuri come questo in modo rapido.

Le ultime 3 settimane sono state senza precedenti per il mondo e per Telegram. Il nostro team di moderazione dei contenuti è stato invaso da richieste provenienti da più parti. Tuttavia, sono certo che una volta stabilito un canale di comunicazione affidabile, saremo in grado di elaborare in modo efficiente le richieste di rimozione per i canali pubblici illegali in Brasile.

AGGIORNAMENTO: TELEGRAM TORNA DISPONIBILE IN BRASILE
21/3

Il ban è stato revocato da un giudice della Corte Suprema del Brasile. Ritrovate le mail in questione, Telegram avrebbe infatti ottemperato alla richiesta della corte rimuovendo i contenuti incriminati. In vista delle elezioni presidenziali e per evitare che eventi analoghi si verifichino nuovamente in futuro, la piattaforma sta introducendo anche strumenti per evitare la diffusione delle fake news e per controllare i contenuti pubblicati sui canali più diffusi nel Paese.

SEGUICI LIVE

138

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Norman Tyler

caxxo hai scritto davvero un post da sociopatico del caxxo ...

Cacciapuoti Mario

Assolutamente si

Giangiacomo

Visto che il problema è legislativo ? Io direi che ci vorrebbero leggi e sanzioni più serie. Tanto per cominciare.

Cacciapuoti Mario

Ed invece è proprio un "atteggiamento" permissivo e tardivo di Telegram, tanto è vero che siamo riusciti ad ottenere un risarcimento per illecito amministrativo, e la polizia postale ci ha confermato che Telegram viene denunciata quotidianamente e condannata a pagare multe praticamente tutti i giorni "purtroppo" e sottolineo purtroppo l'illecito amministrativo per lo più senza dolo, è l'unica cosa che può essere accusata la piattaforma(questo è il vero problema legislativo), si vede che la piattaforma preferisce e gli conviene continuare a pagare multe ridicole piuttosto che intervenire in maniera decisa e tempestiva su situazioni tanto delicate ma non solo

landyandy

Ma chi se ne importa.
Io commento in base a quello che mi gira in quel momento.
Figurati se mi metto ad analizzare le fonti.
Sto qui per scazzarmi, mica per fare il commentatore di professione ;-)

Giangiacomo

Esatto di rimprovero, rimprovero perché è un commento che ha poco senso. Perché non so se lo sappiate ma non dipende solo da Telegram ma deve passare anche tramite una cosa che si chiama "giustizia italiana".

Giangiacomo

Mi spiace ma non sai per niente come funziona. Non è che se uno denuncia scatta subito il ban o il controllo. Lo sai vero che devi passare per la legge italiana ? Lo sai vero quanto lunga sia la burocrazia ? Lo sai che c'è gente che aspetta da anni (e si parlano anche di più di 14) per reati di fatto gravissimi, come omicidio o altro ?
Giusto per farti capire com'è la situazione, non dipende esclusivamente da Telegram.

[Max]

Guarda che ormai tutto conoscono le VPN o browser tipo TOR tramite il quale possono andare direttamente nel sito ufficiale senza passare per nessun sito strano.

Tiwi

ottimo

Rieducational Channel

Pavel Celhodurov deve aver pagato la tangente a Bolsonaro.

Fabrizio Spinelli
Nei Paesi Bassi l’email ha valore legale. La “PEC” non esiste, sei tu a fornire al registro governativo il tuo indirizzo email da usare per le comunicazioni.

Io leggo, che se vuoi usare la mail per le comunicazioni, fornisci la tua ad un determinato registro, e quella le istituzioni si rivolgeranno.

Non viene usata per tutto, per alcune cose vige ancora il cartaceo, ma ha decisamente valore legale

E aggiunge che non puoi usarla per tutto, ma dove viene concesso ha valore legale.

Mi sembra piuttosto ovvio che se tu non comunichi nulla a quel registro, per le comunicazioni procederanno col cartaceo...

