Arriva la sim sostenibile di Vodafone: 320mila tonnellate di plastica in meno

19 Ottobre 2021 46

Sono sempre di più le aziende della tecnologia che si convertono alla plastica riciclata per mitigare il proprio impatto ambientale: da LG, che di recente ha dichiarato di voler aumentare sensibilmente il suo utilizzo, a Tim, che ha annunciato un progetto di economia circolare che coprirà sia i servizi, sia i prodotti dell'azienda, così come molti altri player del settore (e non solo).

Non manca all'appello Vodafone, che già lo scorso anno ha dichiarato di aver eliminato la plastica superflua e monouso dai propri negozi ed uffici e limitato l'uso di materiali promozionali in plastica, sostituendoli con alternative più green. A partire da ottobre 2021, invece, la compagnia telefonica metterà a disposizione dei propri clienti le Eco-SIM, nuove SIM card realizzate in plastica riciclata e di dimensioni inferiori che sostituiranno progressivamente le attuali card prodotte in plastica vergine. Si tratta di un prodotto già introdotto da alcune compagnie telefoniche, come le Green SIM di Telecom e le nuove schede ecologiche di Very Mobile.


Il dato interessante riguarda il potenziale risparmio di CO2 prodotta che apporterebbe l'introduzione di questo nuovo prodotto: la stima, come dichiara l'azienda, è di 1.280 tonnellate annue di anidride carbonica in meno grazie alle 320 tonnellate di plastica vergine che non sarà più necessario produrre.

In parallelo, la compagnia continuerà a diffondere le e-SIM, le SIM card virtuali lanciate in Europa la scorsa primavera che sostituiscono la scheda fisica e che sono compatibili con un numero sempre maggiore di dispositivi. Nonostante la loro diffusione sia in aumento, l'azienda ha rivelato che maggior parte dei clienti di telefonia mobile richiede ancora le schede fisiche per il proprio smartphone, un fatto destinato probabilmente a ridursi con il passare del tempo.

Le Eco-Sim saranno introdotte in tutti i 12 mercati europei della compagnia telefonica, oltre ad Egitto, Turchia e Sudafrica.

Il miglior Xiaomi per foto senza 5G? Redmi Note 10 Pro, in offerta oggi da Dronex Roma a 400 euro oppure da Amazon a 492 euro.

46

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Alessio

Tieni conto che a differenza di allora il prezzo dei dispositivi oggi è nettamente inferiore, anche il rapporto tra costo della tecnologia e stipendio medio, questo dato è a favore dei passaggi tecnologici

Dark!tetto

Andrebbe gestito come il cambio da E-Tacs a Gsm secondo me

Alessio

che è quello che ho detto io.
il paragone con le Tv stà nel fatto che quando si vuole fare una pianificazione di cambio tecnologico lo si fa, anche con una forzatura.
Forzatura che se ben pianificata porta risultati, ovvio che non puoi pretenderlo dall'oggi al domani
Sul problema sollevato da tanti del cambio dell'hardware che avrebbe un costo, si certo che ha un costo per l'utente, ma come dici tu nel tuo esempio niente cambio TV ma preso un decoder da 50€ per dire, per lo smartphone non è che tutti comprano un IPhone da 1500€, ci sono la maggior parte delle persone che ha smartphone di fascia bassa intesa come prezzo che con un incentivo un prodotto nuovo da 250€ lo potrebbero comprare, magari gli sconto per dire 50€

Dark!tetto

Potev giusto accenderlo per sentire la vibrazione iniziale e quel suogno tipo "meeeemmp" quando lo accendevi e poi la scitta SIP ehehehe

dario

Mamma mia... a me lo regalarono usato di almeno un paio d'anni per il compleanno gli amici della comitiva, ero rimasto l'unico senza cellulare... ti lascio immaginare l'autonomia! :D

Dark!tetto

Sono d'accordo che un passaggio sarebbe gradito, ma il confronto con le TV è un pò forzato, sia per la longevità del prodotto che per l'adeguamento. Teoricamente fino ad oggi io posso usare il mio Brionvega di fine anni 70 che ha il connettore scart con un decoder, andrebbe fatta una regolamentazione a parte con degli incentivi in tal senso, costerebbe anche meno di spingere le auto elettriche e forse avrebbe persino un impatto maggiore nel breve termine. Un piano quintennale con regolamento restrittivo con obbligo per i produttori di prevedere entrambe le opzioni, incentivi per operatori da elargire sotto forma di bonus per sponsorizzare la soluzione e-sim, che so con attivazione a costo 0 e magari qualche tariffa dedicata potrebbe essere una proposta valida.

