LG UltraFine Display OLED Pro 65EP5G: monitor professionale Ultra HD da 65"

10 Settembre 2021 9

LG ha espanso la gamma di monitor UltraFine Display OLED Pro, che comprende già il 32EP950, con il nuovo 65EP5G. Il prodotto è indirizzato all'utilizzo professionale e, più nello specifico, è pensato come una soluzione per i coloristi e per chi lavora in ambiti in cui è necessario avere strumenti di alta qualità per il controllo delle immagini. Il pannello è un OLED WRGB da 65" a 10-bit con risoluzione Ultra HD. La frequenza di aggiornamento è fissata a 60 Hz.

La scheda tecnica riporta un tempo di risposta di 0,1 ms (GTG, da grigio a grigio), una copertura dello spazio colore Rec.709 pari al 120% e del DCI-P3 al 98,5%. Il monitor è garantito per un utilizzo fino a 12 ore al giorno 7 giorni su 7. Non manca naturalmente il supporto a HDR nei formati HDR10, HLG e Dolby Vision.


Il picco di luminanza dichiarato è il seguente:

  • 180 cd/m² - nits su una schermata col bianco al 100% in D65
  • 430 cd/m² - nits su una schermata col bianco al 25% in D65
  • 770 cd/m² - nits su una schermata col bianco al 10% in D65

Le possibilità di intervento e le impostazioni disponibili riflettono la destinazione d'uso del 65EP5G. L'utente può modificare la temperatura colore scegliendo tra vari valori come 9300K, 6500K, 5400K, 3200K, D65 o anche modalità molto più specifiche come quella per il D-Cinema (6320K).

LG 65EP5G: il pannello di controllo frontale

Si può impostare il monitor in base alla "Mastering Peak Luminance" (quella usata sui display in fase di creazione dei contenuti) spaziando da automatica fino a 10.000 cd/m² - nits. Altre voci interessanti comprendono tutte le curve del gamma ed EOTF disponibili, la possibilità di attivare il tone mapping dinamico per rielaborare i formati privi di metadati dinamici e strumenti utili in campo professionale come il vettorscopio.

Sul frontale, lungo il lato inferiore della cornice, è stato inserito un pannello di controllo utile per richiamare le funzioni più usate e per impostare rapidamente il cambio dei profili. In dotazione viene comunque fornito anche un telecomando. Per la calibrazione viene messo a disposizione il software proprietario SuperSign for White Balance ed è in arrivo anche un flusso di lavoro ottimizzato tramite Calman di Portrait Displays (è in beta sull'ultima versione rilasciata).


Il monitor può memorizzare 1D e 3D LUT (a livello hardware) associandole a vari profili, in modo da passare poi da uno all'altro tramite i già citati tasti frontali; ricordiamo che LUT è l'acronimo di Look-Up Table, il sistema con cui l'industria video assicura la massima fedeltà delle immagini.

Le connessioni disponibili includono 2 ingressi HDMI, 4 ingressi e 4 uscite SDI, una porta Ethernet, una porta RS232C, una porta USB-A 2.0, una porta SFP+ e un'uscita cuffie. LG non ha annunciato il prezzo di listino: per una quotazione si invita ad utilizzare la pagina sul sito o a ricorrere ai canali ufficiali di comunicazione.

Il migliori Smartphone Apple? Apple iPhone 12, in offerta oggi da Phoneshock a 669 euro oppure da ePrice a 759 euro.

9

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
niccolò

WOW DAVVERO!

Peppe

Questo è l'unico vero SETUP :)
sono passato da un trial monitor a 2 così e vi posso dire che è un'altra vita.
https://uploads.disquscdn.c...

Mostra 1 nuova risposta

Io ci lavorerei a tutto schermo con Photoshop e programmi simili, non devo esagerare altrimenti mi servirà uno snodo in titanio dentro al collo. Il problema più che altro è il bordo superiore che mi costringerebbe a guardare in alto in maniera eccessiva.

La postura corretta per non avere problemi al collo sarebbe avere il bordo superiore all'altezza degli occhi, lavorandoci cercherò di stare più in linea possibile, fosse solo per svago non ci penserei più di tanto, ma un 65 forse no ehehehe

ameft

Ovviamente il mio è anche 65, un sacco di somiglianze come vedi! Lo userò a 70cm, è un po' disorientante all'inizio, ma poi tanto ti concentri solo su una parte dello schermo (una finestra fullhd) e quindi il resto non dà fastidio, non guardo mai nel complessivo a parte quando sono dal divano, a volte invece mi è molto utile avere finestre 1920x2160.
Per tanti anni ho avuto un 40-43 pollici 4k (più vicini) e mi sono trovato benissimo! Quindi non avrei paura del tuo setup ecco... Sempre usato tutto a risoluzione nativa.

Mostra 1 nuova risposta

È vero quindi 3 bancali di legna e un auto marroncina! Lol a parte gli scherzi penso costi tipo 8000-10.000 euro e serva giusto in mercati specifici.

Il tuo comunque quanti pollici è? E a che distanza? Io sto meditando di prendere un braccio per montare un 32-34 (16:9) a circa 60-70cm dalla faccia e già lo temo bello ingombrante.

ameft

Anche le Alpi di Siusi, prego.

Mostra 1 nuova risposta

Giusto la dimensione hanno in comune, un po' come 3 bancali di legna e un auto

Mostra 1 nuova risposta

Costerà come un'automobile

ameft

Con quella dimensione e sfondo mi ricorda l'Hisense che uso da un anno sulla mia scrivania... Certo pannello di tutt'altra qualità, ma per il prezzo pagato sono super contento del setup! https://uploads.disquscdn.c...

La street photography con lo smartphone: 5 consigli utili | Video

Bonus rottamazione TV, di cosa si tratta e come richiederlo - VIDEO

Europei di calcio: dove vederli in TV e i consigli per i settaggi ottimali

Recensione TV Sony OLED XR-65A90J: processore cognitivo per rimanere in vetta