Cacciapuoti Mario

La polizia postale mi ha spiegato che questo può essere fatto tramite degli algoritmi che senza ledere la privacy degli utenti controlla il materiale che si va depositare e/o trasmettere, e lo stesso sistema che utilizzano le piattaforme legali di contenuti pornografici, per evitare che gli utenti caricano materiale illegale o protetto da copyright, purtroppo però c'è una grave falla giuridica, che non obbliga le piattaforme non registrate come "pornografiche" ad adottare tali sistemi di prevenzione, paradossalmente è più facile trovare materiale del genere su Telegram che all'interno di PornHub o YouPorn

Cacciapuoti Mario

Ma se si parla di Telegram che ha una cattiva gestione amministrativa ed io sottolineo che questo atteggiamento della piattaforma è frequente, e lo dico con cognizione di causa perché volete per forza portare il discorso su altri campi di confronti tra piattaforme di messaggistica o giustificare la piattaforma con la banalità lo fanno tutti ma ci rendiamo conto della gravità della situazione???
E la Polizia postale che ormai supporta attivamente la mia famiglia da quando è iniziato il tutto ci ha detto che con loro è sempre la stessa storia, non solo per quanto riguarda la pornografia, ma in generale vendita di stupefacenti, scambio di Audio/video senza diritti di copyright, libri senza diritti di autore ecc... alla fine dei conti loro vengono accusati di illecito amministrativo senza dolo e se ne escono con una multa, è questo è VERGOGNOSO.

Cacciapuoti Mario

Ma come potevamo non denunciare ti rendi conto della gravità della situazione, e cmq ti confermo che è dipeso esclusivamente dalla cattiva e lenta gestione della piattaforma che come la maggior parte hanno sede legale in altro paese, ma cmq gli utenti che hanno commesso queste oscenità sono stati rintracciati(almeno una parte) ed avranno ciò che si meritano, mi fanno schifo solo a pensarci, ma anche Telegram dovrà pagare per questo "atteggiamento" peccato solo che l'unica accusa che è stata possibile avanzare è un illecito amministrativo che si risolverà con una multa, mi auguro che almeno sia veramente alta.

Cacciapuoti Mario

Un anno e mezzo QUATTORDICI DENUNCE signifca agire in fretta????
Per lo più su un illecito così grave ma stai scherzando???
La verità è che questo atteggiamento fa comodo agli utenti malintenzionati e alla piattaforma PUNTO il resto sono chiacchiere da FanBoy ma su queste cose non si può e non si deve scherzare è VERGOGNOSO

xpy

Probabilmente la colpa è più la burocrazia italiana più che telegram

Darkat

Capisco, ma questo non rende giusto il suo ragionamento che fa acqua da tutte le parti, secondo lui dovrebbero vergognarsi gli utenti che usano Telegram perché lui ha subito un torto da persone terze su questa piattaforma, ma scherziamo?

Darkat
Rottin'Ghoul

Ma si infatti, già basta considerare che se segnali e valutano possono togliere senza chiedere nulla a nessuno mentre se c'è un procedimento penale in corso magari funziona in modo diverso perché devono attendere l'autorizzazione di un giudice prima di agire perché è lui a dover valutare e non più loro.

Baz

comunque non escluderei che le lentezze non dipendano dalla burocrazia e non da telegram stesso (in altre parole se avessi fatto direttamente "report" senza denuncia magari te lo toglievano in poco tempo).
l'italia per esempio con la burocrazia e' parecchio contorta e lenta.
non e' questo il caso, ma per una causa banale, mi ci sono volute 2 cause e 5 anni prima, con denuncia ai carabinieri che in realta' ha solo rallentato il tutto perche' si sono rimbalzati tra penale e civile.
probabilmente sul penale (come immagino sia il tuo caso), sono piu' veloci, ma non mi stupirei se questi ritardi siano proprio dovuti anche e sopratutto dalla burocrazia e non direttamente dalla moderazione di telegram.

Baz

parla di telegram ma il contesto e' tutto un altro.
senno' allora visto che telegram e' un'app di messaggistica possiamo tirare in ballo qualsiasi app di messaggistica no?
il fatto che questo problema esiste anche su altre piattaforme non giustifica certo telegram, ma appunto e' un problema piu' grosso di quello che sembra, e' un problema piu' grosso di telegram o di qualsiasi altra piattaforma.
anche con un algoritmo di machine learning per riconoscere le foto che vengono postate sarebbe infatibbile considerando che certe ragazzine anche di persona non si capisce se sono maggiorenni o minorenni.
non e' un problema risolvibile a monte (come dicevi nell'altro commento), l'unica cosa che si puo' fare (ma se ti cancellassero la foto/contenuto preventivamente, non potresti fare piu' niente) e' prendere i dati di chi ha caricato quel contenuto sperando di riuscire a risalire ad una persona, cosi' da punire direttamente lui/lei.

Baz
e non vigila a monte i contenuti fruite


poi mi spieghi come puo' essere fattibile controllare a monte (quindi in fase di caricamento) tutti i contenuti postati

Rottin'Ghoul

No, i contenuti sono criptati, non può vigilare, non è previsto che venga fatto, in ogni caso, appena qualcosa viene condivisa online, sta sicuro che è impossibile farla sparire con qualunque mezzo esistente.

