Tutti i prezzi sono validi al momento della pubblicazione. Se fai click o acquisti qualcosa, potremmo ricevere un compenso.

Cambio di residenza on line per tutti gli italiani: ecco come funziona

29 Aprile 2022 79

Da oggi tutti i cittadini italiani potranno effettuare il cambio di residenza on line, direttamente dal portale dell'Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente (ANPR). Dopo una prima fase di applicazione, iniziata lo scorso febbraio in una trentina di amministrazioni, il servizio è stato ora esteso a tutti i Comuni. Per il Comune di Roma, in attesa del completamento degli interventi tecnici, sino al 30/06/2022 il servizio di cambio di residenza on line è disponibile sul portale dello stesso Comune.

Questo nuovo servizio, che si aggiunge alla possibilità di scaricare i certificati anagrafici, consente ai cittadini maggiorenni registrati nell’Anagrafe nazionale di effettuare:

  • cambio di residenza per il trasferimento da un qualsiasi Comune ad un altro sul territorio nazionale, o di rimpatrio dall’estero per i cittadini italiani iscritti all’AIRE;
  • cambio di abitazione nello stesso Comune, sul territorio nazionale.

Questo il commento di Renato Brunetta, ministro per la Pubblica amministrazione:

"Da oggi in tutta Italia si può richiedere con un clic il cambio di residenza da un Comune all'altro o il rimpatrio dall'estero. È un altro risultato importante ottenuto dai ministri Colao e Lamorgese con il progetto Anpr, Anagrafe della popolazione residente, che dallo scorso novembre permette di scaricare online 14 certificati anagrafici. È solo l'inizio della rivoluzione in corso nella Pubblica amministrazione, che vede nella formazione dei dipendenti pubblici e nel potenziamento delle loro competenze digitali un elemento fondamentale di modernizzazione. Avanti con determinazione verso l'obiettivo di una Pa più efficiente, più amica di cittadini e imprese, più inclusiva".

COME FUNZIONA IL SERVIZIO 'RESIDENZA'

Si potrà accedere al servizio Residenza - nell’area riservata ai servizi al cittadino nel portale dell'Anagrafe - con la propria identità digitale (Carta d'Identità Elettronica, SPID, o CNS). Dal portale sarà possibile inviare una richiesta sia per una nuova residenza sia per residenza in famiglia esistente.

Se si seleziona Nuova residenza è possibile effettuare un cambio di residenza dell'intera famiglia o di alcuni componenti; in quest'ultimo caso verrà generata una nuova famiglia. Questa scelta va effettuata quando:

  • trasferisci la tua residenza da solo o con alcuni componenti della tua famiglia di origine in un'altra abitazione dove al momento non è residente nessuno;
  • trasferisci la tua residenza da solo o con alcuni componenti della tua famiglia di origine in un'altra abitazione dove sono presenti anche altre persone con le quali NON hai/avete vincoli di parentela o affettivi.

Se si seleziona Residenza in famiglia esistente, questa scelta consente di richiedere per tutte le persone indicate nella scheda, l'iscrizione nell'indirizzo indicato dove già risiede una famiglia con la quale si hanno legami di parentela o affettivi. Effettuando questa scelta sarà necessario indicare uno dei componenti della famiglia in cui si vuole entrare a far parte.

Una volta completato l’inserimento dei dati, se il dichiarante è il solo che cambia residenza oppure è l'unico maggiorenne tra quelli che cambiano residenza, potrà procedere direttamente all'invio al Comune; se invece altri componenti maggiorenni della famiglia cambiano residenza oltre al dichiarante, prima dell'invio della dichiarazione gli altri componenti maggiorenni dovranno convalidare i dati inseriti accedendo alla loro area riservata mediante CIE/CNS/SPID. Quando tutti i componenti maggiorenni avranno effettuato la Convalida, la dichiarazione sarà inviata automaticamente al Comune.

Dall'area riservata si potrà consultare, inoltre, lo stato di avanzamento della richiesta presentata e indicare una mail alla quale ricevere gli aggiornamenti.

VIDEO


79

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
giovanni cordioli

Nel caso di matrimonio ogni accordo prematrimoniale in Italia viene considerato nullo:
Pura carta straccia.
Nei casi di convivenza non so, ma sicuramente andrà a finire come nel matrimonio, dove alla riforma del diritto di famiglia del 1975 la situazione era stata portata dai legislatori su un piano di sostanziale parità...
Poi si è visto comè andata, le successive sentenze della magistratura ( che in italia fanno giurisprudenza ) in decine e decine di cause portate avanti da altrettante arpie vestite da ex mogli hanno ampliato a dismisura i diritti e le tutele delle donne a discapito dei nostri, fino a rendere il matrimonio un vero e proprio suicidio economico- legale per gli uomini.