Dark!tetto

Quello si che era ecologico, due batterie avevo perchè se lo usavi troppo durava 6 ore...dopo circa 12 di ricarica ahahaha

Fabrizio

Che poi le eSIM NON sono virtuali ma semplicemente saldate al device, ma l'elemento SIM rimane sempre in formato MFF2. Quello che è virtuale semmai è il profilo dell'operatore

Zanzo
Zanzo

A cosa serve tutta la plastica intorno?

Patafrosti

Vero, avevo rimosso la SIM originale

Sono Giapponese!

Nel 2021 tutte le compagnie ormai dovrebbero usare solo le e-sim a zero costi di attivazione e zero plastica

Michela Belmonte

Va bene Vodafone, sicuramente un passo avanti, ma potevi fare il passo diretto verso le esim, no?

salvatore esposito

si risparmierebbe molta più plastica se la piantassero con rimodulazioni ogni 3 mesi forzando a saltare da un operatore all'altro con conseguente richiesta di sim... senza contare la questione esim.

Ergi Cela

Infatti ti fanno pagare ogni volta che vuoi cambiare quando le esim sono state pensate per essere gratuite e cambiare operatore facilmente

Ergi Cela

Lo fanno giusto per risparmiare soldi e farsi pagare di più facendo finta di essere green,magari con sto dimezzamento risparmiano 30 milioni di euro con tutte le sim in circolazione,ma le sim le fanno pagare sempre 10/15 euro.

Ergi Cela

Ma basta con sta cosa del far finta di essere green e che lo diventino veramente eliminando tutte le schede fisiche per le esim virtuali e creassero un sistema di riciclo per le sim cartacee che vengono riportate indietro con magari la possibilità di passare alle esim gratuitamente così da accelerare la procedura

dario

Eccomi! :)

dario

La schedina da cui la togli è uno standard, si infila(va) nel cellulare tutta intera, nel mio primo cellulare era così, era come quello nella foto.
Mezza schedina non è nulla.
Se reputi lo standard obsoleto (e lo è, non credo esista più nulla al mondo dove inserirla) leva tutta la plastica attorno alle sim interne, non solo la metà, e inquini, così a occhio, circa il 70% meno.
Il discorso non fa una grinza. https://uploads.disquscdn.c...

Buffonate fossero ecologici metterebbero le e-sim a 0 euri e le sim normali slim come questa a pagamento

Alessandro Buzzoni

speriamo che non facciano come Tim che da mesi è passata alla sim Green, poi ordini online e ti mandano 19 fogli A4 con le condizioni contrattuali. fatta così è una presa in giro per sbandierare il green un tanto al kilo

Provo sempre molto imbarazzo per queste aziende che si elevano a paladini della sostenibilità perchè fa tendenza. Operatori che ti danno il pezzetto di plastica pure per l'e-sim...

Pito

Esim o sim virtuale no? Era ancora meglio per l ambiente. Ma meno x vodafone se no la gente cambia operatore più spesso.

L0RE15

La plastica riciclata esiste da decenni e le SIM sono un minuscolo chip contornato da plastica. Questi arrivano nel 2021 a produrre un oggetto così semplice con plastica riciclata e dobbiamo dirgli "ohhhhh, grazie bravi"?! Che presa per i fondelli: è solo una trovata pubblicitaria. Anche perchè le dimensioni inferiori, ok, poi serve, per il 90% dei telefoni, un adattatore di plastica (non riclata). Ah no che stolto: si cambia telefono! Spingete le e-sim piuttosto!
Se domani una grossa casa automobilistica saltasse fuori dicendo che tutte le plastiche delle sue auto da ora in poi verranno prodotte con plastica riciclata mantenendo la medesima qualità e costo, quello sarebbe da applausi!