Rottin'Ghoul

C'è qualcosa che ti sfugge, Telegram non dovrebbe proprio poter intervenire, se le comunicazioni nei gruppi sono criptate loro non dovrebbero poter leggere mezzo messaggio ne vedere un quarto di .jpg, non dovrebbero proprio poter sapere cosa andare ad eliminare e ripeto, Telegram è il gestore dell'autostrada, i gruppi sono le vetture che circolano e chi le conduce dovrebbe gestire il contenuto delle vetture ed essere punito in caso di illecito, non è che se tu vai a fare il p3d0f1l0 in autostrada viene richiesto ad autostrade di bloccare il tratto di autostrada perché ci sono persone come te, perché non è il gestore dell'autostrada a doverti punire o a dover essere punito, non puniscono fiat perché hai fatto monellerie su un loro mezzo e non è fiat a doverti punire per averlo fatto, esiste un'autorità ed è quella a dover fare il lavoro che c'è da fare, ciò che dovrebbero fare è al limite chiedere gli ip a telegram, quello è possibile, facile e non credo che verrebbero mai negati, ma è più facile beccare sta gentaglia entrando direttamente nei gruppi, magari condividono anche nome, cognome, numero di telefono ed a volte trovi anche gli indirizzi di sti m3nt3c4tt1.

Cacciapuoti Mario

Ripeto non entriamo nel merito della mia situazione particolare perché coinvolge un minorenne purtroppo e perché ci sono denunce in atto, la polizia postale posso garantire che almeno nel mio caso specifico si è mossa in tempi più che ragionevoli, tutto confermato anche dal mio legale, il problema è riconducibile direttamente a Telegram non per il fatto stesso che non ha alcun tipo di controllo sui contenuti fruiti tramite il loro servizio, ma per il fatto di non aver intervenuto TEMPESTIVAMENTE nella sospensione di determinati gruppi e soprattutto di non aver eliminato prontamente materiale illegale dalla propria piattaforma, favorendo una diffusione divenuta poi incontrollabile del materiale stesso. Se le persone sono delle me...de non è colpa di Telegram ma se Telegram non interviene in modo deciso è tempestivo e non vigila a monte i contenuti fruite ha SI O NO delle colpe???

Cacciapuoti Mario

L'articolo parla di Telegram e siccome su tale piattaforma ho riscontrato in prima persona una falla gravissima e siccome, la polizia postale mi ha confermato che è un problema persistente della piattaforma mi lamento di essa.
Ciò non esclude che altre piattaforme abbiano lo stesso problema, quindi detto ciò ti ripeto la domanda, il fatto che il problema è presente in altre piattaforme giustifica il comportamento e la lentezza di Telegram nell'intervenire in maniera decisa su cose così gravi???
Ed ancora: il fatto che il problema è presente in altre piattaforme, vieta di evidenziarlo e denunciarlo in un articolo che riguarda Telegram se tale problema è stato vissuto in prima persona su Telegram???

Matteo

Non capisco il senso della tua risposta. Chi ha parlato di obbligo?
Non decade assolutamente nulla: se tu comunichi con un ente governativo tramite il tuo indirizzo email, tutto il contenuto delle email scambiate ha valore legale. Non sei obbligato ad averla o usarla, puoi comunicare anche via telefono o la messaggistica interna del portale. La raccomandata qui non esiste, che io sappia.

Baz

ripeto, il problema non e' telegram, perche' puo' finire li, puo' finire su kik, skype, mo**erless, x**ster, reddit, e 1000 altri gruppi, piattaforme, applicazioni (c'e' un mondo enorme), e ripeto, come gia detto, la maggior parte dei contenuti amatoriali, non saranno su minori, ma stai tranquillo che sono con persone ignare di essere pubblicate.
se le persone sono delle me*de la colpa come puo' essere della piattaforma?
chi deve essere punito e' chi pubblica il materiale, chiudere il gruppo a che serve? un gruppo su un'altra piattaforma lo ricrei in 10 secondi.
poi scusa, se c'e' materiale po*no di minori, tu fai la denuncia alla polizia postale, e non succede niente, secondo te di chi e' la colpa?? di telegram o della polizia postale che a quanto pare non funziona?
non mi stupirei se hanno ancora le scartoffie da qualche parte e non hanno avviato nulla, quando magari senza passare per la burocrazia si risolverebbe tutto piu' velocemente.