Non ho il minimo dubbio che anche per le convivenze accadrà la stessa identica cosa, anzi sta già accadendo.
Basta fare una ricerca su google per rendersi conto che stanno già mettendo le mani avanti per rendere "non necessario" il requisito della convivenza nella stessa casa, al fine di essere considerati coppia di fatto* per poter così garantire alle donne sotto varie forme un congruo indennizzo nel caso di fine della relazione.
Non esiste che la diano via gratis...L'uomo è gratis, la donna mai.

*Traduzione:
Hai una relazione di medio-lungo periodo con una donna con la quale non convivi nè sei sposato per non avere problemi? Non penserai mica di poterlo fare gratis, vero?

Per questo io vivo da single e all'occorrenza mi rivolgo alle professioniste....Da sempre sono quelle che costano meno.

Simone

Una scrittura privata da un notaio firmata da entrambi può limitare le cose che hai scritto qua sopra o è carta straccia?

giovanni cordioli

Anche senza figli non cambia nulla, i figli quando presenti godono già delle ampie tutele previste dalla legge come ad esempio, l'eredità e obbligo di mantenimento (spesso a vita) a carico dei genitori. ( solitamente a carico del padre-bancomat )
Con la legge sulle convivenze è stato instituito l'obbligo di assistenza reciproca morale e materiale ANCHE tra conviventi, durante e anche dopo la fine della convivenza per un certo numero di mesi o di anni:
(sempre ad insindacabile discrezione del giudice )

Questo obbligo si traduce in oneri economci spesso pesanti a carico della parte economicamente più abbiente quando la convivenza cessa.
Di fatto convivere oggi con o senza figli equivale ad assumersi tutta una serie di obblighi e doveri anche senza essersi mai sposati e senza aver mai firmato alcunchè.
Dal momento che ormai gli uomini stavano rifiutando in massa il matrimonio, ecco che il legislatore si è subito preoccupato di trasformare in trappole insidiose anche le semplici convivenze.
E fare dei figli abitando in una casa di proprietà da sposati o no significa rischiare di perderla visto che in caso di rottura della convivenza- matrimonio il giudice assegnerà la casa familiare alla madre e ai bambini praticamente nel 100% dei casi mentre al padre resteranno solo tutti i conti da pagare per decenni.

Simone

ma tutto questo solo in caso di figli o anche semplicemente convivendo?

giovanni cordioli

Mi riferisco al fatto che con le leggi sulle convivenze la residenza anagrafica di un soggetto costituisce una prova per venire considerati una "coppia di fatto" prova che può poi essere usata da Tizio per accampare diritti e obblighi di assistenza economica e alimentare a carico di Caio anche se Caio non volesse assumerseli.

Simone

cosa intendi con obblighi a carico di terze parti (convivenze)?

Simone

O.T. .. com'è la vita in repubblica ceca rispetto all'italia?

rsMkII

Ah ma allora non stai scherzando! Boh allora prenditi questa pacca sulla spalla! XD

untore

Ti è andata male spammino.

rsMkII

Eh infatti ti vedo sempre lì in sala d'attesa

HanselTTP

si beh se è per questo è vero, è la stessa cosa.

Paolo Giulio

Sì, ma torniamo al mio assunto: se vuoi fare truffe maggheggi, farlo di persona o online è uguale... almeno la seconda è più comoda...

HanselTTP

infatti ma non credo che la percentuale sia particolarmente alta.

Paolo Giulio

Mi dicono che, per norma, i vigili facciano controlli a campione (devono fare un TOT % di controlli sull'interezza dei cambi iscritti) ...

HanselTTP

anch'io

HanselTTP

anch'io l'ho fatto da poco, ho dovuto compilare un modulo di ben 4 pagine.

HanselTTP

avranno perso tutto

HanselTTP

infatti, me lo chiedo anch'io, a che punto sono?

HanselTTP

esatto

HanselTTP

credo che se i vigili dovessero fare un controllo per ogni dichiarazione di residenza dovrebbero fare solo quello.

rsMkII

Oh no non pensavo ci fosse anche Sherlock!

rsMkII

Non mi frega mica! Il lavoro si paga!

MatitaNera

Se

Dario Perotti

Online non funziona uguale ma almeno non ti devi arrabbiare con qualcuno che ti trovi davanti :P

Dario Perotti

Quelli sono i peli.

Dario Perotti

E ti fai fregare così facilmente da lui?

Dario Perotti

Ma non dire eresie.
Io so usare un sacco di device Apple.
E anzi ho imparato tutto da solo.

Paolo Giulio

Ecco... non dover andare "in persona" evita anche queste situazioni... ^_^

Mi ci vedo ad uno zelante operatore di sportello comunale, star a dettare l'indirizzo di Holesov o di una più nota Praga per stare poi a spiegare Zone, CAP e numerazioni e terminologie diverse... :D

Meglio online... serenità ASSOLUTA.