Michele Cianci
Patafrosti

Non è un nuovo standard, semplicemente la schedina da cui la togli e più piccola

Mai sostenuto il contrario. ;)

Kamgusta

Di ecologico non c'è nulla è una scusa per un nuovo inutile standard.
Cominciamo a vedere cosa si nasconda dietro questo marketing "green".
Se volevano essere green bastava solo fare la sim di plastica e metterla dentro un cartoncino, dove c'erano stampati pin puk e compagnia.

STAFF

Ne discussi con un utente nell'altra notizia, hanno rimosso uno standard così facendo. Così è del tutto inutile, potevano rimuovere tutta la plastica in eccesso e rimanere solo il modulo 2F e quelli minori. Il PIN, il PUK e le altre info su un cartoncino. Così non ha senso. Oppure potrebbero spingere sulle eSIM.

Lukinho

Basterebbe usare la e-sim, e l'utilizzo di plastica sarebbe 0%.

megamattia

Devono pur avere la scusa per "giustificare" l'attivazione per un qr code

Frankbel

La SIM ecologica, fatta in plastica riciclata...
ahahahahah

Alessio

Per alcuni cell è già così, ma la cosa non basta.
E' un pò come il gatto che si mangia la coda, se gli operatori telefonici non propongono le E-Sim i produttori dicono che non ha senso produrre smartphone con quella tecnologia, se non vengono prodotti gli smartphone gli operatori dicono cosa le propongo a fare le E-Sim che non si possono usare ?
Vabbè, li obblighi gradualmente e la tecnologia va avanti.
Dal 2022 tutti i dual sim devono avere una delle due E-Sim, dal 2023 ogni produttore deve avere a cataloco il 30% degli smartphone con la E-Sim, nel 2024 il 60% e vai col tango.
A quel punto obblighi anche gli operatori e gli vieti di far pagare il passaggio del numero da un telefono ad altro

Squak9000
nicos18

Giffgaff (UK) usa da anni SIM di dimensioni ridotte, dilettanti!

TomatoSauce

questo comporterà un aumento di appena 2 euro sulla tariffa del cliente

skyeurope

Gli utenti possono cambiare gestore, nessuno li obbliga a stare con m3rd@f0n3

Vatyko

premetto che non mi hanno obbligato a cambiare la TV in quanto non ho la TV, ma il cambiamento andrebbe fatto gradualmente. detta in quel modo sembrava tipo: da domani ogni nuovo telefono ha solo e-sim.. come hai detto tu ha senso ovvero sual sim di cui una e-sim... ma per acluni cell non e' gia' cosi'?

Alessio

Concordo con Trixter, come ti hanno obbligato per due volte a cambiate la TV o comprare un decoder per il DT why not ?
Cominci ad obbligare i produttori a mettere sui loro dual sim almeno una E-Sim e fai pubblicità a questa tecnologia verso i clienti.
In pochi anni hai fatto la migrazione.
Quale è la paura? Che se si rompe il telefono perdi sia la sim che la rubrica?
Per la prima basta non rompere le scatole per passare il numero da un telefono ad altro, costo reale pari a zero, per la seconda esiste il Cloud.

Come tutti i cambiamenti, se non inizi mai, non lo farai mai.

La SIM e' chiaramente sostenibile, insostenibile invece per gli utenti, la rimodulazione. :\

BerlusconiFica

Basterebbe passare a Iliad per aiutarli a risparmiare plastica

mister x

una cosa che poteva essere fatta 20 anni fa. Che pagliacci!

Trixter

No però se inizi obbligare coi prossimi modelli entro 4/5 anni tutti usano esim

Vatyko

quindi tutti a cambiar telefono....

ADM90

Ovviamente rimodulazione in arrivo. Progettare una sim eco ha un costo

Trixter
Curiosità

Prime Video, tutte le novità in arrivo a dicembre 2021

Windows

Recensione Huawei MateBook 14s, una conferma con la webcam al posto giusto

HDMotori.it

Nuovo Mercedes-Benz Citan, van compatto ma spazioso | Recensione

Tecnologia

Bitcoin, uno stile di vita? Tra libertà e finanza, viaggio nel mondo dietro le crypto