Patrizio Battemano

Anche se fosse che te frega? Tu che controlli ogni cosa che faccio pensi di avere una vita migliore ? Ridi ridi che il vostro dominio americano sta giungendo al termine, non siete durata neanche poi tanto, dopo l’unione sovietica vi potevate mangiare il mondo e siete andati ad impantanarvi con i talebani per 20 anni ahha

Baz

no semplicemente non ha senso lamentarsi solo per telegram, su un articolo in cui tra l'altro un commento del genere non ha senso, perche' non si stava parlando di pirateria, roba illegale, gruppi o canali.
il tuo commento era offtopic, magari ti e' stato cancellato anche per quello (comunque non e' possibile che un commento offtopic come questo venga tolto, mentre altra roba ancora piu' off topic rimanga senza problemi, la moderazione di hdblog deve avere coerenza),
e comunque visto che eri gia offtopic rispetto all'articolo, tirare in ballo solo telegram, lascia pensare che su altre piattaforme non succede, invece succede ovunque, whatsapp, kik, telegram, skype, ma anche fuori dalle app di messaggistica, c'e' roba su reddit, mo*herless, e 1000 altri siti/chat p*rno

Cacciapuoti Mario

Vediamo se ti reprimi se la tua sorellina o tua figlia capitano a giro in questi canali abbominevoli.
Non avete rispetto e sensibilità questo è il problema dei ragazzi di oggi. Che tristezza

Baz

perche' la moderazione di hdblog funziona un po a ca**o, uno segnala, loro non leggono neanche (credo), e nel dubbio cancellano subito.
nonostante non fossi d'accordo con Cacciapuoti Mario

non capisco veramente il senso di eliminarlo

Cacciapuoti Mario
Felipo

"Tu attacchi questa app di messaggistica come fosse l'unica.
Ma per favore vai va, che è meglio ..."

L'hai scritto tu, non io. Il tono è di rimprovero per aver attaccato Telegram.

Baz

a me l'unica cosa vergognosa sembra solo il tuo commento da represso.
oltre al fatto che non c'entra niente con l'articolo, ti ripeto, i canali e gruppi vengono buttati giu continuamente, e' chiaro che se hai 1000 segnalazioni, li processi escludi le segnalazioni false, prendi in considerazione quelle sensate, e alla fine ne chiudi 100 e nel frattempo ne hanno creati altri 200, ovviamente i tempi si allungano.

Cacciapuoti Mario

E quindi questo giustifica il fatto che avvengono cose del genere e che soprattutto la piattaforma in questione agisce dopo QUATTORDICI DENUNCE????

HeiSiri

Perché ti hanno cancellato il commento? Non mi sembrava male. Forse perché hai usato la parola "p3d0..."

Cacciapuoti Mario

Peccato che qui si parla dei tempi di intervento e della gestione dello stesso e non dello strumento in sé ma va bene evidentemente fa comodo questo atteggiamento vergognoso

Giangiacomo

Ho detto che non deve ? Ho detto che fa credere che sia l'unica che faccia questo. Forse non sapete in che mondo viviate, perché ben prima della nascita di Telegram c'erano (e ci sono) app che fanno tutto quello che dice l'utente.

HeiSiri

Gomblotto? I poteri forti l'hanno cambiato? :P

Cacciapuoti Mario
Rottin'Ghoul

È colpa dell'autostrada se la usi per trasportarci droga?

Cacciapuoti Mario
Felipo

E quindi non deve attaccarla?

Giangiacomo

Tu attacchi questa app di messaggistica come fosse l'unica.
Ma per favore vai va, che è meglio ...

Cacciapuoti Mario

Infatti

Cacciapuoti Mario

Cosa c'entra quindi se un illecito vergognoso è fatto su una piattaforma un'altra è giustificata a fare altrettanto e soprattutto a tergiversare sulle segnalazioni?
Ma vai va

Giangiacomo

Se, come dice, arrivano denunce alla Polizia Postale allora poi scatta la legge italiana. E allora lì si vede tutta la "velocità" di reazione dello stato italiano e delle leggi. Quindi oserei dire che la colpa non è solo di Telegram.

Giangiacomo

L'anno e mezzo è dovuto non a Telegram (o tutto) ma in buona parte alla burocrazia, leggi e ben altro che basti pensare un attimo è tutto "made in Italy". Quindi se l'utente vuole lamentarsi deve farlo con la legge italiana che ancora una volta fa vedere tutte le sue lacune e la sua lentezza.

HDMotori.it

ABB E-mobility: in Italia il più grande impianto di stazioni di ricarica DC | Video

Articolo

Disney+, una valanga di nuovi titoli in arrivo nel 2022-23

Tecnologia

Muscoli indossabili, la nuova frontiera degli esoscheletri in studio a Zurigo

HDMotori.it

Lightyear 0, abbiamo guidato l'auto che si ricarica con il Sole | Video