Dario Perotti

Allora scatta la denuncia verso le Poste Italiane.

Dario Perotti

Se hai lo SPID dovresti sapere la risposta :)

Dario Perotti

Vedi?
Tu sei sempre razzista e invece sono capaci anche loro se si impegnano.

Dario Perotti

Scommetto che c'era ancora la Raggi :)

Dario Perotti

Una volta in Comune mi hanno detto "Lei mi parla di database. Ma di che si tratta?"

Paolo Giulio

Bah... io la denuncia all'AIRE l'ho fatta online oltre una decade fa... si sono solo aggiornati anche per la più frequente residenza nazionale... ma la base è la stessa...

Nel 2022, sinceramente, mi sembra il minimo...

Sinceramente pensare di andare a fare "in persona" cose così "normali" come la residenza è allucinante. Non che sia una dichiarazione "da poco", ma, con la massa di dati in possesso della PA, l'incrocio di dati per verificare le dichiarazioni è una passeggiata (a database interconnessi, obv) ...

Inoltre, se si volesse provare a fare una qualche truffa, non vedo differenza tra provare a farla "in persona" allo sportello o in via telematica.

Sono invece sicuramente da incrementare i controlli dei Vigili post dichiarazione, controlli che mi risulta siano numericamente di molto inferiori alle dichiarazioni stesse.

Antsm90

Da me passano sempre (anche perché essendo zona di confine è pieno di gente con false residenze per non pagare le tasse)

Eagle

Ben venga che qualcuno si muova da questo punto di vista. Sono persino riuscito ad accedere al mio storico vaccini risalenti alla nascita grazie allo SPID, ma c'è molto lavoro da fare.

BrontoLone

Beato te, qui passano sempre, e quando dico sempre intendo proprio sempre, e creano anche un sacco di problemi assurdi e inutili. Sto ristrutturando casa in cui andrò a vivere a brevissimo con la mia compagna, chiamato e spiegato la situazione, risposta ci hanno detto che sarebbe meglio spostare la residenza a casa dei miei dove attualmente siamo ospiti. Risultato in pochissimo tempo dobbiamo spostare la residenza due volte nel giro di pochissimo tempo. Dei geni del male.

MatitaNera

Pensa un po'. A Roma.

Squak9000

ehehe a volte si è sfortunati... dipende anche dal comunque penso.

io fatto un paio di volte a Roma online senza batter ciglio e i vigili non li ho mai visti e sentiti.

Poi mi sono ritrovato con la residenza cambiata.

kasperbau

Ho cambiato residenza un paio di volte..
Una volta il sistema informatico del comune di provenienza aveva l'indirizzo mail sbagliato del comune di destinazione (errore data entry), la pratica nn arrivava mai xchè la mandavano ad un indirizzo mail sbagliato e neanche se ne accorgevano.
Altra volta nonostante l'anagrafe e di conseguenza la locale fossero informati che non c'era citofono all'ingresso ma solo codice alfanumerico per entrare nel complesso abitativo, a momenti non mi davano la residenza "xchè nn riuscivano ad entrare".
Fai tu....

Squak9000

mah i vigili comunque non passano mai... minpare ci sia scritto che va nene comunque.
Per lo spastamwnto delle pratiche non mi pare debba farle il cittadino.

Almeno io tutta 'sta roba non l'ho fatta al tempo...

kasperbau

Spostamento della pratica da un comune all'altro, vigili urbani per il controllo etc..
I problemi si trovano lì in una pratica di cambio di residenza non nell'andare all'ufficio vdi turno .

Squak9000

la storia degli ospedali è una cosa VERGOGNOSA...
a Roma per alcuni ospedali "Bambin Gesù" esiste la carta della salute dive caricano tutto. Dalla analisi ai referti. Puoi accedere tu o l'ospedale (ma non tutti).

Sono comunque dei pxrla proprio a non usare gli stessi database.

Squak9000

il resto cosa?

untore

Ti sei dimenticato di cambiare account qua

Luca

Anche ora si può fare,con comodato d’uso gratuito verbale…..

kasperbau

Si, ok ora la richiesta la facciamo online, ma poi il resto rimane identico; quindi marasma italiota perdurante..

Sì giusto

opt3ron

Si.

Tiwi

ok

HDMotori.it

Dacia Spring 2024: l'anteprima del restyling, esterni e interni | Video

Games

Xbox, svelate 4 esclusive in arrivo su piattaforme concorrenti

Alta definizione

Recensione Fujifilm X100VI: la regina delle compatte è tornata | VIDEO

Windows

Abbiamo rifatto la nostra workstation, ora è tutta ASUS ProArt!